Una città della Carolina del Nord ha annullato la sua parata natalizia annuale per le preoccupazioni di "agitatori esterni" in mezzo alle polemiche sul gruppo confederato

[ad_1]

  • La città di Wake Forest, nella Carolina del Nord, ha annullato la sua parata natalizia di lunga data.
  • La città ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che i funzionari di polizia temevano un afflusso di manifestanti che scendevano sull'evento per sostenere o opporsi all'inclusione di un gruppo di figli confederati veterani nella parata.
  • La dichiarazione afferma che la decisione è stata presa "sulle preoccupazioni per la sicurezza pubblica".
  • "È una sfortunata conseguenza di ciò che accade quando gli agitatori esterni fanno sapere che useranno eventi locali come la nostra parata per seminare odio e scatenare il caos", ha detto il sindaco Vivian Jones in un video pieno di lacrime.
  • Visita l'homepage di Business Insider per altre storie.

Wake, Forest, North Carolina ha annullato la sua parata natalizia annuale per timori che la partecipazione di un gruppo confederato avrebbe suscitato pericolose proteste.

La città ha pubblicato una dichiarazione sul suo sito Web e sulla sua pagina ufficiale di Facebook affermando che lo sponsor della parata, Wake Forest Downtown, non profit locale, ha deciso di annullare la celebrazione "per le preoccupazioni sulla sicurezza pubblica".

La simbologia confederata è stata a lungo controversa, con critici come il Southern Poverty Law Center e la National Association for the Advancement of Colored People che sostengono che le icone incoraggiano una visione nostalgica e riverente di uno pseudo-stato secessionista sostenuto dalla schiavitù razziale.

La dichiarazione afferma che la decisione è stata presa dopo che i funzionari delle forze dell'ordine di Wake Forest hanno testimoniato che erano preoccupati che oltre 200 "agitatori esterni" si sarebbero presentati per sostenere o opporsi all'inclusione di un gruppo locale di figli di confederati veterani nella parata.

Il sindaco repubblicano Vivian Jones ha pubblicato un video in lacrime a sostegno della decisione di annullare la parata, che si tiene in città da oltre 70 anni. Ha citato i problemi di sicurezza pubblica come il fattore principale nella decisione.

"Adoro Wake Forest, ma ancora di più, adoro la gente di Wake Forest", ha detto Jones. "Vorrei essere perfettamente chiaro. La decisione di annullare la parata di quest'anno non è una riflessione sulla nostra comunità o sulle nostre persone meravigliose. Piuttosto è una sfortunata conseguenza di ciò che accade quando gli agitatori esterni fanno sapere che useranno eventi locali come la nostra parata per seminare odio e scatenare il caos ".

Secondo News & Observer, il gruppo Sons of Confederate Veterans che partecipa a questa particolare parata natalizia è noto come 47th Regiment NC Troops Camp # 166. Fondato nel 1896, il Sons of Confederate Veterans è un'organizzazione composta dai discendenti maschili di veterani confederati.

Il News & Observer ha riferito che i gruppi SCV nella Contea di Wake dichiarano 3.000 membri. Il Southern Poverty Law Center ha affermato che il gruppo promuove il pensiero "neoconfederato" che sottolinea una "predilezione reazionaria e revisionista per i simboli degli Stati Confederati d'America".

La pagina Facebook del campo è piaciuta da 1.485 persone e presenta foto di lezioni su argomenti come "Confederati di colore" e "la posizione del Sud per l'autorità biblica". Contiene anche filmati della parata natalizia di Wake Forester 2015. Il video mostra un gruppo di uomini vestiti con uniformi grigie con bandiere confederate.

Nel 2017, Derrick Johnson, ex presidente del NAACP, ha pubblicato una dichiarazione in cui affermava che la bandiera confederata e altre immagini "incoraggiano gruppi odiosi" e fungono da "simboli di odio e razzismo".

Una newsletter confederata della Carolina sul sito web del gruppo ha dichiarato che il campo ha donato $ 500 NC SCV Monument Defense e ha sfidato altri gruppi SCV nello stato a corrispondere a quel numero, al fine di "combattere" i tentativi del governatore democratico Roy Cooper di "rimuovere i nostri Monumenti Confederati dal motivi del nostro Campidoglio a Raleigh ".

La dichiarazione della città sull'annullamento si è conclusa con una nota che la città si adopererà per trovare un modo per ospitare la sfilata in modo sicuro nel 2020.



[ad_2]