Trump vuole che la Fed sia più europea



<div _ngcontent-c15 = "" innerhtml = "

Mercoledì ha segnato il giorno in cui il Presidente degli Stati Uniti ha impersonato quel vecchio avvertimento trasmesso a tutti i bambini di ogni genitore: se Hugo ti avesse detto di saltare da un ponte, lo faresti?

Il presidente Trump si è rivolto a Twitter per chiamare la Federal Reserve un gruppo di "teste d'osso" per tutto il tempo chiedendo loro di fare ciò che la Banca centrale europea sta facendo: dare alle banche denaro gratuito e un bonus in più per aver sottoscritto un prestito. Si chiama tassi di interesse negativi. Ed è un distruttore del risparmio totale, uno che ovviamente non ha fatto nulla per migliorare l'economia europea, o il suo mercato azionario che non si è ripreso nonostante il denaro libero progettato, in parte, per andare in azioni.

Si prevede che la Banca centrale europea annuncerà un tasso di riferimento negativo dopo la prossima riunione politica di giovedì. Circa 17 trilioni di dollari di obbligazioni in Europa pagano zero interessi o interessi negativi.

Dopo la grande crisi finanziaria, l'allentamento quantitativo e i bassi tassi di interesse hanno reso il compito di quantificare il rischio più di una questione politica, piuttosto che qualcosa che il mercato decifrerebbe in un banco di analisti.

In Europa, la banca centrale è diventata l'acquirente di attività generalmente non amate. Acquista un bond spazzatura sul mercato per 100, vendilo alla banca centrale per 101, garantito. Quindi fallo di nuovo.

La vendita alla banca centrale ha spinto il rendimento a un livello così basso da trasformare gli strumenti a reddito fisso in azioni. Gli investitori non acquistano per il rendimento. Stanno acquistando solo perché sono tenuti a farlo, a grande rischio per l'impresa stessa o perché sono alla ricerca di un guadagno in conto capitale, come un aumento del prezzo delle azioni. Un legame negativo del mezzo percento vale più del legame negativo dell'uno percento e così via.

Un prodotto a reddito fisso come un titolo di Stato, o un conto di risparmio, che non paga alcun reddito, dovrebbe essere la definizione stessa di un'attività tossica. Invece, è un prodotto reale che gli investitori acquistano. I rendimenti obbligazionari tedeschi sono -0,56%.

Quali sono i premi di rischio quando si investe nei mercati del debito sovrano? La risposta non può più essere trovata in modo affidabile nei prezzi delle obbligazioni, nei rendimenti, nei numeri di bilancio, nell'inflazione o nella crescita del PIL. Anche i prezzi dei credit default swap sono insignificanti. (A parte questo, questo è un potenziale campanello di morte per i trader obbligazionari, già valutato dalla tecnologia. Questo deve peggiorare le cose.)

Ad esempio, il prezzo di un credit default swap a 5 anni sul debito sovrano italiano è di 140,3 punti base rispetto ai Treasurys. In tempi normali, se il rendimento del Tesoro a 5 anni fosse dell'1%, allora il prezzo del CDS assumerebbe il rischio italiano collocando il suo prezzo obbligazionario equivalente a 140 punti base in più, o 2,4%.

Invece, il rendimento dei titoli di Stato a 5 anni italiano è dello 0,33%. E il quinquennio statunitense è dell'1,58%, il contrario totale. Questa disparità è dovuta al fatto che la BCE si è impegnata a tassi negativi e che i mercati devono seguire.

È The Opposite.

"Se ogni istinto che hai è sbagliato, l'opposto dovrebbe essere giusto." Jerry Seinfeld a George Constanza.

I tassi negativi sono quindi solo un altro prodotto finanziario. O stanno diventando uno. Questo è ciò che dirà la nuova presidente della BCE Christine Lagarde. Se è 10 negativo o 110 negativo, e allora? Se le persone vogliono acquistarlo come se stessero comprando un'opzione put su azioni della Ford Motor Company, allora il mercato nominerà il suo prezzo. Non è che puoi trasformare la spesa per l'acquisto con quel contratto di opzione. Ma se lo vendi con un guadagno, puoi farlo! Lo stesso si può dire per il debito negativo. È come il nuovo pet rock del mercato. Se assegni valore al pet rock, anche se lo trovi per strada gratuitamente e ci hai appena disegnato una faccina sorridente con pennarelli permanenti colorati, e qualcuno lo paga, allora è una transazione redditizia, indipendentemente dall'utilità del rock.

Come George Costanza in quell'episodio di Seinfeld in cui si rende conto che ogni decisione che prende è sbagliata, gli investitori devono andare contro il loro istinto. Questo è l'intero concetto di debito a rendimento negativo. È l'opposto di qualsiasi cosa tu abbia mai immaginato un legame.

L'Italia ha una maggiore disoccupazione, un'economia in recessione e un deficit di bilancio in aumento.

Il nuovo governo ha aumentato il suo obiettivo di disavanzo al 2,4% del PIL per il 2020. Hanno anche un governo meno favorevole alla crescita.

Nonostante una prospettiva molto più debole, le loro obbligazioni hanno un prezzo come se fossero il mercato più caldo in circolazione con un rischio quasi zero. Tutti vogliono prestare in Italia. Sono così disperati da farlo, che prenderanno circa lo 0,97% su un'obbligazione in euro italiana a 10 anni.

Il decennio degli Stati Uniti paga l'1,75% e la sua economia è in condizioni molto migliori. Solo una politica dei tassi di interesse negativi consentirebbe un rischio tanto più elevato e una remunerazione inferiore, come nel caso dell'Europa.

Tuttavia, qualcuno sta acquistando questa roba.

"Lo consideriamo un punto giusto per Trump a pino per tassi più bassi, ma non siamo d'accordo sul fatto che ci sia qualcosa di positivo sui tassi negativi", afferma Vladimir Signorelli, capo di Bretton Woods Research, una società di ricerca di investimenti di grandi dimensioni di Long Valley, New Jersey.

Nel 2016, il CEO di Deutsche Bank all'epoca, Jon Cryan, aveva avvertito che le obbligazioni a rendimento negativo potevano avere "conseguenze fatali". Ha dichiarato: "La politica monetaria è attualmente in contrasto con gli obiettivi di rafforzare l'economia e rendere più sicuro il sistema bancario europeo".

La scorsa settimana, l'attuale CEO di Deutsche Bank, Christian Sewing, ha avvertito di "gravi effetti collaterali" per la regione se la BCE avesse prodotto un maggiore allentamento monetario, rilevando che "a lungo termine, i tassi negativi rovinano il sistema finanziario".

Bene, indovina cosa sta arrivando in Europa? Questa è una garanzia ora. O i banchieri europei si abituano ai tassi negativi e lo trattano come il loro pet rock a cui assegneranno valore e lo scambieranno tra loro, il che significa che la Lagarde (e in un certo senso, Trump) ha ragione, o il sistema bancario europeo crolla. Interi banchi di commercio sono rabbrividiti. Il commerciante di obbligazioni europeo viene inserito nell'elenco delle specie in pericolo.

Trump vuole davvero che perseguiti il ​​settore dei servizi finanziari degli Stati Uniti? Un cinico potrebbe dire: se garantisce all'S & P; P 500 un altro 20%, come ha fatto MSCI Europe dal 2016, allora forse lo fa.

Tuttavia, ogni conto di risparmio americano e fondo del mercato monetario, pagando a malapena gli interessi così com'è, perderebbe denaro.

Prova a vendere un fondo obbligazionario a rendimento negativo come gestore patrimoniale privato a un cliente.

Il CEO di UBS Sergio Ermotti ha recentemente sottolineato come i tassi negativi stiano portando a "situazioni assurde" in Europa. Le banche sono scoraggiate dal detenere depositi. I conti di risparmio, come un prodotto bancario tradizionale, stanno seguendo la strada del dinosauro.

Il potenziale candidato di Trump al consiglio di amministrazione della Fed, Christopher Waller, una volta disse che i tassi di interesse negativi erano una "tassa sull'abbigliamento delle pecore". È una punizione per non aver investito nel mercato azionario. Gli investitori al dettaglio e la maggior parte delle società, grandi e piccole, non hanno intenzione di rivolgersi a una banca e ricevere un prestito a tasso di interesse negativo.

Gli economisti di BNP Paribas hanno dichiarato questa settimana di non aspettarsi tassi negativi negli Stati Uniti.

"Pensiamo che il decimo anno tocchi l'1%", afferma Shahid Ladha, responsabile della strategia per i tassi del G10 al BNP. "Ma l'anno prossimo a un certo punto tornerà all'1,5%".

Il mercato sta scontando quattro tagli dei tassi. Se ognuno ha 25 punti base, ciò porterebbe il tasso dei fondi federali a un minimo dell'1%.

">

Mercoledì ha segnato il giorno in cui il Presidente degli Stati Uniti ha impersonato quel vecchio avvertimento trasmesso a tutti i bambini di ogni genitore: se Hugo ti avesse detto di saltare da un ponte, lo faresti?

Il presidente Trump si è rivolto a Twitter per chiamare la Federal Reserve un gruppo di "teste d'osso" per tutto il tempo chiedendo loro di fare ciò che la Banca centrale europea sta facendo: dare alle banche denaro gratuito e un bonus in più per aver sottoscritto un prestito. Si chiama tassi di interesse negativi. Ed è un distruttore del risparmio totale, uno che ovviamente non ha fatto nulla per migliorare l'economia europea, o il suo mercato azionario che non si è ripreso nonostante il denaro libero progettato, in parte, per andare in azioni.

Si prevede che la Banca centrale europea annuncerà un tasso di riferimento negativo dopo la prossima riunione politica di giovedì. Circa 17 trilioni di dollari di obbligazioni in Europa pagano zero interessi o interessi negativi.

Dopo la grande crisi finanziaria, l'allentamento quantitativo e i bassi tassi di interesse hanno reso il compito di quantificare il rischio più di una questione politica, piuttosto che qualcosa che il mercato decifrerebbe in un banco di analisti.

In Europa, la banca centrale è diventata l'acquirente di attività generalmente non amate. Acquista un bond spazzatura sul mercato per 100, vendilo alla banca centrale per 101, garantito. Quindi fallo di nuovo.

La vendita alla banca centrale ha spinto il rendimento a un livello così basso da trasformare gli strumenti a reddito fisso in azioni. Gli investitori non acquistano per il rendimento. Stanno acquistando solo perché sono tenuti a farlo, a grande rischio per l'impresa stessa o perché sono alla ricerca di un guadagno in conto capitale, come un aumento del prezzo delle azioni. Un legame negativo del mezzo percento vale più del legame negativo dell'uno percento e così via.

Un prodotto a reddito fisso come un titolo di Stato, o un conto di risparmio, che non paga alcun reddito, dovrebbe essere la definizione stessa di un'attività tossica. Invece, è un prodotto reale che gli investitori acquistano. I rendimenti obbligazionari tedeschi sono -0,56%.

Quali sono i premi di rischio quando si investe nei mercati del debito sovrano? La risposta non può più essere trovata in modo affidabile nei prezzi delle obbligazioni, nei rendimenti, nei numeri di bilancio, nell'inflazione o nella crescita del PIL. Anche i prezzi dei credit default swap sono insignificanti. (A parte questo, questo è un potenziale campanello di morte per i trader obbligazionari, già valutato dalla tecnologia. Questo deve peggiorare le cose.)

Ad esempio, il prezzo di un credit default swap a 5 anni sul debito sovrano italiano è di 140,3 punti base rispetto ai Treasurys. In tempi normali, se il rendimento del Tesoro a 5 anni fosse dell'1%, allora il prezzo del CDS assumerebbe il rischio italiano collocando il suo prezzo obbligazionario equivalente a 140 punti base in più, o 2,4%.

Invece, il rendimento dei titoli di Stato a 5 anni italiano è dello 0,33%. E il quinquennio statunitense è dell'1,58%, il contrario totale. Questa disparità è dovuta al fatto che la BCE si è impegnata a tassi negativi e che i mercati devono seguire.

È The Opposite.

"Se ogni istinto che hai è sbagliato, l'opposto dovrebbe essere giusto." – Jerry Seinfeld a George Constanza.

I tassi negativi sono quindi solo un altro prodotto finanziario. O stanno diventando uno. Questo è ciò che dirà la nuova presidente della BCE Christine Lagarde. Se è 10 negativo o 110 negativo, e allora? Se le persone vogliono acquistarlo come se stessero comprando un'opzione put su azioni della Ford Motor Company, allora il mercato nominerà il suo prezzo. Non è che puoi trasformare la spesa per l'acquisto con quel contratto di opzione. Ma se lo vendi con un guadagno, puoi farlo! Lo stesso si può dire per il debito negativo. È come il nuovo pet rock del mercato. Se assegni valore al pet rock, anche se lo trovi per strada gratuitamente e ci hai appena disegnato una faccina sorridente con pennarelli permanenti colorati, e qualcuno lo paga, allora è una transazione redditizia, indipendentemente dall'utilità del rock.

Come George Costanza in quell'episodio di Seinfeld in cui si rende conto che ogni decisione che prende è sbagliata, gli investitori devono andare contro il loro istinto. Questo è l'intero concetto di debito a rendimento negativo. È l'opposto di qualsiasi cosa tu abbia mai immaginato un legame.

L'Italia ha una maggiore disoccupazione, un'economia in recessione e un deficit di bilancio in aumento.

Il nuovo governo ha aumentato il suo obiettivo di disavanzo al 2,4% del PIL per il 2020. Hanno anche un governo meno favorevole alla crescita.

Nonostante una prospettiva molto più debole, le loro obbligazioni hanno un prezzo come se fossero il mercato più caldo in circolazione con un rischio quasi zero. Tutti vogliono prestare in Italia. Sono così disperati da farlo, che prenderanno circa lo 0,97% su un'obbligazione in euro italiana a 10 anni.

Il decennio degli Stati Uniti paga l'1,75% e la sua economia è in condizioni molto migliori. Solo una politica dei tassi di interesse negativi consentirebbe un rischio tanto più elevato e una remunerazione inferiore, come nel caso dell'Europa.

Tuttavia, qualcuno sta acquistando questa roba.

"Lo consideriamo un punto giusto per Trump a pino per tassi più bassi, ma non siamo d'accordo sul fatto che ci sia qualcosa di positivo sui tassi negativi", afferma Vladimir Signorelli, capo di Bretton Woods Research, una società di ricerca di investimenti di grandi dimensioni di Long Valley, New Jersey.

Nel 2016, il CEO di Deutsche Bank all'epoca, Jon Cryan, aveva avvertito che le obbligazioni a rendimento negativo potevano avere "conseguenze fatali". Ha dichiarato: "La politica monetaria è attualmente in contrasto con gli obiettivi di rafforzare l'economia e rendere più sicuro il sistema bancario europeo".

La scorsa settimana, l'attuale CEO di Deutsche Bank, Christian Sewing, ha avvertito di "gravi effetti collaterali" per la regione se la BCE avesse prodotto un maggiore allentamento monetario, rilevando che "a lungo termine, i tassi negativi rovinano il sistema finanziario".

Bene, indovina cosa sta arrivando in Europa? Questa è una garanzia ora. O i banchieri europei si abituano ai tassi negativi e lo trattano come il loro pet rock a cui assegneranno valore e lo scambieranno tra loro, il che significa che la Lagarde (e in un certo senso, Trump) ha ragione, o il sistema bancario europeo crolla. Interi banchi di commercio sono rabbrividiti. Il commerciante di obbligazioni europeo viene inserito nell'elenco delle specie in pericolo.

Trump vuole davvero che perseguiti il ​​settore dei servizi finanziari degli Stati Uniti? Un cinico potrebbe dire: se garantisce all'S & P 500 un altro 20%, come ha fatto MSCI Europe dal 2016, allora forse lo fa.

Tuttavia, ogni conto di risparmio americano e fondo del mercato monetario, pagando a malapena gli interessi così com'è, perderebbe denaro.

Prova a vendere un fondo obbligazionario a rendimento negativo come gestore patrimoniale privato a un cliente.

Il CEO di UBS Sergio Ermotti ha recentemente sottolineato come i tassi negativi stiano portando a "situazioni assurde" in Europa. Le banche sono scoraggiate dal detenere depositi. I conti di risparmio, come un prodotto bancario tradizionale, stanno seguendo la strada del dinosauro.

Il potenziale candidato di Trump al consiglio di amministrazione della Fed, Christopher Waller, una volta disse che i tassi di interesse negativi erano una "tassa sull'abbigliamento delle pecore". È una punizione per non aver investito nel mercato azionario. Gli investitori al dettaglio e la maggior parte delle società, grandi e piccole, non hanno intenzione di rivolgersi a una banca e ricevere un prestito a tasso di interesse negativo.

Gli economisti di BNP Paribas hanno dichiarato questa settimana di non aspettarsi tassi negativi negli Stati Uniti.

"Pensiamo che il decimo anno tocchi l'1%", afferma Shahid Ladha, responsabile della strategia per i tassi del G10 al BNP. "Ma l'anno prossimo a un certo punto tornerà all'1,5%".

Il mercato sta scontando quattro tagli dei tassi. Se ognuno ha 25 punti base, ciò porterebbe il tasso dei fondi federali a un minimo dell'1%.