Skip svela il suo primo scooter elettrico personalizzato: TechCrunch


Skip sta iniziando a testare il primo scooter elettrico che la startup ha costruito interamente in-house. Non sono ancora pronti per la prima serata, ma Skip prevede di dispiegarli a San Francisco a ottobre.

Questo è in particolare quando San Francisco prevede di consentire ai fornitori di servizi di implementare scooter elettrici come parte del primo programma di autorizzazione permanente della città. L'attuale permesso di Skip scade il 14 ottobre, ma la società prevede di richiedere nuovamente un permesso, ha dichiarato a TechCrunch il CEO di Skip, Sanjay Dastoor.

Per i ciclisti, noteranno probabilmente la grande differenza nelle dimensioni di questo scooter rispetto ai modelli precedenti di Skip. Skip S3 è molto più grande dei precedenti modelli dell'azienda per aiutare i ciclisti a sentirsi più stabili e sicuri sullo scooter. L'S3 elimina anche il freno rigenerativo per un freno a mano tradizionale e un freno a pedale posteriore.

Ciò avviene poco dopo che Skip ha annunciato che avrebbe riportato i suoi scooter a Washington, DC, a seguito di alcuni problemi relativi alla batteria che hanno portato agli incendi.

Il fuoco dello scooter in DC è stato causato da una batteria danneggiata, tuttavia non è chiaro se sia stato intenzionale o accidentale. Con questo nuovo modello di scooter, la batteria è stata costruita su misura per il caso d'uso del servizio di scooter elettrico condiviso ed è anche completamente chiusa, il che dovrebbe aiutare a evitare che si danneggi, Dastoor ha detto.

Questa batteria sostituibile dovrebbe anche aiutare con l'economia dell'unità, dato che non dovrà essere sostituita con la stessa frequenza. Il pacco batteria, ha detto Dastoor, può durare per circa 20 corse, con un'autonomia di 35 miglia per carica. La batteria personalizzata offre anche funzionalità diagnostiche in grado di rilevare se è bagnata. Tuttavia, la batteria è progettata per essere in grado di sopravvivere immersi in 1 metro di acqua per un massimo di 30 minuti.

"Quello che stiamo guardando ora è come possiamo effettivamente fare lo scambio", ha detto Dastoor. "Stiamo cambiando il modello dall'eliminazione dei veicoli dalla strada allo scambio delle batterie".

Dastoor ha detto che attualmente prevede un magazzino con un gruppo di veicoli elettrici in fila per caricare le batterie. Dato che il modello attuale si affida ad appaltatori indipendenti per portare a casa i veicoli per caricarli, si potrebbe immaginare un mondo in cui invece gli appaltatori indipendenti sono responsabili della raccolta di batterie nuove nel magazzino e quindi della loro sostituzione con quelle esaurite.

I modelli precedenti degli scooter Skip avevano batterie intercambiabili e persino fotocamere, ma le fotocamere non erano incluse nella nuova versione.

"Stiamo testando una varietà di sistemi di sensori per risolvere alcune delle nostre priorità chiave, come la conformità al parcheggio, la sicurezza e l'etichetta del pilota e il monitoraggio affidabile della posizione", ha dichiarato Dastoor in una e-mail di follow-up.

E grazie al design modulare dello scooter, Skip può facilmente aggiungere e rimuovere elementi, come telecamere, blocchi e persino frenate rigenerative.