Parigi fa causa a Airbnb per le inserzioni illegali e cerca $ 14,2 milioni – TechCrunch


La città di Parigi ha prima avvertito Airbnb, e ora sta prendendo provvedimenti. Il sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, ha dichiarato alla JDD che la città ha citato in giudizio la società per 1.010 elenchi illegali. La multa potrebbe valere fino a $ 14,2 milioni (€ 12,625 milioni).

In base alla legislazione vigente, non è possibile affittare un appartamento per più di 120 giorni all'anno. Se vuoi affittare un appartamento su Airbnb a Parigi, devi prima registrare il tuo appartamento con la città. La città ti dà quindi un numero identificativo in modo che possano tenere traccia di quante notti stai elencando il tuo appartamento su Airbnb.

Eppure, molti elenchi non hanno ancora quel numero ID. L'ufficio del sindaco ha contrassegnato circa 1.000 appartamenti nel dicembre 2017 e ha detto che Airbnb stava trascinando i suoi piedi. La compagnia aveva pochi incentivi a conformarsi, dato che i padroni di casa erano responsabili delle proprie inserzioni.

Grazie a una nuova legge, la responsabilità è ora condivisa tra gli host e la piattaforma. Ora la città di Parigi può mettere fine a Airbnb per tutte quelle inserzioni illegali, fino a 12.500 euro per inserzione.

Secondo Hidalgo, Airbnb ha messo troppa pressione sul mercato immobiliare. Pensa che 65.000 appartamenti sono ora riservati a Airbnb solo a Parigi. In alcune zone, è diventato piuttosto difficile trovare un appartamento a causa di ciò. Anche i negozi locali soffrono perché i turisti hanno esigenze diverse. Oltre a un migliore monitoraggio, Hidalgo è anche favorevole a limitare le inserzioni a 30 notti all'anno.

Airbnb ha dichiarato alla JDD di aver rispettato i regolamenti e informato tutti gli host di Airbnb sulle nuove regole. La società afferma anche che la regolamentazione di Parigi non è conforme alla normativa europea. È chiaro che questa lotta non è finita.