La scienza di vincere la battaglia per l'autocontrollo



<div _ngcontent-c14 = "" innerhtml = "

L'autocontrollo è una cosa complicata, perché spesso dobbiamo rinunciare a ciò che è immediatamente piacevole a breve termine per ottenere qualcosa di più prezioso a lungo termine.Getty

L'autocontrollo è una cosa straordinaria e quando ce l'abbiamo, i risultati positivi di solito seguono. Ma l'autocontrollo è una cosa complicata, perché spesso dobbiamo rinunciare a ciò che è immediatamente piacevole a breve termine per ottenere qualcosa di più prezioso a lungo termine. I nostri sé futuri saranno sempre grati quando eseguiremo l'autocontrollo. I nostri sé presenti non sempre lo trovano così facile. & nbsp; Può sembrare che siamo in una costante battaglia con noi stessi. Questo è spesso definito come il "Voglio" e "dovrebbe" conflitto. & Nbsp;

Cosa noi volere in questo momento – i dolcetti che ci tentano sempre sul posto di lavoro, a rimandare la palestra, a procrastinare all'avvio di un lavoro complesso – i conflitti con dovrebbero comportamenti. Questi dovrebbero i comportamenti sono spesso più preziosi a lungo termine, e lo sappiamo. Tuttavia, i nostri desideri saranno sempre più allettanti nel momento presente. Ciò che rende anche le cose più difficili è il età di eccesso in cui viviamo attualmente. La gratificazione immediata e la distrazione infinita sono sempre possibili. Ma quando riusciamo a scegliere l'opzione che ci offre il valore più a lungo termine, ci riusciremo con autocontrollo. Vinceremo la battaglia in quel momento e ci sentiamo bene. Come possiamo mettere le probabilità di più a nostro favore? Un pezzo di ricerca& nbsp; pubblicato questo mese in Scienze psicologiche nell'interesse pubblico potrebbe avere alcune risposte.

Gli psicologi alla base di questa ricerca hanno sintetizzato le prove disponibili per determinare gli interventi, le strategie e gli approcci più utili nel ridurre i fallimenti dell'autocontrollo. Esistono quattro tipi di interventi suddivisi in due categorie. Quelli che si affidano a noi per metterli a posto e un altro tipo implementato dalle persone o dal mondo che ci circonda. Dai un'occhiata qui sotto per saperne di più su di loro e pensa a quali potrebbero funzionare per te.

Cambiare la situazione noi stessi

Possiamo cambiare noi stessi le situazioni in diversi modi al fine di avere maggiore successo con l'autocontrollo. I ricercatori suggeriscono che i 4 interventi che possiamo usare sono:

  1. Dispositivi di impegno – Queste sono le cose che ti incentiveranno a impegnarti a restare con ciò che tu dovrebbero fai quello che tu volere fare. Un weekend lontano se ti attieni a ciò che hai pianificato per esempio o facendo un impegno anti-carità.
  2. Bundle di tentazione – questo è dove puoi aggiungere qualcosa di auto-indulgente in un'attività auto-controllata. Guardare il tuo programma preferito su Netflix mentre vai a correre sul tapis roulant è un ovvio esempio!
  3. Cambiare la situazione – questo è esattamente ciò che sembra. Cambiare la situazione ruota attorno alla tentazione di vedere le tentazioni in modo da non dover usare alcuna forza di volontà per resistere.
  4. Terapia comportamentale – Lavorare con un terapeuta può aiutarti a identificare eventuali fattori scatenanti che rendono più difficile l'esecuzione dell'autocontrollo. Questi sono i luoghi in cui continui a inciampare & nbsp; ma non sei sicuro del perché. Il terapeuta può quindi continuare a supportarti mentre sviluppi strategie alternative quando attivato.

Cambiare il modo in cui pensiamo alla situazione

Questi interventi aiutano con il nostro pensiero quando si tratta di autocontrollo. Sono tutti evidenziati modi per aumentare l'autocontrollo e pensare a ciò che stiamo cercando di ottenere in un modo più utile:

  1. Impostazione degli obiettivi
  2. Pianificare in anticipo
  3. Anticipare le sfide e avere soluzioni al momento
  4. le distanze – & nbsp;quando ci osserviamo come osservatori e decidiamo in modo imparziale cosa fare, possiamo anche essere bravi a fare una scelta più utile quando siamo bloccati nel volere e dovrebbero battaglia. "Kevin ha una presentazione da preparare. Dovrebbe iniziare a prepararsi ora e avere una settimana di preparazione o iniziare tra qualche giorno?"
  5. Consapevolezza – mindfulness è anche un buon modo per rimanere in contatto con questa battaglia, notando quando si tratta e praticando non agire sul volere comportamento.
  6. Terapia cognitiva – questo può essere combinato con la terapia comportamentale – CBT – e lo scopo di questo tipo di terapia è quello di aiutarti a identificare come pensi e perché. Esistono schemi mentali distorti, credenze o visioni del mondo che stanno rendendo più difficile l'autocontrollo?

Quando apportiamo uno dei suddetti cambiamenti, facciamo affidamento sulla nostra capacità di sapere quando potremmo avere delle difficoltà con l'autocontrollo. Quando ne siamo consapevoli, siamo più in grado di supportarci e mettere il supporto in atto. Questa è proattività auto-guidata. I seguenti interventi sono l'opposto in quanto sono messi in atto dal mondo che ci circonda e mirano ad aumentare i comportamenti di autocontrollo. La differenza tra i due è che sai che non puoi pranzare alla tua scrivania perché ci sono dei dolcetti che non potrai dire di no e al tuo ufficio che vieta le delizie zuccherate. Un intervento è guidato da te, l'altro è guidato dal mondo intorno a te. Andremo a guardare questi interventi ora:

Qualcuno o qualcosa fuori di noi che cambia il modo in cui pensiamo alla situazione

Questi interventi sono anche volti a cambiare il modo in cui pensiamo, tuttavia, sono eseguiti esternamente. Gli interventi in questa categoria includono cose come norme sociali descrittive. Questo è quando sapere cosa stanno facendo le persone intorno a noi influenza il nostro comportamento. Ad esempio, se il nostro posto di lavoro ha condiviso statistiche su quanto spesso le persone nel nostro ufficio usano la palestra di lavoro e quel numero è più alto della nostra solita frequenza, è probabile che la conoscenza influenzi il nostro autocontrollo sull'esercizio. Sembra che spesso adattiamo i nostri comportamenti alle norme sociali. Il mondo che ci circonda può anche indurci a pensare ai nostri sé futuri in un modo più affine. Se siamo incoraggiati dal nostro capo a impegnarsi con le possibili conquiste di noi stessi in un periodo di tempo – una promozione, un aumento di stipendi, più responsabilità ecc. – è più probabile che ci impegniamo per arrivarci. Valutazione congiunta – quando il nostro capo ci aiuta a valutare le nostre scelte & nbsp; – i promemoria di nuove avventure – come un'e-mail del lunedì mattina sulle possibilità che la settimana regge – e i ricordi di errori di autocontrollo – come il feedback sullo schermo – possono anche aiutare noi modifichiamo i nostri comportamenti.

Qualcuno OQualcosa di fuori di noi che cambia la situazione

Questi sono cambiamenti su una piattaforma più ampia. La legge e i responsabili politici spesso mettono in atto le cose per incoraggiare o scoraggiare certi comportamenti. Le tasse più elevate sulle sigarette e i sistemi semaforici sul cibo, ad esempio, cercheranno di incoraggiarci a fare scelte più sane. Considerando che le agevolazioni fiscali o incentivi su veicoli più ecologici o materiali da costruzione saranno utilizzati come ricompensa per le scelte che abbiamo fatto. Questi cambiamenti non migliorano la nostra capacità di autocontrollo, ma cercano di cambiare ciò che è a nostra disposizione e i loro costi o benefici. Questi a loro volta influenzano spesso i nostri comportamenti decisionali e di autocontrollo.

">

L'autocontrollo è una cosa complicata, perché spesso dobbiamo rinunciare a ciò che è immediatamente piacevole a breve termine per ottenere qualcosa di più prezioso a lungo termine.Getty

L'autocontrollo è una cosa straordinaria e quando ce l'abbiamo, i risultati positivi di solito seguono. Ma l'autocontrollo è una cosa complicata, perché spesso dobbiamo rinunciare a ciò che è immediatamente piacevole a breve termine per ottenere qualcosa di più prezioso a lungo termine. I nostri sé futuri saranno sempre grati quando eseguiremo l'autocontrollo. I nostri sé presenti non sempre lo trovano così facile. Può sembrare che siamo in una costante battaglia con noi stessi. Questo è spesso definito come il conflitto "voglio" e "dovrebbe".

Cosa noi volere in questo momento – i dolcetti che ci tentano sempre sul posto di lavoro, a rimandare la palestra, a procrastinare all'avvio di un lavoro complesso – i conflitti con dovrebbero comportamenti. Questi dovrebbero i comportamenti sono spesso più preziosi a lungo termine, e lo sappiamo. Tuttavia, i nostri desideri saranno sempre più allettanti nel momento presente. Ciò che rende anche le cose più difficili è l'età in cui viviamo attualmente. La gratificazione immediata e la distrazione infinita sono sempre possibili. Ma quando riusciamo a scegliere l'opzione che ci offre il valore più a lungo termine, ci riusciremo con autocontrollo. Vinceremo la battaglia in quel momento e ci sentiamo bene. Come possiamo mettere le probabilità di più a nostro favore? Un pezzo di ricerca pubblicato questo mese in Scienze psicologiche nell'interesse pubblico potrebbe avere alcune risposte.

Gli psicologi alla base di questa ricerca hanno sintetizzato le prove disponibili per determinare gli interventi, le strategie e gli approcci più utili nel ridurre i fallimenti dell'autocontrollo. Esistono quattro tipi di interventi suddivisi in due categorie. Quelli che si affidano a noi per metterli a posto e un altro tipo implementato dalle persone o dal mondo che ci circonda. Dai un'occhiata qui sotto per saperne di più su di loro e pensa a quali potrebbero funzionare per te.

Cambiare la situazione noi stessi

Possiamo cambiare noi stessi le situazioni in diversi modi al fine di avere maggiore successo con l'autocontrollo. I ricercatori suggeriscono che i 4 interventi che possiamo usare sono:

  1. Dispositivi di impegno – Queste sono le cose che ti incentiveranno a impegnarti a restare con ciò che tu dovrebbero fai quello che tu volere fare. Un weekend lontano se ti attieni a quello che hai pianificato per esempio o fai un impegno anti-carità.
  2. Bundle di tentazione – questo è dove puoi aggiungere qualcosa di auto-indulgente in un'attività auto-controllata. Guardare il tuo programma preferito su Netflix mentre vai a correre sul tapis roulant è un ovvio esempio!
  3. Cambiare la situazione – questo è esattamente ciò che sembra. Cambiare la situazione ruota attorno alla tentazione di vedere le tentazioni in modo da non dover usare alcuna forza di volontà per resistere.
  4. Terapia comportamentale – Lavorare con un terapeuta può aiutarti a identificare eventuali fattori scatenanti che rendono più difficile l'esecuzione dell'autocontrollo. Questi sono i luoghi in cui continui a inciampare ma non sei sicuro del perché. Il terapeuta può quindi continuare a supportarti mentre sviluppi strategie alternative quando attivato.

Cambiare il modo in cui pensiamo alla situazione

Questi interventi aiutano con il nostro pensiero quando si tratta di autocontrollo. Sono tutti evidenziati modi per aumentare l'autocontrollo e pensare a ciò che stiamo cercando di ottenere in un modo più utile:

  1. Impostazione degli obiettivi
  2. Pianificare in anticipo
  3. Anticipare le sfide e avere soluzioni al momento
  4. le distanzequando ci osserviamo come osservatori e decidiamo in modo imparziale cosa fare, possiamo anche essere bravi a fare una scelta più utile quando siamo bloccati nel volere e dovrebbero battaglia. "Kevin ha una presentazione da preparare. Dovrebbe iniziare a prepararsi ora e avere una settimana di preparazione o iniziare tra qualche giorno?"
  5. Consapevolezza – mindfulness è anche un buon modo per rimanere in contatto con questa battaglia, notando quando si tratta e praticando non agire sul volere comportamento.
  6. Terapia cognitiva – questo può essere combinato con la terapia comportamentale – CBT – e lo scopo di questo tipo di terapia è quello di aiutarti a identificare come pensi e perché. Esistono schemi mentali distorti, credenze o visioni del mondo che stanno rendendo più difficile l'autocontrollo?

Quando apportiamo uno dei suddetti cambiamenti, facciamo affidamento sulla nostra capacità di sapere quando potremmo avere delle difficoltà con l'autocontrollo. Quando ne siamo consapevoli, siamo più in grado di supportarci e mettere il supporto in atto. Questa è proattività auto-guidata. I seguenti interventi sono l'opposto in quanto sono messi in atto dal mondo che ci circonda e mirano ad aumentare i comportamenti di autocontrollo. La differenza tra i due è che sai che non puoi pranzare alla tua scrivania perché ci sono dei dolcetti che non potrai dire di no e al tuo ufficio che vieta le delizie zuccherate. Un intervento è guidato da te, l'altro è guidato dal mondo intorno a te. Andremo a guardare questi interventi ora:

Qualcuno o qualcosa fuori di noi che cambia il modo in cui pensiamo alla situazione

Questi interventi sono anche volti a cambiare il modo in cui pensiamo, tuttavia, sono eseguiti esternamente. Gli interventi in questa categoria includono cose come norme sociali descrittive. Questo è quando sapere cosa stanno facendo le persone intorno a noi influenza il nostro comportamento. Ad esempio, se il nostro posto di lavoro ha condiviso statistiche su quanto spesso le persone nel nostro ufficio usano la palestra di lavoro e quel numero è più alto della nostra solita frequenza, è probabile che la conoscenza influenzi il nostro autocontrollo sull'esercizio. Sembra che spesso adattiamo i nostri comportamenti alle norme sociali. Il mondo che ci circonda può anche indurci a pensare ai nostri sé futuri in un modo più affine. Se siamo incoraggiati dal nostro capo a impegnarsi con le possibili conquiste di noi stessi in un periodo di tempo – una promozione, un aumento di stipendi, più responsabilità ecc. – è più probabile che ci impegniamo per arrivarci. Valutazione congiunta – quando il nostro capo ci aiuta a valutare le nostre scelte – promemoria di nuove avventure – come un'e-mail del lunedì sulle possibilità della settimana – e i ricordi di errori di autocontrollo – come il feedback sullo schermo – possono anche aiutarci a modificare i nostri comportamenti

Qualcuno OQualcosa di fuori di noi che cambia la situazione

Questi sono cambiamenti su una piattaforma più ampia. La legge e i responsabili politici spesso mettono in atto le cose per incoraggiare o scoraggiare certi comportamenti. Le tasse più elevate sulle sigarette e i sistemi semaforici sul cibo, ad esempio, cercheranno di incoraggiarci a fare scelte più sane. Considerando che le agevolazioni fiscali o incentivi su veicoli più ecologici o materiali da costruzione saranno utilizzati come ricompensa per le scelte che abbiamo fatto. Questi cambiamenti non migliorano la nostra capacità di autocontrollo, ma cercano di cambiare ciò che è a nostra disposizione e i loro costi o benefici. Questi a loro volta influenzano spesso i nostri comportamenti decisionali e di autocontrollo.