Revisione dei tassi ipotecari PHH Valutazioni dei prodotti per il 2019





Revisione dei tassi ipotecari PHH Valutazioni dei prodotti per il 2019

























blue-freccia-1-grafico


blue-arrow-2-grafica


watch-bianco-icon


youtube-play-icon


youtube-appiccicoso-hover-icon


youtube-appiccicoso-icon


grafica-freccia-icona


magic-icon


wallet-icon


mastermind-bianco-icon


su-e-on-white-icon


regola-scudo-icon


mojo-icon


GFC-bianco-icon


formazione-bianco-icon


divano-icona


utencil-icon


peer-prestiti-bianco-icon


Shopping-bag-icon


vita-assicurazione-icon


vita-assicurazione-scala di grigio-grafica


Toolbox-icon


investendo-pensione-icon


toolbox-scala di grigi-grafica


il nostro-2-pick-grafica


la gestione-investimenti-icon


investendo-pensione-scala di grigio-grafica


bancario-icon


bancario-scala di grigi-icon


la gestione-bills-icon


logo-scudo-icon


peer-prestiti-icon


la gestione-bills-scala di grigio-grafica


monitoraggio-credit-icona


il nostro-1-pick-grafica


segno di spunta-icon


peer-prestiti-scala di grigio-grafica


debito-icon


la gestione-investimenti-scala di grigio-grafica


monitoraggio-credito-scala di grigio-grafica


il nostro-3-pick-grafica


debito-scala di grigi-grafica


gestione-bill-icon


google-appiccicoso-icon


vita-assicurazione-icon2


facebook-appiccicoso-icon


investendo-pensione-icon2


la gestione-investimenti-icon2


bancario-icon2


google-appiccicoso-hover-icon


pinterest-appiccicoso-icon


twitter-appiccicoso-hover-icon


get-out-of-debito-icon


quote-icona


pinterest-appiccicoso-hover-icon


monitoraggio-credit-icon2


Ricerca-grigio-icon


facebook-appiccicoso-hover-icon


peer-to-peer-icon


autore-scudo-forma-icon


Infatti-icon


twitter-appiccicoso-icon


Android-appiccicoso-hover-icon


Android-appiccicoso-icon


itunes-appiccicoso-hover-icon


itunes-appiccicoso-icon


listen-icona


Podcast-bianco-icon


blog-icon


blog-bianco-icon


blue-freccia-3-grafica


blue-arrow-4-grafica


ge-magazzino-icona


write-Roth-IRA-icon


nut-icona


penny-magazzino-icona


Infatti-icon2


orologio-icona


salva-più-piggy-icon


calendar-icon


open-Roth-icona


Consulenza-icon


articolo-1-icon


articolo-2-icon


article-3-icon


articolo-4-icon


articolo-5-icon


articolo-6-icon


articolo-7-icon


article-8-icon


article-9-icon


articolo-10-icon


articolo-11-icon


articolo-12-icon


blog-color-icona


book-icon


cento-sign-nero-icon


cento-sign-bianco-icon


Close-icona


facebook-piccolo-hover-icon


facebook-piccola-icon


google-piccolo-hover-icon


google-piccola-icon


just-out-of-college-icon


in via di pensionamento-icon


pinterest-icon


pinterest-piccolo-hover-icon


Podcast-color-icona


raising-kids-icon


pensione-icon


Ricerca-icon


partendo-a-famiglia-icon


Toolbox-icon2


tv-color-icon


twitter-piccolo-hover-icon


twitter-piccola-icon


just-out-of-college-plain


in via di pensionamento-plain


raising-kids-plain


pensione-plain


partendo-a-plain-famiglia


tv-color-plain


person-plain


start-freccia-plain


blue-freccia-1-plain


A WIRED Booklover's Guide to the Moon


Questa storia fa parte di una serie che commemora il 50 ° anniversario della missione Apollo 11.


L'umanità doveva ancora mettere piede sulla luna nel 1968, ma Stanley Kubrick e Arthur C. Clarke stavano già immaginando navi spaziali commerciali e una base di ricerca lunare sul grande schermo. Come molti film di fantascienza, 2001: Odissea nello spazio in basso la cronologia un po '. Sono passati quasi 48 anni da quando gli esseri umani hanno lasciato l'orbita bassa della Terra per visitare la superficie della luna, ma se hai percepito una rinascita nella speranza di spazio, non sei un pazzo. Nel corso della riunione annuale del Consiglio nazionale dello spazio a marzo, il vicepresidente Mike Pence ha diretto la NASA per tornare sulla Luna entro i prossimi cinque anni, e l'industria spaziale privata ha accumulato oltre 20 miliardi di dollari di investimenti dal 2009.

SERIE CABLATA

Apollo 11, la luna e il futuro dell'esplorazione spaziale

Che tu sia grande abbastanza da ricordare di aver visto Neil Armstrong fare la prima impronta nella terra lunare o di averne imparato a lezione in storia, ci sono quasi certamente un numero di storie che non hai sentito. Essendo questo il 50 ° anniversario della missione Apollo 11, decine di nuovi titoli sull'argomento hanno colpito gli scaffali quest'anno, e abbiamo esaminato gli stack per portarvi gli esempi più stellari. Questi libri risalgono a quel giorno di luglio del 1969, sì, ma molti esplorano anche l'inizio dei viaggi spaziali nella nostra immaginazione collettiva e speculano su dove diavolo ci stiamo dirigendo. Molti si immergono nella vita di personaggi poco noti che hanno svolto ruoli chiave nella corsa allo spazio e offrono tutti un nuovo livello di conoscenza del significato e delle implicazioni di quei primi passi.


Quando acquisti qualcosa usando i link di vendita al dettaglio nelle nostre storie, potremmo guadagnare una piccola commissione di affiliazione. Leggi di più su come funziona.


Moonbound, di Jonathan Fetter-Vorm

Neil Armstrong e Buzz Aldrin possono essere al centro dell'attenzione in questo bellissimo romanzo grafico, ma Fetter-Vorm adotta un approccio espansivo alla narrazione. Lo scrittore e illustratore, il cui libro precedente Trinità ha raccontato la creazione e il collaudo della prima bomba atomica, si allontana regolarmente dalla narrativa principale per esplorare le storie complesse e diverse delle persone che hanno reso possibile l'atterraggio della luna. Dedica capitoli a personaggi meno conosciuti come la squadra quasi-femminile della NASA di "computer", un termine che storicamente non si riferisce a una macchina ma a un tipo di lavoro, come descritto nel film Figure nascoste– e si tuffa in argomenti tangenziali come la geologia, la propulsione a razzo e il rispetto mitologico dell'umanità per la luna. Mentre molti libri sul programma Apollo sembrano scomodi richiamare le realtà eticamente discutibili della razza spaziale, Fetter-Vorm si sofferma pensieroso su queste ambiguità, toccando le critiche del programma, comprese le proteste contro la povertà condotte da Ralph Abernathy a Cape Canaveral. In un bagliore in avanti, l'astronauta Apollo 11 e il fan dei fumetti auto-professi Michael Collins afferma Moonbound è il libro più divertente che abbia mai letto sulla missione storica.

Meglio per: Fan di fumetti distanziati

Inseguendo la luna, di Robert Stone e Alan Andres

Un libro di accompagnamento al recentemente rilasciato Esperienza americana documentario su PBS con lo stesso nome, questo sguardo storico al programma Apollo inizia e finisce con Arthur C. Clarke. Uno dei più famosi scrittori di fantascienza del 20 ° secolo, Clarke incappò in una copia di La conquista dello spazio, il primo libro di saggistica sulla possibilità di volo spaziale. Decenni dopo ha detto Clarke Conquista cambiò la sua vita, mettendo la sua immaginazione in fiamme con nozioni di viaggio spaziale e una versione completamente diversa dell'umanità. Stone e Andres illustrano come i valori anomali da Clarke a personaggi sconosciuti come il matematico Poppy Northcutt, la prima donna a lavorare nel controllo della missione, abbiano ispirato e reso possibile il primo sbarco sulla Luna. Il libro espande la serie di documentari con nuove informazioni archivistiche e racconti di prima mano, comprese interviste con Bill Anders, l'astronauta dell'Apollo 8 che ha girato l'iconica foto di "Earthrise". Il risultato di un "incidente fortunato" che ha prodotto la prima foto a colori della Terra che galleggiava precariamente nello spazio, l'immagine di Anders è accreditata con il concetto di "astronave Terra" ed è stampata in un inserto fotografico di otto pagine.

Meglio per: Appassionati di storia

Apollo 11 della NASA: Manuale per l'officina dei proprietari, di Christopher Riley e Philip Dolling

Da Haynes, uno dei principali editori di manuali di riparazione auto, arriva una nuova guida di 212 pagine sull'hardware della missione Apollo 11. Questa edizione speciale va ben oltre lo scopo della capsula Apollo con schemi completi del razzo Saturn V, un piano di controllo della missione a Houston, e diagrammi di tute spaziali degli anni '60 – che avevano una comoda tasca per gli occhiali da sole degli astronauti. Interviste e citazioni dagli archivi rivelano come è stato per i membri dell'equipaggio di Apollo mangiare, dormire e fare la cacca a stretto contatto con i loro colleghi. L'astronauta Wally Schirra, il comandante di Apollo 7, dopo aver svuotato la valvola del water, ha definito con gioia i cristalli di ghiaccio che si sono sprigionati nell'oscurità dello spazio "Constellation Urion". Descrizioni altamente tecniche danno un gioco per gioco di quello che serve per sbarcano un modulo lunare e dettagli su come i nascenti programmatori di computer hanno sviluppato il software di bordo, che occupa solo 36 kilobyte di memoria, approssimativamente equivalente al primo Super Mario Bros. gioco.

Meglio per: Aspiranti ingegneri aerospaziali

moonshotdi Richard Wiseman

Se sei pronto ad accendere un fuoco alimentato da razzi sotto il tuo culo, il cocktail spensierato di Wiseman di storia astronautica e psicologia pop potrebbe essere il propellente che stai cercando. Piuttosto che studiare spesso gli astronauti glorificati, ha intervistato i membri sopravvissuti della squadra di controllo della missione. La NASA ha selezionato ingegneri giovani e sconsiderati appena usciti dal college per la missione lunare perché "non sapevano che non si poteva fare", dice l'ex controllore Jerry Bostick. Wiseman identifica otto principi che dice controllori impiegati per realizzare l'apparentemente impossibile. Non c'è nulla di rivoluzionario qui: trova la tua passione, sviluppa obiettivi intelligenti, impara dai fallimenti, ma abbinato a puzzle e questionari a tema spaziale, Wiseman spinge i lettori ad agire per raggiungere i propri obiettivi.

Meglio per: Auto-aiutanti con gli occhi stellati

La lunadi Oliver Morton

Ciascuno dei migliaia di minuscoli satelliti che abbracciavano la Terra sono stati resi possibili dal nostro satellite lunare naturale. Gli ingegneri radiofonici del New Jersey usarono la superficie lunare come un trampolino riflettente per la prima volta nel 1946, facendo colare con successo un segnale radar dalla superficie e provando che tali segnali potevano viaggiare oltre la ionosfera terrestre. Con il successivo avvento dei viaggi spaziali, è diventato possibile creare una rete mondiale di satelliti artificiali, un flusso quasi costante di Terra che si riflette su se stesso. Il riflesso lirico di Morton sulla luna e il suo significato per la Terra e per l'umanità sono intrisi di questi piccoli dettagli, facilmente trascurabili. Un capitolo del programma Apollo analizza in modo critico il clima geopolitico del giorno, evidenziando la demografia omogenea del programma spaziale e facendo luce sulla disparità di trattamento delle donne e delle minoranze che hanno partecipato allo sforzo. L'esplorazione di Morton del futuro del viaggio sulla luna, tuttavia, è dove lui brilla davvero. L'umanità nello spazio, dice, sarà solo un riflesso dell'umanità sulla Terra, e "un mondo antagonistico creerà una Luna da abbinare". Il ritorno sulla luna sembra quasi inevitabile con miliardi di dollari di investimenti dietro, ma Morton vede ancora valore nel chiedere: dovremmo?

Meglio per: Scettici di ritorno lunare

Moon Rush, di Leonard David

Immagina il Mare della Tranquillità, dove Neil Armstrong è arrivato per primo in piccolo sulla superficie lunare, come destinazione turistica, "una mecca per i visitatori che guardano con la telecamera." Nello sguardo speculativo di David sul futuro del più vecchio compagno della Terra, lì sono molti tali esperimenti mentali. Che dire delle luci della città che brillano dalla luce cenere del lato oscuro della luna, un villaggio lunare completo di case già progettate da architetti basati sulla Terra? C'è un sacco di brusio su tali possibilità, ma David è il primo a offrire una visione coesa di ciò che gli scienziati, l'industria e i governi spaziali del mondo hanno in mente. Tra gli ultimi progetti: il progetto Gateway proposto dalla NASA, una stazione permanente che avrebbe orbitato attorno alla luna, con un costo stimato di almeno $ 10 miliardi; robot semi-autonomi che strisciano la superficie; e avamposti minerari incaricati di estrarre preziosi minerali di terre rare. David è fiducioso sul ruolo della diplomazia in un futuro di luna prossimo al futuro, suggerendo che mentre le potenze mondiali procedono, "colgono l'opportunità di accertare obiettivi comuni" per la scienza, la tecnologia e l'umanità.

Meglio per: Viaggiatori fuori dal mondo


Altre storie su Apollo 11 e la Luna

61MP Sony A7R IV è la videocamera Full Frame ad altissima risoluzione


Sony ha lanciato una bomba, annunciando ufficialmente la fotocamera mirrorless A7R IV. Costruito intorno a un sensore full-frame da 61 megapixel di nuova concezione, è la fotocamera full-frame ad alta risoluzione ora sul mercato – e quella a battere finalmente la Canon EOS 5DSR da 50 MP dal 2015. Il nuovo sensore offre circa 19 -Megapixel aumenta rispetto alla A7R III, ma grazie al suo design retroilluminato, Sony afferma che offre ancora una buona sensibilità in condizioni di scarsa illuminazione e un impressionante 15 stop di gamma dinamica.

sony annuncia le mani di annuncio di a7r iv 61mp 10fps su 4

Oltre alla risoluzione di base, una nuova modalità di spostamento dei pixel a 16-shot può acquisire 960 megapixel che vengono elaborati in un'unica immagine da 240 MP nel software desktop Imaging Edge di Sony. Viene inoltre ripristinata la modalità di spostamento dei pixel a 4 scatti dalla A7R III, che non aggiunge alcuna risoluzione spaziale, ma acquisisce informazioni a colori in ogni posizione dei pixel, ignorando uno dei limiti del design del filtro Bayer.

Ma il sensore non è l'unica cosa che è nuova. Sony ha rinnovato praticamente tutto per A7R IV. Il corpo è caratterizzato da una migliore tenuta del tempo, un innesto dell'obiettivo più forte e una nuova impugnatura più ergonomica. Il mirino elettronico è stato spinto fino a 5.76 milioni di pixel (mettendolo alla pari con Panasonic Lumix S1 e S1R). La velocità di scatto continuo rimane impressionante di 10 fotogrammi al secondo, una velocità che può contenere fino a 7 secondi sia in formato JPEG che RAW. Per raffiche ancora più lunghe, una modalità APS-C ritaglia l'immagine di 1,5x per uno zoom extra a una risoluzione di 26MP e può sostenere lo scatto continuo per oltre 20 secondi.

Sony è sempre stata leader nell'autofocus mirrorless e l'A7R IV sembra continuare la tradizione dell'azienda. Utilizza un nuovo sistema ibrido con 567 punti di messa a fuoco di rilevamento di fase che coprono il 74% del sensore, insieme ad altri 425 punti di rilevamento del contrasto. Il rilevamento di fase è generalmente più rapido del rilevamento del contrasto, in quanto può rilevare non solo se qualcosa è fuori fuoco, ma in quale direzione e in quale misura. Sony afferma che il rilevamento del contrasto è ancora richiesto in alcune impostazioni, tuttavia, come ad esempio scene di luce scarsa.

Anche le modalità Real Time Eye AF e Real Time Tracking di Sony arrivano alla A7R IV, ma questa volta funzionano anche in modalità video, una novità per la serie Alpha. Queste modalità utilizzano l'intelligenza artificiale per rilevare e tracciare un soggetto, fornendo una precisione impressionante anche con movimenti irregolari del soggetto. Il rilevamento degli occhi funziona sia per soggetti umani che animali, rendendolo utile a tutti, dai fotografi di matrimoni agli uccelli.

Come di consueto per Sony, il video sembra essere un altro punto di forza della fotocamera, con 4K offerto sia in full-width che in Super35 (APS-C) in modalità crop, con quest'ultimo che offre piena lettura dei pixel per una migliore nitidezza. I profili di colore piatto S-Log2 e S-Log3 sono disponibili per catturare fino a 14 stop di gamma dinamica, secondo Sony, ma il video è ancora limitato a 8 bit.

La Sony A7R IV sarà disponibile a settembre al prezzo di $ 3,500.






Apex Legends sta punendo gli imbroglioni facendoli combattere l'un l'altro



In qualsiasi gioco online, gli imbroglioni possono davvero rovinarlo per tutti gli altri. Non solo rovinano il senso del fair play, ma, sfidando il vecchio adagio, spesso prosperano. Allora, cosa sta facendo EA Apex LegendsGli imbroglioni? Attaccare i colpevoli in una piscina insieme.

Respawn, gli sviluppatori del gioco, ha pubblicato un aggiornamento "check-in" su Reddit durante il fine settimana, specificando tra l'altro i suoi tentativi di mitigare il gioco sleale. Esistono le solite misure: creare intelligenza artificiale che rilevi programmi di frode; identificare gli account spam; richiede l'autenticazione a due fattori su account sospetti. Ma un'altra soluzione fa menzione, perché suona un po 'geniale: "[m]Atchmaking che combina insieme cheater e spammer rilevati. "

Presumibilmente ciò significa che tutte le persone che usano gli aimbots e altri cheat per ottenere un vantaggio dovranno competere tra loro invece di quelli di noi che preferiscono succhiare il gioco onestamente. Questo non sarà solo il vero imbroglione – Respawn specifica che questo si estende anche alle persone che vengono "portate" su per le fila da imbroglioni. "Anche se non stai utilizzando in modo specifico un cheat, festeggiare con gli imbroglioni è ancora un inganno", ha aggiunto lo sviluppatore.

Non sto mentendo: lo adoro. Lo spirito di battaglia reale è già quello di trovare il sopravvissuto più duro in un determinato gruppo. Perché non vediamo quale tra gli imbroglioni e gli spammer è il migliore?

La prima domanda che mi viene in mente è "Beh, perché non li metti al bando?" Poi ricordo che un giocatore bannato può facilmente creare un nuovo account e ricominciare – e non è come imbroglioni avrà la stessa quantità di difficoltà salendo i gradi. Se non li metti al bando, e non rendi evidente a loro che sono nella piscina dei cheat, allora possono tranquillamente rovinarsi l'un l'altro tutto il giorno senza disturbare nessuno.

Respawn sta inoltre perfezionando il sistema di reporting, prendendo feedback da altri Redditors. Ad esempio, sta prendendo in considerazione funzionalità che renderebbero più facile mettere a tacere i tuoi compagni di gioco, e una funzione che ti permetterà di dare spettacolo ai tuoi assassini e cercare il baro evidentemente "sta arrivando". Incoraggia anche i giocatori a dare una mano segnalando imbroglioni con prove video ove possibile.

Non è esattamente la soluzione più elegante: supponi di essere falsamente accusato e gettato nella fossa con tutti gli altri? Ma se tutte le altre protezioni cheat falliscono, e tu non vuoi metterle al bando, tenerle nel loro recinto lontano dagli altri è una soluzione con cui posso convivere. Alla fine, li stai facendo giocare l'uno con l'altro – questa è una punizione sufficiente, per quanto mi riguarda.

Lotus Evija Electric Supercar è una nuova direzione scioccante per la società britannica



È passato molto tempo da quando abbiamo ricevuto notizie importanti dalla Lotus. Negli ultimi anni, la sfortunata società britannica, un tempo nota per l'innovazione, si è limitata a sviluppare infinite varianti dei suoi modelli esistenti (Elise, Exige ed Evora). Quindi è stato piuttosto uno shock (nessun gioco di parole) quando Lotus ha presentato una supercar elettrica – l'Evija. Fatto con il riposo sugli allori, Lotus ha imballato l'Evija (pronunciato "e-vi-ya") con quello che la società afferma essere una tecnologia di successo mondiale.

Le supercar riguardano tutti i numeri e sembra che Evija possa essere più che all'altezza. Lotus non ha ancora composto le specifiche di produzione, ma sta inseguendo obiettivi ambiziosi. La potenza sarà di circa 2.000 cavalli e 1.250 libbre-piedi di coppia, secondo Lotus. L'Evija avrà un motore elettrico per ogni ruota, conferendogli la trazione integrale e la capacità di vettorizzazione di coppia. Lotus afferma che più potenza verrà inviata a ciascuna ruota rispetto alla potenza totale di una qualsiasi delle sue precedenti vetture stradali.

Lotus afferma che Evija peserà meno di 3.700 sterline nella sua specifica più leggera, permettendogli di scattare da 0 a 62 mph in meno di 3 secondi, raggiungere 186 mph in 9 secondi e superare a oltre 200 mph. Lotus non è certamente l'unica azienda che fa affermazioni coraggiose sulle prestazioni per un'imminente auto elettrica. Tesla ha detto che il suo Roadster farà 0 a 60 mph in 1,9 secondi, e Rimac ha richiesto 1,8 secondi per il suo Concept Two. Sarà interessante vedere come queste auto si accumulano quando – e se – raggiungono la produzione.

L'Evija è ben più che il suo powertrain. È dotato di un telaio in fibra di carbonio che è modellato come un pezzo unico, simile a una macchina da corsa. La parte inferiore del corpo ha dei canali scolpiti per portare aria ad un massiccio diffusore posteriore. I progettisti hanno anche creato dei tunnel che canalizzano l'aria attraverso la carrozzeria. È tutto nel nome dell'aumento del carico aerodinamico, al fine di spingere l'auto sulla strada o tracciare la superficie e generare più grip. Lotus ha anche sostituito gli specchietti retrovisori tradizionali per le fotocamere, al fine di ridurre la resistenza. Come con Audi E-Tron, probabilmente le fotocamere non saranno disponibili negli Stati Uniti a causa di problemi normativi. Lo stesso si può dire per il sistema di luce laser di Evija, che comprende sia i fasci normali che quelli alti.

Per il pacco batterie di Evija, Lotus si rivolse alla sua compagna britannica Williams Advanced Engineering, che in precedenza forniva batterie alla serie di corse di Formula E. Il pacchetto da 70 kilowattora non è il più grande in circolazione, ma Lotus afferma che produrrà un raggio massimo di 250 miglia. Questo è probabilmente basato sul ciclo di test europeo WLTP, che tende ad essere più ottimistico rispetto al ciclo EPA degli Stati Uniti.

La batteria accetterà una carica di 800 kilowatt, secondo Lotus, che è molto più potente di qualsiasi altra disponibile oggi. Se saranno disponibili stazioni di ricarica in grado di fornire quella quantità di succo, sarà possibile ricaricare Evija in soli 9 minuti, sostiene la Lotus. Utilizzando una stazione da 350 kW – la più potente attualmente in discussione – una ricarica completa impiegherà 18 minuti, secondo Lotus.

L'interno di Evija è puro Lotus: semplice e orientato al guidatore. Il guidatore ottiene un quadro strumenti digitale, incluso un cronografo per la registrazione dei tempi sul giro, e Apple CarPlay e Android Auto sono anch'essi standard. E il passeggero ottiene … niente da guardare. Evija presenterà anche la sua app per smartphone e la connettività cloud – caratteristiche comuni su auto molto più economiche, ma nuove su Lotus.

La Lotus Evija costerà tra 1,5 e 2 milioni di sterline inglesi (da 1,9 milioni a 2,5 milioni di dollari). La casa automobilistica chiede un deposito rimborsabile di 250.000 sterline ($ 310.000) per prenotare una delle 130 slot di costruzione. La produzione è prevista per il 2020.






Kaiser Faces Minaccia di sciopero da 85.000 lavoratori del servizio


Kaiser Permanente, uno dei più grandi sistemi sanitari senza scopo di lucro negli Stati Uniti, sta affrontando la grave minaccia di uno sciopero nazionale da parte di sindacati che rappresentano 85.000 dipendenti Kaiser in tutto il paese.

Se Kaiser non riuscirà a raggiungere un accordo con il lavoro nelle prossime 2 settimane, i suoi lavoratori sindacalizzati in California, Colorado, Hawaii, Maryland, Oregon, Virginia, Washington e District of Columbia voteranno se autorizzare uno sciopero, che inizierà 1 Ottobre.

In un comunicato stampa, la Coalition of Kaiser Permanente Unions (CKPU), il gruppo ombrello che rappresenta tutti questi lavoratori nei negoziati, ha affermato che questo sciopero, se si verificherà, sarebbe il più grande negli Stati Uniti in più di 20 anni.

Le trattative contrattuali tra manodopera e direzione sono iniziate ad aprile, più di 6 mesi dopo la scadenza dell'ultimo contratto sindacale a settembre. I colloqui si sono interrotti l'11 luglio e non sono stati programmati nuovi colloqui, Sean Wherley, specialista delle relazioni con i media per l'Unione internazionale dei dipendenti dei servizi (SEIU) Medscape Medical News.

Kaiser ha negato che i negoziati si fossero interrotti. "Nessuno sciopero è stato chiamato, e alla fine di [last] Le parti hanno concordato che dirigenti e dirigenti sindacali continueranno a parlare e lavorare per un accordo reciprocamente vantaggioso ", ha affermato Dennis Dabney, vicepresidente senior, rapporti di lavoro nazionali e l'ufficio di collaborazione per la gestione del lavoro, Kaiser Foundation Health Plan & Hospitals. in una dichiarazione.

I lavoratori rappresentati dagli 11 sindacati nel CKPU comprendono un'ampia gamma di professionisti del settore sanitario e altri che forniscono i servizi di supporto per i 39 ospedali e altre strutture di Kaiser Permanente. Oltre ai medici come RN, LPN e assistenti medici, i membri del sindacato includono scienziati e tecnici di laboratorio; optometristi; lavoratori sociali; terapista occupazionale; Lavoratori IT; servizio di lavanderia e pulizia delle camere; tecnici chirurgici; professionisti del cibo; assistenti di terapia fisica; trascrittori medici; tecnici ortopedici, cardiologici e oftalmici; receptionist; impiegati di farmacia; Tecnologi della risonanza magnetica e della densità ossea; personale amministrativo e di fatturazione; e proprietà e lavoratori domestici.

Gli operatori sanitari di Kaiser sono coinvolti in una disputa contrattuale separata con la società, secondo il Los Angeles Times. La loro unione ha respinto le ultime offerte di Kaiser ma sta continuando i colloqui con l'organizzazione.

Dei dipendenti Kaiser rappresentati da CKPU, circa 55.000 sono in California. SEIU-United Healthcare Workers West comprende anche circa 40.000 impiegati dell'ospedale non-Kaiser in California, secondo quanto dichiarato da Wherley, e altri locali SEIU rappresentano lavoratori ospedalieri sindacalizzati in altri stati.

I robot stanno arrivando

Tra i principali punti critici nei negoziati della CKPU con Kaiser ci sono l'esternalizzazione di alcuni posti di lavoro, l'uso di robot in alcuni ospedali e l'intenzione dichiarata da Kaiser di ridurre gli stipendi per nuovi assunti e ridurre i rilanci per i lavoratori stabiliti in alcuni stati.

L'anno scorso, ha osservato, Kaiser ha esternalizzato circa 600 posti di lavoro solo in California. Le persone colpite includono personale di magazzino, assistenti di parcheggio e conducenti di shuttle. Quando tali lavori vengono esternalizzati, queste persone possono guadagnare solo $ 15 l'ora, rendendo difficile o impossibile per loro vivere a San Francisco, Los Angeles o Sacramento, ha detto.

Anche gli assistenti robot negli ospedali Kaiser sono una seria preoccupazione, ha detto, e non solo per i lavoratori. "Ci sono tentativi di guardare ai robot per gestire i lavori che sono fatti meglio dagli esseri umani a causa della cura, del tatto e del potere che deriva dall'empatia che nessuna macchina può offrire".

In una dichiarazione a Medscape Medical News, Kaiser ha negato che i robot abbiano sostituito i propri dipendenti. Mentre l'organizzazione non ha negato che si trattava di esternalizzare alcuni posti di lavoro, ha affermato che stava aggiungendo posti di lavoro in generale. Dal 2015, Kaiser ha osservato: "Il numero dei nostri dipendenti rappresentati da SEIU-UH è cresciuto di oltre 8.000".

Kaiser vuole anche dare ai nuovi dipendenti un salario di inizio più basso di quello che viene offerto attualmente, ha osservato Wherley.

Tuttavia, la società sostiene che in alcune aree del paese i suoi lavoratori sono strapagati perché la struttura salariale prevalente è inferiore in quelle regioni. Kaiser fa lo stesso argomento per frenare gli aumenti salariali per i dipendenti attuali.

I sindacati sostengono che Kaiser può ben permettersi di continuare a pagare i salari in linea con ciò che i loro membri stanno attualmente ricevendo. Da gennaio 2017, il comunicato stampa della CKPU ha rilevato che Kaiser ha guadagnato oltre 9 miliardi di dollari di profitti, compresi $ 3,2 miliardi nel primo trimestre del 2019. La coalizione ha anche osservato che 36 dirigenti Kaiser guadagnano più di $ 1 milione all'anno.

"Mentre forniamo assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7, tenendo le mani di pazienti malati e spaventati e assicurandoci che siano al sicuro e ricevano il trattamento di cui hanno bisogno, Kaiser si è concentrato sull'accumulo di profitti da miliardi di dollari e sul pagamento esagerato dei dirigenti, stipendi da un milione di dollari ", ha detto nel comunicato stampa Ida Prophet, infermiera professionale abilitata presso il Kaiser South Sacramento in California. "Questa è una società senza scopo di lucro che ha perso la sua strada e si sta comportando più come una tipica società a scopo di lucro, dove solo pochi al vertice prosperano davvero".

CKPU vuole collaborare con Kaiser per "assicurare personale sicuro" e "costruire la forza lavoro del futuro per far fronte alle principali carenze previste di personale autorizzato e accreditato nei prossimi anni", ha affermato il comunicato stampa.

"Kaiser è ben posizionato per formare una partnership con i sindacati in cui addestrano e reclutano le centinaia di migliaia di lavoratori che saranno necessari nei prossimi dieci anni", ha dichiarato Wherley.

La pianificazione della forza lavoro è un'area di terreno comune tra Kaiser e i suoi sindacati, ha detto il vicepresidente senior di Kaiser, Dabney. Vi è anche un sostanziale accordo, ha osservato, in settori quali la formazione e l'istruzione, il miglioramento delle prestazioni, l'eliminazione degli infortuni sul lavoro e la previsione delle esigenze di cura dei pazienti.

"Riteniamo di avere un quadro per la risoluzione dei negoziati con successo, che riguarderà quelle aree e continuerà a fornire salari e vantaggi competitivi sul mercato", ha affermato.

Alla domanda se fosse vero che Kaiser voleva tagliare i salari per i nuovi dipendenti, la società ha risposto: "Rimaniamo impegnati a mantenere Kaiser Permanente un ottimo posto di lavoro e ricevere assistenza. Sappiamo che per raggiungere questo obiettivo, dobbiamo fornire al mercato – benefici competitivi e retribuzione per poter attirare e trattenere i migliori dipendenti. "

Wherley ha sottolineato che i membri del sindacato sono la spina dorsale della fornitura di servizi negli ospedali di tutto il paese. "I lavoratori dei servizi sono il supporto fondamentale dell'organizzazione di Kaiser Permanente e di altri sistemi sanitari", ha affermato. "Senza di loro, i medici e le infermiere non possono fornire cure di alta qualità".

Per ulteriori notizie, segui Medscape su Facebook, cinguettio, Instagram e YouTube

Principali insegnamenti tratti da una settimana dedicata a valorizzare l'inclusione, l'appartenenza e l'equità



<div _ngcontent-c14 = "" innerhtml = "

Cosa abbiamo imparato dal nostro primo & nbsp;Settimana VIBE? VIBE, che sta per "inclusione del valore, appartenenza e equità per tutti", è al centro del nostro sistema di credenze a Workday, e noi & nbsp;speso di recente & nbsp;cinque giorni per imparare di più su come possiamo VIBE nelle nostre interazioni quotidiane.

Ci sono stati più di 160 eventi in programma in 34 luoghi di lavoro globali. Con così tanti contenuti fantastici, non potremmo scrivere di tutto, quindi abbiamo compilato alcuni dei più grandi takeaway di cinque di quegli eventi.

Equità e inclusione iniziano con se stessi

Attivista per la giustizia sociale e CEO di Awaken & nbsp;Michelle Kim& nbsp; ha detto a un pubblico di colleghi durante la settimana VIBE che l'urgenza attorno alla diversità e all'inclusione sul posto di lavoro è in aumento, sospinta dallo slancio di #MeToo, Time's Up, il movimento per i diritti degli immigrati e altri cambiamenti sociali e politici.

"Il lavoro di equità e inclusione inizia dentro di noi", ha spiegato, e ha enfatizzato tre strategie chiave per iniziare quel lavoro: conoscere te stesso, comprendere i privilegi e utilizzare il privilegio per interrompere lo squilibrio di potere.

Conoscere te stesso significa comprendere le tue identità personali (come i tratti della personalità) e le identità sociali (Kim, ad esempio, identifica come asiatici, donne, bizzarri e universitari) che ti rendono ciò che sei. Conoscere se stessi aiuta a comprendere l'intersezionalità, una teoria coniata da Kimberlé Crenshaw che afferma che le nostre esperienze non possono essere spiegate solo attraverso le nostre identità sociali individuali, ma che dobbiamo guardare alla natura interconnessa di tutte le nostre identità che si combinano per creare esperienze uniche.

La prossima strategia, comprendendo i tuoi privilegi, è "i benefici non guadagnati concessi o disponibili solo per un particolare gruppo di identità sociale", ha detto Kim. E ha sottolineato che non sentiamo i nostri privilegi, sentiamo le nostre lotte.

Kim ricorda la lotta per crescere come immigrato negli Stati Uniti, ad esempio, e trovando difficile imparare l'inglese e fare amicizia, ma ci vuole uno sforzo e una riflessione intenzionali per ricordare il privilegio di essere un immigrato documentato. Non puoi controllare se hai o non hai questi privilegi, ha condiviso Kim, ma "siamo responsabili per ciò che facciamo con i nostri privilegi. Dobbiamo riconoscere che non abbiamo dovuto lottare in certi modi ".

Infine, possiamo usare il nostro privilegio per interrompere lo squilibrio di potere. I suggerimenti di Kim includevano la parola quando le persone venivano interrotte, assicurando che il credito andasse dove è dovuto, progettando sistemi inclusivi e condividendo accesso e potere (come "passare il microfono" per amplificare voci sottorappresentate e condividere conoscenze e informazioni).

Kim ha citato l'autore e professore Brené Brown, che ha detto: "Puoi scegliere il coraggio, o puoi scegliere il conforto. Ma non puoi averli entrambi. "Avere questa scelta, però, ha detto Kim, è un privilegio.

L'accessibilità si applica a tutti noi

Hai spinto un carrello della spesa attraverso una porta automatica? O guardato un film con didascalie? Oppure hai utilizzato la funzione di zoom sul tuo telefono per ingrandire una foto o un testo? Questi eventi quotidiani mostrano come l'accessibilità ha un impatto su tutti, non solo sulle persone che si identificano con una disabilità.

Al Rally di accessibilità, guidato da & nbsp;Josh Klippi membri del pubblico hanno imparato quanti di noi usano le caratteristiche di accessibilità e li danno per scontati. Questo, ha detto, è un lusso che non tutti possono permettersi.

Ad esempio, Klipp ci ha chiesto di immaginare un candidato di lavoro altamente qualificato, ma a causa della mancanza di accessibilità, potrebbe non essere in grado di candidarsi, ottenere un colloquio adeguato o avere successo presso l'azienda. Klipp ha condiviso uno sfortunato episodio accaduto in un'altra azienda in cui un candidato che utilizza una sedia a rotelle è stato portato all'intervista perché l'edificio non era accessibile ai disabili.

Klipp ha chiesto ai partecipanti di parlare delle misure proattive che possono adottare per rendere più accessibile il posto di lavoro. Non solo è una buona cosa da fare per i suoi meriti, è positivo per gli affari.

"Che cosa ti piace sentire quando ti presenti al lavoro, e non devi chiedere qualcosa di cui hai bisogno perché è proprio lì; la tua azienda ci ha già pensato ", ha detto Klipp. "Quant'è fico? Questa è una società per cui vorresti fare cose incredibili. "

Ognuno di noi può portare il cambiamento

Durante un incontro con i leader dei team di marketing, prodotti, legali e tecnologici di Workday, il più grande asporto è stato questo: abbiamo tutti il ​​potere di rendere la diversità e l'inclusione una priorità nelle nostre aree di influenza.

Petros Dermetzis, il nostro chief products officer e impiegato numero 5 di Workday, ha condiviso come il team di leadership originale si sia concentrato sulla crescita di un'azienda diversificata e globale: "Coinvolgi persone da più parti del mondo e crei un'azienda. Era di progettazione. "

Erin Yang, vicepresidente, prodotto e strategia per la tecnologia di piattaforma, ci hanno incoraggiato a prendere provvedimenti per rendere il percorso più facile per coloro che vengono dopo, aiutando i gruppi sottorappresentati a riuscire. Christine Cefalo, chief marketing officer, ha ricordato al pubblico che quando si pensa a come un pezzo di marketing può essere percepito, è fondamentale avere più prospettive. "Quello che una persona vede, un'altra persona no". E Jim Shaughnessy, Senior Vice President e General Counsel, ha condiviso che "l'attenzione alla diversità, in particolare nel reclutamento, è necessaria ma non è sufficiente. Si tratta di appartenenza e inclusione e di avere un ambiente in cui le persone portano il loro sé autentico. "

E infine, ci hanno incoraggiato a "sentirsi a proprio agio nel disagio". Quando ci abituiamo a conversazioni difficili e spingiamo la paura di essere fraintesi, rafforziamo i muscoli necessari per rendere l'appartenenza e l'inclusione una priorità.

Diversità e inclusione sono buone per le imprese

La diversità e l'inclusione sul posto di lavoro contribuiscono al risultato economico di un'organizzazione? La risposta è stata un "sì" clamoroso da parte di una giuria composta da prominenti dirigenti di Bay Area e moderata da Workday Chief Diversity Officer & nbsp;Carin Taylor.

Gli ospiti coinvolti erano Amber Boyle, direttore, diversità e inclusione, VMware; Ron Gonzales, ex sindaco di San Jose e presidente della Fondazione ispanica della Silicon Valley; Lee Jourdan, chief diversity officer, Chevron; e Monica Poindexter, responsabile della diversità e inclusione, Lyft.

Riguardo al motivo per cui i gruppi di risorse dei dipendenti (chiamati anche gruppi di affinità) sono importanti, Gonzales ha confrontato le grandi organizzazioni con gli elastici: "Non si allungheranno e non cambieranno a meno che le persone non li spingano a cambiare. Abbiamo bisogno di campioni interni per allungare l'elastico ".

Ciò che fa bene ai dipendenti è anche positivo per il business, hanno sottolineato gli ospiti, e le diverse prospettive guidano l'innovazione. Lyind's Poindexter ha aggiunto che quando prodotti e servizi sono progettati e sviluppati con le esigenze e le prospettive uniche di un gruppo eterogeneo di dipendenti, è più probabile che soddisfino le esigenze degli utenti finali.

I leader hanno convenuto che ogni azienda si trova in un luogo diverso nel suo percorso di diversità e inclusione, ma un elemento critico per il successo è un gruppo dirigente che considera la diversità e l'inclusione come una priorità strategica aziendale. Continuare il dialogo è anche importante, non solo all'interno delle organizzazioni, ma in tutta la comunità imprenditoriale e in occasione di eventi come VIBE Week. Jourdan di Chevron ha aggiunto che "stiamo imparando tutti mentre andiamo. Questo è ciò che lo rende eccitante. "

Celebrare la nostra diversità è divertente e gratificante

Al Workday Belonging & amp; Diversità VIBE Fiera tenuta fuori & nbsp;il nostro quartier generale della California– che prevedeva il doppio degli organizzatori dei partecipanti – tutti hanno avuto l'opportunità di conoscere una nuova cultura, una causa, un evento o un programma visitando uno dei 25 stand per timbrare il loro "passaporto per la diversità".

Le conversazioni erano aperte e oneste, ed era un buon promemoria del perché avevamo VIBE Week-life è davvero un arazzo, e scoprire chi è la gente quando è in grado di mostrare il proprio vero sé senza paura o favore è un piacere profondo.

Alcuni dei consigli di appartenenza dei dipendenti di Workday (EBC), tra cui Kampi (il nostro EBC filippino), Latinx, Pride e Veterans, nonché i club dei dipendenti e vari gruppi di lavoro, hanno chiesto ai compagni di lavoro domande trivia relative alla loro causa. Altri hanno offerto omaggi unici, come il nostro orgoglio EBC, che distribuiva le bandiere per celebrare ed educare i colleghi sui diversi sottogruppi che compongono la comunità LGBTQIA.

Altri gruppi hanno fornito una partecipazione introspettiva per i compagni di lavoro: Workday Parents Bay Area ha chiesto ai partecipanti di scrivere un modo per introdurre l'inclusione nei bambini, e Christian Fellowship ha chiesto ai compagni di lavoro di scrivere una cosa di cui sono grati.

Altri hanno incoraggiato la partecipazione fisicamente attiva. Uno stand ha fatto turbante legando le dimostrazioni mentre condivideva fatti su Sikhi e sul nostro Belonging & amp; Stand Diversity, i compagni di lavoro potrebbero girare una ruota della lotteria per vincere un pranzo o una sessione di coaching con il nostro Chief Diversity Officer Carin Taylor, tra gli altri premi.

Tutti gli stand hanno condiviso opportunità di follow-up per consentire ai colleghi di essere coinvolti attraverso eventi futuri o fornendo risorse per saperne di più, in modo da poter continuare a rafforzare il modo in cui & nbsp;VIBRAZIONE& nbsp; attraverso la nostra azienda globale.

Questa è una conclusione su alcuni dei modi in cui abbiamo celebrato la VIBE Week presso la nostra sede. Ecco un paio di foto che mostrano come i nostri colleghi hanno festeggiato in tutto il mondo:

Questa storia è stata originariamente pubblicata sul & nbsp;Blog della giornata lavorativa. Per altre storie come questa, fai clic su & nbsp;Qui.

Follow Workday: & nbsp;LinkedIn, & Nbsp;Facebooke & nbsp;cinguettio.

">

Cosa abbiamo imparato dalla nostra prima VIBE Week? VIBE, che significa "inclusione del valore, appartenenza e equità per tutti", è al centro del nostro sistema di convinzioni alla Workday, e di recente abbiamo trascorso cinque giorni ad apprendere di più su come possiamo VIBE nelle nostre interazioni quotidiane.

Ci sono stati più di 160 eventi in programma in 34 luoghi di lavoro globali. Con così tanti contenuti fantastici, non potremmo scrivere di tutto, quindi abbiamo compilato alcuni dei più grandi takeaway di cinque di quegli eventi.

Equità e inclusione iniziano con se stessi

L'attivista per la giustizia sociale e l'amministratore delegato Awaken Michelle Kim hanno detto a un pubblico di colleghi durante la VIBE Week che l'urgenza attorno alla diversità e all'inclusione sul posto di lavoro è in aumento, sospinta da #MeToo, Time's Up, movimento dei diritti degli immigrati e altri cambiamenti sociali e politici .

"Il lavoro di equità e inclusione inizia dentro di noi", ha spiegato, e ha enfatizzato tre strategie chiave per iniziare quel lavoro: conoscere te stesso, comprendere i privilegi e utilizzare il privilegio per interrompere lo squilibrio di potere.

Conoscere te stesso significa comprendere le tue identità personali (come i tratti della personalità) e le identità sociali (Kim, ad esempio, identifica come asiatici, donne, bizzarri e universitari) che ti rendono ciò che sei. Conoscere se stessi aiuta a comprendere l'intersezionalità, una teoria coniata da Kimberlé Crenshaw che afferma che le nostre esperienze non possono essere spiegate solo attraverso le nostre identità sociali individuali, ma che dobbiamo guardare alla natura interconnessa di tutte le nostre identità che si combinano per creare esperienze uniche.

La prossima strategia, comprendendo i tuoi privilegi, è "i benefici non guadagnati concessi o disponibili solo per un particolare gruppo di identità sociale", ha detto Kim. E ha sottolineato che non sentiamo i nostri privilegi, sentiamo le nostre lotte.

Kim ricorda la lotta per crescere come immigrato negli Stati Uniti, ad esempio, e trovando difficile imparare l'inglese e fare amicizia, ma ci vuole uno sforzo e una riflessione intenzionali per ricordare il privilegio di essere un immigrato documentato. Non puoi controllare se hai o non hai questi privilegi, ha condiviso Kim, ma "siamo responsabili per ciò che facciamo con i nostri privilegi. Dobbiamo riconoscere che non abbiamo dovuto lottare in certi modi ".

Infine, possiamo usare il nostro privilegio per interrompere lo squilibrio di potere. I suggerimenti di Kim includevano la parola quando le persone venivano interrotte, assicurando che il credito andasse dove è dovuto, progettando sistemi inclusivi e condividendo accesso e potere (come "passare il microfono" per amplificare voci sottorappresentate e condividere conoscenze e informazioni).

Kim ha citato l'autore e professore Brené Brown, che ha detto: "Puoi scegliere il coraggio, o puoi scegliere il conforto. Ma non puoi averli entrambi. "Avere questa scelta, però, ha detto Kim, è un privilegio.

L'accessibilità si applica a tutti noi

Hai spinto un carrello della spesa attraverso una porta automatica? O guardato un film con didascalie? Oppure hai utilizzato la funzione di zoom sul tuo telefono per ingrandire una foto o un testo? Questi eventi quotidiani mostrano come l'accessibilità ha un impatto su tutti, non solo sulle persone che si identificano con una disabilità.

All'Accessibility Rally, guidato da Josh Klipp, i membri del pubblico hanno imparato quanti di noi usano le caratteristiche di accessibilità e le danno per scontate. Questo, ha detto, è un lusso che non tutti possono permettersi.

Ad esempio, Klipp ci ha chiesto di immaginare un candidato di lavoro altamente qualificato, ma a causa della mancanza di accessibilità, potrebbe non essere in grado di candidarsi, ottenere un colloquio adeguato o avere successo presso l'azienda. Klipp ha condiviso uno sfortunato episodio accaduto in un'altra azienda in cui un candidato che utilizza una sedia a rotelle è stato portato all'intervista perché l'edificio non era accessibile ai disabili.

Klipp ha chiesto ai partecipanti di parlare delle misure proattive che possono adottare per rendere più accessibile il posto di lavoro. Non solo è una buona cosa da fare per i suoi meriti, è positivo per gli affari.

"Che cosa ti piace sentire quando ti presenti al lavoro, e non devi chiedere qualcosa di cui hai bisogno perché è proprio lì; la tua azienda ci ha già pensato ", ha detto Klipp. "Quant'è fico? Questa è una società per cui vorresti fare cose incredibili. "

Ognuno di noi può portare il cambiamento

Durante un incontro con i leader dei team di marketing, prodotti, legali e tecnologici di Workday, il più grande asporto è stato questo: abbiamo tutti il ​​potere di rendere la diversità e l'inclusione una priorità nelle nostre aree di influenza.

Petros Dermetzis, il nostro chief products officer e impiegato numero 5 di Workday, ha condiviso come il team di leadership originale si sia concentrato sulla crescita di un'azienda diversificata e globale: "Coinvolgi persone da più parti del mondo e crei un'azienda. Era di progettazione. "

Erin Yang, vice presidente, prodotto e strategia per la tecnologia di piattaforma, ci ha incoraggiati a prendere provvedimenti per rendere il percorso più facile per coloro che vengono dopo, aiutando i gruppi sottorappresentati ad avere successo. Christine Cefalo, chief marketing officer, ha ricordato al pubblico che quando si pensa a come un pezzo di marketing può essere percepito, è fondamentale avere più prospettive. "Quello che una persona vede, un'altra persona no". E Jim Shaughnessy, vicepresidente senior e consulente generale, ha condiviso che "l'attenzione alla diversità, in particolare nel reclutamento, è necessaria ma non è sufficiente. Si tratta di appartenenza e inclusione e di avere un ambiente in cui le persone portano il loro sé autentico. "

E infine, ci hanno incoraggiato a "sentirsi a proprio agio nel disagio". Quando ci abituiamo a conversazioni difficili e spingiamo la paura di essere fraintesi, rafforziamo i muscoli necessari per rendere l'appartenenza e l'inclusione una priorità.

Diversità e inclusione sono buone per le imprese

La diversità e l'inclusione sul posto di lavoro contribuiscono al risultato economico di un'organizzazione? La risposta è stata un "sì" clamoroso da parte di una giuria composta da preminenti leader della Bay Area e moderata dal Carry Taylor, Chief Diversity Officer del Workday Chief.

Gli ospiti coinvolti erano Amber Boyle, direttore, diversità e inclusione, VMware; Ron Gonzales, ex sindaco di San Jose e presidente della Fondazione ispanica della Silicon Valley; Lee Jourdan, chief diversity officer, Chevron; e Monica Poindexter, responsabile della diversità e inclusione, Lyft.

Riguardo al motivo per cui i gruppi di risorse dei dipendenti (chiamati anche gruppi di affinità) sono importanti, Gonzales ha confrontato le grandi organizzazioni con gli elastici: "Non si allungheranno e non cambieranno a meno che le persone non li spingano a cambiare. Abbiamo bisogno di campioni interni per allungare l'elastico ".

Ciò che fa bene ai dipendenti è anche positivo per il business, hanno sottolineato gli ospiti, e le diverse prospettive guidano l'innovazione. Lyind's Poindexter ha aggiunto che quando prodotti e servizi sono progettati e sviluppati con le esigenze e le prospettive uniche di un gruppo eterogeneo di dipendenti, è più probabile che soddisfino le esigenze degli utenti finali.

I leader hanno convenuto che ogni azienda si trova in un luogo diverso nel suo percorso di diversità e inclusione, ma un elemento critico per il successo è un gruppo dirigente che considera la diversità e l'inclusione come una priorità strategica aziendale. Continuare il dialogo è anche importante, non solo all'interno delle organizzazioni, ma in tutta la comunità imprenditoriale e in occasione di eventi come VIBE Week. Jourdan di Chevron ha aggiunto che "stiamo imparando tutti mentre andiamo. Questo è ciò che lo rende eccitante. "

Celebrare la nostra diversità è divertente e gratificante

Alla Workday Belonging & Diversity VIBE Fair tenutasi al di fuori della sede della California, che prevedeva il doppio degli organizzatori dei partecipanti, tutti hanno avuto l'opportunità di conoscere una nuova cultura, causa, evento o programma visitando uno dei 25 stand per ottenere il loro "passaporto per la diversità" timbrato.

Le conversazioni erano aperte e oneste, ed era un buon promemoria del perché avevamo VIBE Week-life è davvero un arazzo, e scoprire chi è la gente quando è in grado di mostrare il proprio vero sé senza paura o favore è un piacere profondo.

Alcuni dei consigli di appartenenza dei dipendenti di Workday (EBC), tra cui Kampi (il nostro EBC filippino), Latinx, Pride e Veterans, nonché i club dei dipendenti e vari gruppi di lavoro, hanno chiesto ai compagni di lavoro domande trivia relative alla loro causa. Altri hanno offerto omaggi unici, come il nostro orgoglio EBC, che distribuiva le bandiere per celebrare ed educare i colleghi sui diversi sottogruppi che compongono la comunità LGBTQIA.

Altri gruppi hanno fornito una partecipazione introspettiva per i compagni di lavoro: Workday Parents Bay Area ha chiesto ai partecipanti di scrivere un modo per introdurre l'inclusione nei bambini, e Christian Fellowship ha chiesto ai compagni di lavoro di scrivere una cosa di cui sono grati.

Altri hanno incoraggiato la partecipazione fisicamente attiva. Uno stand ha fatto turbare le dimostrazioni mentre condivideva fatti su Sikhi e al nostro stand di Belonging & Diversity, i compagni di lavoro potevano girare una ruota della lotteria per vincere un pranzo o una sessione di coaching con il nostro Chief Diversity Officer Carin Taylor, tra gli altri premi.

Tutti gli stand hanno condiviso opportunità di follow-up per consentire ai colleghi di essere coinvolti attraverso eventi futuri o fornendo risorse per saperne di più, in modo da poter continuare a rafforzare il modo in cui noi VIBE operiamo all'interno della nostra azienda globale.

Questa è una conclusione su alcuni dei modi in cui abbiamo celebrato la VIBE Week presso la nostra sede. Ecco un paio di foto che mostrano come i nostri colleghi hanno festeggiato in tutto il mondo:

Questa storia è stata originariamente pubblicata sul Blog della giornata lavorativa. Per altre storie come questa, clicca Qui.

Follow Workday: LinkedIn, Facebook, e cinguettio.