GoPro Fusion ora può acquisire Google Street View


Recensione di GoPro Fusion
Daven Mathies / Digital Trends

La videocamera 360 di GoPro ora può scattare foto per Google Street View. Mercoledì 6 febbraio, la società di tour virtuale Panoskin ha lanciato un software desktop chiamato Trailblazer che è in grado di convertire i filmati GoPro Fusion in Google Street View.

Il software utilizza i dati del GPS integrato di Fusion per mappare il metraggio nello spazio appropriato su Google Street View. Il software desktop, disponibile in versione beta, converte il filmato in pochi minuti, afferma Panoskin.

Panoskin, una società con sede a Chicago, ha già sviluppato un software per pubblicare una vista a 360 ° degli spazi interni su Google. Il nuovo software estende gli strumenti dell'azienda all'esterno. La compagnia dice che il software può essere utilizzato per strade e quartieri, oltre a località remote come sentieri, piste da sci e corsi d'acqua.

"Fusion è una fotocamera 360 leader grazie al film super-stabilizzato, alla robustezza ovunque e alla facilità di acquisizione. È un must per chiunque abbia girato 360 ", ha detto Tom Chomiak, Panoskin CTO e creatore di TrailBlazer in un comunicato stampa. "Oggi siamo lieti di aggiungere a questo successo consentendo agli utenti di GoPro Fusion di aggiornare Google Street View. Utilizzando TrailBlazer, chiunque abbia una GoPro Fusion può aprire un percorso su Google Maps e condividere la propria esperienza con il mondo. "

La società afferma che il software, con GoPro Fusion, consente agli utenti di mappare le aree con Street View limitato o assente o per aggiornare le immagini obsolete. Le aziende possono anche utilizzare il software per aggiornare le loro informazioni su Google Street View.

La versione beta del software viene avviata prima agli utenti di GoPro Fusion. Panoskin dice che un lancio completo è previsto per l'estate.

Il software Panoskin è utilizzato da oltre 9.000 fotografi per Google Street View, ora responsabile di 1,5 milioni di scene nel sistema di mappatura a 360 gradi. Panoview è stato approvato da Google per Street View, l'unica azienda con sede negli Stati Uniti a ricevere l'approvazione.

The Fusion, annunciato nel 2017, è la prima fotocamera 360 del gigante della action camera. La fotocamera esegue la cucitura di video a 360 da due obiettivi utilizzando un'app per dispositivi mobili o desktop, oltre a integrare funzionalità come Overcapture per modificare uno scatto a 360 con proporzioni standard. L'ultimo aggiornamento del firmware, lanciato lo scorso mese, aumenta la risoluzione della fotocamera a 5.6K.










Airbnb assume un responsabile globale dei trasporti: TechCrunch


Airbnb ha reso più facile per i viaggiatori trovare un posto dove andare in crash. Ora vuole rendere più facile per loro di andare in giro.

Il gigante da 31 miliardi di dollari che ha condiviso la casa ha ingaggiato Fred Reid come primo responsabile mondiale dei trasporti. Reid è stato direttore generale fondatore di Virgin America dal 2004 al 2007 dopo un periodo di tre anni come presidente della Delta Airlines. Più recentemente, Reid è stato presidente del Cora Aircraft Program, una divisione di Kitty Hawk focalizzata sullo sviluppo di un aereo verticale autonomo di decollo e atterraggio.

Il noleggio suggerisce che Airbnb ha grandi ambizioni di sconvolgere ulteriormente il settore dei viaggi e dell'ospitalità e dati i 500 milioni di arrivi degli ospiti agli elenchi di Airbnb che la società ha annunciato di aver registrato entro il primo trimestre del 2019, l'integrazione dei servizi di trasporto per servire meglio i clienti è un no- brainer.

"Stiamo esplorando una vasta gamma di idee e partnership che possono migliorare il trasporto", ha aggiunto il cofondatore e CEO di Airbnb Brian Chesky ha detto in una dichiarazione. "Non abbiamo stabilito esattamente come saranno. Non sono interessato a costruire la nostra compagnia aerea o creare solo un altro posto su Internet in cui è possibile acquistare un biglietto aereo, ma c'è un'enorme opportunità per migliorare l'esperienza di trasporto per tutti. "

Fondato nel 2008, Airbnb ha raccolto un totale di $ 4,4 miliardi di finanziamenti in capitale di rischio da parte di investitori, tra cui Sequoia e Andreessen Horowitz.

Fare? O per scoprirlo?


Trovi che la tua lista di cose da fare si trasformi in un sacco di domande? Cose che devi "scoprire?"

Quando cominciavo a sentirmi sommerso dal lavoro, in una furia farei una grande discarica cerebrale nel mio taccuino e fare una lista enorme di cose che dovevo fare. Queste cose da fare mi giravano nella testa rendendo il mio fuoco nuvoloso e la mia ansia sparava attraverso il tetto. Essere sopraffatto è il nemico della produttività e stavo perdendo la battaglia.

Un giorno mentre fissavo la mia gigantesca lista (di nuovo), mi sono reso conto che la maggior parte di quello che c'era erano cose che dovevo ricercare o progetti che dovevo ridurre. Non erano semplici cose da fare. Eppure, questi progetti o domande stavano occupando lo stesso spazio cerebrale di qualsiasi piccola cosa da fare. Quindi li ho divisi in due liste. Il primo elenco consisteva in ciò che potevo effettivamente agire in quel momento, le cose che avevo le risorse e le conoscenze per gestire e finire. La seconda lista riguardava le cose di cui avevo bisogno per fare più ricerche o progetti ai quali avevo bisogno di dedicare più lavoro di riflessione.

Fare o scoprire?Pexels

Le cose da fare sono azioni, non domande.

Nel tentativo di ottenere tutto, stavo trattando tutte queste cose allo stesso modo e mi stava bruciando. Un modo in cui riusciamo davvero a confondere la nostra mente è quello di masticare azione con pensiero. Ci sono alcune cose su cui possiamo agire immediatamente e cose che ci fermeranno sulle nostre tracce se non avremo tutte le risposte.

La mia lista di cose da fare sarebbe simile a questa: – Scopri se il mio conto commerciale consente pagamenti ricorrenti e come impostarli (ricerca)

– Scopri come utilizzare Leadpages (grande progetto)

– Comitato consultivo di e-mail sugli obiettivi del secondo quarto (azione)

– Crea video per webinar (grande progetto)

– Scrivi post sul blog sulla comunicazione del team (azione)

– Scopri se il sistema di email marketing filtrerà i gruppi (ricerca)

– Trova una sede per il prossimo evento di networking (ricerca)

– Scopri se Verizon o ATT è il migliore per il nostro account aziendale (ricerca)

Solo 2 di questi 8 articoli sono effettivamente cose da fare.

La maggior parte della mia lista delle cose da fare sarebbero pagine di domande / ricerche e sarei di nuovo sopraffatto. Puoi collegare? La tua lista delle cose da fare si riempie di cose che devi "capire"?

È tempo di fare 2 liste. Una lista di cose da fare e una lista di ricerca / progetto.

Ad esempio, "crea video per webinar" – ci sono molte parti per questa cosa da fare. Devo decidere un argomento, capire dove registrarlo, scrivere uno script, ecc. Ecc. Non è una semplice cosa da fare. Questo è un progetto.

Una volta separati i due, scoprirai che la tua lista di cose da fare viene completata rapidamente e facilmente ogni giorno. Rimettendo le domande fuori mano, ti permette di entrare chiaramente in modalità di produttività e di agire sulle tue semplici cose da fare. Affronta questo elenco durante un'ora di picco di energia. Mi piace iniziare la mia giornata prendendo provvedimenti sulle cose che posso tranquillamente cancellare dalla lista.

Suggerimento: crea una "cosa da fare" per lavorare su una delle tue ricerche / progetti.

Se hai una squadra, ora è più facile iniziare a delegare. Vantaggio laterale !! Gli oggetti da ricercare o i progetti che devono essere raggruppati possono essere gestiti da un membro del team o persino dal tuo assistente virtuale. Non è necessario chiamare personalmente ATT e Verizon per ottenere un confronto tra i piani. Qualcuno della tua squadra può gestirlo per te e tu puoi quindi prendere una decisione.

Qualcuno della tua squadra può creare un elenco di cose che devono accadere affinché il video venga registrato per il tuo webinar. Ora che hai separato le tue "cose ​​da fare", hai ridotto un sacco di attriti nel reparto di produttività.

Probabilmente scoprirai di aver completato l'elenco del giorno tra mezz'ora e un'ora. Il sentimento di realizzazione e di essere produttivo è un alto che tutti conosciamo molto bene. Cavalca così in alto mentre ti impegni a rispondere alle domande, a imparare nuovi programmi, a cercare domande, a superare un grande progetto. Le piccole cose da fare non ti annoieranno e la tua giornata sarà più produttiva.

Chiarezza per la vittoria!

Strattera vs trattamento con Wellbutrin per l'ADHD nei bambini: differenza ed effetti collaterali


Strattera e Wellbutrin sono la stessa cosa?

Strattera (atomoxetina) e Wellbutrin (bupropione) sono diversi tipi di antidepressivi usati per il trattamento del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD).

Wellbutrin è anche usato per la gestione della depressione maggiore e del disturbo affettivo stagionale.

Strattera e Wellbutrin appartengono a diverse classi di farmaci antidepressivi. Strattera è un inibitore selettivo del reuptake della norepinefrina (SNRI) e Wellbutrin è un aminoketone.

Gli effetti collaterali di Strattera e Wellbutrin che sono simili includono disturbi del sonno (insonnia), secchezza delle fauci, alterazioni dell'appetito, dolori allo stomaco o sconvolti, nausea, vomito, vertigini, stitichezza, prurito o eruzioni cutanee o perdita di interesse nel sesso.

Gli effetti collaterali di Strattera che sono diversi da Wellbutrin comprendono tosse, sonnolenza, irritabilità, aumento dei crampi mestruali, impotenza o problemi ad avere un orgasmo.

Gli effetti collaterali di Wellbutrin che sono diversi da Strattera includono agitazione, mal di testa, ronzio nelle orecchie, problemi visivi o visione offuscata, mal di gola, dolori muscolari, aumento della sudorazione, aumento della minzione, tremore, perdita o aumento di peso, dolori alle articolazioni, sapore strano la bocca, la diarrea e le convulsioni (specialmente a dosi più alte).

Quali sono i possibili effetti collaterali di Strattera?

Gli effetti indesiderati comuni di Strattera includono:

  • difficoltà a dormire (insonnia),
  • bocca asciutta,
  • tosse,
  • diminuzione dell'appetito,
  • mal di stomaco,
  • nausea o vomito,
  • vertigini,
  • sonnolenza,
  • irritabilità,
  • stipsi,

  • pelle
    eruzione cutanea,
  • prurito,

  • è aumentato
    crampi mestruali e
  • effetti collaterali sessuali tra cui
    • impotenza,
    • perdita di interesse per il sesso, o
    • problemi di avere un orgasmo.

Quali sono i possibili effetti collaterali di Wellbutrin?

Gli effetti collaterali comuni di Wellbutrin includono:

  • agitazione,
  • bocca asciutta,
  • insonnia,
  • mal di testa,
  • nausea,
  • vomito,
  • stipsi,
  • mal di stomaco,
  • vertigini,
  • suonando nelle orecchie,
  • problemi di visione o visione offuscata,
  • perdita di interesse per il sesso,
  • gola infiammata,
  • dolore muscolare,
  • prurito o eruzione cutanea,
  • aumento della sudorazione,
  • aumento della minzione,
  • tremore,
  • cambiamenti nell'appetito,
  • perdita di peso o guadagno,
  • dolori articolari,
  • strano sapore in bocca,
  • diarrea e
  • convulsioni (soprattutto a dosi più elevate).

Cos'è Strattera?

Strattera è un farmaco inibitore del reuptake della noradrenalina selettivo. È usato per il trattamento del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD). Strattera può aiutare ad aumentare l'attenzione e diminuire l'impulsività e l'iperattività nei pazienti con ADHD.

Strattera deve essere usato come parte di un programma di trattamento completo per l'ADHD che può includere consulenza o altre terapie.

Strattera non è stato studiato nei bambini di età inferiore a 6 anni.

Che cos'è Wellbutrin?

Wellbutrin è un farmaco di prescrizione usato per il trattamento di adulti con un certo tipo di depressione chiamata maggiore
disordine depressivo.

4 modi l'intelligenza artificiale guiderà la trasformazione digitale in agricoltura



<div _ngcontent-c14 = "" innerhtml = "

Getty

Le Nazioni Unite riportano che circa 1/3 del cibo prodotto globalmente ogni anno è perso o sprecato, e immagino che quel numero non sia troppo sorprendente. Quelli di noi negli Stati Uniti vedono prove di rifiuti ogni volta che usciamo a mangiare o facciamo una purga settimanale di frigoriferi pieni di marmellata. Al di fuori dei rifiuti, tuttavia, c'è un problema maggiore che molti di noi non si rendono conto. Proprio come la quantità di cibo sprecato a livello globale è alle stelle, la domanda globale di cibo è, ironia della sorte, destinata a salire.

Con l'esplosione delle popolazioni, il riscaldamento globale e meno terra disponibile per la coltivazione, stiamo affrontando in realtà una carenza di cibo a livello globale di proporzioni epidemiche. Come riusciremo a nutrire e sostenere 9 miliardi di esseri umani stimati a popolare il pianeta terra entro il 2050? E come appoggeremo il Aumento del 59-98 percento nel consumo alimentare di cui è probabile che la popolazione abbia bisogno? Come molti problemi che gli esseri umani affrontano oggi nel mondo, stiamo assistendo alla trasformazione digitale in agricoltura, in particolare nella forma dell'intelligenza artificiale (AI).

Sensori e dati

Di gran lunga, il più grande sviluppo nella tecnologia agricola (AgTech) si presenta sotto forma di sensori connessi e IoT. Come ci si aspetterebbe, una produzione agricola di successo nella trasformazione digitale sta diventando un gioco di numeri. Con l'aiuto di AgTech, gli agricoltori collegati stanno iniziando a condividere dati e a migliorare i fattori di input, l'efficienza e i processi operativi, in gran parte grazie ai sensori basati sull'intelligenza artificiale. Questi sensori possono essere rettificati, aerei o basati su macchine e tutti hanno un enorme potenziale per la produzione agricola.

Sul terreno, ad esempio, i sensori possono monitorare la qualità delle piante, del suolo, della salute degli animali e del tempo. Possono determinare il posto migliore dove piantare per la massima resa e quanto piantare per prevenire gli sprechi. Nell'aria, droni e satelliti possono monitorare la salute dei raccolti e le malattie dei parassiti, evitando la sorpresa di un raccolto perso al momento del raccolto. Le attrezzature agricole possono anche acquisire dati sulla produzione di colture anticipata. Per esempio, attrezzature per l'impianto ad alta velocità può fornire stime "come piantate" sulla resa delle colture e sul raccolto, consentendo agli agricoltori di pianificare previsioni di vendita, eccedenze e carenze. Non è tutto. Le attrezzature di raccolta robotizzate possono persino utilizzare l'intelligenza artificiale per raccogliere frutta e verdura mature al momento giusto, risparmiando tempo, manodopera e sprechi. Parla della trasformazione digitale in agricoltura!

John Deere è solo una società che fa "precisione ag"Bene oggi, sviluppando la tecnologia per aiutare gli agricoltori connessi a determinare dove meglio piantare e quando raccogliere. Possono persino aiutare gli agricoltori a gestire le apparecchiature in remoto da un centro di controllo centralizzato, consentendo una maggiore efficienza temporale. (Inutile dire che quando si tratta di trasformazione digitale in agricoltura, le aziende che prosperano saranno quelle che passeranno da fornitore di trattori a fornitore di tecnologia senza problemi. Complimenti a John Deere.)

Tuttavia, i benefici non sono solo per gli agricoltori. Blue River Technologies, ad esempio, dimostra che possono ridurre l'uso di erbicidi da parte di 90 percento passando dalla spruzzatura di radiazioni alla irrorazione mirata usando i dati estratti dai sensori AI. Meno erbicidi fanno bene a tutti noi, umani e terrestri allo stesso modo. La trasformazione chiaramente digitale in agricoltura non è solo un bene per la produzione alimentare, è un bene per la salute del pianeta.

Ricerca e sviluppo

Proprio come l'AI sta aiutando ad accelerare i test farmaceutici diminuendo la durata della fase di sperimentazione ed errore dello sviluppo, sta facendo la stessa cosa per l'agricoltura. I team di IA della Monsanto, ad esempio, hanno scoperto che gli algoritmi potevano aiutarli a determinare più rapidamente quali piante ibride sarebbero meglio sviluppate in condizioni di semina reali, risparmiando enormi quantità di tempo di sviluppo del prodotto. Ad esempio, in passato, Monsanto valuterei gli ibridi di mais per anni sul campo prima di portarli sul mercato – un processo che potrebbe richiedere otto anni dalla scoperta alla commercializzazione. Il programma di selezione selezionerebbe circa 500 razze per prove, un processo che costava tempo e proibiva. Usando un algoritmo che utilizzava gli ultimi 15 anni di informazioni sui marcatori molecolari e sul campo, hanno rasato un anno intero dal processo di riproduzione. Questo è un incredibile passo in avanti, specialmente considerando l'ondata di popolazione che stiamo per affrontare nei prossimi decenni. Cosa c'è di meglio: gli agricoltori collegati a livello globale saranno teoricamente in grado di condividere questo tipo di informazioni, consentendo uno sviluppo del prodotto sempre più rapido non solo nelle fattorie Monsanto, ma in tutto il mondo.

Riconoscimento dell'immagine

Un altro sviluppo entusiasmante: il riconoscimento delle immagini in AI. Google sta lavorando per addestrare l'intelligenza artificiale a riconoscere 5.000 specie di piante e animali, il che migliorerebbe la capacità dei droni di rilevare malattie da parassiti e danni alle colture. Questo avanzamento è enorme, in quanto consentirebbe agli agricoltori di monitorare la propria superficie molto più rapidamente e accuratamente di quanto abbiano mai fatto prima, e di comprendere gli schemi dei parassiti nel tempo.

Raccogliere il raccolto della trasformazione digitale in agricoltura: sono necessari più numeri e più corpi

Nonostante l'enorme potenziale di AgTech in questo momento, ci sono anche alcune preoccupazioni. Per uno, come qualsiasi processo di intelligenza artificiale, AgTech fa affidamento sui dati. Ma in un mercato in cui i dati vengono prodotti a intervalli annuali, la raccolta dei dati può essere lenta e difficile. Il settore agricolo ha anche avuto difficoltà a competere con altre industrie tecnologicamente avanzate nell'attrarre giovani talenti dell'IA. Spero che una generazione più giovane, che vuole trovare uno scopo nel proprio lavoro, sia attratta da questo mercato promettente. Perché quando si parla di trasformazione digitale in agricoltura, c'è la possibilità di avere un impatto non solo sulla produttività degli agricoltori, ma su miliardi di vite umane.

& Nbsp;

">

Le Nazioni Unite riportano che circa 1/3 del cibo prodotto globalmente ogni anno è perso o sprecato, e immagino che quel numero non sia troppo sorprendente. Quelli di noi negli Stati Uniti vedono prove di rifiuti ogni volta che usciamo a mangiare o facciamo una purga settimanale di frigoriferi pieni di marmellata. Al di fuori dei rifiuti, tuttavia, c'è un problema maggiore che molti di noi non si rendono conto. Proprio come la quantità di cibo sprecato a livello globale è alle stelle, la domanda globale di cibo è, ironia della sorte, destinata a salire.

Con l'esplosione delle popolazioni, il riscaldamento globale e meno terra disponibile per la coltivazione, stiamo affrontando in realtà una carenza di cibo a livello globale di proporzioni epidemiche. Come riusciremo a nutrire e sostenere 9 miliardi di esseri umani stimati a popolare il pianeta terra entro il 2050? E come appoggeremo l'aumento del 59-98% del consumo di cibo di cui la popolazione probabilmente avrà bisogno? Come molti problemi che gli esseri umani affrontano oggi nel mondo, stiamo assistendo alla trasformazione digitale in agricoltura, in particolare nella forma dell'intelligenza artificiale (AI).

Sensori e dati

Di gran lunga, il più grande sviluppo nella tecnologia agricola (AgTech) si presenta sotto forma di sensori connessi e IoT. Come ci si aspetterebbe, una produzione agricola di successo nella trasformazione digitale sta diventando un gioco di numeri. Con l'aiuto di AgTech, gli agricoltori collegati stanno iniziando a condividere dati e a migliorare i fattori di input, l'efficienza e i processi operativi, in gran parte grazie ai sensori basati sull'intelligenza artificiale. Questi sensori possono essere rettificati, aerei o basati su macchine e tutti hanno un enorme potenziale per la produzione agricola.

Sul terreno, ad esempio, i sensori possono monitorare la qualità delle piante, del suolo, della salute degli animali e del tempo. Possono determinare il posto migliore dove piantare per la massima resa e quanto piantare per prevenire gli sprechi. Nell'aria, droni e satelliti possono monitorare la salute dei raccolti e le malattie dei parassiti, evitando la sorpresa di un raccolto perso al momento del raccolto. Le attrezzature agricole possono anche acquisire dati sulla produzione di colture anticipata. Ad esempio, le attrezzature per l'impianto ad alta velocità possono fornire stime "come piantate" sulla resa delle colture e sulla produzione del raccolto, consentendo agli agricoltori di pianificare previsioni di vendita, eccedenze e carenze. Non è tutto. Le attrezzature di raccolta robotizzate possono persino utilizzare l'intelligenza artificiale per raccogliere frutta e verdura mature al momento giusto, risparmiando tempo, manodopera e sprechi. Parla della trasformazione digitale in agricoltura!

Oggi John Deere è una sola azienda che fa "precision ag", sviluppando la tecnologia per aiutare gli agricoltori connessi a determinare dove meglio piantare e quando raccogliere. Possono persino aiutare gli agricoltori a gestire le apparecchiature in remoto da un centro di controllo centralizzato, consentendo una maggiore efficienza temporale. (Inutile dire che quando si tratta di trasformazione digitale in agricoltura, le aziende che prosperano saranno quelle che passeranno da fornitore di trattori a fornitore di tecnologia senza problemi. Complimenti a John Deere.)

Tuttavia, i benefici non sono solo per gli agricoltori. Blue River Technologies, ad esempio, dimostra che è possibile ridurre l'uso di erbicidi del 90 percento passando dall'irrorazione diffusa alla irrorazione mirata utilizzando i dati estratti dai sensori AI. Meno erbicidi fanno bene a tutti noi, umani e terrestri allo stesso modo. La trasformazione chiaramente digitale in agricoltura non è solo un bene per la produzione alimentare, è un bene per la salute del pianeta.

Ricerca e sviluppo

Proprio come l'AI sta aiutando ad accelerare i test farmaceutici diminuendo la durata della fase di sperimentazione ed errore dello sviluppo, sta facendo la stessa cosa per l'agricoltura. I team di IA della Monsanto, ad esempio, hanno scoperto che gli algoritmi potevano aiutarli a determinare più rapidamente quali piante ibride sarebbero meglio sviluppate in condizioni di semina reali, risparmiando enormi quantità di tempo di sviluppo del prodotto. Per esempio, in passato, la Monsanto avrebbe valutato gli ibridi di mais per anni sul campo prima di portarli sul mercato – un processo che potrebbe richiedere otto anni dalla scoperta alla commercializzazione. Il programma di selezione selezionerebbe circa 500 razze per prove, un processo che costava tempo e proibiva. Usando un algoritmo che utilizzava gli ultimi 15 anni di informazioni sui marcatori molecolari e sul campo, hanno rasato un anno intero dal processo di riproduzione. Questo è un incredibile passo in avanti, specialmente considerando l'ondata di popolazione che stiamo per affrontare nei prossimi decenni. Cosa c'è di meglio: gli agricoltori collegati a livello globale saranno teoricamente in grado di condividere questo tipo di informazioni, consentendo uno sviluppo del prodotto sempre più rapido non solo nelle fattorie Monsanto, ma in tutto il mondo.

Riconoscimento dell'immagine

Un altro sviluppo entusiasmante: il riconoscimento delle immagini in AI. Google sta lavorando per addestrare l'intelligenza artificiale a riconoscere 5.000 specie di piante e animali, il che migliorerebbe la capacità dei droni di rilevare malattie da parassiti e danni alle colture. Questo avanzamento è enorme, in quanto consentirebbe agli agricoltori di monitorare la propria superficie molto più rapidamente e accuratamente di quanto abbiano mai fatto prima, e di comprendere gli schemi dei parassiti nel tempo.

Raccogliere il raccolto della trasformazione digitale in agricoltura: sono necessari più numeri e più corpi

Nonostante l'enorme potenziale di AgTech in questo momento, ci sono anche alcune preoccupazioni. Per uno, come qualsiasi processo di intelligenza artificiale, AgTech fa affidamento sui dati. Ma in un mercato in cui i dati vengono prodotti a intervalli annuali, la raccolta dei dati può essere lenta e difficile. Il settore agricolo ha anche avuto difficoltà a competere con altre industrie tecnologicamente avanzate nell'attrarre giovani talenti dell'IA. Spero che una generazione più giovane, che vuole trovare uno scopo nel proprio lavoro, sia attratta da questo mercato promettente. Perché quando si parla di trasformazione digitale in agricoltura, c'è la possibilità di avere un impatto non solo sulla produttività degli agricoltori, ma su miliardi di vite umane.