OD fatali di droga in ascesa tra le donne di mezza età: CDC


Notizia Immagine: OD fatali di droga in ascesa tra le donne di mezza età: CDCDi E.J. Mundell
HealthDay Reporter

Ultime notizie sulla salute mentale

GIOVEDI ', 10 gennaio 2019 (HealthDay News) – Il tasso al quale le donne americane di mezza età muoiono per overdose che coinvolgono oppiacei e altre droghe è quasi quadruplicato tra il 1999 e il 2017, mostrano nuovi dati governativi.

Nel 1999, circa sette su 100.000 morti tra le donne americane tra i 30 ei 64 anni erano causate da una overdose di droga, ma nel 2017 tale tasso era salito a circa 24 donne su 100.000 – un aumento del 260%, i Centri statunitensi per il controllo delle malattie e la prevenzione ha detto.

Allo stesso tempo, i tassi di OD fatali dagli oppioidi, in particolare, sono aumentati di quasi sei volte per le donne di mezza età.

L'aumento più forte è stato effettivamente osservato tra le donne più anziane – quelle tra i 55 ei 64 anni – ha notato una squadra guidata da Karin Mack, del Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle lesioni del CDC.

In effetti, l'età media della morte per overdose è aumentata di circa tre anni nel corso del periodo di studio. Nel 1999, l'età media di un OD fatale nelle donne di mezza età era di 43,5 anni, ma nel 2017 era salita a 46,3 anni, secondo quanto riferito dal team di Mack.

La linea di fondo, hanno detto i ricercatori, è che "sono necessari sforzi per ridurre il numero di morti in questa epidemia in evoluzione tra le donne di mezza età".

Un medico in prima linea nella crisi di overdose ha detto che più fattori stanno contribuendo a queste tragedie.

"Sappiamo che gli oppioidi da prescrizione sono ancora il principale motore dell'attuale epidemia di oppioidi, ma è importante capire la forte ascesa dell'eroina legata al fentanil responsabile dell'aumento del numero di decessi", ha affermato il dott. Robert Glatter. È un medico di emergenza al Lenox Hill Hospital di New York City.

Il fentanil è un oppiaceo che si pensa sia 50 volte più potente dell'eroina e 100 volte più potente della morfina.

"Il fentanyl a basso prezzo e fabbricato illecitamente dalla Cina e dal Sud-est asiatico si sta facendo strada nelle strade degli Stati Uniti", ha spiegato Glatter.

Ha detto che mentre gli uomini tendono ad avere tassi più alti di abuso di droghe rispetto alle donne, le donne possono essere particolarmente vulnerabili.

"L'uso di sostanze da parte delle donne tende a progredire più rapidamente dal primo utilizzo fino a quando la dipendenza non si sviluppa", ha detto Glatter. "Il ritiro può anche essere più intenso per le donne e possono anche rispondere in modo diverso rispetto agli uomini a trattamenti medici specifici".

Il nuovo studio CDC si è basato sui dati 1999-2017 del Sistema nazionale di statistiche vitali.

I dati hanno rivelato che per le donne di età compresa tra 30 e 64 anni, decessi legati a "oppioidi sintetici" – una classe che include fentanil – è aumentato di circa 17 volte durante il periodo di studio. Aumenti vertiginosi sono stati osservati anche per le morti che coinvolgono eroina (un aumento di 10 volte), così come quelle che coinvolgono Valium, Xanax o altri farmaci benzodiazepinici (un aumento di nove volte). Spesso, le overdose hanno coinvolto più farmaci.

Perché le donne di mezza età sono particolarmente colpite dalla crisi di abuso di oppioidi? Lo specialista delle dipendenze Dr. Harshal Kirane aveva alcune teorie.

"Alle donne di mezza età viene spesso impedito di accedere alle cure a causa di responsabilità familiari, considerazioni sull'assistenza all'infanzia e disparità finanziarie", ha detto Kirane, che dirige i servizi di dipendenza presso l'ospedale universitario Staten Island di New York.

"Inoltre, alcuni problemi di salute mentale – come l'ansia e la depressione – tendono a verificarsi a tassi più alti nelle donne, il che crea profondi ostacoli al coinvolgimento nelle cure", ha detto.

Glatter ha acconsentito.

"Le persone con depressione o ansia non trattata o sottotrattata sono a più alto rischio di abuso di sostanze, con donne di mezza età in questo gruppo demografico a più alto rischio di abuso di oppiacei e benzodiazepine", ha detto Glatter. "Le donne vittime di violenza domestica sono anche a più alto rischio di abuso di sostanze".

Tutto ciò significa che occorre fare di più per aiutare le donne che sono vulnerabili alla dipendenza.

Kirane ha suggerito che "dobbiamo ampliare l'intera infrastruttura per la cura delle dipendenze nel nostro paese e affrontare le esigenze complessive per le donne che lottano con problemi correlati agli oppiacei".

Cruciale a questi sforzi sta aumentando l'accesso delle donne all'educazione sul sovradosaggio, consentendo loro un facile accesso al antidoto antidoto al naloxone e ampliando la disponibilità di terapie farmacologiche mirate a svezzare le persone dai farmaci che causano dipendenza, ha detto Kirane.

Il nuovo rapporto è stato pubblicato l'11 gennaio nel CDC Rapporto settimanale sulla mortalità e la mortalità.

MedicalNews
Copyright © 2019 HealthDay. Tutti i diritti riservati.

FONTI: Robert Glatter, M.D., medico d'urgenza, Lenox Hill Hospital, New York City; Harshal Kirane, M.D., direttore, servizi di dipendenza, Staten Island University Hospital, New York City; 11 gennaio 2019, Rapporto settimanale sulla mortalità e la mortalità

A partire dal Logo WebMD

Abuso di sostanze e risorse di recupero
Soluzioni sanitarie Dai nostri sponsor