L'ultimo successo di CRISPR? Prendere il glutine di grano



    

        Perché ti interessano

            

Grano geneticamente modificato potrebbe essere un commutatore di gioco per le persone che vogliono abbassare la quantità di glutine nella loro dieta.

    

Evitare il glutine potrebbe essere in procinto di ottenere molto più facile – e tutto grazie al montaggio di gene CRISPR. Questo perché un team di ricercatori dell'Istituto per l'agricoltura sostenibile a Cordoba, in Spagna, ha utilizzato la tecnologia per eliminare la maggior parte delle gliadine (le proteine ​​del glutine che causano la maggior parte delle emissioni di intolleranza al glutine per le persone con malattia celiaca) nel grano

[factors] "Le proteine ​​di glutine, e specificamente le gliadine, sono importanti [factors] responsabili di innescare la malattia celiaca in individui geneticamente predisposti", ha dichiarato il dottor Francisco Barro Losada, il genetista il cui team ha effettuato la ricerca. "Ci sono molti geni gliadina nel grano di grano, che rende impossibile ottenere linee di grano senza gliadina usando metodi di allevamento classici. La modifica del gene da CRISPR / Cas consente l'introduzione di mutazioni in geni specifici e chiude questi geni [of]. In questo lavoro abbiamo potuto mutare 35 dei 45 geni gliadina nel grano di pane e ridurre la tossicità del grano fino all'85%. Questa è un'applicazione senza precedenti della tecnologia CRISPR / Cas. Le linee di frumento a basso glutine e senza transgene descritte nel lavoro costituiscono un avanzamento senza precedenti e le linee risultanti forniscono un eccellente materiale di origine per i programmi di allevamento di piante per introdurre il tratto di basso glutine nelle varietà di frumento d'elite "

Barro Losada rileva che attualmente il frumento risultante non è (ancora) adatto per i pazienti con malattie celiache, perché contiene ancora un po 'di glutine, anche se in quantità minore. Tuttavia, il grano potrebbe ancora essere usato per preparare alimenti a basso glutine per coloro che vogliono ridurre la loro assunzione di glutine. Poiché esiste un notevole gruppo di persone in grado di tollerare solo basse quantità di glutine, questo potrebbe essere un vantaggio importante per loro.

"Stiamo lavorando ora con i geni gliadina ancora presenti in queste righe", ha proseguito Barro Losada. In particolare, la squadra spera di poter disattivare i restanti 10 geni per assicurarsi che non siano prodotte proteine ​​di gliadina. Dovrebbero andare tutti a pianificare e, a condizione che questo sia considerato sicuro attraverso i canali appropriati, speriamo che non ci vorrà molto tempo prima che una nuova gamma di prodotti senza glutine appaia negli scaffali dei negozi di alimentari ovunque

Un documento che descrive il lavoro è stato recentemente pubblicato in Plant Biotechnology Journal.