Lo studio indica l'immunità al gregge contro l'HPV negli adulti statunitensi non vaccinati


Picture News: Studio indica l'immunità al gregge contro l'HPV negli adulti statunitensi non vaccinatiDi Dennis Thompson
HealthDay Reporter

Ultime notizie sulla salute sessuale

MARTEDÌ 10 SETTEMBRE 2019 (Notizie HealthDay) – Gli Stati Uniti potrebbero avvicinarsi a uno stato di immunità da gregge contro il papillomavirus umano (HPV), un virus collegato a diversi tumori.

Le infezioni orali da HPV sono diminuite del 37% tra gli uomini non vaccinati dai 18 ai 59 anni tra il 2009 e il 2016, secondo un rapporto del 10 settembre nella Diario dell'American Medical Association.

Ciò includeva un declino delle infezioni da HPV16, il ceppo riscontrato in oltre 9 casi su 10 di cancro alla testa e al collo legati al virus, ha affermato la ricercatrice senior Dr. Maura Gillison, professore di medicina presso il MD Anderson Cancer Center di Houston.

I ricercatori affermano che gli uomini stanno beneficiando dell'aumento dei tassi di vaccinazione contro l'HPV tra le donne americane, che ricevono il vaccino per prevenire il cancro cervicale causato da virus.

"Contrariamente ai tumori cervicali, non abbiamo alcun mezzo per selezionare i tumori della testa e del collo positivi all'HPV", ha detto Gillison. "Il vaccino è la nostra migliore speranza di prevenzione".

La vaccinazione contro l'HPV è raccomandata per le ragazze dal 2006 e per i ragazzi dal 2011. Il virus è stato collegato a tumori della cervice, del pene, dell'ano, della bocca e della gola.

I tassi di vaccinazione tra ragazzi e ragazze sono in costante aumento, secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Nel 2017 circa la metà degli adolescenti era aggiornata con il vaccino HPV e due terzi dei bambini di età compresa tra 13 e 17 anni avevano ricevuto la prima dose per iniziare la serie. In media, la percentuale di adolescenti che hanno iniziato la serie di vaccini contro l'HPV è aumentata di 5 punti percentuali ogni anno tra il 2013 e il 2017, afferma il CDC.

"Sarebbe necessario almeno il 75% di copertura vaccinale per ragazzi e ragazze per sradicare l'HPV16, il tipo di HPV che probabilmente porterà allo sviluppo del cancro", ha detto Gillison.

Ma i tassi di vaccinazione sono in ritardo tra i maschi.

Per vedere se i maschi ricevono protezione da una maggiore vaccinazione contro l'HVP tra le femmine, Gillison e i suoi colleghi hanno esaminato i dati dell'indagine sanitaria federale degli Stati Uniti raccolti tra il 2009 e il 2016.

Hanno scoperto che entro il 2016 circa il 15% delle donne e il 6% degli uomini avevano ricevuto il vaccino.

Nonostante i tassi di vaccinazione più bassi tra i maschi, le infezioni orali da HPV sono diminuite dal 2,7% all'1,6% negli uomini tra il 2009 e il 2016.

È interessante notare che la prevenzione delle infezioni orali da HPV e i tumori della testa e del collo che causano non è elencata come una ragione per ottenere il vaccino, ha detto Gillison. Non sono stati condotti studi clinici per dimostrare che il vaccino HPV potrebbe prevenire tali tumori.

La diminuzione delle infezioni da HPV tra gli uomini non vaccinati è coerente con un declino delle infezioni genitali da HPV tra le donne non vaccinate tra il 2004 e il 2014, hanno osservato i ricercatori.

"Questo studio dimostra che anche con un'assunzione non ottimale del vaccino HPV, si stanno ottenendo importanti guadagni nell'immunità di gregge contro i tipi di HPV orale inclusi nel vaccino", ha affermato la dott.ssa Amesh Adalja, studiosa senior presso il Johns Hopkins Center for Health Security in Baltimora. Non era coinvolto nello studio.

"L'infezione orale da HPV è un fattore importante nello sviluppo del cancro alla testa e al collo, e questo vaccino ha il potenziale per cambiare il gioco man mano che vengono vaccinati più individui", ha detto Adalja.

Gillison ha affermato che i tumori della testa e del collo positivi all'HPV sono i tumori che aumentano più rapidamente negli Stati Uniti tra gli uomini di età inferiore ai 60 anni.

Ha invitato i medici a utilizzare i dati di questo e di altri studi per promuovere la vaccinazione contro l'HPV.

"Posso garantire che tutti i miei pazienti con diagnosi di carcinoma della testa e del collo positivi all'HPV si scambieranno due o tre colpi per tre mesi di terapia del cancro tossica in un battito cardiaco", ha detto.

"Il vaccino HPV, insieme al vaccino contro l'epatite B, sono i due progressi più importanti nella storia della prevenzione del cancro, punto", ha concluso Gillison.

MedicalNews
Copyright © 2019 HealthDay. Tutti i diritti riservati.

FONTI: Maura Gillison, M.D., Ph.D., professore, medicina, Dipartimento di Oncologia medica toracica / della testa e del collo, Università del Texas MD Anderson Cancer Center, Houston; Amesh Adalja, M.D., studioso senior, Johns Hopkins Center for Health Security, Baltimora; Diario dell'American Medical Association, 10 settembre 2019




PRESENTAZIONE

12 malattie sessualmente trasmissibili prevenibili: immagini, sintomi, diagnosi, trattamento
Vedi presentazione

Riferimenti

FONTI: Maura Gillison, M.D., Ph.D., professore, medicina, Dipartimento di Oncologia medica toracica / della testa e del collo, Università del Texas MD Anderson Cancer Center, Houston; Amesh Adalja, M.D., studioso senior, Johns Hopkins Center for Health Security, Baltimora; Diario dell'American Medical Association, 10 settembre 2019