L'industria petrolifera ha avuto il suo tempo, ma non andrà piano



<div _ngcontent-c15 = "" innerhtml = "

UN rapporto per gli investitori di BNP Paribas dice il la crescente efficienza delle energie rinnovabili significa che l'industria petrolifera è destinata a un declino irreversibile.

Secondo il rapporto, il olio l'industria non ha mai affrontato una minaccia come quella rappresentata dal doppio martello di energia rinnovabile e veicoli elettrici, che lo faranno presto rendere obsolete le auto con motori a combustione interna. Vendite di la nuova Tesla Model 3 in un mercato europeo in declino sono la prova che il olio industria perderà presto il suo miglior cliente, nonostante la sua lunga durata campagna di disinformazione sui veicoli elettrici.

Le prime prove scientifiche sulla nostra imminente emergenza climatica sono state pubblicate quarant'anni fae ampiamente ignorato. Ora sappiamo che, nonostante gli sforzi della lobby petrolifera per ridicolizzarli e negarli, era tutto vero. Poco meno di cinque anni fa, un articolo su Nature consigliato lasciando l'80% delle riserve di petrolio esistenti nel terreno, avvertendo delle conseguenze del non farlo, ma di nuovo la lobby petrolifera ha impedito ai politici di raggiungere qualsiasi accordo sulle misure per ridurre le emissioni di carbonio.

L'industria petrolifera è l'impresa più redditizia nella storia del mondo e intende continuare a esserlo fino a quando lo consentiremo, pur essendo pienamente consapevole delle conseguenze. Pertanto, anche se stiamo iniziando a vedere cadere dalla grazia, quel processo sarà ancora troppo lento. Sforzi delle Nazioni Unite per raggiungere emissioni zero entro il 2050 ignora il fatto che entro il 2050 sarà, secondo tutti i rapporti, troppo tardi.

Il olio l'industria lo sa seguendo le quattro fasi di interruzione, ma questo non gli impedirà di provare a resistere a quel processo nel tentativo di adattarsi e sopravvivere. Il più grande olio società e l'azienda più redditizia al mondo, Saudi Aramco, ha annunciato un investimento di $ 75 miliardi in una società petrolchimica indiana, un presunto alternativa all'uso di combustibili fossili per la combustione. Conchiglia acquisita Greenlots, un californiano gestione dell'energia e società di tecnologie di ricarica per veicoli elettrici, sei mesi fa, a iniziare la transizione della sua rete di stazioni di servizio. Le tecnologie per la produzione barche elettriche o aeroplani elettrici stanno avanzando rapidamente e sempre più paesi lo sono ripensare la propria infrastruttura di generazione attorno alle energie rinnovabili.

Generazione di energia attraverso fonti rinnovabili è migliorare esponenzialmente ed è qualcosa che è non è semplicemente migliore per il pianeta ma anche per gli investitori. Tuttavia, il olio l'industria non ha intenzione di votare fuori sede e continuerà a estrarre e sfruttare il pianeta riserve di petrolio. Non abbiamo tempo di aspettare che gli investitori si stancino di queste società. La tanto necessaria fine del industria petrolifera non dovrebbe essere determinato dalla sua redditività o meno, perché potrebbe persistere per decenni, ma invece attraverso decisioni politiche guidate da prove scientifiche, collegamenti a cui si possono trovare in questo articolo. La scritta è sul muro ed è stata per anni; quando ci preoccuperemo di leggerlo?

">

Un rapporto per gli investitori di BNP Paribas afferma che la crescente efficienza delle energie rinnovabili significa che l'industria petrolifera è destinata a un declino irreversibile.

Secondo il rapporto, il olio l'industria non ha mai affrontato una minaccia come quella rappresentata dal doppio martello di energia rinnovabile e veicoli elettrici, che presto renderanno obsolete le auto con motori a combustione interna. Le vendite del nuovo Tesla Model 3 in un mercato europeo in declino sono la prova che il olio l'industria perderà presto il suo miglior cliente, nonostante la sua lunga campagna di disinformazione sui veicoli elettrici.

Le prime prove scientifiche sulla nostra imminente emergenza climatica sono state pubblicate quarant'anni fa e ampiamente ignorate. Ora sappiamo che, nonostante gli sforzi della lobby petrolifera per ridicolizzarli e negarli, era tutto vero. Poco meno di cinque anni fa, un articolo su Nature ha raccomandato di lasciare a terra l'80% delle riserve di petrolio esistenti, avvertendo delle conseguenze di non farlo, ma ancora una volta la lobby petrolifera ha impedito ai politici di raggiungere un accordo sulle misure per ridurre le emissioni di carbonio.

L'industria petrolifera è l'impresa più redditizia nella storia del mondo e intende continuare a esserlo per tutto il tempo in cui lo consentiamo, pur essendo pienamente consapevole delle conseguenze. Pertanto, anche se stiamo iniziando a vedere cadere dalla grazia, quel processo sarà ancora troppo lento. Gli sforzi delle Nazioni Unite per raggiungere emissioni zero entro il 2050 ignorano il fatto che entro il 2050, secondo tutti i rapporti, sarà troppo tardi.

Il olio l'industria sa che sta seguendo le quattro fasi dell'interruzione, ma ciò non gli impedirà di provare a resistere a quel processo nel tentativo di adattarsi e sopravvivere. Il più grande olio La società e la società più redditizia del mondo, la Saudi Aramco, ha annunciato un investimento di $ 75 miliardi in una società petrolchimica indiana, una supposta alternativa all'utilizzo di combustibili fossili per la combustione. Conchiglia acquisì Greenlots, un californiano gestione dell'energia e sei mesi fa, la società di tecnologie per la ricarica dei veicoli elettrici inizia a trasferire la sua rete di stazioni di servizio. Le tecnologie per la produzione di imbarcazioni elettriche o aerei elettrici stanno avanzando rapidamente e sempre più paesi stanno ripensando la propria infrastruttura di generazione attorno alle energie rinnovabili.

Generazione di energia attraverso le fonti rinnovabili sta migliorando esponenzialmente ed è qualcosa che non è più semplicemente migliore per il pianeta ma anche per gli investitori. Tuttavia, il olio l'industria non ha intenzione di votare fuori sede e continuerà a estrarre e sfruttare il pianeta riserve di petrolio. Non abbiamo tempo di aspettare che gli investitori si stancino di queste società. La tanto necessaria fine del industria petrolifera non dovrebbe essere determinato dalla sua redditività o meno, perché potrebbe persistere per decenni, ma invece attraverso decisioni politiche guidate da prove scientifiche, collegamenti a cui si possono trovare in questo articolo. La scritta è sul muro ed è stata per anni; quando ci preoccuperemo di leggerlo?