L'importanza del settore dei trasporti per gli obiettivi di sviluppo sostenibile



<div _ngcontent-c15 = "" innerhtml = "

In precedenza ho scritto sull'importanza di assistenza sanitaria, trasformazione delle risorse, cibo e bevande, consumo, estratti e amp; lavorazione dei minerali, energie rinnovabili e & nbsp; energia alternativa, e infrastruttura settori al 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS). I dati sottostanti per quel blog si basano su un documento "La relazione tra la materialità degli investitori e gli obiettivi di sviluppo sostenibile: un quadro metodologico”Che ho scritto con i professori Gianni Betti e Costanza Consolandi dell'Università di Siena. Un riepilogo della nostra metodologia è fornito nel mio assistenza sanitaria inviare. In breve, abbiamo mappato le 26 questioni materiali ambientali, sociali e di governance (ESG) (organizzate in termini di categorie ambiente, capitale sociale, capitale umano, modello di business e innovazione, leadership e governance) in tutti i 77 settori organizzati in 11 settori, sviluppato dal Consiglio degli standard di contabilità di sostenibilità (SASB), al 169 obiettivi degli SDG. & nbsp; La mappatura di questi problemi sugli obiettivi degli OSS ci ha permesso di valutare come ogni settore sta creando o distruggendo valore per la società, concentrandosi su quelle questioni ESG che creano valore per gli azionisti. Sulla base di questa mappatura abbiamo creato un indice che varia da 0 a 100.

In questo post analizzerò l'importanza del settore dei trasporti. Il punteggio complessivo è 18,1, rispetto a 36,0 per alimenti e bevande, 32,6 per l'assistenza sanitaria, 30,4 per estrattivi e amp; lavorazione dei minerali, 28,4 per la trasformazione delle risorse, 23,8 per le energie rinnovabili e l'energia alternativa, 21,4 per le infrastrutture e 20,1 per i consumi, il che rappresenta la fine più bassa dei settori di cui ho scritto finora. Vi è una variazione in questo settore di otto settori. All'estremità superiore sono le automobili (24.6), il trasporto aereo e la logistica (24.6, i ricambi auto (23.2) e il trasporto marittimo (21.2). All'estremità inferiore sono il trasporto su strada (15.0), il trasporto ferroviario (13.8), le compagnie aeree (12.6 ) e noleggio auto e leasing (9.6).

Questo settore ha il suo maggiore impatto su tre obiettivi di sviluppo sostenibile, tutti allo stesso livello: # 3 (Good Health and Well-Being-26.7 & lsqb; nove dei nove obiettivi & rsqb;), # 7 (Affordable and Clean Energy-25.0 & lsqb; tre di tre obiettivi & rsqb ;, e # 12 (Responsible Production and Consumption-28.3 & lsqb; quattro degli otto obiettivi & rsqb;). & nbsp; Il basso rating di questo settore si riflette nel numero di settori per i quali le emissioni di ESG sono rilevanti. Tre (carburante delle emissioni di GHG la gestione e la salute, la sicurezza e il benessere dei dipendenti sono rilevanti per cinque settori. Le emissioni di gas a effetto serra e la gestione del carburante sono importanti per le compagnie aeree, il trasporto aereo e la logistica, il trasporto marittimo, il trasporto ferroviario e il trasporto su strada. e il benessere è per automobili, trasporto aereo e logistica, trasporto marittimo, trasporto ferroviario e trasporto stradale. La qualità dell'aria è materiale solo per quattro settori (trasporto aereo e logistica, trasporto marittimo, trasporto ferroviario e trasporto su strada) tari). La gestione dei rifiuti e dei materiali pericolosi (automobili, ricambi auto e trasporto marittimo) e l'impatto del ciclo di vita di prodotti e servizi (automobili, ricambi auto e noleggio e leasing di cure) sono materiali in tre settori. La gestione della catena di approvvigionamento, una delle questioni materiali più comuni nei settori analizzati finora, è solo materiale per il trasporto aereo e la logistica. Esistono 11 problemi SASB che non sono rilevanti per un singolo settore. & nbsp; & nbsp; Gli OSS su cui questo settore ha il minor impatto sono il numero 2 (Zero Hunger-6.9), il numero 4 (Quality Education-6.3), il numero 10 (Reduced Inequality-9.1) e il numero 16 (Peace, Justice and Strong Institutions-5.4).

Esistono sette SDG per i quali l'industria automobilistica (24,9) ha il suo impatto maggiore: # 3 (Good Health and Well-Being-33.3 & lsqb; otto dei nove obiettivi & rsqb;), # 5 (Gender Equality-27.8 & lsqb; quattro dei sei obiettivi & rsqb ;), # 8 (lavoro dignitoso e crescita economica-35,4 & lsqb; otto obiettivi su 10 & rsqb ;, # 11 (città e comunità sostenibili-26,3 & lsqb; tre obiettivi su sette & rsqb;), # 12 (produzione e consumo responsabili-35.5 & lsqb; quattro degli otto obiettivi & rsqb;), # 14 (Life Below Water-25.0 & lsqb; tre dei sette obiettivi & rsqb;) e # 15 (Life On Land-43.9 & lsqb; sei dei nove obiettivi & rsqb;). I sei problemi materiali per questo settore sono: gestione dei rifiuti e dei materiali pericolosi; rapporti di lavoro; salute, sicurezza e benessere dei dipendenti; impatto sul ciclo di vita di prodotti e servizi; qualità e sicurezza dei prodotti; approvvigionamento dei materiali). Questo settore ha il suo impatto minore su # 1 (No Poverty-9.9), # 4 (Quality Education-0.0), # 10 (Reduced Inequality-9.1) e # 16 (Peace, Justice and Strong Institutions-8.7).

Esistono otto SDG per i quali l'industria dei ricambi auto (23,2) ha il suo impatto maggiore. Condivide cinque di questi in comune con le automobili (n. 3, 11, 12, 14 e 15) a circa lo stesso livello. Sono anche classificati # 7 (Affordable and Clean Energy-34.9 & lsqb; tre dei tre obiettivi & rsqb;), # 9 (Industry, Innovation and Infrastructure-33.3 & lsqb; quattro dei cinque obiettivi & rsqb;) e # 13 (Climate Action-33.3 & lsqb; uno dei tre target & rsqb;). Ha anche sei problemi materiali: gestione dell'energia, gestione dei rifiuti e dei materiali pericolosi, impatto sul ciclo di vita di prodotti e servizi, qualità e sicurezza dei prodotti, comportamento competitivo e approvvigionamento dei materiali. Il motivo per cui l'azione per il clima appare per questo settore e non per le automobili è perché la questione ESG della gestione energetica è rilevante per l'obiettivo 13.1 "Rafforzare la resilienza e la capacità di adattamento ai pericoli legati al clima e alle catastrofi naturali in tutti i paesi". Questo settore ha il minor impatto su SDG n. 4 (0,0), n. 5 (uguaglianza di genere-5,6), n. 10 (9,1) e n. 16 (8,7).

Il trasporto aereo e la logistica (24.6) e le compagnie aeree (12.6) hanno profili simili avendo cinque dei loro sette principali SDG in comune 'anche se l'impatto del trasporto aereo e della logistica è generalmente maggiore # 1 (Zero Hunger-36,4 vs. 27,3), N. 3 (buona salute e benessere: 37,5 contro 19,6), n. 7 (energia accessibile e pulita-44,4 contro 30,4), n. 8 (lavoro dignitoso e crescita economica-31,3 contro 18,8) e n. 12 (responsabile Produzione e consumo: 35,5 contro 16,1). Distinti dal trasporto aereo e dalla logistica sono gli SDG n. 5 (Gender Equality-44.4 & lsqb; cinque dei sei obiettivi & rsqb;) e # 14 (Life Below Water-30.0 & lsqb; quattro dei sette obiettivi & rsqb;). Distinti dalle compagnie aeree sono # 9 (Industry, Innovation and Infrastructure-16.7 & lsqb; tre dei cinque obiettivi & rsqb;) e # 10 (Reduced Inequality-18.2 & lsqb; quattro dei sette obiettivi & rsqb;). Ogni settore ha cinque problemi materiali, tre dei quali hanno in comune: emissioni di gas a effetto serra, gestione del carburante e gestione degli incidenti e della sicurezza. Le altre due per il trasporto aereo e la logistica sono pratiche di lavoro eque e gestione della catena di approvvigionamento; per le compagnie aeree sono rapporti di lavoro e comportamenti competitivi. Gli SDG n. 2 e n. 4 sono classificati 0,0 da entrambi i settori, così come gli SDG n. 5, n. 11 (città e comunità sostenibili) e n. 16 per le compagnie aeree.

Il trasporto marittimo (21.2) è un'altra delle industrie con rating più elevato in questo settore, con il suo impatto maggiore sugli SDG n. 3 (Good Health and Well-Being-29.4 & lsqb; sette su nove obiettivi & rsqb ;, # 11 (Città e comunità sostenibili- 26.3 & quattro; sette dei sette obiettivi & rsqb;), # 12 (produzione e consumo responsabile-41.9 & lsqb; quattro degli otto obiettivi & rsqb;), # 14 (Life Below Water-45.0 & lsqb; quattro dei sette obiettivi & rsqb;) e # 15 (vita Su Land-26.8 "sei dei nove obiettivi". Le sette questioni materiali per questo settore sono le emissioni di GHG, la qualità dell'aria, la gestione del carburante, la gestione dei rifiuti e dei materiali pericolosi, gli impatti della biodiversità, la salute e il benessere dei dipendenti e la gestione degli incidenti e della sicurezza Gli SDG su cui ha il minor impatto sono # 1 (4.5), # 4 (0.0), # 9 (5.6), # 10 (0.0) e # 16 (8.7).

Il trasporto ferroviario (13.8) e il trasporto su strada (15.0) hanno un impatto complessivo inferiore rispetto al trasporto marittimo. La ragione principale di ciò è che le questioni materiali relative alla gestione dei rifiuti e dei materiali pericolosi e agli impatti sulla biodiversità non sono rilevanti per queste industrie e hanno un impatto sugli SDG n. 14 (Life Under Water) e n. 15 (Life On Land). Esistono due obiettivi di sviluppo sostenibile che queste industrie hanno in comune: # 3 (Good Health and Well-Being-27.5 & lsqb; sette dei nove obiettivi & rsqb; per entrambi) e # 5 (Gender Equality-33.3 & lsqb; cinque dei sei obiettivi & rsqb; per il trasporto su strada e 22.2 "Quattro dei sei obiettivi" per il trasporto ferroviario}. Gli altri due SDG per il trasporto ferroviario sono # 7 (Affordable and Clean Energy-30.4 & lsqb; tre dei tre obiettivi & rsqb;) e # 12 (Responsible Production and Consumption-22.6 & lsqb; tre degli otto obiettivi & rsqb;). Gli altri due obiettivi di sviluppo sostenibile per il trasporto stradale sono # 4 (Quality Education-25.0 & lsqb; due dei sette obiettivi & rsqb;) e # 8 (Decent Work and Economic Growth-25.0 & lsqb; sette dei 10 obiettivi & rsqb;). I problemi materiali che queste industrie hanno in comune (insieme al trasporto marittimo) sono le emissioni di GHG, la qualità dell'aria, la gestione del carburante, il benessere della salute dei dipendenti e la gestione degli incidenti e della sicurezza. Unico nel trasporto ferroviario è il comportamento competitivo e unico nel trasporto su strada è il reclutamento , sviluppo, an d conservazione. Gli SDG n. 2, n. 6, n. 11, n. 15 e n. 16 sono classificati nella parte inferiore di entrambi i settori. Così sono il n. 4 e il n. 10 per il trasporto ferroviario e il n. 1 per il trasporto ferroviario.

L'industria finale in questo settore e quella con il minor impatto è il noleggio e il leasing di autoveicoli (9.6). Il suo punteggio più alto è per SDG # 4 (Quality Education-25.0 & lsqb; due dei sette obiettivi & rsqb;). Gli SDG n. 2 (Fame Zero), n. 6 (Acqua potabile e servizi igienico-sanitari), n. 11 (Città e comunità sostenibili) e n. 15 (Vita sulla terra) hanno tutti un punteggio compreso tra 14,6 e 15,8. Esistono solo due problemi materiali per questo settore: benessere dei clienti e impatto sul ciclo di vita di prodotti e servizi. Gli SDG n. 1, n. 5, n. 8, n. 10, n. 12 e n. 16 ricevono tutti punteggi inferiori a 10,0.

Nel mio prossimo post su questo argomento scriverò sul settore della tecnologia e delle comunicazioni (24.2)) composto da sei settori: servizi di produzione elettronica e produzione di design originale (32.), servizi software e IT (29.1), hardware (24.1), semiconduttori (27,8), telecomunicazioni (13,4) e media e servizi Internet (18,5).

">

In precedenza ho scritto sull'importanza dell'assistenza sanitaria, trasformazione delle risorse, alimenti e bevande, consumo, estrazione e lavorazione dei minerali, energie rinnovabili ed energia alternativa e settori infrastrutturali ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS). I dati sottostanti per quel blog sono basati su un documento "La relazione tra la materialità degli investitori e gli obiettivi di sviluppo sostenibile: un quadro metodologico" che ho scritto con i professori Gianni Betti e Costanza Consolandi dell'Università di Siena. Un riassunto della nostra metodologia è disponibile nel mio post sanitario. In breve, abbiamo mappato le 26 questioni materiali ambientali, sociali e di governance (ESG) (organizzate in termini di categorie ambiente, capitale sociale, capitale umano, modello di business e innovazione, leadership e governance) in tutti i 77 settori organizzati in 11 settori, sviluppati dal Sustainability Accounting Standards Board (SASB), ai 169 obiettivi degli OSS. La mappatura di questi problemi sugli obiettivi degli SDG ci ha permesso di valutare come ogni settore sta creando o distruggendo valore per la società, concentrandosi su quelle questioni ESG che creano valore per gli azionisti. Sulla base di questa mappatura abbiamo creato un indice che varia da 0 a 100.

In questo post analizzerò l'importanza del settore dei trasporti. Il punteggio complessivo è 18,1 — rispetto a 36,0 per cibo e bevande, 32,6 per assistenza sanitaria, 30,4 per estrazione e lavorazione dei minerali, 28,4 per trasformazione delle risorse, 23,8 per energie rinnovabili ed energia alternativa, 21,4 per infrastruttura e 20,1 per consumo — mettendolo al minimo fine dei settori di cui ho scritto finora. Vi è una variazione in questo settore di otto settori. All'estremità superiore sono le automobili (24.6), il trasporto aereo e la logistica (24.6, i ricambi auto (23.2) e il trasporto marittimo (21.2). All'estremità inferiore sono il trasporto su strada (15.0), il trasporto ferroviario (13.8), le compagnie aeree (12.6 ) e noleggio auto e leasing (9.6).

Questo settore ha il suo impatto maggiore su tre SDG, tutti allo stesso livello: # 3 (Good Health and Well-Being-26.7 [nine of nine targets]), # 7 (Convenient and Clean Energy-25.0 [three of three targets]e # 12 (Responsible Production and Consumption-28.3 [four of eight targets]). Il basso rating di questo settore si riflette nel numero di settori per i quali le questioni ESG sono rilevanti. Tre (gestione del carburante per le emissioni di gas a effetto serra e salute, sicurezza e benessere dei dipendenti sono rilevanti per cinque settori. Le emissioni di gas a effetto serra e la gestione del carburante sono importanti per le compagnie aeree, il trasporto aereo e la logistica, il trasporto marittimo, il trasporto ferroviario e il trasporto su strada. La salute, la sicurezza e il benessere dei dipendenti sono per automobili, trasporto aereo e logistica, trasporto marittimo, trasporto ferroviario e trasporto stradale. La qualità dell'aria è materiale solo per quattro settori (trasporto aereo e logistica, trasporto marittimo, trasporto ferroviario e stradale gestione dei rifiuti e dei materiali pericolosi (automobili, ricambi auto e trasporto marittimo) e impatto del ciclo di vita di prodotti e servizi (automobili, ricambi auto, noleggio e leasing) sono materiali in tre settori: la gestione della catena di approvvigionamento, una delle i problemi materiali più comuni nei settori analizzati finora sono solo materiali per il trasporto aereo e la logistica. Ci sono 11 problemi SASB che non sono Materiale per un singolo settore. Gli SDG su cui questo settore ha il minor impatto sono # 2 (Zero Hunger-6.9), # 4 (Quality Education-6.3), # 10 (Reduced Inequality-9.1) e # 16 (Peace, Justice and Strong Institutions-5.4 ).

Esistono sette SDG per i quali l'industria automobilistica (24.9) ha il suo impatto maggiore: # 3 (Good Health and Well-Being-33.3 [eight of nine targets]), # 5 (Gender Equality-27.8 [four of six targets]), # 8 (lavoro dignitoso e crescita economica-35.4 [eight of 10 targets], # 11 (Città e comunità sostenibili-26.3 [three of seven targets]), # 12 (Produzione e consumo responsabili-35.5 [four of eight targets]), # 14 (Life Under Water-25.0 [three of seven targets]) e # 15 (Life On Land-43.9 [six of nine targets]). I sei problemi materiali per questo settore sono la gestione dei rifiuti e dei materiali pericolosi; rapporti di lavoro; salute, sicurezza e benessere dei dipendenti; impatto sul ciclo di vita di prodotti e servizi; qualità e sicurezza del prodotto; e approvvigionamento dei materiali). Questo settore ha il suo impatto minore su # 1 (No Poverty-9.9), # 4 (Quality Education-0.0), # 10 (Reduced Inequality-9.1) e # 16 (Peace, Justice and Strong Institutions-8.7).

Esistono otto SDG per i quali l'industria dei ricambi auto (23,2) ha il suo impatto maggiore. Condivide cinque di questi in comune con le automobili (n. 3, 11, 12, 14 e 15) a circa lo stesso livello. Al 7 ° posto (Conveniente e Clean Energy-34.9) si collocano al primo posto [three of three targets]), # 9 (Industria, innovazione e infrastruttura-33.3 [four of five targets]) e # 13 (Climate Action-33.3 [one of three targets]). Ha anche sei problemi materiali: gestione dell'energia, gestione dei rifiuti e dei materiali pericolosi, impatto sul ciclo di vita di prodotti e servizi, qualità e sicurezza dei prodotti, comportamento competitivo e approvvigionamento dei materiali. Il motivo per cui l'azione per il clima appare per questo settore e non per le automobili è perché la questione ESG della gestione energetica è rilevante per l'obiettivo 13.1 "Rafforzare la resilienza e la capacità di adattamento ai pericoli legati al clima e alle catastrofi naturali in tutti i paesi". Questo settore ha il minor impatto su SDG n. 4 (0,0), n. 5 (uguaglianza di genere-5,6), n. 10 (9,1) e n. 16 (8,7).

Il trasporto aereo e la logistica (24.6) e le compagnie aeree (12.6) hanno profili simili avendo cinque dei loro sette principali SDG in comune 'anche se l'impatto del trasporto aereo e della logistica è generalmente maggiore # 1 (Zero Hunger-36,4 vs. 27,3), N. 3 (buona salute e benessere: 37,5 contro 19,6), n. 7 (energia accessibile e pulita-44,4 contro 30,4), n. 8 (lavoro dignitoso e crescita economica-31,3 contro 18,8) e n. 12 (responsabile Produzione e consumo: 35,5 contro 16,1). Distinti dal trasporto aereo e dalla logistica sono gli SDG n. 5 (Gender Equality-44.4 [five of six targets]) e # 14 (Life Under Water-30.0 [four of seven targets]). Distinti dalle compagnie aeree sono # 9 (Industria, Innovazione e Infrastruttura-16.7 [three of five targets]) e # 10 (Ridotte disuguaglianze-18.2 [four of seven targets]). Ogni settore ha cinque problemi materiali, tre dei quali hanno in comune: emissioni di gas a effetto serra, gestione del carburante e gestione degli incidenti e della sicurezza. Le altre due per il trasporto aereo e la logistica sono pratiche di lavoro eque e gestione della catena di approvvigionamento; per le compagnie aeree sono rapporti di lavoro e comportamenti competitivi. Gli SDG n. 2 e n. 4 sono classificati 0,0 da entrambi i settori, così come gli SDG n. 5, n. 11 (città e comunità sostenibili) e n. 16 per le compagnie aeree.

Il trasporto marittimo (21.2) è un'altra delle industrie con rating più elevato in questo settore, con il suo impatto maggiore sugli SDG n. 3 (Good Health and Well-Being-29.4 [seven of nine targets], # 11 (Città e comunità sostenibili-26.3 [four of seven targets]), # 12 (Produzione e consumo responsabile-41.9 [four of eight targets]), # 14 (Life Under Water-45.0 [four of seven targets]) e # 15 (Life On Land-26.8 [six of nine targets]. Le sette questioni materiali per questo settore sono le emissioni di gas a effetto serra, la qualità dell'aria, la gestione del carburante, la gestione dei rifiuti e dei materiali pericolosi, gli impatti della biodiversità, la salute e il benessere dei dipendenti e la gestione degli incidenti e della sicurezza. Gli SDG su cui ha il minor impatto sono # 1 (4.5), # 4 (0.0), # 9 (5.6), # 10 (0.0) e # 16 (8.7).

Il trasporto ferroviario (13.8) e il trasporto su strada (15.0) hanno un impatto complessivo inferiore rispetto al trasporto marittimo. La ragione principale di ciò è che le questioni materiali relative alla gestione dei rifiuti e dei materiali pericolosi e agli impatti sulla biodiversità non sono rilevanti per queste industrie e hanno un impatto sugli SDG n. 14 (Life Under Water) e n. 15 (Life On Land). Esistono due SDG che queste industrie hanno in comune: # 3 (Good Health and Well-Being-27.5 [seven of nine targets] per entrambi) e # 5 (Gender Equality-33.3 [five of six targets] per il trasporto su strada e 22.2 [four of six targets] per il trasporto ferroviario}. Gli altri due SDG per il trasporto ferroviario sono # 7 (Convenient and Clean Energy-30.4 [three of three targets]) e # 12 (Responsible Production and Consumption-22.6 [three of eight targets]). Gli altri due SDG per il trasporto su strada sono # 4 (Quality Education-25.0 [two of seven targets]) e # 8 (lavoro dignitoso e crescita economica-25.0 [seven of 10 targets]). I problemi materiali che queste industrie hanno in comune (insieme al trasporto marittimo) sono le emissioni di GHG, la qualità dell'aria, la gestione del carburante, il benessere della salute dei dipendenti e la gestione degli incidenti e della sicurezza. Unico al trasporto ferroviario è il comportamento competitivo e unico al trasporto su strada è il reclutamento, lo sviluppo e la conservazione. Gli SDG n. 2, n. 6, n. 11, n. 15 e n. 16 sono classificati nella parte inferiore di entrambi i settori. Così sono il n. 4 e il n. 10 per il trasporto ferroviario e il n. 1 per il trasporto ferroviario.

L'industria finale in questo settore e quella con il minor impatto è il noleggio e il leasing di autoveicoli (9.6). Il suo punteggio più alto è per SDG # 4 (Quality Education-25.0 [two of seven targets]). Gli SDG n. 2 (Fame Zero), n. 6 (Acqua potabile e servizi igienico-sanitari), n. 11 (Città e comunità sostenibili) e n. 15 (Vita sulla terra) hanno tutti un punteggio compreso tra 14,6 e 15,8. Esistono solo due problemi materiali per questo settore: benessere dei clienti e impatto sul ciclo di vita di prodotti e servizi. Gli SDG n. 1, n. 5, n. 8, n. 10, n. 12 e n. 16 ricevono tutti punteggi inferiori a 10,0.

Nel mio prossimo post su questo argomento scriverò sul settore della tecnologia e delle comunicazioni (24.2)) composto da sei settori: servizi di produzione elettronica e produzione di design originale (32.), servizi software e IT (29.1), hardware (24.1), semiconduttori (27,8), telecomunicazioni (13,4) e media e servizi Internet (18,5).