Le diete occidentali zuccherate alimentano il superbug di recente evoluzione



Un batterio che causa la diarrea si sta evolvendo in una nuova specie, una che prospera nella tua dieta occidentale ricca di zuccheri, secondo un nuovo studio.

Il Clostridium difficile batteri produce spore che si diffondono attraverso il contatto con le feci, e così si trovano comunemente nei bagni o su superfici che le persone toccano senza lavarsi adeguatamente le mani. Inoltre, questo batterio sta diventando sempre più resistente ai disinfettanti utilizzati negli ospedali, ha affermato l'autore principale dello studio Nitin Kumar, un bioinformatico senior del Wellcome Trust Sanger Institute.

I pazienti che assumono antibiotici corrono il maggior rischio di sviluppare diarrea C. difficile, poiché gli antibiotici eliminano i batteri intestinali sani che in genere combattono l'infezione, Kumar ha detto a Live Science.

Nel nuovo studio, Kumar e il suo team hanno raccolto 906 ceppi diversi di C. difficile dall'ambiente, dall'uomo e da animali come cani, maiali e cavalli. I ricercatori hanno analizzato e confrontato il DNA per questi vari ceppi e ho scoperto che C. difficile si stava evolvendo in due specie separate.

Relazionato: 5 modi in cui i batteri intestinali influenzano la tua salute

Per essere considerate la stessa specie, due gruppi di organismi devono condividere il 95% dei loro genomi e le due specie emergenti di C. difficile condividere il 94% al 95%, ha detto Kumar. Ciò indica che "sono sull'orlo della speciazione".

Non è raro che i batteri si evolvano, ma "questa volta, vediamo effettivamente quali sono i fattori responsabili Evoluzione", Ha detto Kumar.

Una delle specie emergenti, C. difficile clade A, è quello che sta prosperando negli ospedali. Il team ha scoperto che costituiva il 70% dei campioni raccolti da pazienti ospedalieri. L'analisi del DNA ha suggerito che questa specie emergente ha iniziato ad evolversi 76.000 anni fa e alla fine ha raccolto mutazioni nei suoi geni che le hanno permesso di metabolizzare gli zuccheri e formare spore resistenti ai disinfettanti.

I ricercatori hanno quindi introdotto il C. difficile clade Un batterio per topi che stavano mangiando varie diete. I risultati hanno mostrato che i batteri avevano maggiori probabilità di prosperare e colonizzare l'intestino quando i topi mangiavano diete ricche di zuccheri semplici, come glucosio e fruttosio.

In sostanza, la nostra dieta e altri fattori legati allo stile di vita, come il tipo di disinfettante comunemente usato negli ospedali, stanno aiutando questi batteri ad evolversi in modo più efficace, ha affermato Kumar. Questi risultati suggeriscono che potrebbe essere utile considerare una "dieta povera di zuccheri per quei pazienti con infezione C. difficile clade A o [for hospitals to] cercare anche nuovi disinfettanti ".

I risultati sono stati pubblicati il ​​12 agosto sulla rivista Nature Genetics.

Originariamente pubblicato il Scienza dal vivo.