Le allergie sono in aumento? Glutine, arachidi e altri tassi di allergia


C'è stato un aumento delle allergie?

Rinite allergica (febbre da fieno),
l'asma e l'eczema atopico sono tra le cause più comuni
di malattia cronica. C'è anche una chiara evidenza che in Occidente
mondo questi disturbi stanno aumentando di frequenza. In Svezia, ad esempio,
il numero di bambini con rinite allergica, asma o eczema è raddoppiato in 12 anni
periodo.

Che cosa causa allergie?

Il
lo sviluppo di malattie allergiche si riferisce a una complessa interazione di genetica e
fattori ambientali. Poiché i cambiamenti genetici minimi si verificano in un breve periodo
di tempo, come negli ultimi vent'anni, dobbiamo supporre che i fattori ambientali siano
molto probabilmente responsabile di questa tendenza. La riunificazione della Germania
ha offerto una visione straordinaria dell'impatto dei cambiamenti ambientali sull'allergia
condizioni. Questi disordini erano meno comuni nella Germania dell'Est che in Occidente
La Germania prima della riunificazione, dove da quando è avvenuto quel cambiamento geopolitico,
la prevalenza di problemi allergici (ad eccezione dell'asma) è aumentata tra i bambini
che ha trascorso la prima infanzia nella Germania dell'Est.

Qual è la "Teoria dell'igiene" della formazione delle allergie?

Questa interessante osservazione solleva la possibilità che in qualche modo lo stile di vita occidentale giustifichi questo cambiamento. Forse questo stile di vita occidentale priva il sistema immunitario in via di sviluppo di una sufficiente esposizione ad agenti infettivi, per alimentare le risposte immunitarie che combattono le infezioni "anti-allergia". Un ambiente relativamente pulito e l'uso di antibiotici per malattie minori nelle prime fasi della vita possono invece influenzare il sistema immunitario verso le risposte di "allergia".

Questo descrive la cosiddetta "Teoria dell'igiene", che tenta di spiegare la crescente incidenza di malattie allergiche. Altri esempi, che illustrano questo, includono:

  • Minore incidenza di allergia in coloro che vivono nelle fattorie (o nelle zone rurali) a causa di una maggiore esposizione ai batteri nei fienili.
  • Bassa incidenza di allergia nei bambini più piccoli di famiglie numerose (tre o più fratelli più grandi) a causa della ripetuta esposizione alle infezioni da fratelli più grandi.
  • Bassa incidenza di asma e dispnea nei bambini che frequentano i centri diurni, dove sono esposti a più infezioni.

La teoria dell'igiene, tuttavia, non può spiegare i più alti tassi di asma allergico tra i poveri afroamericani nelle aree interne della città. È possibile che altri cofattori siano necessari per lo sviluppo dell'asma, come infezioni virali respiratorie, esposizione ad allergeni (come acari della polvere e scarafaggio), fumo di tabacco e inquinamento atmosferico (inclusi i fumi del diesel). È un momento emozionante per tutti noi coinvolti nella cura di persone con allergie e asma. Entro i prossimi 10 o 20 anni, è probabile che acquisiremo una maggiore comprensione degli eventi immunitari che provocano questi disordini comuni e affascinanti. Questa intuizione ci porterà sempre più vicino a una cura.