L'aereo spaziale Dream Chaser privato porterà il nuovo missile Vulcan per i lanci della NASA Cargo


L'aereo spaziale privato Dream Chaser ha una nuova corsa per la Stazione Spaziale Internazionale.

Sierra Nevada Corp. – la compagnia dietro la piccola nave simile a una navetta spaziale – ha annunciato oggi (14 agosto) che prevede di iniziare a lanciare Dream Chaser sul nuovo razzo Vulcan Centaur della United Launch Alliance (ULA), che dovrebbe lanciare nel suo primo volo di prova nel 2021.

Con l'aiuto dei nuovi missili Vulcaniani, Sierra Nevada Corp. prevede di consegnare più di 12.000 libbre. (5.400 kg) di carico alla stazione spaziale nel corso di sei missioni a partire dalla fine del 2021.

Relazionato: Nelle foto: il volo di prova Glide Dream Chaser Aces della Sierra Nevada

"Sono stato un fan, un sostenitore e una cheerleader di questo fantastico veicolo dal primo momento in cui l'ho visto", ha detto ai giornalisti l'amministratore delegato dell'ULA Tory Bruno mentre si trovava di fronte a un veicolo di prova Dream Chaser durante un briefing informativo a Louisville, Colo. "Essere in grado di fare il debutto commerciale di Vulcano con questo blocco di missioni sotto il Dream Chaser è davvero eccitante."

Dream Chaser sta per diventare l'ultima aggiunta alla flotta di navi mercantili che la NASA utilizza per lanciare merci alla Stazione Spaziale Internazionale. (La NASA attualmente spedisce merci nello spazio usando una combinazione di veicoli spaziali Cygnus di Northrop Grumman e Dragon di SpaceX, insieme a veicoli spaziali Progress della Russia e navi mercantili HTV del Giappone.)

Sebbene il veicolo spaziale fosse stato originariamente progettato per il trasporto di esseri umani, la Sierra Nevada ha perso SpaceX e Boeing quando la compagnia ha cercato di ottenere un contratto dalla NASA per lanciare gli astronauti nel 2014. Poi, nel 2016, la NASA ha scelto Dream Chaser della Sierra Nevada per i suoi servizi di rifornimento commerciale 2 (CRS-2) contratto, che prevede il lancio di sei missioni cargo alla stazione spaziale entro il 2024.

Immagine 1 di 4

Uno schema del razzo Vulcan Centaur con la navicella spaziale Dream Chaser.

Uno schema del razzo Vulcan Centaur con la navicella spaziale Dream Chaser all'interno della carenatura del carico utile.

(Credito immagine: Sierra Nevada Corp.)

Immagine 2 di 4

L'impressione di un artista del veicolo spaziale Dream Chaser.

L'impressione di un artista del veicolo spaziale Dream Chaser.

(Credito immagine: Sierra Nevada Corp.)

Immagine 3 di 4

L'impressione di un artista del veicolo spaziale Dream Chaser.

L'impressione di un artista del veicolo spaziale Dream Chaser.

(Credito immagine: Sierra Nevada Corp.)

Immagine 4 di 4

L'impressione di un artista del veicolo spaziale Dream Chaser attraccato alla Stazione Spaziale Internazionale.

L'impressione di un artista del veicolo spaziale Dream Chaser attraccato alla Stazione Spaziale Internazionale.

(Credito immagine: Sierra Nevada Corp.)

Dream Chaser è in fase di sviluppo dal 2004 e ha già completato alcuni test. Più di recente, nel 2017, ha completato un test di caduta a volo libero sul deserto del Mojave in California, dopo di che ha fatto un atterraggio alla base aeronautica di Edwards.

Nel frattempo, ULA sviluppa il suo razzo Vulcan Centaur di prossima generazione dal 2014 e il nuovo veicolo di lancio è destinato a sostituire il razzo Atlas V a cavallo di battaglia dell'azienda. La US Air Force ha assegnato $ 967 milioni per lo sviluppo del razzo nell'ambito della sua competizione di lancio nello spazio di sicurezza nazionale.

Il rendering di un artista del razzo Vulcan Centaur, il veicolo di lancio di nuova generazione della United Launch Alliance che dovrebbe essere lanciato sul suo primo volo di prova nel 2021.

(Credito immagine: United Launch Alliance)

Nel 2017, ULA ha annunciato che le prime missioni Dream Chaser sarebbero state lanciate sui missili Atlas V, ma la società ora punta a utilizzare il Vulcan Centaur per tutte e sei le missioni di consegna del carico alla stazione spaziale.

Tuttavia, l'Atlante V potrebbe potenzialmente finire per lanciare Dream Chaser, ha detto Bruno, ma solo se lo sviluppo del Centauro vulcaniano è in ritardo. "Siamo in orario con Vulcan", ha detto, "ma se dovesse succedere qualcosa, faremo in modo di volare quando sarai pronto."

Email Hanneke Weitering a hweitering@space.com o seguirla @hannekescience. Seguici su Twitter @Spacedotcom e via Facebook.