La terapia ormonale può proteggere dall'osteoartrite al ginocchio


Donne in postmenopausa che assumevano la terapia ormonale in menopausa (MHT) erano significativamente meno probabilità di sviluppare osteoartrite del ginocchio sintomatica (OA) rispetto a quelle che non avevano assunto MHT, mostra uno studio osservazionale trasversale a livello nazionale. Ma sia gli autori sia un esperto esterno dicono che i risultati dovrebbero essere considerati con attenzione.

"I partecipanti trattati con MHT avevano una prevalenza significativamente più bassa di OA del ginocchio sintomatico rispetto a quelli che non avevano ricevuto MHT.Tuttavia, questo studio trasversale preclude conclusioni sulle relazioni causali, quindi ulteriori studi prospettici e studi di intervento dovrebbero essere intrapresi per stabilire un'associazione causale tra ginocchio OA e MHT ", scrivono i ricercatori.

Jae Hyun Jung, MD, PhD, della Corea University College of Medicine, Inchon-ro, Seongbuk-gu, e la Divisione di Reumatologia, Dipartimento di Medicina Interna, Korea University Guro Hospital, Gurodong-ro, Guro-gu, entrambi a Seoul , Corea del Sud; e colleghi riportano le loro scoperte in un articolo pubblicato online il 21 dicembre scorso Menopausa.

I ricercatori hanno analizzato i dati di 4766 donne in post-menopausa che hanno partecipato al Sondaggio nazionale sulla salute e la nutrizione (KNHANES) tra il 2009 e il 2012. Hanno definito l'MHT come farmaco ormonale regolare da almeno 1 anno e definito OA del ginocchio in base ai sintomi e ai risultati radiografici .

Le 441 donne nel gruppo MHT avevano il 30% in meno di probabilità di avere OA rispetto alle 4325 donne nel gruppo non-MHT (odds ratio, 0,70, intervallo di confidenza del 95%, 0,50-0,99), dopo aggiustamento per la durata dell'MHT, età, obesità, età del menarca e della menopausa, ipertensione, diabete mellito, consumo di alcol, abitudine al fumo e stato socioeconomico.

"[T]il valore di P secondo MHT ha mostrato significatività statistica, ma il 95% [confidence interval] era vicino a 1,00. Ciò suggerisce che potrebbero insorgere problemi di riproducibilità se altri partecipanti sono inclusi in questo sondaggio ", spiegano i ricercatori." Tuttavia, i risultati sono stati significativi perché i partecipanti di KNHANES rappresentano l'intera popolazione coreana con un minimo di selezione ".

Leonard Reeves, MD, un medico di famiglia che esercita a Roma, in Georgia, esorta i clinici ad esercitare cautela nell'interpretazione di questi risultati di studio. "Il [American Academy of Family Physicians (AAFP)] e[Taskforceservizipreventivistatunitensi(USPSTF)[USPreventiveServicesTaskForce(USPSTF)] raccomandare contro la terapia ormonale sostitutiva nelle donne in postmenopausa, poiché i danni della terapia estrogenica superano i benefici. Secondo l'USPSTF, anche se l'uso della terapia ormonale per prevenire le condizioni croniche nelle donne in postmenopausa è associato ad alcuni benefici, ci sono anche danni ben documentati ", ha detto Reeves Medscape Medical News.

"Questo studio è stato condotto in Corea, quindi i risultati potrebbero non essere trasferiti negli Stati Uniti, ci sono molti fattori che differiscono tra i due paesi e le popolazioni, inoltre gli autori riconoscono che poiché l'intervallo di confidenza si avvicina a 1, l'aggiunta di più pazienti può Per ridurre l'effetto osservato, è importante non sovrastimare l'impatto dello studio e valutare attentamente i benefici e i danni del trattamento ", ha spiegato Reeves.

Tutte le caratteristiche generali differivano significativamente tra i gruppi MHT e non-MHT tranne ipertensione, stato di fumo e livello di reddito delle famiglie. L'età, l'indice di massa corporea e la prevalenza del diabete "erano significativamente più alti nel gruppo non-MHT rispetto al gruppo MHT", scrivono gli autori.

Il livello di istruzione era più alto nel gruppo che ha ricevuto MHT rispetto al gruppo che non lo ha fatto. Il gruppo MHT era più giovane al menarca e più anziano in menopausa rispetto al gruppo non-MHT.

"Gli utenti passati e attuali della terapia ormonale avevano una minore prevalenza di osteoartrite articolare del ginocchio, suggerendo che la terapia ormonale potrebbe essere protettiva contro l'artrosi del ginocchio", ha detto in un comunicato stampa JoAnn Pinkerton, direttore esecutivo della North American Menopause Society. "Questo studio suggerisce che gli estrogeni assunti in menopausa possono inibire il danno alla cartilagine e ridurre il deterioramento del ginocchio osservato ai raggi X."

Gli autori e Reeves non hanno rivelato relazioni finanziarie rilevanti.

Menopausa. Pubblicato online prima della stampa del 21 dicembre 2018. Estratto