La localizzazione aiuta la crescita della prenotazione in Cina



<div _ngcontent-c16 = "" innerhtml = "

Booking.com

Booking Holdings ha fatto i suoi primi soldi con un boom di viaggi negli Stati Uniti, la più grande economia del mondo. Al giorno d'oggi, sta lavorando sodo per fare lo stesso nel numero 2 del mondo, in Cina.

"I viaggiatori cinesi stanno visitando ogni luogo meraviglioso del mondo", ha affermato Marsha Ma, amministratore delegato cinese di Booking.com, il braccio di servizi online di Booking Holdings. & Nbsp; La Cina è pronta per una buona crescita anche in futuro, ha detto. & nbsp; Booking Holdings si colloca al n.42 nella lista Digital 100 di Forbes 2019.

Booking Holdings nasce nel 1997 come Priceline, un pioniere nel mercato dei servizi di viaggio online che ha beneficiato della rapida crescita dell'uso di Internet e della telefonia mobile. La società è diventata pubblica sul Nasdaq nel 1999 con una valutazione di $ 12,9 miliardi. Oggi, il marchio principale Booking.com vale 82,6 miliardi di dollari.

La prenotazione è entrata per la prima volta nel mercato cinese una decina di anni fa come un viaggio online all'inizio. Si è espanso in grande misura attraverso investimenti in altre società. Tra questi, ha investito $ 450 milioni in Meituan Dianping, una delle più grandi piattaforme di viaggio e consegna in Cina. Nel luglio 2018, Booking Holdings ha effettuato un altro investimento di $ 500 milioni, questa volta a Didi, il servizio di taxi-nilinging e car sharing n. 1 in Cina, con una mossa che gli ha permesso di toccare gli utenti di Didi. Booking Holdings detiene anche una partecipazione dell'8% in Ctrip, la più grande compagnia di viaggi online nostrana della Cina.

Ma incarna il modo in cui Booking.com ha cercato di localizzare la sua leadership cinese con personale esperto a livello internazionale. Prima di assumere l'incarico di amministratore delegato cinese della società, Ma, nato in Cina, laureato in ingegneria presso il Beijing Materials Institute e un MBA presso la Michigan State University, è stato membro dell'elenco Forbes China Women in Tech del 2019. Negli Stati Uniti, ha lavorato presso Oracle e Ariba nella Silicon Valley prima di tornare in Cina nel 2011, successivamente ha ricoperto incarichi direttivi a Tencent e Alibaba prima di entrare a far parte di Booking.com nel 2018.

Fai clic qui per l'elenco completo di The Digital 100

Grazie alla collaborazione con i pesi massimi digitali in Cina, Booking.com ha apportato miglioramenti agli utenti sulla propria app in versione cinese. Ad esempio, ora accetta pagamenti mobili con servizi di pagamento cinesi come WeChat Pay, Alipay e UnionPay ; gli utenti possono utilizzare i loro account WeChat o numeri di cellulare per registrarsi o accedere all'app. È stato lanciato un micro programma WeChat per offrire "buoni affari di tutti i giorni alla prenotazione" a WeChat per oltre un miliardo di utenti. La società prevede di lanciare presto una versione cinese di "Booking Assistant", un chatbot per comunicare con gli utenti attraverso una sola interfaccia.

È intelligente perché secondo la ricerca di Booking.com, il 73% dei viaggiatori cinesi desidera avere un'app di viaggio "one-stop" in cui il clic di un pulsante risolve tutto, dagli acquisti al tracciamento dei bagagli. Per Ma, la competizione si è "allargata dalle navi arteriose ai capillari" di piccoli dettagli di cui i viaggiatori e i partner della piattaforma si preoccupano.

A tal fine, Booking lo scorso anno ha lanciato un programma di fidelizzazione dei clienti specifico per il mercato cinese. Oltre a WeChat, utilizza anche gigantesche piattaforme web cinesi come Douyin – l'edizione cinese di Tik Toc, Toutiao e Baidu, nonché piattaforme video come Youku, iQiyi e Tencent. La società ha anche collaborato con blogger e opinion leader chiave per creare contenuti social per attirare i consumatori che, si spera, prenoteranno direttamente i servizi. & nbsp; Booking.com sta inoltre approfittando delle principali festività degli utenti cinesi come la festa nazionale di questo mese e il capodanno lunare per dare impulso al business.

La prenotazione sta anche cercando di lavorare con le principali società finanziarie, di trasporto e di telecomunicazione, come China Merchants Bank, China Eastern Airlines, Spring Airlines, Huawei e China Mobile e simili. (China Mobile si posiziona al 8 ° posto nella lista dei 100 digitali di quest'anno.) L'app di prenotazione è preinstallata negli smartphone Huawei; Spring Airlines ha un velivolo con Booking.com dipinto all'esterno.

Nel corso degli anni Booking.com ha dato al team cinese sempre più libertà, con l'obiettivo di superare un problema frequente che affligge le multinazionali. "L'anno scorso è stata fondata la business unit cinese (e) ha i suoi team indipendenti di sviluppo e marketing dei prodotti", ha affermato Ma.

Sebbene quest'anno la crescita economica globale sia rallentata, Booking.com non sta per arrendersi in Cina. "Il nostro è un impegno profondo" per il paese, ha detto Ma.

– Carrie Gan

– Traduzione: Ding Xiaxun

/ rf

Segui Forbes China @forbes_cn

& Nbsp;

">

Booking.com

Booking Holdings ha fatto i suoi primi soldi con un boom di viaggi negli Stati Uniti, la più grande economia del mondo. Al giorno d'oggi, sta lavorando sodo per fare lo stesso nel numero 2 del mondo, in Cina.

"I viaggiatori cinesi stanno visitando ogni luogo meraviglioso del mondo", ha affermato Marsha Ma, amministratore delegato cinese di Booking.com, il braccio di servizi online di Booking Holdings. La Cina è pronta per una buona crescita anche in futuro, ha detto. Booking Holdings si colloca al n. 42 della lista Digital 100 di Forbes 2019.

Booking Holdings nasce nel 1997 come Priceline, un pioniere nel mercato dei servizi di viaggio online che ha beneficiato della rapida crescita dell'uso di Internet e della telefonia mobile. La società è diventata pubblica sul Nasdaq nel 1999 con una valutazione di $ 12,9 miliardi. Oggi, il marchio principale Booking.com vale 82,6 miliardi di dollari.

La prenotazione è entrata per la prima volta nel mercato cinese una decina di anni fa come un viaggio online all'inizio. Si è espanso in grande misura attraverso investimenti in altre società. Tra questi, ha investito $ 450 milioni in Meituan Dianping, una delle più grandi piattaforme di viaggio e consegna in Cina. Nel luglio 2018, Booking Holdings ha effettuato un altro investimento di $ 500 milioni, questa volta a Didi, il servizio di taxi-nilinging e car sharing n. 1 in Cina, con una mossa che gli ha permesso di toccare gli utenti di Didi. Booking Holdings detiene anche una partecipazione dell'8% in Ctrip, la più grande compagnia di viaggi online nostrana della Cina.

Ma incarna il modo in cui Booking.com ha cercato di localizzare la sua leadership cinese con personale esperto a livello internazionale. Prima di assumere l'incarico di amministratore delegato cinese della società, Ma, nato in Cina, laureato in ingegneria presso il Beijing Materials Institute e un MBA presso la Michigan State University, è stato membro dell'elenco Forbes China Women in Tech del 2019. Negli Stati Uniti, ha lavorato presso Oracle e Ariba nella Silicon Valley prima di tornare in Cina nel 2011, successivamente ha ricoperto incarichi direttivi a Tencent e Alibaba prima di entrare a far parte di Booking.com nel 2018.

Fai clic qui per l'elenco completo di The Digital 100

Grazie alla collaborazione con i pesi massimi digitali in Cina, Booking.com ha apportato miglioramenti agli utenti sulla propria app in versione cinese. Ad esempio, ora accetta pagamenti mobili con servizi di pagamento cinesi come WeChat Pay, Alipay e UnionPay ; gli utenti possono utilizzare i loro account WeChat o numeri di cellulare per registrarsi o accedere all'app. È stato lanciato un micro programma WeChat per offrire "buoni affari di tutti i giorni alla prenotazione" a WeChat per oltre un miliardo di utenti. La società prevede di lanciare presto una versione cinese di "Booking Assistant", un chatbot per comunicare con gli utenti attraverso una sola interfaccia.

È intelligente perché secondo la ricerca di Booking.com, il 73% dei viaggiatori cinesi desidera avere un'app di viaggio "one-stop" in cui il clic di un pulsante risolve tutto, dagli acquisti al tracciamento dei bagagli. Per Ma, la competizione si è "allargata dalle navi arteriose ai capillari" di piccoli dettagli di cui i viaggiatori e i partner della piattaforma si preoccupano.

A tal fine, Booking lo scorso anno ha lanciato un programma di fidelizzazione dei clienti specifico per il mercato cinese. Oltre a WeChat, utilizza anche gigantesche piattaforme web cinesi come Douyin – l'edizione cinese di Tik Toc, Toutiao e Baidu, nonché piattaforme video come Youku, iQiyi e Tencent. La società ha anche collaborato con blogger e opinion leader chiave per creare contenuti social per attirare i consumatori che, si spera, prenoteranno direttamente i servizi. Booking.com sta inoltre approfittando delle principali festività degli utenti cinesi come la festa nazionale di questo mese e il capodanno lunare per dare impulso al business.

La prenotazione sta anche cercando di lavorare con le principali società finanziarie, di trasporto e di telecomunicazione, come China Merchants Bank, China Eastern Airlines, Spring Airlines, Huawei e China Mobile e simili. (China Mobile si classifica al n. 8 nella lista digitale di 100 di quest'anno.) L'app di prenotazione è preinstallata negli smartphone Huawei; Spring Airlines ha un velivolo con Booking.com dipinto all'esterno.

Nel corso degli anni Booking.com ha dato al team cinese sempre più libertà, con l'obiettivo di superare un problema frequente che affligge le multinazionali. "L'anno scorso è stata fondata la business unit cinese (e) ha i suoi team indipendenti di sviluppo e marketing dei prodotti", ha affermato Ma.

Sebbene quest'anno la crescita economica globale sia rallentata, Booking.com non sta per arrendersi in Cina. "Il nostro è un impegno profondo" per il paese, ha detto Ma.

– Carrie Gan

– Traduzione: Ding Xiaxun

/ rf

Segui Forbes China @forbes_cn