In che modo le Business School ottengono una leadership sbagliata



<div _ngcontent-c17 = "" innerhtml = "

Stereotipi statici di ciò che rende un "buon capo" non tagliarlo oggi

Getty

Chiedi cosa significa essere un "buon capo" e la maggior parte di noi sarebbe in grado di fornire una descrizione decente. Potremmo immaginare un re sul suo trono, che sta esaminando i suoi sudditi e la sua terra, governando con l'implacabile pugno di ferro che è stato il bestiame della sua famiglia per secoli. O il coraggioso guerriero, che guida le sue truppe, alimentato da un profondo senso di convinzione. Per molte persone, le nozioni di leadership sono radicate in tali archetipi culturali tradizionali.

In questo contesto, sono emerse nuove modalità teoriche e modelli di leadership con la frequenza con cui molti di noi cambiano le calze. Ma una convinzione fondamentale è alla base di molti di essi: che esiste un "gold standard" per la leadership, una sorta di ideale platonico che tutti dobbiamo insegnare.

Ogni business school offre diversi programmi di leadership, il che implica che il percorso di sviluppo è vasto, lungo la vita e uniforme. Questa linea argomentativa è utile se vuoi guadagnare dall'apprendimento e dallo sviluppo. Quanto bene serve la comunità degli affari è un'altra domanda del tutto. Una definizione di leadership radicata in archetipi statici e idealizzati non è adatta al mondo in cui ora ci troviamo.

Perché non esiste un tipo di leadership che va bene per tutti

Stiamo lavorando in ambienti più complessi e stimolanti che mai. Questo non è solo un semplice sentimento e c'è molta ricerca per sostenere quanto sia dirompente il mondo di oggi, ma considera questo: ci sono voluti 75 anni perché il telefono raggiungesse 50 milioni di utenti, Twitter ha impiegato solo nove mesi e Pokémon nove giorni.

Questa accelerazione significa che molti di noi nel mondo degli affari vivono nel timore di essere sopraffatti dagli eventi, legati alla tecnologia e in altro modo. Strategy & amp; ha parlato con dirigenti, manager e dipendenti di tutto il mondo e ha scoperto che la metà ritiene che la propria azienda non abbia le capacità per garantire che il cambiamento sia sostenuto a lungo termine. E questo è solo il cambiamento delle persone conoscere è necessario ora – non eventi futuri che non possiamo prevedere.

Cosa significa questo per i leader? In termini semplici, il ritmo e la natura del mondo lavorativo di oggi richiede una forma di leadership più dinamica e adattabile. Il mondo è troppo complesso per qualsiasi modello o modello statico, adatto a una sola misura, per avere una reale possibilità di successo.

Anche se potesse, c'è un ulteriore problema: siamo tutti individui con diversi punti di forza, debolezze e preferenze. Ciò che funziona bene per uno non potrebbe per un altro.

La leadership di successo viene da dentro

La leadership dinamica può essere definita come il processo di attivazione del nostro potenziale in accordo con i bisogni del momento presente. La chiave per trovarla è all'interno dell'individuo. Non si concentra sul perseguimento di alcuni standard di eccellenza irraggiungibili. Piuttosto, si fonda sul valore dell'individuo come fonte creativa, adattabile, unica e resiliente di ispirazione e guida per gli altri. Tale leadership implica una vigilanza costante attorno al tuo comportamento e al nutrimento del tuo sé migliore.

La leadership dinamica è anche essenziale per la salute e il benessere del leader. Una vita trascorsa all'inseguimento di alcuni gold standard astratti drena energia e autostima. Ma abbracciando un senso più individualizzato di ciò che è la leadership, i leader possono concentrarsi sul portare fuori il meglio da noi stessi e aiutare gli altri a fare lo stesso ogni giorno. È un fattore abilitante nel sostenere le prestazioni, proprio perché offre momenti di successo frequenti e che danno energia.

">

Gli stereotipi statici su ciò che rende un "buon leader" non lo riducono oggi

Getty

Chiedi cosa significa essere un "buon capo" e la maggior parte di noi sarebbe in grado di fornire una descrizione decente. Potremmo immaginare un re sul suo trono, che sta esaminando i suoi sudditi e la sua terra, governando con l'implacabile pugno di ferro che è stato il bestiame della sua famiglia per secoli. O il coraggioso guerriero, che guida le sue truppe, alimentato da un profondo senso di convinzione. Per molte persone, le nozioni di leadership sono radicate in tali archetipi culturali tradizionali.

In questo contesto, sono emerse nuove modalità teoriche e modelli di leadership con la frequenza con cui molti di noi cambiano le calze. Ma una convinzione fondamentale è alla base di molti di essi: che esiste un "gold standard" per la leadership, una sorta di ideale platonico che tutti dobbiamo insegnare.

Ogni business school offre diversi programmi di leadership, il che implica che il percorso di sviluppo è vasto, lungo la vita e uniforme. Questa linea argomentativa è utile se vuoi guadagnare dall'apprendimento e dallo sviluppo. Quanto bene serve la comunità degli affari è un'altra domanda del tutto. Una definizione di leadership radicata in archetipi statici e idealizzati non è adatta al mondo in cui ora ci troviamo.

Perché non esiste un tipo di leadership che va bene per tutti

Stiamo lavorando in ambienti più complessi e stimolanti che mai. Questo non è solo un semplice sentimento e c'è molta ricerca per sostenere quanto sia dirompente il mondo di oggi, ma considera questo: ci sono voluti 75 anni perché il telefono raggiungesse 50 milioni di utenti, Twitter ha impiegato solo nove mesi e Pokémon nove giorni.

Questa accelerazione significa che molti di noi nel mondo degli affari vivono nel timore di essere sopraffatti dagli eventi, legati alla tecnologia e in altro modo. strategia& ha parlato con dirigenti, manager e dipendenti di tutto il mondo e ha scoperto che la metà ritiene che la propria azienda non abbia le capacità per garantire che il cambiamento sia sostenuto a lungo termine. E questo è solo il cambiamento delle persone conoscere è necessario ora – non eventi futuri che non possiamo prevedere.

Cosa significa questo per i leader? In termini semplici, il ritmo e la natura del mondo lavorativo di oggi richiede una forma di leadership più dinamica e adattabile. Il mondo è troppo complesso per qualsiasi modello o modello statico, adatto a una sola misura, per avere una reale possibilità di successo.

Anche se potesse, c'è un ulteriore problema: siamo tutti individui con diversi punti di forza, debolezze e preferenze. Ciò che funziona bene per uno non potrebbe per un altro.

La leadership di successo viene da dentro

La leadership dinamica può essere definita come il processo di attivazione del nostro potenziale in accordo con i bisogni del momento presente. La chiave per trovarla è all'interno dell'individuo. Non si concentra sul perseguimento di alcuni standard di eccellenza irraggiungibili. Piuttosto, si fonda sul valore dell'individuo come fonte creativa, adattabile, unica e resiliente di ispirazione e guida per gli altri. Tale leadership implica una vigilanza costante attorno al tuo comportamento e al nutrimento del tuo sé migliore.

La leadership dinamica è anche essenziale per la salute e il benessere del leader. Una vita trascorsa all'inseguimento di alcuni gold standard astratti drena energia e autostima. Ma abbracciando un senso più individualizzato di ciò che è la leadership, i leader possono concentrarsi sul portare fuori il meglio da noi stessi e aiutare gli altri a fare lo stesso ogni giorno. È un fattore abilitante nel sostenere le prestazioni, proprio perché offre momenti di successo frequenti e che danno energia.