Il tuo migliore amico peloso potrebbe prolungare la vita


Immagine di notizie: il tuo migliore amico peloso potrebbe prolungare la vitaDi Dennis Thompson
HealthDay Reporter

MARTEDÌ 8 OTTOBRE 2019 (Notizie HealthDay) – Non arrabbiarti troppo con quel nuovo cucciolo che ha giocato sul tappeto o masticato le tue pantofole preferite.

A lungo termine, quel truffatore ti aiuterà a vivere una vita più lunga e più sana.

Un paio di nuovi rapporti hanno scoperto che i proprietari di cani hanno un rischio inferiore di morte precoce rispetto alle persone senza compagnia canina, in particolare quando si tratta di morire per infarto o ictus.

La proprietà del cane riduce del 24% il rischio complessivo di morte prematura di una persona, secondo i ricercatori che hanno condotto una revisione delle prove mediche disponibili.

Il beneficio è più pronunciato nelle persone con problemi cardiaci esistenti. I proprietari di cani avevano un rischio ridotto del 65% di morte a seguito di un infarto e un rischio ridotto del 31% di morte per malattie cardiache, i ricercatori hanno detto.

"Le persone che avevano avuto un attacco di cuore prima di avere un cane avevano una riduzione ancora maggiore della mortalità", ha detto l'autore principale Dr. Caroline Kramer, assistente professore di medicina all'Università di Toronto, in Canada.

Tale analisi è stata supportata da uno studio svedese separato, che ha scoperto che le vittime di infarto e ictus che possiedono cani hanno un rischio minore di morire, in particolare se vivono da soli.

Possedere un cane ha ridotto il rischio di morte di un paziente con infarto del 33% se vive da solo e del 15% se vive con un partner o un bambino, secondo i dati del registro nazionale dei pazienti svedese.

Allo stesso modo, i ricercatori svedesi hanno scoperto che il rischio di morte per i sopravvissuti all'ictus era del 27% più basso se vivevano da soli e del 12% più basso per quelli che vivono con qualcuno.

Entrambi i rapporti sono stati pubblicati l'8 ottobre sulla rivista Circolazione: qualità cardiovascolare e risultati.

Parte del beneficio è probabilmente dovuta all'attività fisica che deriva dall'avere un cane, ha detto Kramer.

Kramer ha intrapreso la ricerca dopo aver notato cambiamenti nel proprio comportamento dopo aver adottato il proprio cane, uno schnauzer in miniatura di nome Romeo.

"Al momento in cui ho iniziato a lavorare su questo, avevo avuto il mio cane per un anno e ho notato che stavo camminando molto di più", ha detto Kramer. "Ci sono molte prove che le persone che hanno cani camminano molto di più. Il loro grado di esercizio fisico è molto di più."

Kramer e i suoi colleghi hanno esaminato i dati per oltre 3,8 milioni di persone prelevate da 10 studi separati e hanno concluso che possedere un cane è associato a un rischio a lungo termine di morte prematura.

Ricerche precedenti hanno scoperto che i proprietari di cani tendono ad avere una pressione sanguigna più bassa, livelli di colesterolo più sani e meno stress, Kramer e i suoi colleghi hanno detto nelle note di fondo.

Uno studio ha scoperto che "l'atto di accarezzare un cane riduce la pressione sanguigna tanto quanto i farmaci per curare l'ipertensione", ha detto Kramer.

Ma lo studio svedese suggerisce che la compagnia di un cane contribuisce anche alla salute di una persona, ha affermato il dott. Dhruv Kazi, direttore associato dello Smith Center for Outcomes Research in Cardiology presso Beth Israel Deaconess Medical Center, Boston.

Nello studio svedese, la dott.ssa Mwenya Mubanga dell'Università di Uppsala e i suoi colleghi hanno esaminato il database dei pazienti della loro nazione per tutte le persone dai 40 agli 85 anni che avevano avuto un infarto o un ictus dal 2001 al 2012.

Gli investigatori hanno identificato oltre 181.000 vittime di infarto, di cui circa il 6% possedeva un cane e quasi 155.000 sopravvissuti all'ictus, di cui il 5% possedeva un cane.

Tutti coloro che possedevano un cane avevano un ridotto rischio di morte rispetto a quelli senza un cane, ma quel rischio era doppiamente ridotto nelle persone che vivevano da sole rispetto a quelle che vivevano con un'altra persona, i ricercatori hanno scoperto.

"La mia ipotesi è che il principale fattore di ciò è ciò che la proprietà del cane fa per la propria salute mentale", ha detto Kazi, che ha scritto un editoriale di accompagnamento sui due nuovi rapporti.

L'isolamento e la solitudine sono stati collegati a scarsi risultati di salute del cuore, ha detto Kazi, e possedere un cane sembra alleviare la solitudine di una persona abbastanza da avere un reale beneficio.

Lo studio svedese illustra questo. "Gli individui che vivono da soli sembravano avere il beneficio maggiore, il che è in linea con il fatto che è la compagnia che guida un grosso pezzo di questo beneficio", ha detto Kazi.

Tuttavia, Kazi ha aggiunto che sarebbe un errore trascurare i benefici fisici dell'avere un cane.

"Se possiedi un cane, non importa quanto sei stanco o quanto sia freddo, devi ancora andare a fare una passeggiata. Ecco cosa devi fare", ha detto Kazi.

MedicalNews
Copyright © 2019 HealthDay. Tutti i diritti riservati.

FONTI: Caroline Kramer, M.D., Ph.D., assistente professore, medicina, Università di Toronto, Canada; Dhruv Kazi, M.D., direttore associato, Smith Center for Outcomes Research in Cardiology, Beth Israel Deaconess Medical Center, Boston; 8 ottobre 2019, Circolazione: qualità cardiovascolare e risultati




IMMAGINI

Illustrazione del cuore
Sfoglia la nostra raccolta di immagini mediche per vedere le illustrazioni di anatomia e fisiologia umana
Vedi immagini

Riferimenti

FONTI: Caroline Kramer, M.D., Ph.D., assistente professore, medicina, Università di Toronto, Canada; Dhruv Kazi, M.D., direttore associato, Smith Center for Outcomes Research in Cardiology, Beth Israel Deaconess Medical Center, Boston; 8 ottobre 2019, Circolazione: qualità cardiovascolare e risultati