Il potere della creatività e della persistenza



<div _ngcontent-c17 = "" innerhtml = "

Brave New Workshop è un teatro di improvvisazione nel centro di Minneapolis. Diversi anni fa, ho partecipato alla sua classe 55+ improvvisata dal veterano del teatro Jim Robinson. Una dozzina di studenti e io abbiamo fatto esercizi di improvvisazione classici, incluso girare una storia una frase alla volta dicendo "sì" e prima di aggiungere alla storia.

La grande lezione che ho tolto sulla creatività da quelle classi è quanto sia vitale la mentalità “sì e”. Ultimamente, ho capito che è particolarmente vero quando lo sei in cerca di lavoro dopo i 50 anni.

Molti di noi, al lavoro e a casa, spesso rispondono agli altri con "sì, ma", sottolineando cosa c'è di sbagliato in ciò che ascoltiamo. La risposta "sì e" incoraggia invece l'apertura a nuove idee e opportunità.

Tom Zitzmann

Quindi: rilassato istruttore di viaggi di gruppo; Ora: Gold Mine Truck Driver

Ho pensato all'importanza dell'improvvisazione e dell'approccio "sì e" alla ricerca di lavoro nella seconda metà della vita dopo aver recentemente incontrato Tom Zitzmann in una caffetteria a Plymouth, Minn. Zitzmann, che ha 66 anni, guida un camion in un sotterraneo miniera d'oro vicino a Elko, Nevada. Il lavoro non è qualcosa che abbia mai immaginato di fare. Ma ama il lavoro e il reddito ha stabilizzato le sue finanze familiari.

Anche su Forbes:

"Sono stato in grado di parlare a modo mio", dice. "Mi piace molto il lavoro."

Per 23 anni, Zitzmann ha lavorato con il Carlson Travel Franchise Group, formando principalmente proprietari, manager e agenti. Quindi, è stato inaspettatamente licenziato nel 2009 a 56 anni. Il denaro era limitato. Zitzmann continuava a fare domanda per posizioni a tempo pieno mentre faceva quadrare i conti con una varietà di lavori part-time – per il censimento del 2010, Best Buy e una piccola società di marketing in cui versava liquori nei fine settimana. Stava impiegando 60 ore lavorative a settimana e non stava andando avanti. Nel 2011, sua moglie – che ora ha 68 anni – è stata licenziata dal suo lavoro presso una società di computer.

A gennaio 2012, "sapevo che era tempo di un grande cambiamento", afferma Zitzmann.

Ed è qui che la sua storia prende una svolta. Zitzmann, che fu adottato subito dopo la nascita, in seguito aveva contattato membri della sua famiglia di nascita (sua madre e suo padre erano morti). Un fratello di nascita viveva a Elko, in Nevada, e possedeva una piccola impresa di autotrasporti. Ha incoraggiato Zitzmann a venire ed essere un camionista in una delle miniere d'oro sotterranee della zona; Zitzmann aveva esperienza nella guida di camion e macchine edili, soprattutto al liceo e al college.

Così, il 15 aprile 2012, ha colto l'occasione, ha guidato fino a Elko e ha iniziato a cercare lavoro in modo creativo.

"Chiamerei le persone al telefono per stabilire contatti. Farei domanda online con tutte le principali compagnie minerarie che lavorano nel nord del Nevada. Ho preso appunti su tutti quelli con cui ho parlato e ho usato il loro nome quando ho contattato qualcun altro di quella compagnia. C'erano posti di lavoro, ma ancora stretti per un novellino come me ”, ricorda Zitzmann.

Per diventare un candidato di lavoro più forte, ha letto tutte le riviste minerarie e i giornali che riusciva a trovare. In questo modo, conosceva un po 'del gergo ed era in grado di usarlo nelle interviste di lavoro. E, dice Zitzmann, "racconterei la mia storia a tutti e proverei a stabilire connessioni".

Ha funzionato. Ha ottenuto un lavoro e ha iniziato il 7 giugno 2012. Da allora, ha guidato un camion nelle miniere per sette giorni di fila, seguito da sette giorni di riposo, in genere lavorando 84 ore a settimana. Le finanze delle famiglie sono decisamente migliorate e sta contribuendo al 401 (k) dell'azienda. Ritorna in Minnesota ogni volta che è pratico durante le sue settimane libere.

Nel 2018, ha vinto un premio Champion Safety dalla Nevada State Mining Association.

Sono costantemente sorpreso dalla creatività che alcuni over 50 espongono quando cercano lavoro che offra loro uno scopo e una busta paga. Ranger del parco. Houseitter per famiglie benestanti. Work-camper, o nomadi dei giorni nostri in possesso di camper lavori presso aziende stagionali.

Ma questo tipo di creatività e persistenza da parte di persone in cerca di lavoro più anziane è piuttosto insolito.

"Il novantacinque percento delle volte, le persone sono convenzionali nella loro ricerca di lavoro", afferma Steve Jewell, consulente in materia di risorse umane con sede a Twin Cities e recruiter aziendale. "Ma dal cinque al dieci percento dice:" Ho intenzione di ottenere ciò che voglio in un ambiente diverso ".

Michelle Eggenberger

Quindi: Construction Industry Vet; Ora: Delta Gate Agent

Questo è quello che ha fatto Michelle Eggenberger. Il suo approccio "sì e" è iniziato dopo essere diventato un collega dell'Università del Minnesota Iniziativa di carriera avanzata anno nel 2017. Tale programma offre un "anno sabbatico" per i lavoratori con esperienza per passare da una carriera a una con un focus specifico.

Eggenberger era un veterano dell'industria delle costruzioni da tre anni. Negli ultimi sette anni della sua carriera, ha tenuto conferenze sulla sostenibilità a conferenze del settore nel Midwest. A metà degli anni '50, quando il suo studio di architettura voleva che Eggenberger espandesse il suo territorio geografico, decise che era tempo di cambiare.

"Ero annoiato a morte", dice. "Non volevo ritirarmi. Volevo ancora fare qualcosa e fare carriera. "

La domanda era: fare cosa?

Il programma U of M le ha dato tempo per l'introspezione e per ottenere feedback su alcune idee. "Devi rispondere alle domande difficili", dice. Domande come: cosa voglio fare? A cosa sono disposto a rinunciare? In cosa sono bravo?

Eggenberger sapeva che voleva un lavoro frenetico in cui poteva usare la sua esperienza come risorsa e risolvere problemi. Ha deciso di diventare un agente di gate delle compagnie aeree.

Parla di "sì e!"

In questi giorni, se voli all'aeroporto Twin Cities, Eggenberger è uno dei dipendenti Delta che indossa un cappotto rosso.

Ottenere quel lavoro ha richiesto perseveranza e, sì, creatività.

Non aveva contatti nel settore. Quindi Eggenberger ha fatto ricerche sulle compagnie aeree che volavano dall'aeroporto di Twin Cities e ha ottenuto un colloquio di lavoro con Jet Blue.

"L'ho completamente distrutto", ride.

Un'intervista a Southwest non è andata molto meglio.

Ha lavorato sulle sue tecniche di intervista e alla fine Delta l'ha assunta come agente di gate. Da allora è stata promossa supervisore. Mentre Eggenberger sta facendo meno soldi nella sua nuova carriera, adora andare a lavorare. "Questa è la mia vocazione", dice. “Questo è il mio concerto. Lo adoro."

Budd Farley

Quindi: vendite IT; Ora: trasportatore di pazienti ospedalieri

Un'altra storia di creatività e perseveranza alla ricerca di lavoro dopo i 50 anni: Budd Farley, 62 anni.

È stato un musicista professionista per un breve periodo all'inizio della sua carriera, ha frequentato il college all'età di 30 anni ed è diventato graphic designer per circa un decennio. Un padre single con tre figli, aveva bisogno di un reddito migliore, quindi Farley passò alle vendite nel settore dell'informatica.

Ha funzionato bene finanziariamente ed è rimasto nel lavoro per 10 anni, ma non gli è piaciuto il lavoro.

Quindi, ha lasciato diversi anni fa. "Ci ho appeso il più a lungo possibile", dice Farley.

Ha provato diversi lavori. Niente è andato in panico. Quindi sua figlia, un'infermiera di un ospedale locale, gli suggerì di partecipare a una fiera del lavoro nel settore ospedaliero. Lo fece e poi fece domanda per diventare un trasportatore di M Health Fairview (il complesso medico per l'Università del Minnesota, i medici dell'Università di Minnesota e Fairview Health Services). Un trasportatore porta i pazienti dalle loro stanze d'ospedale alle loro procedure e viceversa.

Farley è stato assunto a giugno 2019. Guadagna molto meno di quanto abbia fatto come venditore IT, ma è più che soddisfacente.

"Adoro il lavoro", dice. "È molto significativo. Essere coinvolti con persone che spesso attraversano una crisi è umiliante. Sto solo assicurandomi che siano comodi. "

E, aggiunge, "Se riesci a toccare la vita di qualcuno per cinque o dieci minuti, è bello".

Una delle domande più difficili che ricevo quando parlo di eventi sul lavoro, l'imprenditorialità e la ricerca di uno scopo dopo i 50 anni è quando le persone vengono, mi raccontano la loro storia di ricerca di lavoro e mi chiedono "Cosa posso fare?" Hanno subito discriminazioni per età. Il denaro è stretto.

Hanno inviato decine (a volte centinaia) di curriculum e non hanno mai avuto risposta.

Le porte del settore che hanno definito gran parte della loro carriera ora sembrano chiuse.

Non ci sono risposte facili, ovviamente. Tranne forse questo: prova a diventare creativo e persistente nella tua ricerca di lavoro. In altre parole, "sì e".

">

Brave New Workshop è un teatro di improvvisazione nel centro di Minneapolis. Diversi anni fa, ho partecipato alla sua classe 55+ improvvisata dal veterano del teatro Jim Robinson. Una dozzina di studenti e io abbiamo fatto esercizi di improvvisazione classici, incluso girare una storia una frase alla volta dicendo "sì" e prima di aggiungere alla storia.

La grande lezione che ho tolto sulla creatività da quelle classi è quanto sia vitale la mentalità “sì e”. Ultimamente, ho capito che è particolarmente vero quando cerchi un lavoro dopo i 50 anni.

Molti di noi, al lavoro e a casa, spesso rispondono agli altri con "sì, ma", sottolineando cosa c'è di sbagliato in ciò che ascoltiamo. La risposta "sì e" incoraggia invece l'apertura a nuove idee e opportunità.

Tom Zitzmann

Quindi: rilassato istruttore di viaggi di gruppo; Ora: Gold Mine Truck Driver

Ho pensato all'importanza dell'improvvisazione e dell'approccio "sì e" alla ricerca di lavoro nella seconda metà della vita dopo aver recentemente incontrato Tom Zitzmann in una caffetteria a Plymouth, Minn. Zitzmann, che ha 66 anni, guida un camion in un sotterraneo miniera d'oro vicino a Elko, Nevada. Il lavoro non è qualcosa che abbia mai immaginato di fare. Ma ama il lavoro e il reddito ha stabilizzato le sue finanze familiari.

Anche su Forbes:

"Sono stato in grado di parlare a modo mio", dice. "Mi piace molto il lavoro."

Per 23 anni, Zitzmann ha lavorato con il Carlson Travel Franchise Group, formando principalmente proprietari, manager e agenti. Quindi, è stato inaspettatamente licenziato nel 2009 a 56 anni. Il denaro era limitato. Zitzmann continuava a fare domanda per posizioni a tempo pieno mentre faceva quadrare i conti con una varietà di lavori part-time – per il censimento del 2010, Best Buy e una piccola società di marketing in cui versava liquori nei fine settimana. Stava impiegando 60 ore lavorative a settimana e non stava andando avanti. Nel 2011, sua moglie – che ora ha 68 anni – è stata licenziata dal suo lavoro presso una società di computer.

A gennaio 2012, "sapevo che era tempo di un grande cambiamento", afferma Zitzmann.

Ed è qui che la sua storia prende una svolta. Zitzmann, che fu adottato subito dopo la nascita, in seguito aveva contattato membri della sua famiglia di nascita (sua madre e suo padre erano morti). Un fratello di nascita viveva a Elko, in Nevada, e possedeva una piccola impresa di autotrasporti. Ha incoraggiato Zitzmann a venire ed essere un camionista in una delle miniere d'oro sotterranee della zona; Zitzmann aveva esperienza nella guida di camion e macchine edili, soprattutto al liceo e al college.

Così, il 15 aprile 2012, ha colto l'occasione, ha guidato fino a Elko e ha iniziato a cercare lavoro in modo creativo.

"Chiamerei le persone al telefono per stabilire contatti. Farei domanda online con tutte le principali compagnie minerarie che lavorano nel nord del Nevada. Ho preso appunti su tutti quelli con cui ho parlato e ho usato il loro nome quando ho contattato qualcun altro di quella compagnia. C'erano posti di lavoro, ma ancora stretti per un novellino come me ”, ricorda Zitzmann.

Per diventare un candidato di lavoro più forte, ha letto tutte le riviste minerarie e i giornali che riusciva a trovare. In questo modo, conosceva un po 'del gergo ed era in grado di usarlo nelle interviste di lavoro. E, dice Zitzmann, "racconterei la mia storia a tutti e proverei a stabilire connessioni".

Ha funzionato. Ha ottenuto un lavoro e ha iniziato il 7 giugno 2012. Da allora, ha guidato un camion nelle miniere per sette giorni di fila, seguito da sette giorni di riposo, in genere lavorando 84 ore a settimana. Le finanze delle famiglie sono decisamente migliorate e sta contribuendo al 401 (k) dell'azienda. Ritorna in Minnesota ogni volta che è pratico durante le sue settimane libere.

Nel 2018, ha vinto un premio Champion Safety dalla Nevada State Mining Association.

Sono costantemente sorpreso dalla creatività che alcuni over 50 espongono quando cercano lavoro che offra loro uno scopo e una busta paga. Ranger del parco. Houseitter per famiglie benestanti. Camper da lavoro o nomadi dei camper moderni che svolgono lavori presso aziende stagionali.

Ma questo tipo di creatività e persistenza da parte di persone in cerca di lavoro più anziane è piuttosto insolito.

"Il novantacinque percento delle volte, le persone sono convenzionali nella loro ricerca di lavoro", afferma Steve Jewell, consulente in materia di risorse umane con sede a Twin Cities e recruiter aziendale. "Ma dal cinque al dieci percento dice:" Ho intenzione di ottenere ciò che voglio in un ambiente diverso ".

Michelle Eggenberger

Quindi: Construction Industry Vet; Ora: Delta Gate Agent

Questo è quello che ha fatto Michelle Eggenberger. Il suo approccio "sì e" è iniziato dopo essere diventato un membro dell'Iniziativa per la carriera avanzata dell'Università del Minnesota nel 2017. Quel programma offre un "anno sabbatico" per i lavoratori esperti per passare da una carriera a una con un focus specifico.

Eggenberger era un veterano dell'industria delle costruzioni da tre anni. Negli ultimi sette anni della sua carriera, ha tenuto conferenze sulla sostenibilità a conferenze del settore nel Midwest. A metà degli anni '50, quando il suo studio di architettura voleva che Eggenberger espandesse il suo territorio geografico, decise che era tempo di cambiare.

"Ero annoiato a morte", dice. "Non volevo ritirarmi. Volevo ancora fare qualcosa e fare carriera. "

La domanda era: fare cosa?

Il programma U of M le ha dato tempo per l'introspezione e per ottenere feedback su alcune idee. "Devi rispondere alle domande difficili", dice. Domande come: cosa voglio fare? A cosa sono disposto a rinunciare? In cosa sono bravo?

Eggenberger sapeva che voleva un lavoro frenetico in cui poteva usare la sua esperienza come risorsa e risolvere problemi. Ha deciso di diventare un agente di gate delle compagnie aeree.

Parla di "sì e!"

In questi giorni, se voli all'aeroporto Twin Cities, Eggenberger è uno dei dipendenti Delta che indossa un cappotto rosso.

Ottenere quel lavoro ha richiesto perseveranza e, sì, creatività.

Non aveva contatti nel settore. Quindi Eggenberger ha fatto ricerche sulle compagnie aeree che volavano dall'aeroporto di Twin Cities e ha ottenuto un colloquio di lavoro con Jet Blue.

"L'ho completamente distrutto", ride.

Un'intervista a Southwest non è andata molto meglio.

Ha lavorato sulle sue tecniche di intervista e alla fine Delta l'ha assunta come agente di gate. Da allora è stata promossa supervisore. Mentre Eggenberger sta facendo meno soldi nella sua nuova carriera, adora andare a lavorare. "Questa è la mia vocazione", dice. “Questo è il mio concerto. Lo adoro."

Budd Farley

Quindi: vendite IT; Ora: trasportatore di pazienti ospedalieri

Un'altra storia di creatività e perseveranza alla ricerca di lavoro dopo i 50 anni: Budd Farley, 62 anni.

È stato un musicista professionista per un breve periodo all'inizio della sua carriera, ha frequentato il college all'età di 30 anni ed è diventato graphic designer per circa un decennio. Un padre single con tre figli, aveva bisogno di un reddito migliore, quindi Farley passò alle vendite nel settore dell'informatica.

Ha funzionato bene finanziariamente ed è rimasto nel lavoro per 10 anni, ma non gli è piaciuto il lavoro.

Quindi, ha lasciato diversi anni fa. "Ci ho appeso il più a lungo possibile", dice Farley.

Ha provato diversi lavori. Niente è andato in panico. Quindi sua figlia, un'infermiera di un ospedale locale, gli suggerì di partecipare a una fiera del lavoro nel settore ospedaliero. Lo fece e poi fece domanda per diventare un trasportatore di M Health Fairview (il complesso medico per l'Università del Minnesota, i medici dell'Università di Minnesota e Fairview Health Services). Un trasportatore porta i pazienti dalle loro stanze d'ospedale alle loro procedure e viceversa.

Farley è stato assunto a giugno 2019. Guadagna molto meno di quanto abbia fatto come venditore IT, ma è più che soddisfacente.

"Adoro il lavoro", dice. "È molto significativo. Essere coinvolti con persone che spesso attraversano una crisi è umiliante. Sto solo assicurandomi che siano comodi. "

E, aggiunge, "Se riesci a toccare la vita di qualcuno per cinque o dieci minuti, è bello".

Una delle domande più difficili che ricevo quando parlo di eventi sul lavoro, l'imprenditorialità e la ricerca di uno scopo dopo i 50 anni è quando le persone vengono, mi raccontano la loro storia di ricerca di lavoro e mi chiedono "Cosa posso fare?" Hanno subito discriminazioni per età. Il denaro è stretto.

Hanno inviato decine (a volte centinaia) di curriculum e non hanno mai avuto risposta.

Le porte del settore che hanno definito gran parte della loro carriera ora sembrano chiuse.

Non ci sono risposte facili, ovviamente. Tranne forse questo: prova a diventare creativo e persistente nella tua ricerca di lavoro. In altre parole, "sì e".