Il futuro di una forza lavoro multi-generazionale



<div _ngcontent-c14 = "" innerhtml = "

L'industria può essere molto brava a individuare le tendenze e cogliere le opportunità che le accompagnano. Sospetto, tuttavia, che molte aziende debbano ancora prendere atto di una delle più grandi tendenze che ognuno di noi vedrà nelle nostre vite, indipendentemente dalla nostra età. Manca una tale tendenza potrebbe significare perdere l'opportunità di una generazione o di generazioni, letteralmente.

La tendenza: l'America sta vivendo un'ondata di invecchiamento senza precedenti; infatti, così è la maggior parte del mondo sviluppato. Qui negli Stati Uniti, 10.000 persone compiono 65 anni ogni giorno. A livello globale, entro il 2050 quasi 2 miliardi di persone, che rappresentano il 22% della popolazione proiettata, avranno almeno 60 anni. Questo rispetto al solo 12 percento della popolazione che era in quella fascia d'età nel 2015.

Getty

Pianificazione intenzionale

Per le imprese, la tendenza all'invecchiamento significa un nuovo tipo di cliente e significa anche un nuovo tipo di forza lavoro, una intergenerazionale. Pertanto, con entrambe le parti dell'equazione aziendale capovolta, le aziende dovranno essere intenzionate a immaginare, progettare e creare il futuro stesso del lavoro. È ora di andare avanti.

Il 6 giugno, un gruppo selezionato di dirigenti di alto livello, senza scopo di lucro e leader civici si riunirà per un vertice internazionale internazionale AARP: Disinter invecchiamento: il futuro del lavoro per tutte le generazioni. Esploreremo come le aziende, i membri del settore pubblico e le organizzazioni non governative possono collaborare per affrontare sia le sfide che le opportunità di una tendenza che l'invecchiamento non ha mai conosciuto. A guidare il dialogo, che avverrà nel quartier generale dell'AARP a Washington, sarà una schiera di leader di tutti i settori che inizia con l'ex segretario di Stato Madeleine Albright e che da lì, compresi i dirigenti di alcune delle più importanti società globali e altri organizzazioni. (Per un elenco di oratori, vai Qui.)

La giornata interattiva ci porterà attraverso tre temi: Creare. Investire. Prosperare. Mentre molte discussioni si concentrano su uno di questi temi, la sessione di moderazione è quella di toccare tutti e tre. Unendomi a me per esaminare il tema del mantenimento e del sostegno della forza lavoro del futuro ci saranno Frank Cooper Chief Marketing Officer Frank Cooper, Morgan Stanley Global Head di Talent Management Peg Sullivan e il CEO di Aegon Alex Wynaendts.

Afferrare opportunità

Nessuna domanda, c'è molto in gioco e molto da discutere il 6 giugno. In Giappone, dove il 30 percento della popolazione ha già superato i 60 anni, le aziende stanno trovando soluzioni per affrontare la mancanza di manodopera. Con le persone che vivono più a lungo, nel frattempo, molti vorranno o avranno bisogno di lavorare. Il posto di lavoro di cinque generazioni diventerà la norma. Se una società capirà la sempre crescente clientela di anziani, sarebbe meglio avere un forte contingente di membri del team in quel settore demografico che informi le sue decisioni e generi idee e soluzioni. Inoltre, la ricerca ha evidenziato come i lavoratori più anziani abbiano un patrimonio inestimabile di conoscenze e un maggiore impegno. La ricerca rivela anche una serie di altre realtà avvincenti: la produttività è più elevata quando le generazioni lavorano fianco a fianco, i diversi team guidano i rendimenti finanziari migliori ei team di età mista superano quelli con membri di età simili.

Il Vertice non è un raduno unico che andrà e verrà, ma piuttosto una parte di un'iniziativa di due anni più ampia del World Economic Forum fatta in collaborazione con AARP e l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (forse meglio nota come OCSE ). Attraverso quel Learning Collaborative, soprannominato "Living, Learning & amp; Guadagnare più a lungo: come e perché i datori di lavoro moderni dovrebbero abbracciare la longevità ", le aziende e altre organizzazioni possono impegnarsi formalmente diventando organizzazioni partner. Queste organizzazioni che partecipano alla Learning Collaborative possono quindi condividere le risorse esistenti e collaborare a nuove ricerche per aiutare i datori di lavoro a costruire, sostenere e sostenere la forza lavoro multi-generazionale. Con il lancio di Learning Collaborative all'inizio di quest'anno, l'evento del 6 giugno è il suo lancio nazionale negli Stati Uniti, quindi ti offre la tua prima opportunità di impegnarti in questa eccitante creazione del futuro.

Creare. Investire. Prosperare. Le probabilità sono, se ti impegni con i contenuti del CEO Forum, hai una certa esperienza in quei dipartimenti. Il 6 giugno ci imbarcheremo in quel tipo di viaggio, e in questo caso, faremo il viaggio insieme. Immaginiamo il futuro del lavoro che desideriamo e iniziamo a progettare l'entusiasmante percorso che ci porterà a quella visione realizzata. Se sei interessato puoi & nbsp; & nbsp;registrati qui.

& Nbsp;

">

L'industria può essere molto brava a individuare le tendenze e cogliere le opportunità che le accompagnano. Sospetto, tuttavia, che molte aziende debbano ancora prendere atto di una delle più grandi tendenze che ognuno di noi vedrà nelle nostre vite, indipendentemente dalla nostra età. Manca una tale tendenza potrebbe significare perdere l'opportunità di una generazione o di generazioni, letteralmente.

La tendenza: l'America sta vivendo un'ondata di invecchiamento senza precedenti; infatti, così è la maggior parte del mondo sviluppato. Qui negli Stati Uniti, 10.000 persone compiono 65 anni ogni giorno. A livello globale, entro il 2050 quasi 2 miliardi di persone, che rappresentano il 22% della popolazione proiettata, avranno almeno 60 anni. Questo rispetto al solo 12 percento della popolazione che era in quella fascia d'età nel 2015.

Pianificazione intenzionale

Per le imprese, la tendenza all'invecchiamento significa un nuovo tipo di cliente e significa anche un nuovo tipo di forza lavoro, una intergenerazionale. Pertanto, con entrambe le parti dell'equazione aziendale capovolta, le aziende dovranno essere intenzionate a immaginare, progettare e creare il futuro stesso del lavoro. È ora di andare avanti.

Il 6 giugno, un gruppo selezionato di dirigenti di alto livello, senza scopo di lucro e leader civici si riunirà per un vertice internazionale internazionale AARP: Disinter invecchiamento: il futuro del lavoro per tutte le generazioni. Esploreremo come le aziende, i membri del settore pubblico e le organizzazioni non governative possono collaborare per affrontare sia le sfide che le opportunità di una tendenza che l'invecchiamento non ha mai conosciuto. A guidare il dialogo, che avverrà nel quartier generale dell'AARP a Washington, sarà una schiera di leader di tutti i settori che inizia con l'ex segretario di Stato Madeleine Albright e che da lì, compresi i dirigenti di alcune delle più importanti società globali e altri organizzazioni. (Per un elenco di oratori, vai qui.)

La giornata interattiva ci porterà attraverso tre temi: Creare. Investire. Prosperare. Mentre molte discussioni si concentrano su uno di questi temi, la sessione di moderazione è quella di toccare tutti e tre. Unendomi a me per esaminare il tema del mantenimento e del sostegno della forza lavoro del futuro ci saranno Frank Cooper Chief Marketing Officer Frank Cooper, Morgan Stanley Global Head di Talent Management Peg Sullivan e il CEO di Aegon Alex Wynaendts.

Afferrare opportunità

Nessuna domanda, c'è molto in gioco e molto da discutere il 6 giugno. In Giappone, dove il 30 percento della popolazione ha già superato i 60 anni, le aziende stanno trovando soluzioni per affrontare la mancanza di manodopera. Con le persone che vivono più a lungo, nel frattempo, molti vorranno o avranno bisogno di lavorare. Il posto di lavoro di cinque generazioni diventerà la norma. Se una società capirà la sempre crescente clientela di anziani, sarebbe meglio avere un forte contingente di membri del team in quel settore demografico che informi le sue decisioni e generi idee e soluzioni. Inoltre, la ricerca ha evidenziato come i lavoratori più anziani abbiano un patrimonio inestimabile di conoscenze e un maggiore impegno. La ricerca rivela anche una serie di altre realtà avvincenti: la produttività è più elevata quando le generazioni lavorano fianco a fianco, i diversi team guidano i rendimenti finanziari migliori ei team di età mista superano quelli con membri di età simili.

Il Vertice non è un raduno unico che andrà e verrà, ma piuttosto una parte di un'iniziativa di due anni più ampia del World Economic Forum fatta in collaborazione con AARP e l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (forse meglio nota come OCSE ). Attraverso questo Learning Collaborative, soprannominato "Living, Learning & Earning Longer: come e perché i moderni datori di lavoro dovrebbero abbracciare la longevità", le aziende e altre organizzazioni possono impegnarsi formalmente diventando organizzazioni partner. Queste organizzazioni che partecipano alla Learning Collaborative possono quindi condividere le risorse esistenti e collaborare a nuove ricerche per aiutare i datori di lavoro a costruire, sostenere e sostenere la forza lavoro multi-generazionale. Con il lancio di Learning Collaborative all'inizio di quest'anno, l'evento del 6 giugno è il suo lancio nazionale negli Stati Uniti, quindi ti offre la tua prima opportunità di impegnarti in questa eccitante creazione del futuro.

Creare. Investire. Prosperare. Le probabilità sono, se ti impegni con i contenuti del CEO Forum, hai una certa esperienza in quei dipartimenti. Il 6 giugno ci imbarcheremo in quel tipo di viaggio, e in questo caso, faremo il viaggio insieme. Immaginiamo il futuro del lavoro che desideriamo e iniziamo a progettare l'entusiasmante percorso che ci porterà a quella visione realizzata. Se interessati, puoi registrarti qui.