Gli scienziati sono più vicini alla crescita dei reni fatti su ordinazione?


Notizia: gli scienziati sono più vicini ai reni fatti su ordinazione?

VENERDI, 8 febbraio 2019 (HealthDay News) – Gli scienziati che hanno utilizzato cellule staminali per coltivare reni funzionali nei ratti dicono che la loro ricerca potrebbe indicare la via alla crescita di nuovi reni per gli esseri umani.

Una carenza di reni da donatore significa che molte persone con insufficienza renale non ricevono mai un trapianto. Solo negli Stati Uniti, 95.000 persone stanno aspettando un nuovo rene.

Per ovviare alla carenza di organi dei donatori, gli scienziati stanno cercando di trovare modi per far crescere organi sani al di fuori del corpo umano.

Un approccio che ha prodotto risultati promettenti è chiamato complemento della blastocisti. Le blastocisti – i gruppi di cellule che si formano diversi giorni dopo la fecondazione degli ovuli – vengono prelevate da animali da laboratorio allevati per mancanza di organi specifici.

Le blastocisti vengono iniettate con cellule staminali di un animale normale, sebbene non necessariamente della stessa specie. Le cellule staminali formano l'intero organo mancante nel nuovo animale. Quell'organo può potenzialmente essere trapiantato su un altro animale.

"In precedenza abbiamo utilizzato la complementazione di blastocisti per generare pancreas di ratto" in topi senza pancreas funzionante, ha detto l'autore principale dello studio Teppei Goto, ricercatore presso l'Istituto Nazionale di Scienze Fisiologiche di Okazaki-shi, in Giappone.

"Abbiamo quindi deciso di indagare se il metodo potrebbe essere utilizzato per generare reni funzionali, che avrebbero un'applicazione molto più grande nella medicina rigenerativa a causa dell'alta domanda di donatori", ha detto Goto in un comunicato stampa dell'Istituto.

I ricercatori hanno prima cercato di far crescere i reni di ratto nei topi ma non hanno avuto successo. Ma erano in grado di far crescere topi nei ratti.

La corrispondente autrice Masumi Hirabayashi, professore associato presso l'istituto, ha affermato che lo studio conferma che il metodo è valido per la generazione di reni.

"In futuro, questo approccio potrebbe essere utilizzato per generare organi umani derivati ​​da cellule staminali nel bestiame, potenzialmente estendendo il [human] durata della vita e migliorare la qualità della vita di milioni di persone in tutto il mondo ", ha detto Hirabayashi.

Lo studio è stato pubblicato il 5 febbraio sul giornale Comunicazioni della natura.

– Robert Preidt

MedicalNews
Copyright © 2019 HealthDay. Tutti i diritti riservati.

FONTE: National Institute for Physiological Sciences, Giappone, comunicato stampa, 5 febbraio 2019