È improbabile che la posizione del sonno danneggi il bambino in gravidanza


Di Serena Gordon
HealthDay Reporter

MARTEDÌ 10 SETTEMBRE 2019 (Notizie HealthDay) – Alle donne incinte viene spesso detto di dormire sul lato sinistro per ridurre il rischio di parto prematuro, ma una nuova ricerca suggerisce che possono scegliere qualsiasi posizione più comoda durante la maggior parte della gravidanza.

"Possiamo rassicurare le donne che durante le 30 settimane di gravidanza, diverse posizioni del sonno sono sicure", ha dichiarato l'autore principale dello studio, il dott. Robert Silver, presidente di ostetricia e ginecologia presso la School of Medicine della University of Utah.

Silver ha affermato che lo studio non ha incluso le donne nelle ultime 30 settimane, quindi i ricercatori non possono rilasciare dichiarazioni definitive sulle ultime settimane di gravidanza.

La ricerca è stata pubblicata nel numero di ottobre di ostetricia e Ginecologia e prima di stampare online il 10 settembre.

Perché le donne sono state incoraggiate a dormire sul lato sinistro, in particolare dal momento che dormire durante la gravidanza può già essere scomodo e difficile?

Esiste un fenomeno noto che può limitare il flusso sanguigno durante il travaglio se una donna è distesa sulla schiena, ha spiegato la dott.ssa Nathan Fox, professore associato associato di ostetricia, ginecologia e scienze riproduttive presso la Icahn School of Medicine di Mount Sinai a New York City .

Alla fine della gravidanza, l'utero di una donna e il bambino occupano gran parte del corpo. Se una donna è distesa sulla schiena durante il travaglio, è possibile comprimere i vasi sanguigni sottostanti. Ciò potrebbe causare una riduzione della circolazione e un calo della frequenza cardiaca del bambino. Per contrastare questo, le donne sono posizionate leggermente lateralmente, ha affermato Fox, che è stato coautore di un editoriale pubblicato con lo studio.

Ricercatori del passato sospettavano che potesse succedere qualcosa di simile nelle donne che hanno avuto un parto morto, quando un feto muore nell'utero. Precedenti studi avevano chiesto alle donne che avevano avuto un parto morto di provare a ricordare come dormivano durante la gravidanza. Tali studi hanno trovato un legame significativo tra determinate posizioni del sonno, come ad esempio sul retro, e la nascita di un feto morto.

Ma Fox ha spiegato che è difficile per le persone ricordare cosa hanno fatto in passato, e ancora di più dopo una tragedia come la nascita di un morto.

Il nuovo studio è stato progettato in modo diverso. Poco più di 8.700 donne sono state interrogate in diversi punti durante la gravidanza sulle loro posizioni del sonno. Circa un terzo è stato anche sottoposto a uno studio sul sonno in cui sono state registrate le loro posizioni, ha affermato Silver.

Continua

I ricercatori hanno cercato una serie di esiti avversi in gravidanza, tra cui parto di alambicco, disturbi della pressione alta e avere un bambino piccolo per la sua età gestazionale. Il 22% delle donne nello studio ha avuto questi risultati.

Tuttavia, quando i ricercatori hanno confrontato queste complicanze della gravidanza con la posizione del sonno di una donna, non hanno trovato un collegamento.

Silver ha detto che questa ricerca deve essere fatta nella gravidanza successiva per vedere se i risultati sono gli stessi.

"Le donne dovrebbero cercare di dormire in qualsiasi posizione sia più comoda per loro", ha detto Fox. "E noi [the medical community] bisogna essere cauti quando si danno raccomandazioni su cosa fare nella vita di tutti i giorni. Considera quali sono le prove a sostegno di tale raccomandazione. "

Ha notato campagne di salute pubblica che incoraggiano le donne a dormire sul lato sinistro durante la gravidanza.

"È difficile prevedere il risultato di tali raccomandazioni laddove le persone hanno buone intenzioni, come prevenire la nascita di un morto. L'intervento può sembrare semplice o benigno, ma può potenzialmente causare disagio a molte persone. Rendere il sonno più difficile in gravidanza può avere un impatto su un la salute della donna. E, se succede qualcosa di orribile, è difficile convincere le donne che non è stata in qualche modo colpa loro ", ha detto Fox.

Il suo editoriale ha concluso: "Questo danno alle donne che già soffrono di tristezza e disperazione non deve essere minimizzato".

Notizie WebMD da HealthDay

fonti

FONTI: Robert Silver, M.D., presidente, ostetricia e ginecologia, University of Utah School of Medicine, Salt Lake City; Nathan Fox, M.D., professore clinico associato, Dipartimento di Ostetricia, Ginecologia e Scienze della Riproduzione, Icahn School of Medicine a Mount Sinai, New York City, e vicepresidente, Maternal Fetal Medicine Associates, New York City;ostetricia e Ginecologia, Ottobre 2019, online il 10 settembre 2019



Copyright © 2013-2018 HealthDay. Tutti i diritti riservati.