Data spiega perché "Friends" è ancora su Netflix: Warner Bros. exec


Le persone che guardano "Amici" su Netflix non sono come gli altri fan di "Amici".

La serie cattura un pubblico americano molto diverso sul servizio di streaming video rispetto a canali via cavo come Nickelodeon, TBS e Paramount Network, ha rilevato Nielsen. I fan dello show su Netflix tendono ad essere giovani, e alcuni potrebbero scoprire la sitcom degli anni '90 per la prima volta.

Il pubblico di Netflix per "Amici" era più piccolo di ciascuna delle reti via cavo a settembre, quando Nielsen ha analizzato il pubblico per lo spettacolo. La serie ha registrato una media di 5,5 milioni di spettatori su Netflix, rispetto ai 15,7 milioni di Nick At Nite di Nickelodeon, secondo le stime di Nielsen.

Shayanne Gal / Business Insider

Ma gli spettatori "Amici" su Netflix erano più giovani degli spettatori sulle reti via cavo, ha detto a Business Insider un dirigente della Warner Bros. L'età media degli spettatori "Amici" su Netflix è stata trovata a metà degli anni '20, rispetto alla metà degli anni '30 su Nick At Nite e verso la metà degli anni '40 su TBS e Paramount.

"Hai questo pubblico davvero giovane su Netflix che potrebbe scoprire questo spettacolo per la prima volta", ha detto il dirigente. "Stai portando un'intera nuova generazione di spettatori … Costruisce il marchio e lo spettacolo continua ad avere vita."

Nel 2018, "Friends" è stata la seconda serie più seguita tra gli spettatori statunitensi di Netflix, con le persone che passano 32,6 milioni di minuti a guardare la serie, o circa 62 anni, anche i dati Nielsen hanno trovato.

L'azienda di ricerca ha riscontrato una scarsa sovrapposizione nel pubblico americano che ha visto "Amici" su Netflix con quelli che guardavano le reti via cavo Nick At Nite, TBS e Paramount Network. A settembre, Netflix aveva circa 600.000 spettatori "Amici" in comune con gli spettatori dello show su Nick At Nite e TBS e 300.000 in comune con la Paramount Network. Le reti via cavo sono state trovate per avere milioni di telespettatori in comune l'uno con l'altro durante il periodo.

"Il pubblico di Netflix era quasi come un pubblico nuovo di zecca", ha detto il dirigente della Warner Bros. "Questo è qualcosa, come studio, a cui prestiamo molta attenzione. Non vogliamo mettere qualcosa su Netflix che distruggerà il pubblico presente su Turner o su Nick At Nite. Vogliamo che tutti vincano".

Nielsen ha presentato i dati degli spettatori "Amici" in un evento stampa a New York il 7 maggio. I dati sono stati un esempio di uno studio che Warner Bros., proprietario dei diritti di "Amici", utilizzato nell'analisi delle licenze per la serie, Brian Fuhrer, il vice presidente senior della leadership di prodotto, ha dichiarato durante l'evento. Warner Bros. è un cliente di Nielsen. Lo studio ha permesso a Nielsen di condividere i dati per mostrare come aziende come la Warner Bros. apprezzavano i loro spettacoli e confrontavano il pubblico tra le varie piattaforme.

Il dibattito su come portare le ripetizioni della TV in casa

Secondo quanto riferito, Netflix pagherà fino a $ 100 milioni per i diritti esclusivi per lo streaming di "Amici" nel 2019. Più tardi quest'anno, Warner Bros. " la casa madre, WarnerMedia, prevede di lanciare il proprio servizio di streaming. Sta rivedendo ogni pezzo di contenuto nella sua libreria per determinare quali serie e film mettere sulla piattaforma. Questo include "Amici", che Warner Bros. potrebbe rimuovere da Netflix per metterlo sulla sua piattaforma o mettere su entrambe le piattaforme.

Leggi di più: Disney spenderà 500 milioni di dollari per contenuti originali da utilizzare su Netflix il prossimo anno, ma la sua strategia potrebbe effettivamente rischiare miliardi

"Se pensi tutto a 'Amici', 'Seinfeld', vai a 'The Big Bang Theory', tutta questa produzione televisiva è di proprietà di Warner Bros.," Randall Stephenson, presidente e CEO di AT & T, ha detto a una conferenza JPMorgan martedì. "E porteremo molti di questi diritti multimediali, i diritti di licenza a noi stessi per mettere su un nostro prodotto SVOD" (riferendosi allo streaming video on demand).

I marchi di media legacy che stanno lanciando i propri rivali Netflix, tra cui WarnerMedia, Disney e Comcast's NBCUniversal, stanno valutando se mantenere i propri contenuti di libreria per i propri servizi o concedere loro licenze ad altri.

Aziende come la CBS stanno confrontando l'ammontare delle entrate delle licenze che i loro spettacoli potrebbero guadagnare con il costo di produzione degli spettacoli, così come il numero di nuovi abbonati che gli spettacoli potrebbero attirare, Joe Ianniello, l'amministratore delegato ad interim della CBS, ha detto sulla chiamata degli utili della sua azienda a maggio.

WarnerMedia dovrà anche pensare a come il pubblico per il suo servizio di streaming si confronterà con quello di Netflix, sulla base dei commenti dell'esecutivo della Warner Bros. Se gli spettatori sono diversi come lo erano su Netflix e le reti via cavo, potrebbe esserci spazio per spettacoli come "Amici" e "Seinfeld" su entrambe le piattaforme.

Quando Warner Bros. ha iniziato a vendere "Amici", ha introdotto lo spettacolo ai nuovi spettatori attraverso le reti TV locali. Ha trovato più fan su TV via cavo e, ora, servizi di streaming come Netflix.

"Tra dieci anni, chissà dove saranno le nuove piattaforme?" ha detto l'esecutivo della Warner Bros. "Ma spero che avremo un posto dove una nuova generazione di fan potrà entrare negli" Amici "."