Dalio fa da mentore a Diddy. Ecco alcune interviste chiave da asporto.


Puoi vedere l'intervista completa qui:

(Embed) https://www.youtube.com/watch?v=SCCfk2a2O5o (/ embed)

Dalio-Diddy è l'abbinamento che non hai mai saputo di aver bisogno.

Il finanziatore di siepi miliardario Ray Dalio ha dato un'occhiata agli spettatori in una recente sessione di tutoraggio che ha avuto con il suo nuovo protetto, nientemeno che il magnate rap Sean "Diddy" Combs.

Questo improbabile abbinamento è stato al centro della scena in un'intervista ponderata Dalio pubblicizzato su Twitter e rilasciato su YouTube.

Un rappresentante di Dalio ha confermato per Business Insider che la coppia si è incontrata al vertice Forbes 100 Greatest Business Minds.

"Sono grato che il mio cognome finisca in una C e il tuo finisca in una D, perché è così che ci siamo incontrati", ha detto Diddy a Dalio nel video. "Ero di fronte a te quando siamo andati a fare la foto grande".

Diddy ha posto a Dalio alcune domande chiave basate sul libro di successo di Principio "Principi", che delinea le idee di successo integrale del fondatore di Bridgewater. Dalio ha persino rilasciato un'app gratuita basata sul libro.

Diddy ha cercato il tutoraggio di Dalio "per aiutare a portare il suo grande successo ad un altro livello", secondo Dalio.

Ecco cosa Dalio ha candidamente dichiarato a Diddy che doveva fare per farlo accadere.

Chiedi: sto raccogliendo il meglio?

Nel definire la trasparenza radicale, Dalio ha consigliato a Diddy di essere di mentalità aperta, ma allo stesso tempo assertivo.

"Non rinunciare alla tua assertività, ma sii curioso" disse Dalio. "Sto raccogliendo il meglio?"

Ciò implica la capacità di ascoltare le idee di altre persone (raccoglierle, se vuoi), e poi posizionarle attraverso il filtro rigoroso della tua mente. Dalio afferma che il problema più grande che le persone hanno è che sono così legate o bloccate dalle loro opinioni che non possono accettare quelle degli altri.

"Il peggior problema, la peggiore tragedia dell'umanità, quasi ogni individuo, è che sono attaccati a opinioni sbagliate e non vogliono che vengano sottoposti a stress test", ha detto Dalio.

Trasparenza radicale significa andare nelle menti più brillanti con ciò che conosci e chiedere loro di mettere alla prova le tue convinzioni in modo da poter andare avanti con un certo livello di fiducia.

Dalio disse a Diddy che questo era importante per lui passare al livello successivo della sua carriera.

"La chiave è scoprire in cosa non sei bravo", ha detto Dalio, aggiungendo, "allora ottieni le persone che sono brave in quelle cose, e poi ottieni la grande leva, giusto?"

Trovare le persone giuste

Diddy ha sottolineato che nella ricerca di talenti, alcune persone intervistano bene, ma in realtà mancano delle qualità essenziali necessarie per fare il lavoro. Ha chiesto a Dalio come trovare le persone giuste.

Dalio utilizza test del profilo della personalità, controlli in background e riprende per filtrare i candidati, ma il processo chiave è quello che chiama "reverse-360". Ciò comporta la ricerca del candidato da parte di tutti coloro che li conoscevano in passato.

Quindi, nel foglio delle specifiche, il focus non dovrebbe essere solo sulle abilità, secondo Dalio – in effetti, lo identifica come la cosa meno importante. Le altre due qualità che hanno la precedenza sono i valori e le capacità.

"In primo luogo, quali sono i loro valori?" Disse Dalio. "Se non sei allineato ai valori, avrai un problema. Come starai l'uno con l'altro?"

Poi viene la differenziazione per le abilità che le persone hanno innatamente, come il pensiero creativo o l'affidabilità.

"Ogni persona ha una naturale capacità e abilità che ha continuato a sviluppare", ha detto Dalio. "Queste sono le cose che ti fanno eccellere o cattive nelle cose."

L'ultima arriva abilità, che vengono apprese.

Quando il candidato arriva per il colloquio, viene testato e il test continua ogni giorno sul posto di lavoro.

Diventare personale

Diddy ha portato i consigli di Dalio sul team building quando è diventato personale e ha condiviso la sua situazione con Dalio:

Ho dovuto abbandonare il gioco perché è arrivato a un punto in cui non mi sentivo come se stessi giocando con giocatori del mio calibro. Mi sentivo come se stessi investendo così tanto tempo nel presente, e nell'opera d'arte, che quando è arrivato il momento del mio investimento, il mio futuro, per quanto riguarda il mio team aziendale e il team di dirigenti intorno a me, è quasi uscito da me.

Stavo riscuotendo così tanto successo in così tante aree che non stavo prestando attenzione a assicurarmi di coltivare ancora la squadra.

Quando sono dovuto tornare fuori dal tour e sono dovuto tornare in modalità business, mi sono reso conto di aver superato la mia squadra. Non era che fossero cattivi, è solo che non erano al livello di eccellenza in cui ero.

Quel livello di eccellenza è molto, molto alto per me.

Dalio disse a Diddy che non doveva "assolutamente" scendere a compromessi sull'eccellenza.

Tuttavia, allo stesso tempo, trovare la strada giusta significa trovare i partner giusti e farli colmare le lacune nel proprio skillset.

Dalio disse a Diddy che una volta che avesse trovato le persone giuste, sarebbe stato un "calcio", o una gioia, lavorare con loro.

"Qualunque cosa tu voglia nella tua vita, devi chiedere, 'Chi sarà in grado di darmelo?'" Disse Dalio.

La transizione della mentalità dovrebbe essere da quella del giocatore al capitano – e il leader non deve fare tutto da solo.

"Proprio così c'è la definizione di una relazione mentore-allievo per me", ha detto Diddy, rispondendo al consiglio di Dalio. "Ho il mio ordine di marcia, so cosa farne."