Cosa dice Robert De Niro del deinvecchiamento nel film Netflix di Martin Scorsese, "The Irishman", e di tutto ciò che sappiamo sul processo



Da quando Martin Scorsese e Robert De Niro hanno collaborato per la prima volta nel film "Casino" del 1995, i fan delle collaborazioni del duo si sono chiesti quando avrebbero lavorato di nuovo insieme.

E finalmente sta accadendo con il film di Netflix "The Irishman", che aprirà alla fine di quest'anno, un progetto che i due hanno voluto fare per decenni. È il loro progetto più ambizioso ancora.

Basato sul libro di Charles Brandt, "I Heard You Paint Houses", il film è incentrato sul sicario Frank Sheeran, che ha ammesso di aver ucciso l'ex capo della squadra Teamsters, Jimmy Hoffa.

De Niro interpreta Sheeran, i cui ricordi dei suoi giorni nella folla coinvolgeranno flashback che risalgono a decenni. Ed è qui che le tasche profonde di Netflix tornano utili.

Scorsese progetta di mettere in scena i suoi attori – insieme a De Niro, il film è interpretato anche da Al Pacino, Joe Pesci e Harvey Keitel – nei flashback de-invecchiati grazie a Industrial Light and Magic.

In una recente intervista con Yahoo Entertainment UK, l'editore di lunga data di Scorsese, Thelma Schoonmaker, ha rivelato alcuni dettagli sul processo.

Di seguito è riportato tutto ciò che sappiamo finora su come verrà utilizzata la tecnologia motion-capture in "The Irishman", tra cui De Niro che racconta a Business Insider le fasi iniziali di cui faceva parte.

L'intera prima parte del film verrà raccontata in flashback.

Scorsese e De Niro sul set di "Taxi Driver".

Columbia Pictures

L'editore "The Irishman" Thelma Schoonmaker ha detto a Yahoo che il piano prevede la visione di De Niro, Pacino, Pesci e altri attori in versione de-age all'inizio del film.

"Stiamo giovaniliando gli attori nella prima metà del film", ha detto il redattore premio Oscar. "E poi la seconda parte del film interpreta la loro età, quindi è un grosso rischio."

L'editore Thelma Schoonmaker non ha ancora visto un'intera scena con gli attori de-invecchiati.

De Niro e Al Pacino.

AP

Sembra che ci sia ancora molto lavoro da fare sul lato della motion capture, dato che Schoonmaker non ha ancora visto una singola scena in cui il cast sia de-invecchiato. Quindi, anche se il piano è quello di avere la prima metà del film tutto in flashback, questo potrebbe cambiare una volta che può finalmente mostrare a Scorsese quello che ottiene dal filmato dopo averlo modificato.

"Non ho avuto un'intera scena in cui sono giovani", ha detto Schoonmaker a Yahoo, "E quello che dovrò vedere, e ciò che Marty dovrà vedere è: 'Come sta influenzando il resto di il film quando li vedi giovani? '"

Un film leggendario di Scorsese è stato utilizzato per testare la motion capture di de-aging per De Niro.

De Niro in "Quei bravi ragazzi".

Warner Bros.

Business Insider ha parlato con De Niro a maggio 2017 e ha presentato "The Irishman", che ha detto di aver già iniziato a fare test di motion capture per.

"Ho fatto una scena da" Quei bravi ragazzi "e loro hanno lavorato su quel pezzo e ci stiamo muovendo lentamente", ha detto. "Lo renderemo perfetto."

"The Irishman" potrebbe mostrare De Niro con i suoi ultimi vent'anni.

De Niro in "Il Padrino: Parte II".

supremo

Il produttore "The Irishman" Gastón Pavlovich ha regalato al Cinemablend nel 2017 un assaggio di quanto sia vasto il settore Industrial Light & Magic con il de-aging.

"Siamo stati in grado di filmare Bob e semplicemente fare una scena, e abbiamo visto che arrivava a quando aveva 20, 40, 60 anni, quindi non vediamo l'ora di farlo", ha detto. "Immagina di vedere come è apparso De Niro nei giorni di 'The Godfather 2', è più o meno come lo vedrai di nuovo."

De Niro aveva circa vent'anni quando interpretava il giovane Vito Corleone nelle scene dei flashback di "Padrino II".