Come questi cinque imprenditori affrontano lo stress in questo mondo VUCA



<div _ngcontent-c14 = "" innerhtml = "

Getty

Molte persone oggi sentono che il mondo sta diventando sempre più stressante e difficile da cogliere e affrontare, sia privatamente che nel mondo degli affari. Loro & nbsp; vedi & nbsp; il mondo & nbsp; ottenere più & nbsp;volatile, incerto, complesso e ambiguo& Nbsp; (VUCA) e & nbsp; sperimentare una pressione costante da eseguire.

Per gli imprenditori questa è una sfida. Devono essere costantemente aggiornati su ciò che accade nei loro mercati e in un ambiente più ampio. Ma devono anche mantenere la calma e seguire la propria strada. Dopotutto, non possono rispondere a tutto ciò che accade intorno a loro, non possono permettersi di sottolineare pienamente e devono essere il leader fiducioso richiesto dalle loro aziende.

Come fanno questo? In che modo gli imprenditori affrontano l'ambiente stressante che affrontano oggi? & Nbsp; Per scoprirlo, ho chiesto a cinque imprenditori di successo di condividere le loro esperienze e i loro consigli:

  • Jenn Lim (co-fondatore e CEO, Delivering Happiness)
  • Liviu Tanase (fondatore e CEO, ZeroBounce)
  • Andrea Loubier (CEO, Mailbird)
  • Uwe Dreissigacker (fondatore e CEO, Invoiceberry)
  • Joseph Duke (CEO, Red Hook)

In molti modi, questi cinque sono come qualsiasi altro imprenditore che affronta le sfide quotidiane della gestione e della crescita della propria attività. In quanto tali, dovrebbero essere abbastanza rappresentativi per altri imprenditori. La loro differenza principale è che lo fanno in modo significativamente più efficace rispetto all'imprenditore medio. Ciò significa che & nbsp; potrebbe imparare qualcosa da loro.

Come vivono lo stress

Anche se naturalmente hanno le loro differenze personali, ci sono diverse cose che condividono questi imprenditori. Una prima cosa che emerge è che all'unanimità si sperimenta lo stress, sia privatamente che negli affari. E sono tutti pronti ad ammettere che ogni tanto si rompono, cedono o hanno i loro momenti di esaurimento. Come dice Uwe: "Quando è tutto troppo travolgente, molto probabilmente perché la mia vita personale e aziendale diventa troppo volatile e incerta, voglio arrendermi e arrendermi." Questo ci dice che non sono supereroi ma normali esseri umani che sperimentano lo stress proprio come fanno tutti noi. Come vedremo di seguito, questo è importante.

Ciò che è anche interessante è ciò di cui sono più stressati. Non è, per esempio, la quantità di lavoro che devono affrontare o se avranno successo. & Nbsp; Si stressano quando le cose sono incerte e fuori dal loro controllo o quando si sentono bloccate. Joseph è molto chiaro su questo: "Il mio stress deriva dall'essere bloccato. & Nbsp; Semplice e semplice, è quando sono sopra la mia testa e non vedo nessuna via d'uscita." Ciò accade, ad esempio, & nbsp; in caso di incidente, quando un cliente vuole improvvisamente una soluzione diversa domani, o quando & nbsp; sono sconcertati da nuove e complesse norme. Quindi, per questi imprenditori, l'incertezza incontrollabile è la loro principale fonte di stress.

Ciò che spicca anche per tutti loro è il modo in cui si intrecciano affari e vita privata. Nello specifico, & nbsp; come spiegano, le loro vite private – la loro famiglia, il cane, gli hobby, le vacanze, eccetera – sono la loro ancora, la loro fonte principale di calma in modo che siano in grado di gestire le imprese stressanti e incerte che gestiscono. È sicuro dire che, senza questa ancora privata, non avrebbero mai avuto tanto successo. Liviu: "La mia famiglia mi tiene a terra: sono sempre stati il ​​mio posto di calma." Questo significa anche che, se qualcosa di stress accade a loro in privato, allora lo stress colpisce davvero.

Cosa fanno a riguardo

Non solo nel modo in cui sperimentano lo stress, ma anche nel modo in cui rispondono allo stress, gli imprenditori mostrano una notevole somiglianza, nonostante le loro differenze. Dalle loro storie, possiamo distillare le seguenti sette lezioni chiave:

  1. Accetta che le cose possano essere incerte e opprimenti. Non ha senso negarlo o fingere di avere sempre il controllo. Inoltre, accetta di essere stressato e di non poter risolvere tutto. Jenn aggiunge a questo: "Spero per il meglio, ma mi aspetto che possa accadere il peggio inimmaginabile."
  2. Regola le tue aspettative. Renditi conto che & nbsp; sentirsi bloccati o che le cose sono incerte e fuori controllo è solo un prodotto di & nbsp; quello che ti aspettavi in ​​anticipo come di cosa sono realmente le cose. & Nbsp; Regola la tua immagine e le tue aspirazioni in modo che siano più in linea con la realtà . Joseph: "La stessa tattica non sta abbassando le aspettative, ma la rivalutazione delle mie aspettative come contributo parziale allo stress".
  3. Stai attento, adatta e & nbsp; agisci velocemente. & Nbsp;Sii come un vigile del fuoco, sii sempre pronto ad agire all'istante nel caso in cui qualcosa di inaspettato – accadesse bene o male. Monitorare le cose da vicino e avere un piano B pronto nel caso in cui il piano A potrebbe non funzionare. Come ha detto Liviu: "I miei colleghi e io dobbiamo essere sempre nella mentalità vigile del fuoco. Dobbiamo essere pronti per ciò che sappiamo di non sapere. Indipendentemente da quanto sia volatile e complesso il nostro mercato, siamo pronti a reagire in fretta."
  4. Concentrati su & nbsp; qualcos'altro. Quando ti senti bloccato in un progetto o in un problema, lasciatelo per un po '. Lavora su qualcos'altro o lascia riposare la mente per un momento. Andrea: "Prendersi del tempo per fare le cose che ami o semplicemente disconnetterti & nbsp; è importante. Meditare. Fare yoga. Colpisci una lezione di fitness. Vai su una lunga escursione nella natura. Imposta le regole per nessuna tecnologia." E poi usa questo tempo per mettere la tua mente su qualcos'altro e lascia che il tuo subconscio faccia il lavoro.
  5. Sii il tuo vero ed intero sé. Rimani autentico, non fingere e non fare cose che sono apparentemente giuste o salutari ma che non ti stanno bene. Non mettere un coperchio sui tuoi sentimenti di stress. La tua squadra lo noterà comunque quando fingi. E comincia a piacerti per quello che sei. & Nbsp; Jenn era molto chiaro riguardo a questo: "Lo stress e la pressione possono accadere ogni giorno. Ecco perché credo che sia importante essere radicati in & nbsp; chi siamo, interamente & nbsp; e & nbsp; autenticamente."
  6. Mettiti nei panni degli altri.& nbsp; Chiediti come gli altri avrebbero risposto. Questo potrebbe essere qualcuno in compagnia o fuori, ma anche la tua figlia di tre anni o la mascotte della compagnia. Questo cambia prospettiva e ti aiuta anche ad essere più empatico nel modo in cui gli altri sperimentano qualcosa. & Nbsp; Uwe: "Da quando mia figlia è nata tre anni fa, ho imparato tanto osservando i suoi istinti naturali e provando ad applicarlo quando si trattava di situazioni difficili nella vita."
  7. Crea un'organizzazione che & nbsp; funzioni senza di te. & Nbsp;Anche se può essere molto difficile delegare e lasciare andare le cose, creare un team e un'organizzazione che non ha bisogno di te. Questo riduce il tuo livello di stress e riduce anche l'impatto che il tuo stress ha sull'azienda. & Nbsp; Perché, come & nbsp; Uwe sostiene: "L'aggiunta di scarse strutture e capacità organizzative alla sempre crescente volatilità, incertezza, complessità e ambiguità è una ricetta per il burn out."

Queste sono lezioni preziose, per gli imprenditori e anche per gli altri. Un'ultima cosa che questi imprenditori hanno mostrato è stata l'importanza dell'equilibrio e dell'autocoscienza. Sì, concentrarsi su qualcos'altro può essere molto efficace, ma non se lo si usa come una via di fuga, allora crea solo più stress. & Nbsp; E essere il tuo vero e intero sé è generalmente un buon consiglio, ma come hanno osservato gli imprenditori, lì inoltre è un limite a questo perché comunque tu senti e qualunque cosa tu faccia influisce sulla squadra. Quindi, il consiglio principale: non seguire questi consigli ciecamente, ma applicarli con saggezza.

Riconoscimento: Voglio ringraziare tutti e cinque gli imprenditori per la loro apertura e Corina Leslie per aver raccolto le informazioni per questo articolo. & Nbsp;

">

Molte persone oggi sentono che il mondo sta diventando sempre più stressante e difficile da cogliere e affrontare, sia privatamente che nel mondo degli affari. Vedono il mondo diventare più volatile, incerto, complesso e ambiguo (VUCA) e sperimentare una pressione costante per esibirsi.

Per gli imprenditori questa è una sfida. Hanno bisogno di stare costantemente al passo con ciò che accade nei loro mercati e in un ambiente più ampio. Ma devono anche mantenere la calma e seguire la propria strada. Dopotutto, non possono rispondere a tutto ciò che accade intorno a loro, non possono permettersi di sottolineare pienamente e devono essere il leader fiducioso richiesto dalle loro aziende.

Come fanno questo? In che modo gli imprenditori affrontano l'ambiente stressante che affrontano oggi? Per scoprirlo, ho chiesto a cinque imprenditori di successo di condividere le loro esperienze e i loro consigli:

  • Jenn Lim (co-fondatore e CEO, Delivering Happiness)
  • Liviu Tanase (fondatore e CEO, ZeroBounce)
  • Andrea Loubier (CEO, Mailbird)
  • Uwe Dreissigacker (fondatore e CEO, Invoiceberry)
  • Joseph Duke (CEO, Red Hook)

In molti modi, questi cinque sono come qualsiasi altro imprenditore che affronta le sfide quotidiane della gestione e della crescita della propria attività. In quanto tali, dovrebbero essere abbastanza rappresentativi per altri imprenditori. La loro differenza principale è che lo fanno in modo significativamente più efficace rispetto all'imprenditore medio. Questo significa che potremmo imparare qualcosa da loro.

Come vivono lo stress

Mentre naturalmente hanno le loro differenze personali, ci sono diverse cose che condividono questi imprenditori. Una prima cosa che emerge è che all'unanimità sicuramente provano lo stress, sia privatamente che negli affari. E sono tutti pronti ad ammettere che ogni tanto si rompono, cedono o hanno i loro momenti di esaurimento. Come dice Uwe: "Quando è tutto troppo travolgente, molto probabilmente perché la mia vita personale e aziendale diventa troppo volatile e incerta, voglio arrendermi e cedere". Questo ci dice che non sono supereroi ma normali esseri umani che sperimentano lo stress proprio come fanno tutti noi. Come vedremo di seguito, questo è importante.

Ciò che è anche interessante è ciò di cui sono più stressati. Ad esempio, non è la quantità di lavoro che devono affrontare o se avranno successo. Vengono stressati quando le cose sono incerte e fuori dal loro controllo o quando si sentono bloccati. Joseph è molto chiaro su questo: "Il mio stress deriva dall'essere bloccato: semplice e semplice, è quando sono sopra la mia testa e non vedo nessuna via d'uscita." Ciò accade, ad esempio, in caso di incidente, quando un cliente desidera improvvisamente una soluzione diversa domani o quando è sconcertato da nuove e complesse normative. Quindi, per questi imprenditori, l'incertezza incontrollabile è la loro principale fonte di stress.

Ciò che spicca anche per tutti loro è il modo in cui si intrecciano affari e vita privata. Nello specifico, come spiegano, le loro vite private – la loro famiglia, il loro cane, i loro hobby, le loro vacanze, eccetera – sono la loro ancora, la loro fonte principale di calma in modo che siano in grado di gestire le imprese stressanti e incerte che gestiscono. È sicuro dire che, senza questa ancora privata, non avrebbero mai avuto così tanto successo. Liviu: "La mia famiglia mi tiene a terra: sono sempre stati il ​​mio posto di calma". Questo significa anche che, se qualcosa di stress accade a loro in privato, allora lo stress colpisce davvero.

Cosa fanno a riguardo

Non solo nel modo in cui sperimentano lo stress, ma anche nel modo in cui rispondono allo stress, gli imprenditori mostrano una notevole somiglianza, nonostante le loro differenze. Dalle loro storie, possiamo distillare le seguenti sette lezioni chiave:

  1. Accetta che le cose possano essere incerte e opprimenti. Non ha senso negarlo o fingere di avere sempre il controllo. Inoltre, accetta di essere stressato e di non poter risolvere tutto. Jenn aggiunge: "Spero per il meglio, ma mi aspetto che possa accadere il peggio inimmaginabile".
  2. Regola le tue aspettative. Renditi conto che sentirsi bloccati o che le cose sono incerte e fuori controllo è solo un prodotto di ciò che ti aspettavi in ​​anticipo e di come sono realmente le cose. Regola la tua immagine e le tue aspirazioni in modo che siano più in linea con la realtà. Joseph: "La stessa tattica non sta abbassando le aspettative, ma la rivalutazione delle mie aspettative come contributo parziale allo stress".
  3. Stai attento, adattati e agisci in fretta. Sii come un vigile del fuoco, sii sempre pronto ad agire all'istante nel caso in cui qualcosa di inaspettato – accadesse bene o male. Monitorare le cose da vicino e avere un piano B pronto nel caso in cui il piano A potrebbe non funzionare. Come diceva Liviu: "I miei colleghi e io dobbiamo essere sempre nella mentalità dei vigili del fuoco, dobbiamo essere pronti per ciò che sappiamo di non sapere, indipendentemente da quanto sia volatile e complesso il nostro mercato, siamo pronti a reagire rapidamente".
  4. Concentrati su qualcos'altro. Quando ti senti bloccato in un progetto o in un problema, lasciatelo per un po '. Lavora su qualcos'altro o lascia riposare la mente per un momento. Andrea: "Prenditi il ​​tempo per fare le cose che ami o semplicemente per staccare la spina è importante Medita, fai yoga, partecipa a un corso di fitness, fai una lunga escursione nella natura, fissa le regole per nessuna tecnologia". E poi usa questo tempo per mettere la tua mente su qualcos'altro e lascia che il tuo subconscio faccia il lavoro.
  5. Sii il tuo vero ed intero sé. Rimani autentico, non fingere e non fare cose che sono apparentemente giuste o salutari ma che non ti stanno bene. Non mettere un coperchio sui tuoi sentimenti di stress. La tua squadra lo noterà comunque quando fingi. E inizia a piacerti per quello che sei. Jenn è stato molto chiaro su questo: "Lo stress e la pressione possono accadere ogni giorno, ed è per questo che credo sia importante essere radicati in ciò che siamo, totalmente e autenticamente".
  6. Mettiti nei panni degli altri. Chiediti come gli altri avrebbero risposto. Questo potrebbe essere qualcuno in compagnia o fuori, ma anche la tua figlia di tre anni o la mascotte della compagnia. Questo cambia la prospettiva e ti aiuta anche ad essere più empatico nel modo in cui gli altri sperimentano qualcosa. Uwe: "Da quando mia figlia è nata tre anni fa, ho imparato tanto osservando i suoi istinti naturali e provando ad applicarlo quando si trattava di situazioni difficili nella vita."
  7. Crea un'organizzazione che funzioni senza di te. Anche se può essere molto difficile delegare e lasciare andare le cose, creare un team e un'organizzazione che non ha bisogno di te. Questo riduce il tuo livello di stress e riduce anche l'impatto che il tuo stress ha sull'azienda. Perché, come sostiene Uwe: "L'aggiunta di scarse capacità organizzative e organizzative alla sempre crescente volatilità, incertezza, complessità e ambiguità è una ricetta per bruciare".

Queste sono lezioni preziose, per gli imprenditori e anche per gli altri. Un'ultima cosa che questi imprenditori hanno mostrato è stata l'importanza dell'equilibrio e dell'autocoscienza. Sì, concentrarsi su qualcos'altro può essere molto efficace, ma non se lo si usa come una fuga, quindi crea solo più stress. E essere un vero e proprio sé è generalmente un buon consiglio, ma come hanno osservato gli imprenditori, c'è anche un limite a questo perché comunque tu senti e qualunque cosa tu faccia influisce sulla squadra. Quindi, il consiglio principale: non seguire questi consigli ciecamente, ma applicarli con saggezza.

Riconoscimento: Voglio ringraziare tutti e cinque gli imprenditori per la loro apertura e Corina Leslie per aver raccolto le informazioni per questo articolo.