Cloudflare, la prossima grande azienda IPO sulla sicurezza informatica, afferma che potrebbe aver violato la legge degli Stati Uniti facendo affari con terroristi e trafficanti di stupefacenti


Cloudflare ha dato una forte indicazione che il suo roadshow IPO sta andando bene, quando mercoledì ha aumentato la sua gamma di prezzi mercoledì a $ 12 a $ 14 per azione, passando da $ 10 a $ 12 per azione.

Ciò dovrebbe valutare la società tra $ 3,5 miliardi e $ 4,1 miliardi al momento della sua IPO, superando la sua ultima valutazione privata di $ 3,25 miliardi. Si prevede che la società diventerà pubblica entro questa settimana, probabilmente già giovedì.

Ma poi anche la compagnia sopracciglia alzate presentando un modulo S-1 modificato, il suo prospetto IPO, in cui ha ammesso che potrebbe aver violato la legge degli Stati Uniti. Ha dichiarato di aver venduto i suoi servizi a entità inserite nella lista nera dal governo degli Stati Uniti, inclusi terroristi, trafficanti di stupefacenti e governi sanzionati.

In particolare, Cloudflare ha detto (enfatizzare il nostro):

"Abbiamo identificato che i nostri prodotti sono stati utilizzati da, o per il beneficio di, determinate persone ed entità incluse nell'elenco OFAC per i cittadini e le persone bloccate appositamente designato (l'elenco SDN), comprese le entità identificate nelle sanzioni contro il terrorismo e il traffico di stupefacenti OFAC programmi o affiliati a governi attualmente soggetti a sanzioni statunitensi globali. Un piccolo numero di queste parti ci ha effettuato pagamenti in relazione al loro utilizzo della nostra piattaforma. "

Ha anche rivelato che potrebbe aver infranto le leggi statunitensi che regolano l'esportazione dell'hardware di crittografia.

Leggere: La contrazione dell'IPO di WeWork cancellerà miliardi dal giorno di paga del CEO Adam Neumann, ma probabilmente uscirà comunque un miliardario

Cloudflare offre un servizio che aiuta gli operatori di siti Web a mantenere i loro siti attivi e funzionanti anche se gli hacker tentano di abbattere il sito Web o se parti di Internet non funzionano. La società afferma che la sua rete si estende su 194 città in oltre 90 paesi e si connette con i principali provider Internet e grandi reti aziendali.

Potrebbe aver installato hardware di crittografia in alcuni di questi luoghi all'estero in violazione della legge, ha spiegato:

"Nel 2019, abbiamo appreso che potremmo non aver rispettato determinati requisiti di archiviazione e segnalazione relativi alle esportazioni statunitensi e che potremmo aver inviato informazioni errate al governo degli Stati Uniti in relazione a determinate esportazioni di hardware."

Cloudflare ha dovuto affrontare critiche per anni su come ha contribuito a proteggere alcuni degli angoli più bui di Internet. È stato anche elogiato quando ha espulso tali entità dalla sua rete.

Ad esempio, Cloudflare ha affermato che la sua piattaforma è stata utilizzata da 8chan, il forum online che "è stato d'ispirazione" per le sparatorie di massa a scadenza a El Paso, Texas e Christchurch, Nuova Zelanda. Ad aprile, dopo le riprese di El Paso. La società ha annunciato che 8chan non era più un cliente, descrivendo il forum come un "pozzo nero dell'odio".

Nel 2017, ha affrontato una simile tempesta pubblicitaria quando ha ammesso che la sua rete era stata utilizzata da The Daily Stormer, il sito Web suprematista bianco neonazista, che è diventato famoso per il suo ruolo nelle proteste del 2017 a Charlottesville, in Virginia. Cloudflare ha successivamente chiuso l'account del gruppo.

La società afferma di aver divulgato le informazioni sulle entità nella lista nera utilizzando il suo sito all'agenzia governativa appropriata a maggio 2019.

Mentre Cloudflare promette che sta facendo tutto il possibile per impedire che il suo servizio venga utilizzato illegalmente, afferma che questo rimane un rischio (enfatizzare il nostro):

"Sebbene abbiamo implementato e stiamo lavorando per implementare ulteriori controlli e strumenti di screening progettati per impedire che si verifichino attività simili in futuro, non vi è alcuna garanzia che non forniremo inavvertitamente i nostri prodotti a persone, entità o governi aggiuntivi vietati dagli Stati Uniti sanzioni in futuro ".

Cloudflare non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.