Che cosa ha significato il Tweet di Donald Trump sui visti H-1B?



<div _ngcontent-c14 = "" innerhtml = "

La mattina dopo una visita a una stazione di pattuglia di frontiera a McAllen, in Texas, il 10 gennaio 2019, Donald Trump ha sorpreso le persone con un tweet sulle potenziali modifiche positive ai visti H-1B, il che sarebbe contrario alla precedente politica amministrativa. (Foto di JIM WATSON / AFP / Getty Images) Getty

L'11 gennaio 2019, Donald Trump ha sorpreso la comunità degli affari e della politica annunciando via Twitter che "i cambiamenti sono imminenti" per i titolari di visto H-1B. Che cosa significa questo annuncio per i professionisti di H-1B e i loro datori di lavoro?

L'ARTICOLO CONTINUA DOPO LA PUBBLICITÀ

"I titolari di H-1B negli Stati Uniti possono stare tranquilli che presto verranno apportate modifiche che porteranno sia semplicità che certezza al vostro soggiorno, incluso un potenziale percorso verso la cittadinanza" tweeted Briscola. "Vogliamo incoraggiare persone di talento e altamente qualificate a perseguire opzioni di carriera negli Stati Uniti"

Gli avvocati erano pronti a segnalare problemi legali con il tweet. "Non è chiaro che cosa significhi il riferimento del presidente a un" percorso di cittadinanza "; I titolari di visti H-1B sono già idonei ad adeguare lo stato alla residenza permanente (e successivamente a richiedere la cittadinanza) ai sensi delle leggi e dei regolamenti vigenti ", ha spiegato Berry Appleman & amp; Leiden (BAL) in a breve analisi. "Il DHS non ha indicato nei suoi programmi normativi o in nessun forum pubblico che stia considerando modifiche al percorso corrente verso la residenza permanente e la cittadinanza per i titolari di visto H-1B."

Alcuni ritengono che Trump potrebbe essere stato recentemente informato sulla proposta di regolamento per modificare l'ordine della lotteria H-1B, che non avrebbe alcun effetto sulle carte verdi per i titolari di visti H-1B. Potrebbe anche rispondere, almeno retoricamente, alle richieste dei leader aziendali preoccupati riguardo alla direzione della politica di immigrazione degli Stati Uniti sotto la sua amministrazione. Sulla base delle informazioni attualmente disponibili, l'analisi BAL sembra ragionevole: "Non ci sono prove che l'amministrazione Trump stia modificando il corso della sua politica H-1B degli ultimi due anni, che è stato in generale di limitare l'accesso per i lavoratori qualificati stranieri".

Stephen Yale-Loehr, un professore della Cornell Law School e un consulente della National Foundation for American Policy, mi ha detto in un'intervista che a volte le persone possono leggere troppo nei tweet e nelle dichiarazioni di Donald Trump. Ha consigliato alle persone di concentrarsi invece su azioni politiche concrete. "Questo tweet è contrario a quello che l'amministrazione ha effettivamente fatto contro i lavoratori dell'H-1B", ha osservato. "Da quando il Presidente ha emesso il suo 'Buy American and Hire American' ordine esecutivo ad aprile 2017, i servizi di cittadinanza e immigrazione degli Stati Uniti (USCIS) hanno reso più difficile per i datori di lavoro assumere lavoratori H-1B e mantenerli ".

Yale-Loehr indicò la National Foundation for American Policy rapporto che ha mostrato un aumento del 41% nei dinieghi delle petizioni H-1B nel 4esimo trimestre FY 2017. "Proprio la scorsa settimana, una società citato USCIS nella corte federale dopo che l'agenzia ha negato la richiesta di estensione di un'azienda per un dipendente H-1B, anche se l'agenzia aveva approvato quattro petizioni H-1B prima per la stessa persona nello stesso lavoro ", ha osservato. "In effetti, il presidente ha costruito un muro invisibile contro i lavoratori della H-1B. Detto tutto questo, perché dovremmo credere a questa apparente faccina? "

Il processo della carta verde è regolato da leggi e non da azioni regolatorie esclusivamente nell'ambito dell'autorità del ramo esecutivo. "Anche se il Presidente Trump è serio nel rendere più facile per i lavoratori H-1B rimanere permanentemente negli Stati Uniti, la sua amministrazione non può farlo unilateralmente", spiega Yale-Loehr. "Il Congresso dovrebbe approvare una legge". Sottolinea che il Congresso è diviso sulle questioni relative all'immigrazione, rendendo questo tipo di riforma, particolarmente isolata, difficile da immaginare nell'attuale contesto.

L'ARTICOLO CONTINUA DOPO LA PUBBLICITÀ

Anche se può essere improbabile date le politiche negli ultimi due anni, se l'amministrazione Trump fosse interessata a mettere in atto un'agenda più accogliente, allora ecco i passi che potrebbe intraprendere per un'immigrazione altamente qualificata.

  • Invertire la politica USCIS di rifiutare di onorare precedenti approvazioni di petizioni H-1B e altri visti altamente qualificati quando i professionisti cercano di estendere i loro visti. Questa politica ha portato alla negazione di persone che hanno lavorato per anni negli Stati Uniti, che li ha costretti a lasciare il paese nonostante abbiano lavorato per anni e aspettando legalmente la loro carta verde. Le aziende hanno notato che molte smentite si basano su USCIS che afferma che un lavoro non è specializzato in una professione o che non soddisfa una definizione USCIS di una relazione tra datore di lavoro e dipendente.
  • Sostenere la legislazione per eliminare il limite per paese per gli immigranti basati sull'occupazione, il che ridurrebbe significativamente il tempo di attesa per molti professionisti indiani che aspettano potenzialmente decenni di residenza permanente.
  • Sostenere le riforme sull'immigrazione per aumentare il numero di carte verdi basate sull'occupazione, ma senza la domanda (divisiva) di ridurre o eliminare le categorie basate sulla famiglia. Combinato con l'eliminazione del limite per paese, più visti H-1B e politiche migliorate per gli studenti internazionali, che soddisferebbe l'impegno nel tweet di Donald Trump di "incoraggiare persone talentuose e altamente qualificate a perseguire opzioni di carriera negli Stati Uniti".
  • Astenersi dall'attuare misure per rendere più difficile per gli studenti internazionali rimanere negli Stati Uniti e lavorare dopo la laurea. Questo significherebbe non finendo l'attuale politica che consente agli studenti internazionali di rimanere in America per tutta la durata dei loro studi. Significherebbe anche espandere, no limitando o eliminando, Formazione pratica opzionale (OPT) per studenti internazionali in campi scientifici, tecnologici, di ingegneria e matematica (STEM).

Se Donald Trump e la sua amministrazione desiderano aiutare piuttosto che ostacolare la capacità dei datori di lavoro statunitensi di assumere e trattenere cittadini stranieri altamente qualificati, allora i passaggi sopra elencati sarebbero un buon punto di partenza.

& Nbsp;

">

La mattina dopo una visita a una stazione di pattuglia di frontiera a McAllen, in Texas, il 10 gennaio 2019, Donald Trump ha sorpreso le persone con un tweet sulle potenziali modifiche positive ai visti H-1B, il che sarebbe contrario alla precedente politica amministrativa. (Foto di JIM WATSON / AFP / Getty Images) Getty

L'11 gennaio 2019, Donald Trump ha sorpreso la comunità degli affari e della politica annunciando via Twitter che "i cambiamenti sono imminenti" per i titolari di visto H-1B. Che cosa significa questo annuncio per i professionisti di H-1B e i loro datori di lavoro?

L'ARTICOLO CONTINUA DOPO LA PUBBLICITÀ

"I titolari di H-1B negli Stati Uniti possono stare tranquilli che presto verranno apportate modifiche che porteranno sia semplicità che certezza al vostro soggiorno, incluso un potenziale percorso verso la cittadinanza" tweeted Briscola. "Vogliamo incoraggiare persone di talento e altamente qualificate a perseguire opzioni di carriera negli Stati Uniti"

Gli avvocati erano pronti a segnalare problemi legali con il tweet. "Non è chiaro che cosa significhi il riferimento del presidente a un" percorso di cittadinanza "; I titolari di visti H-1B sono già idonei ad adeguare lo stato alla residenza permanente (e successivamente a richiedere la cittadinanza) ai sensi delle leggi e dei regolamenti vigenti ", ha spiegato Berry Appleman & Leiden (BAL) in una breve analisi. "Il DHS non ha indicato nei suoi programmi normativi o in nessun forum pubblico che stia considerando modifiche al percorso corrente verso la residenza permanente e la cittadinanza per i titolari di visto H-1B."

Alcuni ritengono che Trump potrebbe essere stato recentemente informato sulla proposta di regolamento per modificare l'ordine della lotteria H-1B, che non avrebbe alcun effetto sulle carte verdi per i titolari di visti H-1B. Potrebbe anche rispondere, almeno retoricamente, alle richieste dei leader aziendali preoccupati riguardo alla direzione della politica di immigrazione degli Stati Uniti sotto la sua amministrazione. Sulla base delle informazioni attualmente disponibili, l'analisi BAL sembra ragionevole: "Non ci sono prove che l'amministrazione Trump stia modificando il corso della sua politica H-1B degli ultimi due anni, che è stato in generale di limitare l'accesso per i lavoratori qualificati stranieri".

Stephen Yale-Loehr, un professore della Cornell Law School e un consulente della National Foundation for American Policy, mi ha detto in un'intervista che a volte le persone possono leggere troppo nei tweet e nelle dichiarazioni di Donald Trump. Ha consigliato alle persone di concentrarsi invece su azioni politiche concrete. "Questo tweet è contrario a quello che l'amministrazione ha effettivamente fatto contro i lavoratori dell'H-1B", ha osservato. "Da quando il Presidente ha emesso il suo ordine esecutivo" Compra American and Hire American "ad aprile 2017, i servizi di cittadinanza e immigrazione degli Stati Uniti (USCIS) hanno reso più difficile per i datori di lavoro assumere lavoratori H-1B e mantenerli."

Yale-Loehr ha sottolineato il rapporto della National Foundation for American Policy che ha mostrato un aumento del 41% delle smentite delle petizioni H-1B nei 4esimo trimestre della FY 2017. "Proprio la scorsa settimana, una società ha citato la USCIS nella corte federale dopo che l'agenzia ha negato la richiesta di estensione di una società per un dipendente H-1B, anche se l'agenzia aveva approvato quattro petizioni H-1B prima per la stessa persona nel stesso lavoro ", ha osservato. "In effetti, il presidente ha costruito un muro invisibile contro i lavoratori della H-1B. Detto tutto questo, perché dovremmo credere a questa apparente faccina? "

Il processo della carta verde è regolato da leggi e non da azioni regolatorie esclusivamente nell'ambito dell'autorità del ramo esecutivo. "Anche se il Presidente Trump è serio nel rendere più facile per i lavoratori H-1B rimanere permanentemente negli Stati Uniti, la sua amministrazione non può farlo unilateralmente", spiega Yale-Loehr. "Il Congresso dovrebbe approvare una legge". Sottolinea che il Congresso è diviso sulle questioni relative all'immigrazione, rendendo questo tipo di riforma, particolarmente isolata, difficile da immaginare nell'attuale contesto.

L'ARTICOLO CONTINUA DOPO LA PUBBLICITÀ

Anche se può essere improbabile date le politiche negli ultimi due anni, se l'amministrazione Trump fosse interessata a mettere in atto un'agenda più accogliente, allora ecco i passi che potrebbe intraprendere per un'immigrazione altamente qualificata.

  • Invertire la politica USCIS di rifiutare di onorare precedenti approvazioni di petizioni H-1B e altri visti altamente qualificati quando i professionisti cercano di estendere i loro visti. Questa politica ha portato alla negazione di persone che hanno lavorato per anni negli Stati Uniti, che li ha costretti a lasciare il paese nonostante abbiano lavorato per anni e aspettando legalmente la loro carta verde. Le aziende hanno notato che molte smentite si basano su USCIS che afferma che un lavoro non è specializzato in una professione o che non soddisfa una definizione USCIS di una relazione tra datore di lavoro e dipendente.
  • Sostenere la legislazione per eliminare il limite per paese per gli immigranti basati sull'occupazione, il che ridurrebbe significativamente il tempo di attesa per molti professionisti indiani che aspettano potenzialmente decenni di residenza permanente.
  • Sostenere le riforme sull'immigrazione per aumentare il numero di carte verdi basate sull'occupazione, ma senza la domanda (divisiva) di ridurre o eliminare le categorie basate sulla famiglia. Combinato con l'eliminazione del limite per paese, più visti H-1B e politiche migliorate per gli studenti internazionali, che soddisferebbe l'impegno nel tweet di Donald Trump di "incoraggiare persone talentuose e altamente qualificate a perseguire opzioni di carriera negli Stati Uniti".
  • Interrompere l'azione normativa per eliminare la capacità degli sposi dei titolari di visto H-1B di lavorare negli Stati Uniti. Investitori e imprenditori gradirebbero che l'amministrazione fermasse la sua azione per rescindere la Regola degli Imprenditori Internazionali.
  • Astenersi dall'attuare misure per rendere più difficile per gli studenti internazionali rimanere negli Stati Uniti e lavorare dopo la laurea. Ciò significherebbe non porre fine all'attuale politica che consente agli studenti internazionali di rimanere in America per tutta la durata dei loro studi. Significherebbe anche espandere, non limitare o eliminare, la formazione pratica opzionale (OPT) per gli studenti internazionali nei campi della scienza, della tecnologia, dell'ingegneria e della matematica (STEM).

Se Donald Trump e la sua amministrazione desiderano aiutare piuttosto che ostacolare la capacità dei datori di lavoro statunitensi di assumere e trattenere cittadini stranieri altamente qualificati, allora i passaggi sopra elencati sarebbero un buon punto di partenza.