Puoi imparare come lavorare con la tecnologia AI in questo pacchetto da $ 25



L'apprendimento automatico evoca immagini di HAL 9000 o Terminator in piena regola. Ma la realtà è che l'intelligenza artificiale consiste nel creare programmi così ingegnosamente che possono effettivamente valutare le proprie prestazioni e fare meglio da soli.

Non è magia. È solo un codice intelligente. La formazione in The Complete Machine Learning dalla A alla Z Bundle ($ 25, oltre il 90% di sconto, da TNW Deals) ti introdurrà alle basi dell'apprendimento profondo e ti offrirà un'esperienza pratica pratica lavorando con alcuni degli strumenti più importanti nella creazione sistemi di autoapprendimento.

Il bundle a nove portate copre più di 30 ore di istruzione, comprese le introduzioni all'intelligenza artificiale che non richiedono un master per capire. Il pacchetto include corsi che coprono:

  • Creazione di chat con Google DialogFlow (un valore di $ 99)
  • Creazione di chat con Amazon Lex (un valore di $ 99)
  • Costruire applicazioni vocali utilizzando Amazon Alexa (un valore di $ 99)
  • Un'introduzione facile all'IA e all'apprendimento profondo (un valore di $ 99)
  • Un'introduzione facile all'apprendimento automatico con Scikit-Learn (un valore di $ 99)
  • Impara dall'esempio: Apache MXNet (un valore di $ 99)
  • Impara dall'esempio: PyTorch (un valore di $ 99)
  • Impara dall'esempio: Spark Streaming 2.x (un valore di $ 99)
  • Impara dall'esempio: Spark 2.x (un valore di $ 99)

Una volta che hai imparato come l'apprendimento automatico utilizza i dati per prevedere i risultati e reagire di conseguenza, sarai pronto per iniziare la formazione su alcuni degli strumenti più potenti del settore. Con una formazione approfondita sugli strumenti di classificazione come Scikit-Learn, framework come Apache MXNet e funzionalità di analisi dei dati come Spark 2.x, avrai la consapevolezza di iniziare a creare app AI personalizzate.

Ci sono anche delle linee guida qui per imparare come costruire i propri chatbot e creare app attivate a voce per le unità Amazon Alexa.

Iscriversi in uno di questi corsi separatamente ti costerebbe circa $ 100, ma con questa offerta a tempo limitato, l'intero pacchetto è disponibile per un quarto di quel prezzo, solo $ 25.

Ti piace questo accordo? Check-out Volta, il modo migliore per proteggere i tuoi dati online per soli $ 9,99 al mese.

Leggi il prossimo:

L'assicurazione informatica per le aziende viene sovradimensionata, anche se potrebbe essere necessario

Il consulente per la sicurezza di Jeff Bezos accusa il governo saudita di hackerare il telefono di Amazon CEO, collegandoli al tentativo di estorsione


Il capo della sicurezza di Jeff Bezos, Gavin de Becker, ha detto in una colonna pubblicata sabato che il governo saudita ha avuto accesso al telefono del capo dell'Amazzonia e ha ottenuto informazioni private da esso.

De Becker ha scritto in The Daily Beast che potrebbe confermare la connessione dopo un'estesa indagine sulla pubblicazione, che è stata scatenata dai rapporti indirizzati a Bezos nei tabloid di proprietà di American Media Inc.

"I nostri investigatori e diversi esperti hanno concluso con grande fiducia che i sauditi avevano accesso al telefono di Bezos e hanno ottenuto informazioni private", ha scritto de Becker. "Ad oggi, non è chiaro in che misura, se del caso, AMI era a conoscenza dei dettagli."

A febbraio, Bezos ha affermato in un post di media lettura che il National Enquirer ha cercato di ricattarlo minacciando di pubblicare messaggi di testo intimi e foto. Ha anche rivelato di aver avviato un'indagine dopo un'esposizione di gennaio sul suo rapporto con Sanchez per scoprire come la carta ha ottenuto le informazioni private nel pezzo.

Leggi di più: Questi sono i protagonisti della saga esplosiva della vita sentimentale di Jeff Bezos e della sua guerra con il National Enquirer

Bezos ha tracciato una connessione nella lettera tra il regno di Arabia Saudita e American Media Inc., accusando specificamente il proprietario David Pecker di provare a ricattarlo a meno che non dichiari pubblicamente che i rapporti del tabloid su di lui non avevano alcuna motivazione politica.

Alcuni giorni dopo l'incarico di Bezos, l'avvocato dell'AMI Elkhan Ambramowitz ha raddoppiato l'impegno del giornale per la loro spiegazione che il fratello di Sanchez era l'unica fonte, negando categoricamente qualsiasi legame con l'amministrazione Trump e i legami della compagnia dei media con l'Arabia Saudita.

De Becker indica un'apparizione di Abramowitz su ABC come forse lo sforzo più concertato per incolpare il fratello di Sanchez per i materiali rivelatori della storia di gennaio, quando ha insistito che la fonte era "non l'Arabia Saudita" ma una "persona che era conosciuta a Bezos e alla signora Sanchez. "

Questa affermazione è stata segnata da rapporti del Wall Street Journal e Page Six che hanno detto che l'Enquirer è venuto a Sanchez dopo aver saputo della relazione, ha detto de Becker, il che suggerisce che c'erano altre fonti.

Numerosi sbocchi suggerivano che il presunto ruolo dell'Arabia Saudita nel perseguimento di Bezos da parte dell'AMI fosse motivato dalla proprietà di Bezos del Washington Post, che creò problemi diplomatici per il paese attraverso i suoi accaniti rapporti sull'uccisione del suo cronista Jamal Khashoggi nel consolato saudita a Istanbul, Turchia, lo scorso ottobre.

Bezos ha riconosciuto nel suo post di febbraio che la sua proprietà del Post era un "compositore", e De Becker ha scritto nella Bestia che il governo saudita minacciava Bezos da ottobre.

Secondo quanto riferito, il regno nega qualsiasi connessione, così come ogni responsabilità per la morte di Khashoggi.

De Becker indica anche il proprietario Pecker come una figura centrale nelle connessioni saudite del giornale, inaugurando una copertura brillante per il principe ereditario Mohamed Bin Salman, inclusa una copia avanzata di una rivista che il principe ei suoi aiutanti hanno avuto la possibilità di modificare.

L'indagine di De Becker ha fatto affidamento su interviste a "ex e dirigenti e fonti dell'AMI", "esperti mediorientale nella comunità dell'intelligence", "esperti di sicurezza informatica che hanno rintracciato lo spyware saudita", "discussioni con i consiglieri attuali e precedenti al presidente Trump , "" Informatori sauditi "e" persone che conoscono personalmente il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman ".

De Becker ha anche scritto che ha consegnato i risultati delle sue indagini a funzionari federali statunitensi e non rilascerà ulteriori dettagli.

Risulta che The Correspondent non sta aprendo una redazione americana dopo tutto: TechCrunch


Organizzazione di notizie olandese The Correspondent sorpreso alcuni dei suoi sostenitori all'inizio di questa settimana, quando il co-fondatore e CEO Ernst Pfauth ha pubblicato un aggiornamento su Medium dicendo che la società avrebbe non aprire una redazione a New York City.

Il che era strano, perché l'organizzazione ha raccolto $ 2,6 milioni in una campagna di crowdfunding lo scorso autunno con l'esplicito scopo di lanciare negli Stati Uniti.

Almeno, è quello che pensavo. Dopotutto, ho scritto un articolo intitolato "The Correspondent lancia una campagna per portare il suo giornalismo senza pubblicità negli Stati Uniti".

Ma ecco come Pfauth ha spiegato la decisione nel suo post (enfasi nell'originale):

Abbiamo chiuso il nostro ufficio elettorale a New York, e per ora abbiamo deciso che non apriremo una sala stampa negli Stati Uniti. Non miriamo ad essere una organizzazione di notizie statunitense (abbiamo membri fondatori da oltre 130 paesi in tutto il mondo!) Ma vogliamo invece affrontare le più grandi sfide del nostro tempo da una prospettiva globale – in inglese. Per quella visione, Amsterdam è un ottimo punto di partenza.

Quindi questo era il piano da sempre? In un'intervista con NiemanLab, il redattore capo Rob Wijnberg ha affermato che questo è coerente con ciò che il team di Correspondent ha promesso nella campagna: "Stiamo installando in lingua inglese e assumeremo giornalisti statunitensi come bene."

Ha proseguito affermando che la squadra "non ha mai veramente parlato di creare un ufficio" negli Stati Uniti. Tuttavia, ha riconosciuto che si trattava di una campagna incentrata sugli Stati Uniti, con Wijnberg e Pfauth che passavano la maggior parte del loro tempo a New York, contattando i giornalisti statunitensi per scrivere sulla campagna e reclutare altri giornalisti e esperti come "ambasciatori".

"Così è stato interpretato da un sacco di media che hanno scritto di noi come, 'Stanno lanciando negli Stati Uniti'", ha detto Wijnberg. "Che è praticamente l'80% vero, nel senso che avremo corrispondenti in lingua inglese negli Stati Uniti – solo non solo negli Stati Uniti e non abbiamo mai promesso – o mai detto, perché non è questo il nostro modello – avere, per coprire gli Stati Uniti o altro. "

Quindi ho pensato: Ok, questo ha senso. Devo aver frainteso ciò che Pfauth mi stava dicendo.

Tuttavia, volevo capire come ho sbagliato, quindi sono tornato all'email iniziale che ho ricevuto da Pfauth. Ecco come è iniziato: "Caro Anthony, sono CEO e cofondatore di The Correspondent, una piattaforma di giornalismo online di Amsterdam che presto verrà lanciata negli Stati Uniti".

Quindi ha fornito una breve descrizione del modello privo di pubblicità, finanziato dal lettore di The Correspondent, aggiungendo: "Miriamo a portare la stessa integrità giornalistica e un approccio editoriale non convenzionale quando lanciamo negli Stati Uniti".

È così strano che ho finito per pensare che stessero progettando di lanciare negli Stati Uniti!

Wijnberg ha riconosciuto la confusione nella sua intervista, dicendo a NiemanLab, "tonnellate di persone parlano di ciò che stiamo cercando di fare. Quindi l'idea che tu possa tenere tutte queste persone sul messaggio tutto il tempo sarebbe una specie di totalitario, giusto? "

Forse … tranne che questo non è un ambasciatore eccessivamente entusiasta; è il CEO dell'azienda. (E sembra che abbia fatto un passo simile ad altre pubblicazioni.) Si potrebbe obiettare che tenerlo sul messaggio – ovvero, assicurandosi che descriva accuratamente i piani della compagnia mentre chiede soldi alla gente – non solo non è "totalitario", ma in realtà la cosa responsabile da fare.

La verità è che non so cosa sia successo qui. Se The Correspondent non ha mai pianificato di aprire un ufficio degli Stati Uniti, pensa di poter fare un buon lavoro a copertura degli Stati Uniti senza uno e ha semplicemente fatto un cattivo lavoro comunicando? Belle. Se il piano originale era quello di aprire un ufficio degli Stati Uniti, poi è stato riconsiderato? Sarebbe deludente, ma se il modello produce ancora un giornalismo utile sugli Stati Uniti, suppongo che sia un risultato netto positivo.

Ma questi confusi, contorti, "Mi dispiace tu non ci hanno capito "le spiegazioni non solo rendono l'azienda un aspetto ingenuo, ma sembrano anche antitetiche a gestire una redazione che dipende dalla conoscenza, dalla buona volontà e dal denaro dei lettori.

Aggiornare: Jay Rosen, che sta consigliando The Correspondent, ha scritto un post in cui ha riconosciuto che la società "ha rovinato le comunicazioni con i membri".

Apparentemente, il piano originale era quello di avere il quartier generale in lingua inglese a New York, ma il pensiero si è evoluto man mano che il team prendeva in considerazione problemi come i costi e i benefici di avere una redazione distribuita, finendo con l'idea di "una strategia di una redazione … con quartier generale ad Amsterdam e i nuovi corrispondenti che lavorano a distanza ".

"Sono stato inizialmente riportato indietro", ha scritto Rosen. "Non avrei idea di questa idea. Ma più ci pensavo, più il senso lo rendeva, specialmente quando si trattava della ricerca del talento, e all'aspirazione di diventare un giorno un marchio globale ".

Giusto! È solo un po 'mistificante che Wijnberg e Pfaust non abbiano detto questo in primo luogo.

Un elenco completo (e onesto) di cliché UX



"Non sei il tuo utente"
Un promemoria sul fatto che non stai progettando il prodotto per persone come te. Spesso utilizzato come un modo per incoraggiare più ricerca utente in un progetto.

"Se Henry Ford avesse chiesto alla gente cosa volesse, gli avrebbero detto cavalli più veloci"
Utilizzato come controprogetto alla dichiarazione precedente, quando inizi a realizzare che non avrai tempo o denaro per fare abbastanza ricerche sugli utenti.

"Stiamo testando il design, non le tue abilità"
Disclaimer fornito agli utenti all'inizio di una sessione di test degli utenti per farli sentire meglio di essere un po 'stupidi.

"I designer dovrebbero avere un posto al tavolo"
Quando non sei in grado di dimostrare il tuo valore strategico all'azienda in base alle tue azioni e ai tuoi comportamenti quotidiani e devi pregare di essere invitato a riunioni importanti.

"Le scelte dovrebbero essere limitate a 7 più o meno 2"
Un modo più bello per dire che le scelte dovrebbero andare da 5 a 9, senza sembrare troppo ampie. Quando in realtà ogni bravo designer sa che le scelte dovrebbero andare da 1 a 2.

"Le persone non vogliono comprare una punta da trapano da un quarto di pollice; vogliono un buco di un quarto di pollice "
Aspetta, vogliono davvero un buco? Oppure preferiscono il Bluetooth senza fili, quindi non è necessario alcun buco?

"UX dovrebbe essere una mentalità, non un passo nel processo"
Quando ti accorgi che la scadenza si avvicina e non sei stato in grado di completare i tuoi risultati. Utilizzato per cercare di convincere retroattivamente il PM a estendere la tempistica del progetto.

"Il contenuto è re"
Un argomento abbastanza forte per convincere tutti a spingere la scadenza perché non hai ricevuto il contenuto che andrà nella pagina che stai progettando.

"Non sottovalutare mai la stupidità dell'utente"
Un modo efficace di esternalizzare la propria responsabilità di fornire agli utenti un contesto sufficiente in modo che sappiano cosa fare (ad esempio, essere un buon designer).

"Mi chiedo se questo rompa gli standard di accessibilità"
Utilizzato come ultima risorsa quando si esauriscono gli argomenti per convincere altri progettisti, il loro design non funziona.

"Un'interfaccia utente è come uno scherzo; se devi spiegarlo, non è così buono "
Un modo semplice per uccidere quell'idea di guida / soluzione dettagliata che i vostri stakeholder stanno chiedendo. Fai attenzione ai contraccolpi: altri potrebbero essere d'accordo con la tua argomentazione e incolparti del fatto che il prodotto non funziona così bene.

"Le persone non scorrono"
La dichiarazione più offensiva che puoi lanciare a un designer.

"Le persone sono abituate a scorrere; pensa a come usi Instagram "
Un educato contro-argomento alla dichiarazione precedente. L'esempio di Instagram può essere sostituito da qualsiasi altro prodotto basato sui feed a cui il tuo interlocutore potrebbe essere dipendente.

"La piega non esiste"
Se non riesci a convincerli, confondili.

"UI vs. UX"
Pzajsodiajhsknfksdjbfsdbfkqwehjoqiwejroe. Di solito seguono anche altre analogie cliché di bottiglie di ketchup o passerelle non asfaltate.

"Tutte le pagine dovrebbero essere accessibili in 3 clic"
Appena. Non farlo.

"I designer dovrebbero codice?"
Una wild card comunemente usata quando il pubblico è a corto di domande in una sessione di domande e risposte durante un evento di design.

"Se pensi che un buon design sia costoso, dovresti considerare il costo del cattivo design"
Un modo passivo-aggressivo di spiegare ai clienti che non ridurrai il tuo prezzo. Di solito inefficace.

"Non puoi progettare un'esperienza; le esperienze sono troppo soggettive per essere progettate "
Un argomento usato dai colleghi che stanno esaurendo le cose per dire ma in qualche modo vogliono ancora sembrare intelligenti.

"Lascia decidere agli utenti"
Nessuno di noi vincerà questo argomento senza fine, quindi dovremmo fare questo per testare l'utente. Ma alla fine ti dimostrerò ancora qualcosa di sbagliato.

"Nessuno entra più in un sito web attraverso la homepage"
Popolare al culmine dell'era SEO (2005-2008), l'argomento è stato utilizzato per tagliare brevi riunioni senza fine in cui un ampio gruppo di parti interessate sta tentando di progettare la propria home page per comitato.

"L'unica altra industria che nomina gli utenti dei propri clienti sono spacciatori di droga"
Non so nemmeno spiegare perché questo esiste. Utilizzato molto quando il termine UX è nato nei primi anni 2000, sta diventando di nuovo molto popolare nell'era del "design per la dipendenza".

"Quando le scale mobili si rompono, in realtà diventano scale"
Originariamente utilizzato per spiegare il concetto di degradazione aggraziata, la citazione ha iniziato ad essere adottata dagli sviluppatori per convincere il proprietario del prodotto che alcuni bug non devono essere corretti.

"Gli utenti mobili sono distratti"
Solo una generalizzazione fatta da qualcuno che pensa ancora che il caso d'uso principale per i dispositivi mobili è on-the-go, mentre si fa la spesa e contemporaneamente si cerca di domare una giraffa selvaggia.

"Non sai cosa non sai"
Onestamente, nessuno lo sa.

"Lascia il tuo ego vicino alla porta"
Una citazione di ispirazione utilizzata prima di entrare in una sessione di test utente o in una sessione di lavoro collaborativa con i tuoi colleghi. Sembra particolarmente bello se scritto in Helvetica, stampato e incorniciato, e appeso all'ingresso di spazi per uffici veramente collaborativi.

"Doppio diamante"
Ehi, abbiamo bisogno di una diapositiva in questo mazzo che rappresenti il ​​nostro processo di progettazione – puoi trovare qualcosa di relativamente semplice da capire, che ci farà apparire meno caotici di quanto siamo in realtà?

"Gli utenti non leggono"
Un argomento troppo utilizzato per convincere i clienti e le parti interessate a ridurre la durata della copia a metà. Se l'hai fatto fino a questo articolo, sei la prova vivente che questa affermazione non è vera.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da Fabrico Teixeira su UX Collective.

'Dumbo' vince il botteghino del weekend, ma si comporta peggio del previsto


"Dumbo" della Disney sta avendo un decollo irregolare.

È raro che un IP Disney non colpisca le proiezioni al botteghino del settore o lo superi, ma è quello che è successo all'ultimo remake live-action del film d'animazione Disney.

Lo sguardo di Tim Burton sull'amabile Jumbo Jr. (preventivato a $ 170 milioni, senza contare il marketing) ha incassato circa $ 45 milioni nel fine settimana, cioè sotto i $ 50 milioni della maggior parte del settore previsto per questo fine settimana.

Suonando su oltre 4.200 schermi, la Disney ha dato al film la possibilità di essere un altro dei suoi numerosi successi, nonostante avesse la sensazione che il pubblico non avrebbe corso a vedere un film su un elefante con grandi orecchie flosce che è diviso da sua madre . Quando le recensioni di "Dumbo" sono ufficialmente online, Disney ha pubblicato i suoi poster di carattere "Avenge the Fallen" per il suo prossimo film Marvel "Avengers: Endgame", che è diventato virale e intorpidito alcune delle recensioni negative di "Dumbo" (il film è solo sportivo una valutazione del 50% su Rotten Tomatoes).

Leggi di più: Jai Courtney dice che tornerà a giocare al Capitano Boomerang nel film di James Gunn "Suicide Squad"

L'apertura di "Dumbo" è ben diversa dall'ultimo remake live di Burton per Disney. "Alice nel Paese delle Meraviglie" del 2010 ha avuto un'apertura di $ 116 milioni, rafforzata dalla mania 3D dell'epoca. Il film ha continuato a guadagnare $ 1 miliardo. L'apertura di "Dumbo" non ha avuto la stessa forza dei film live-action della Disney come "Maleficent" del 2014 ($ 69,4 milioni) e "Cenerentola" del 2015 ($ 67,8 milioni), ma ha fatto meglio del precedente remake live degli studios, "Christopher Robin" ($ 24,6 milioni).

Il secondo posto per il fine settimana è stato quello di Universal, con $ 33,6 milioni. Il film di Jordan Peele ha guadagnato oltre $ 100 milioni a livello nazionale (è stato realizzato per $ 20 milioni). Peele è ora il primo regista e scrittore afro-americano con più film a incassare $ 100 milioni (l'altro è "Get Out").

L'ambiziosa versione di Neon del film di Harmony Korine "The Beach Bum" non è andata così bene. Il film ha giocato su oltre 1.000 schermi ma ha portato solo $ 1,8 milioni. Quella è la più bassa apertura mai realizzata per un film di Matthew McConaughey (che ha fatto peggio dell'apertura di $ 4,4 milioni per il suo film "Serenity" all'inizio di quest'anno).

Boundless ottiene $ 7,8 milioni per aiutare gli immigrati a navigare nel complicato processo della carta verde: TechCrunch


Due anni fa, l'ex Amazon Il product manager Xiao Wang è salito sul palco del TechCrunch Disrupt San Francisco e ha presentato il caso di una piattaforma destinata ad aiutare le coppie a presentare domanda per le carte verdi del matrimonio, un processo complesso aggravato dalla burocrazia e dalla burocrazia.

Denominato Boundless, la startup è stata avviata dallo studio di avvio di Seattle Pioneer Square Labs e raccolto un round di seed da $ 3,5 milioni. Ora, Brad Feld del Foundry Group ha guidato una serie A di $ 7,8 milioni nella startup, con la partecipazione degli investitori esistenti Trilogy Equity Partners, PSL, Two Sigma Ventures e Founders 'Co-Op.

"Le famiglie hanno davvero solo due possibilità, possono passare settimane o mesi a cercare di capirlo da sole, oppure possono spendere migliaia e migliaia di dollari per un avvocato dell'immigrazione", Wang, cofondatore e amministratore delegato di Boundless, ha detto TechCrunch. "Quello che stiamo cercando di fare è dare a tutti l'accesso alle informazioni, agli strumenti e al supporto che in precedenza erano disponibili solo per coloro che potevano permettersi avvocati di alto livello".

L'addebito illimitato costa $ 750 per i suoi servizi di supporto per le applicazioni di carte verdi online, che comprendono l'assicurazione che le famiglie completino correttamente le domande e abbiano accesso a un avvocato dell'immigrazione per esaminare tali domande. La commissione ha uno sconto maggiore rispetto ai costi di un avvocato dell'immigrazione e snellisce un processo che può essere ritardato di mesi in cui vengono commessi errori. La startup offre anche un prodotto di naturalizzazione $ 395 lanciato di recente pensato per assistere i titolari di carta verde idonei con le loro richieste di cittadinanza negli Stati Uniti.

Wang ha fondato Boundless nel 2017 dopo aver contribuito a creare Amazon Go, la linea di supermercati senza contanti del gigante dell'e-commerce. Wang è un immigrato, dopo essersi trasferito negli Stati Uniti dalla Cina quando era bambino.

"Abbiamo speso quasi cinque mesi di affitto per un avvocato di immigrazione perché la posta in gioco era così alta e abbiamo avuto solo un colpo", ha detto Wang. "Volevamo essere sicuri che lo stessimo facendo bene. Questa è una storia che viene echeggiata da milioni di famiglie ogni anno; questa è una parte così importante di loro che iniziano una nuova vita in un nuovo paese ".

Wang, dopo tre anni in Amazzonia, si rese conto che avrebbe potuto usare il suo background tecnologico e la sua abilità nei dati per costruire una piattaforma di informazioni a sostegno di questi milioni di famiglie.

"Questo è esattamente ciò che la tecnologia e i dati sono destinati a fare", ha detto. "Credo che ci sia un obbligo morale per la tecnologia da utilizzare per migliorare significativamente la vita delle persone".

Piani sconfinati per utilizzare questo investimento per espandere la propria offerta di team e prodotti, nonché costruire la propria libreria di contenuti, che Wang ha detto sta rapidamente diventando il punto di riferimento per gli immigrati che navigano nel labirinto legale che è la carta verde degli Stati Uniti e processo di cittadinanza. La sua pagina delle risorse, che include guide semplici, un numero di moduli e altro, conta 300.000 visitatori unici al mese.

"Teniamo la mano attraverso l'intero processo", ha detto Wang. "Vogliamo essere l'unica fonte di informazioni e strumenti per l'immigrazione basata sulla famiglia".

Wang e la sua squadra sperano anche di dare una luce più brillante alla politica sull'immigrazione. Verso la fine del 2018, come parte del suo sforzo di essere un sostenitore più forte per gli immigrati, Boundless, insieme a Warby Parker, Foursquare, Foundation Capital e altro ancora, hanno pubblicato una lettera aperta al Dipartimento della Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti contro il suo proposto regolamento sull'immigrazione "carica pubblica", che consentirebbe ai non cittadini che si trovano legalmente nel paese di essere negati un visto o una carta verde se hanno una condizione medica, passività finanziarie e altri squalificatori.

"La posta in gioco per assicurarsi che la tua applicazione sia corretta non è mai stata più alta; il governo ha molto più margine per essere in grado di negare le domande ", ha detto Wang. "Mentre non possiamo accelerare i tempi di elaborazione del governo, possiamo apportare miglioramenti significativi per aiutare le famiglie a raccogliere tutti i materiali di cui hanno bisogno per inviare le giuste informazioni".

10 semplici trucchi per potenziare MRR, la chiave per un business SaaS



Tutti conoscono il concetto di modello di business Software-as-a-Service (SaaS) ormai. Ma ciò che molti non potrebbero realizzare è che l'azienda SaaS vive o muore con le sue entrate ricorrenti mensili.

MRR sta diventando la linfa vitale delle aziende che seguono questo modello di business unico, uno che sta crescendo in popolarità solo negli ultimi tempi.

Ma perché?

Il SaaS mercato è previsto per crescere con un tasso annuo composto del 17% entro il 2023. Inoltre, l'industria nel suo complesso è stimato crescere oltre $ 60 milioni entro il prossimo anno. Con una tale stabilità e numeri di sviluppo, non sorprende davvero che così tante aziende tecnologiche stiano affollando il modello.

Il problema, tuttavia, è che anche se MRR è una metrica abbastanza chiara, porta con sé alcune sfide. Le sfide che le aziende che tentano di adottare il modello dovrebbero essere consapevoli di utilizzare il treno dei profitti.

In questo articolo parlerò un po 'più approfonditamente dell'MRR e delle strategie che la tua azienda può implementare per farla crescere. Quindi iniziamo con le basi.

Comprensione delle entrate ricorrenti mensili

MRR rappresenta semplicemente tutte le entrate ricorrenti della tua azienda, regolarizzate a una cifra mensile.

Misura i redditi attesi e ricorrenti generati dal tuo SaaS – basato su abbonamento – attività. L'idea alla base è quella di tracciare i periodi di fatturazione e i piani tariffari nel tempo in modo semplice.

MRR ti offre un accurato aggiornamento di stato sulle prestazioni della tua azienda SaaS e ti aiuta a prevedere lo stato della tua attività – e piano di gioco – per il futuro.

Calcolo MRR

Ora ci sono due modi principali per valutare le entrate ricorrenti mensili della tua attività: utilizzando il metodo Cliente per cliente o il ricavo medio per conto.

Iniziamo con il cliente per cliente. Questo metodo richiede semplicemente di aggiungere il canone mensile pagato da ciascuno dei tuoi clienti.

Immagina di avere Cliente A che gioca a $ 200 al mese, e Cliente B che paga $ 100. Le tue entrate ricorrenti sarebbero $ 300.

Il problema è che questo metodo è piuttosto monotono e richiede molto tempo, in quanto la maggior parte dei clienti si iscriverà a diversi pacchetti o piani, pagando quantità variabili.

In un buon vecchio formato Excel, ecco come appare: MRR = SOMMA (Commissioni mensili dei clienti paganti)

Quindi passiamo a Entrate medie per conto (ARPA). L'utilizzo di ARPA è un metodo più semplice per calcolare l'MRR e viene generalmente considerato un'alternativa preferibile all'uso del cliente per modulo cliente.

Con questo metodo, prendi il numero totale di clienti paganti e moltiplicalo per l'importo medio che i tuoi clienti pagano ogni mese (ARPA).

Supponi di avere cinque clienti paganti e l'importo medio è di $ 100 al mese. Usando ARPA, il tuo MRR sarebbe $ 500 (MRR = 5 x $ 100).

In formato Excel, questo dovrebbe apparire come: MRR = (ARPA) * (Numero totale di clienti paganti).

Tipi di entrate ricorrenti mensili

MRR non è completamente statico e in realtà ci sono quattro categorie di MRR che la tua azienda può ricevere in un determinato mese:

  • Nuovo MRR: Questo è il ricavo che ottieni dai nuovi clienti. Ad esempio, se a maggio acquisisci 30 nuovi clienti pagando $ 100 mensilmente e dieci nuovi clienti pagando $ 150, il tuo Nuovo MRR per maggio sarebbe $ 4500.
  • MRR sbattuto: Questo rappresenta le entrate ricorrenti perso a seguito di downgrade del pacchetto o account annullati. Ad esempio, se hai tre cancellazioni in maggio di $ 100 ciascuna e due downgrade del piano di $ 50 ciascuna, il tuo MRR Churned sarà $ 400. Significa che il tuo MRR diminuirà di $ 400 entro il prossimo mese.
  • Expansion MRR: Ciò accade quando i clienti aggiornano i loro account o acquistano nuove funzionalità per i loro pacchetti esistenti. Expansion MRR è il gettito ricorrente che ottieni quando ciò accade. Supponiamo che tu abbia quattro clienti che aggiornano i loro pacchetti da $ 100 a una tariffa mensile di $ 200. La tua espansione MRR sarebbero $ 400.
  • Riattivazione MRR: Questo è ciò che ottieni quando i clienti precedenti riattivano i loro abbonamenti. Supponiamo che tu abbia due clienti scaduti che riattivano i loro pacchetti di abbonamento di $ 200 al mese; la tua riattivazione MRR sarebbe $ 400.

Crescere l'MRR della tua attività SaaS

Ora stiamo arrivando alle cose buone. Una volta che la tua azienda decide di seguire la rotta SaaS, mantenere e incrementare il tuo MRR diventa uno dei tuoi obiettivi principali. Dopotutto, MRR riflette direttamente quanto sia redditizia la tua attuale strategia aziendale, quindi è davvero dannatamente importante.

Per questo, ci sono un certo numero di strategie provate e vere che dovresti considerare per l'implementazione nella tua azienda. Quello che segue è una panoramica di 10 dei più popolari che vorrete tenere a mente considerando alternative efficaci alla crescita del vostro MRR.

1. Concentrarsi su offerte di alta qualità e percezione del valore

La qualità del tuo prodotto dovrebbe essere prioritaria rispetto ai modelli SaaS, in quanto è il fattore principale a cui i tuoi clienti si rivolgono quando decidono di iscriversi. Questo dovrebbe essere ovvio.

Tuttavia, una volta che sei soddisfatto del valore qualitativo della tua offerta, devi anche assicurarti che detto valore venga trasmesso chiaramente alla tua base di clienti.

Avere una proposta di vendita unica (USP) in grado di stare da solo e distinguerti dalla concorrenza è un buon punto di partenza.

La comunicazione costante ed efficace è anche vitale per questa strategia. Evita solo di usare termini tecnici e parole potenti per impressionare. Invece, assicurati di far sapere i tuoi clienti circa il tuo servizio, i prodotti, i loro benefici e come avranno un impatto positivo sulla loro vita.

Accoppiare servizi di alta qualità con canali di comunicazione chiari e onesti è un modo sicuro per mantenere attivi gli abbonamenti e aumentare la MRR.

2. Aumenta i tuoi obiettivi di prezzo

All'inizio potrebbe sembrare poco intuitivo, ma l'underpricing prodotto è in realtà una sfida che devono affrontare molte aziende SaaS.

Tende ad accadere quando non esiste una solida strategia di prezzo che supporti i loro modelli di business, o quando i fondatori dell'impresa prendano coscienza dei loro prezzi – scegliendo di sottovalutare le loro offerte per preoccupazioni per la percezione pubblica o per il totale rifiuto dei loro servizi.

In realtà, sottovalutare un prodotto di qualità che aiuta le persone a risolvere problemi reali o fornire funzioni utili ne ostacola il valore percepito. Che danneggia inutilmente la tua attività.

Finché offri un servizio basato sul valore, non devi preoccuparti di perdere clienti dopo aver aumentato i prezzi. Soprattutto se era sottovalutato in primo luogo.

Le aziende che utilizzano questa strategia spesso vedono il loro tasso di crescita e di conversione migliorare drasticamente, nonché un impatto estremamente positivo sul loro MRR.

3. Applicare tattiche di espansione efficaci (upsells)

Aumentare periodicamente le entrate dalla base di clienti esistente è una parte essenziale di un modello di business SaaS autosufficiente. Per questo, hai bisogno di una buona tattica di espansione.

Offrire aggiornamenti per il tuo prodotto attuale aumenta le possibilità di fidelizzazione dei clienti, che a loro volta è più economica rispetto al tentativo di acquisire nuovi clienti.

Upselling su un modello SaaS può essere realizzato attraverso una serie di tattiche semplici ma efficaci:

  • Offrendo più costoso (premio) servizi e piani.
  • Offre funzionalità extra a un costo aggiuntivo.
  • Offrire aggiornamenti specifici / personalizzati a diversi tipi di client o livelli di sottoscrizione.
  • Creazione di canalizzazioni di marketing e pubblicità che suggeriscono aggiornamenti per i clienti esistenti.

Quindi, quando lanci un prodotto SaaS, tieni presente come puoi continuare ad aggiungere valore ad esso.

4. Mantenere un flusso salutare di nuovi clienti

So che potresti sentire un "No sh * t, Sherlock" che si gonfia nel tuo petto con questo. Tuttavia, sarete sorpresi dal numero di aziende SaaS che trascurano questa parte della loro strategia.

Generare costantemente il numero di lead qualificati porta infine a un aumento dei numeri di acquisizione dei clienti in modo permanente. È qualcosa che si menziona a causa della difficoltà intrinseca di ottenere nuovi abbonamenti e migliorare il guadagno da quelli esistenti.

Il problema, tuttavia, è che se ti affidi esclusivamente per ottenere maggiori entrate dalla tua base clienti esistente, alla fine finirai per alienarli.

Un approccio eccellente per ottenere nuovi clienti è identificando il gruppo target e concentrando le vostre spinte di marketing di conseguenza. Adattare i tuoi sforzi per fare appello ai loro bisogni e bisogni in particolare. Potrebbe sembrare ovvio, ma è qualcosa che dovrai tenere a mente, quindi potrei anche dirlo.

Il tuo business MRR crescerà esponenzialmente una volta che avrai messo in atto un'efficace strategia di acquisizione dei clienti.

5. Dividi le tue funzionalità

Se offri ai tuoi clienti tutte le funzionalità del tuo servizio in un unico pacchetto, stai letteralmente lasciando i soldi sul tavolo.

In media, la maggior parte degli elementi di un pacchetto SaaS viene messa da parte mentre i clienti scelgono e scelgono le funzionalità di cui hanno bisogno e ignorano il resto.

Ecco perché dovresti stabilire un servizio di base; un prodotto di base rimosso da tutte le funzionalità aggiuntive. Quindi, offri questi extra come pacchetti diversi o come servizi aggiuntivi.

Ciò ti dà una strategia affidabile che divide le tue funzionalità SaaS e porta inevitabilmente a maggiori entrate, dato che puoi offrire aggiornamenti sui tuoi pacchetti per chi li vorrebbe.

6. Offrire piani di pre-pagamento annuali

Fidati di me, una volta che si avvia un piano di pre-pagamento annuale, i numeri di fidelizzazione dei clienti aumentano notevolmente.

Detto questo, tieni presente che può essere relativamente difficile attirare i clienti ad optare per piani annuali, quindi assicurati di addolcire l'accordo. Offrire sconti decenti o aggiungere altri bonus per incentivare i clienti a prendere l'offerta e impegnarsi per un periodo più lungo di quello a cui sono abituati. Ne varrà la pena alla fine.

7. Non trascurare l'assistenza clienti

Molte società SaaS sottovalutano l'impatto di un reparto di assistenza clienti affidabile sul loro MRR.

In realtà è un'equazione relativamente semplice: rendere la vostra base di clienti sentirsi apprezzata e curata e il vostro MRR mantiene e aumenta. Non farlo, e lotterai.

Ottimizzare la tua attuale strategia di supporto ai clienti è un modo fantastico per le aziende SaaS di aumentare le loro entrate complessive.

Assicurati che i tuoi clienti siano curati e ricevano un'attenzione personalizzata. Un ottimo modo per farlo è subappaltare l'assistenza clienti ad una terza parte dedicata (e degna di fiducia). Soprattutto quando la tua base di clienti cresce abbastanza da renderti difficile prendertene cura tu stesso.

Mantieni i tuoi clienti felici e non solo rimarranno con te, ma diventeranno strumenti pubblicitari feroci per la tua azienda.

8. Evita le prove gratuite

Offrire piani gratuiti è una prassi di default comune tra le società di software. Tuttavia, rimuovere i tuoi piani gratuiti potrebbe essere un ottimo modo per aumentare il tuo MRR.

I piani gratuiti offrono ai clienti l'opportunità di testare il vostro servizio senza impegno, e questo di per sé ha valore. Tuttavia, il fatto che non ci siano garanzie per mantenere il cliente dopo la fine della prova gratuita non fa nulla per aiutare la tua azienda.

Il fatto è che quando offri troppo gratis, i tassi di aggiornamento diminuiscono. Di conseguenza, l'abbassamento delle funzionalità del piano gratuito o l'uso di prove libere a tempo limitato ha dimostrato di aumentare i tassi di aggiornamento a sua volta.

Prendi MailChimp come buon esempio di questa strategia. Offrono un piano freemium che limita i clienti a meno di 2000 abbonati. Dropbox, un altro servizio popolare che fa qualcosa di simile, addebita i propri clienti in base alla quantità di spazio di archiviazione che utilizzano.

Andare per tattiche simili di solito porta ad un impatto ridotto sul tuo MRR, e aumentare i tassi di conversione in un colpo solo.

9. Evita piani illimitati

Molte società di software commettono l'errore di fornire piani illimitati.

Questa non è una buona strategia, in quanto molto probabilmente indica una forte sottovalutazione del tuo prodotto (qualcosa che ho già discusso sopra).

Ricorda, se stai fornendo un valore di alta qualità, l'underpricing è un errore terribile e costoso. Uno che porta a clienti soddisfatti – i clienti che apprezzano il vostro servizio – pagando solo una piccola parte di ciò che volentieri farebbero, se il prezzo del vostro prodotto fosse corretto.

10. Fornire prodotti complementari (Componenti aggiuntivi)

Man mano che la tua azienda SaaS si evolve, molto probabilmente il tuo catalogo prodotti crescerà fino al punto di offrire prodotti complementari.

Fornire servizi aggiuntivi – o includendoli in piani premium – è un modo eccellente per aumentare le entrate e l'acquisizione dei clienti.

Puoi anche giocare con l'offerta di prezzi scontati per questi add-on e piani premium, per motivare la tua base di clienti per l'aggiornamento.

Quando tutto è stato detto e fatto …

Comprendere l'MRR e applicare appieno le strategie per mantenerlo in crescita è il modo migliore per le aziende SaaS di continuare a migliorare il proprio flusso di entrate.

Pertanto, tenere d'occhio l'MRR diventa un aspetto essenziale dell'attività commerciale dopo aver adottato il modello Software-as-a-Service. Fornirà preziose informazioni sullo sviluppo della tua azienda e sull'efficacia dei tuoi prezzi e strategie di marketing.

Le aziende SaaS che comprendono queste metriche e imparano a sfruttarle diventano agili e ottengono un vantaggio sostanziale sul mercato. Sono un modo sicuro per essere in grado di offrire prodotti e servizi migliori ai loro clienti.

TNW Conference 2019 sta arrivando! Dai un'occhiata alla nostra nuova e gloriosa location, alla nostra schiera di relatori e attività e a come partecipare a questa stravaganza tecnologica annuale facendo clic qui.

Pubblicato il 31 marzo 2019 alle 19:30 UTC

L'investigatore di Jeff Bezos pensa che l'Arabia Saudita abbia hackerato il suo cellulare – ecco come sarebbe potuto accadere


Una startup israeliana di intelligence da 1 miliardo di dollari accusata di aiutare l'Arabia Saudita a seguire i suoi avversari potrebbe essere la chiave per nuove asserzioni dal consulente di sicurezza Jeff Bezos, il consulente di sicurezza di Amazon, Gavin de Becker.

In un editoriale pubblicato su The Daily Beast di sabato, De Becker ha detto che la sua squadra ha concluso che l'Arabia Saudita "ha avuto accesso al telefono di Bezos e ha ottenuto informazioni private", in seguito alle indagini su come i testi di Bezos con la fidanzata Lauren Sanchez sono finiti in le mani di The National Enquirer.

Un governo straniero che sorveglia un potente amministratore delegato americano usando tecnologie avanzate? Sembra roba da romanzo di spionaggio.

Ma a quanto pare, rintracciare i telefoni cellulari delle persone è una pratica consolidata, e la tecnologia che sta dietro – noto come "spyware di intercettazione legale" – è un'industria da 12 miliardi di dollari.

Il software può tenere traccia di testi, e-mail e app

Mentre De Becker ha smesso di affermare che l'Arabia Saudita ha avuto accesso al telefono di Bezos, il suo editoriale è stato collegato a un articolo del New York Times su "mercenari di Internet" tra cui NSO Group, DarkMatter e Black Cube – aziende che sfruttano le capacità tecnologiche per avanzare tecniche di spionaggio nelle mani dei governi di tutto il mondo.

Il più affermato è il gruppo NSO, una startup israeliana da 1 miliardo di dollari aperta sulla sua missione di aiutare "le agenzie governative a prevenire e investigare il terrorismo e il crimine per salvare migliaia di vite in tutto il mondo".

NSO Group è stato fondato nel 2008 da Shalev Hulio e Omri Lavie per aiutare i fornitori di telefoni cellulari ad accedere ai telefoni dei loro clienti per eseguire la manutenzione.

Da allora, l'azienda ha aiutato l'Arabia Saudita a "tracciare i suoi avversari", ha aiutato il Messico a "cacciare i boss della droga" e ha fatto milioni di dollari facendo un lavoro simile per dozzine di diversi governi, secondo un'indagine del Times.

La tecnologia principale di NSO Group Pegasus è uscita nel 2011. Pegasus consente ai propri utenti di raccogliere dati remoti da app per smartphone come Facebook, WhatsApp e Skype, nonché testi, e-mail, chiamate e dati sulla posizione, da "l'aria senza lasciare traccia", secondo al Times.

Mentre aiuta il Messico a catturare criminali di droga è all'interno della missione dichiarata dal Gruppo NSO, la società è al centro di una causa che sostiene che la sua tecnologia è stata utilizzata dall'Arabia Saudita per spiare il giornalista Jamal Khashoggi, assassinato al consolato saudita a Istanbul nell'ottobre 2018 .

NSO Group ha anche lavorato con gli Emirati Arabi Uniti, che sono stati sorpresi a installare il software di NSO sul telefonino dell'attivista per i diritti umani Ahmed Mansoor, secondo il Times.

NSO affronta una forte concorrenza

NSO Group non è l'unico giocatore nello spazio spia internazionale.

Il Times ha scoperto una forte concorrenza tra il gruppo NSO e la società emiratina DarkMatter, che secondo quanto riferito si è formata dopo che una società americana CyberPoint ha declinato le richieste degli Emirati Arabi Uniti di infrangere la legge americana violando i codici di crittografia e hackerando siti Web ospitati su server americani.

La missione dichiarata di DarkMatter è quella di creare un mondo "in cui aziende e governi sfruttino e massimizzino i benefici dell'ambiente digitale in modo efficace e sicuro".

Ma le sue tecniche vanno oltre il semplice monitoraggio dei telefoni cellulari delle persone. Secondo quanto riferito, l'azienda ha hackerato un baby monitor nella casa di Mansoor per ascoltare le sue conversazioni.

L'escavatore di costruzione massiccia di Robotics si guida da solo – TechCrunch


Non ho mai avuto un incontro simile a quello che avevo con Built Robotics.

Entro circa 10 minuti dall'incontro con il cofondatore di Built, Noah Ready-Campbell, stiamo guidando un escavatore da costruzione di 80.000 libbre attorno a quello che è in fondo il cortile della sua azienda.

Vuole che capisca cosa vuol dire guidarne uno; quanta abilità e finezza ci vogliono per spostare in modo sicuro ed efficiente montagne di terra con questa enorme macchina. La risposta? Molte.

Ecco perché la sua azienda vuole che queste macchine si guidino da sole.

Costruito sta prendendo i concetti e la tecnologia che gli altri stanno usando per costruire auto che si guidano da soli e adattandole per una verticale completamente diversa: la costruzione.

Hanno creato un kit per il retrofit di attrezzature da costruzione esistenti con hardware come lidar, GPS e Wi-Fi, dandogli la possibilità di mappare e navigare autonomamente nei dintorni. Anziché tentare di costruire i propri bulldozer ed escavatori e aprirsi la strada verso un mercato già dominato, Built mira a realizzare un kit che funzioni attraverso le attrezzature popolari già in cantiere. Vendono e noleggiano i kit alle aziende, quindi applicano una commissione di utilizzo ogni volta che la macchina funziona in modalità autonoma.

Hanno mostrato questa tecnologia su piccola scala per la prima volta nel 2017, implementandola nel caricatore compatto della foto sopra. Ora si sta espandendo in attrezzature più grandi, compresi i bulldozer (nella foto sotto) e gli escavatori (nella foto in alto). Vedi quelle scatole nere sopra ogni veicolo? Ecco dove vive tutta la tecnologia di Built.

Tornati nel loro ufficio, guardiamo le macchine nel loro sacco. Noah e il team Costruito trasformano l'escavatore in modalità automatica, facendo apparire una mappa di ciò che è appena fuori dalla finestra. Un bordo rosso indica alla macchina dove è permesso andare; se per qualsiasi motivo supera i bordi, l'intera macchina si spegne.

Le telecamere su e intorno ai veicoli controllano costantemente chiunque si allontani troppo da vicino. Se qualcosa va storto e la macchina inizia a rovesciarsi troppo, o se i sensori di bordo rilevano che qualcosa è nel modo sotterraneo? La potenza viene tagliata. E c'è un grande pulsante rosso di arresto di emergenza sul retro di ogni macchina (e un pulsante wireless pensato per rimanere sulla scrivania dell'operatore) per buona misura.

Sparano l'escavatore e inizia a scavare nel suo compito. Ogni mossa effettuata dalla macchina è rappresentata sullo schermo. Un mare di punti intermittenti circondano il veicolo sullo schermo, indicando il terreno che sta percependo attorno a sé. È un viaggio assoluto, guardando queste macchine girare intorno e spingere e scavare senza umani nelle loro cabine. Mi ricorda StarCraft per qualche motivo.

Queste macchine non prenderanno lavoro dalle persone che le vogliono? L'industria delle costruzioni è nel mezzo di una grave carenza di manodopera, mi dice Noah. L'industria sembra essere d'accordo, con l'Associated General Contractors of America che proprio questo mese ha chiesto al Congresso di sostenere un programma di visti di lavoro temporaneo per coinvolgere più potenziali lavoratori.

Ma non siamo l'unico paese che si trova di fronte a una carenza di manodopera nelle costruzioni, e non è probabile che finisca presto. Come spiega Issi Romem, capo economista di BuildZoom, in questo post non ci sono abbastanza giovani che entrano in campo per tenere il passo.

E se invece di un veicolo per operatore, ogni operatore potesse sorvegliare una flotta automatizzata di due, tre o cinque? Potevano dare alle macchine una mappa di ciò di cui avevano bisogno, scavarle, accenderle e salire sul taxi solo quando c'è qualcosa che le macchine non possono fare. Non risolverà la mancanza, ma potrebbe aiutare a colmare le lacune.

È ancora presto per Built. Ha costruito una flotta di ricerca di sette veicoli e stanno arrivando al decimo progetto di costruzione completato; tutto sommato, la loro flotta ha circa 6000 ore di funzionamento. Ma dovrebbero essere buoni per continuare a girare per un bel po 'più a lungo, con la compagnia che ha firmato $ 100 milioni di dollari.

Questa è la seconda startup di Noah. Ha venduto la sua prima startup, un sito di rivendita di abbigliamento chiamato Twice, a eBay nel 2015.

L'assicurazione informatica per le aziende viene sovradimensionata, anche se potrebbe essere necessario



Per coloro che seguono lo spazio di sicurezza delle informazioni, può sembrare che l'anno passato sia stato solo una serie di annunci con una violazione della sicurezza aziendale dopo l'altra. Mi piace Equifax, Marriote molti altri sono entrati nella coscienza generale dopo che i dettagli personali di centinaia di milioni di clienti sono caduti nelle mani degli hacker.

La paura di essere il prossimo obiettivo ha portato molte aziende a cercare garanzie che limitino le loro perdite in caso di violazione, portando a un nuovo mercato delle polizze di assicurazione cyber. Dato il clamore intorno alla minaccia degli hack, alimentato da più di un piccolo FUD basato sul marketing, è comprensibile che molti vorrebbero cercare soluzioni che possano proteggerli.

Assicurazione informatica: a cosa serve?

Si suppone che l'assicurazione informatica aiuti le aziende a gestire le conseguenze di una violazione e, auspicabilmente, sarà meglio tutelata per il futuro.

In pratica, questo significa aiutare a coprire i costi dal risposta all'attacco, tutto da fornire un team di esperti di sicurezza per ridurre al minimo il danno e fare forense, al relazioni pubbliche ciò funzionerà per impedire che la vostra azienda venga messa alla berlina nella stampa.

Poi ci sono le spese che possono rapidamente derivare dal danno causato dal furto di dati dell'utente o le perdite da macchine rese inutilizzabili e le entrate decimate dai tempi di fermo.

Dopo tutto, un hack può essere molto costoso da pulire in seguito. Basta chiedere a Maersk e FedEx dopo il Attacchi malware NotPetya nel 2017, ma ne parleremo più avanti.

Sei coperto?

Sfortunatamente, sembrerebbe che l'assicurazione cibernetica non sia la soluzione semplice e completa che le aziende potrebbero pensare di essere, e ci sono sfide significative che devono essere considerate prima di firmare una polizza.

Per i principianti, francamente non ci sono ancora abbastanza dati là fuori sui costi reali coinvolti in una violazione dei dati per aiutare gli attuari a valutare correttamente i loro prodotti. Questo non è solo un problema per gli assicuratori, che possono trovarsi senza pantaloni in caso di un attacco che colpisce più grandi imprese e provoca danni come abbiamo visto quando NotPetya ha fatto irruzione attraverso le reti globali.

Gli assicuratori sono sostenuti dai sottoscrittori per le loro politiche, che a loro volta potrebbero non sapere come scrivere politiche che possono sostenere. Ci sono stime secondo cui NotPetya ne ha accumulati $ 10 miliardi di dannied è improbabile che il settore assicurativo sia veramente pronto a pagare i veri costi di un attacco più ampio. Una vera preparazione richiederà che essi accertino correttamente i costi e addebitino ai clienti costi realistici, anche se sono significativamente più alti.

Il prossimo ostacolo è che a differenza di altre forme di rischio per le quali le aziende possono adottare pratiche standard per mitigare il rischio, quindi si spera che riducano i loro premi, le migliori pratiche di sicurezza delle informazioni sono ancora lontane dall'uniformità in tutto il mondo. Questo è un problema importante in quanto una violazione può verificarsi su un endpoint obsoleto in una filiale di una società multinazionale e quindi rapidamente raggiungere la sede di New York, portando l'intera entità fuori linea.

Nonostante anni di avvertimenti, il personale dell'ufficio sta ancora abilitando macro su documenti Word, rendendo gli attacchi di phishing una minaccia continua che può dare agli hacker un facile punto di ingresso in una rete. Forse, se gli assicuratori cibernetici cominceranno a offrire incentivi alle organizzazioni che istruiscono i loro team su una migliore igiene della sicurezza e gestiranno una squadra rossa regolare per tenere il personale sulle spine, allora potremmo vedere un miglioramento significativo nella preparazione in una più ampia gamma di aziende.

È questo il modo in cui il biscotto si sbriciola?

Un recente esempio di assicurazione cibernetica non all'altezza delle aspettative è stata la recente storia del gigante della distribuzione alimentare Mondelez annunciato a gennaio che stanno utilizzando il gruppo assicurativo di Zurigo per un importo di $ 100 milioni sui danni che hanno sostenuto durante NotPetya. La loro richiesta è che 1.700 server e oltre 24.000 laptop siano stati danneggiati in modo permanente quando il malware ransomware ha colpito la loro rete. La causa arriva dopo che Zurigo ha respinto la richiesta di risarcimento, citando la clausola di esclusione per atti di guerra.

Mentre è stato sostenuto che la politica di Mondelez con Zurigo non è stata specificamente per l'assicurazione cibernetica, lo è stata segnalati che avrebbero dovuto essere coperti per "perdita o danno fisico a dati, programmi o software elettronici" nonché "l'introduzione malevola di un codice macchina o di un'istruzione".

In quanto tale, sembrerebbe alquanto assurdo che l'assicuratore cerchi di uscire dal pagamento, soprattutto perché spetta a loro provare l'attribuzione al governo russo.

In passato, le aziende potevano avere avuto un incentivo a dire di essere state vittime di un attore di stato, forse come un modo per aumentare la propria importanza o scusarsi di come gli aggressori fossero riusciti a superare le loro difese. Ora, potrebbero effettivamente avere una ragione per affermare che si trattava di elementi criminali che si trovano dietro una breccia se ciò significa un percorso più facile per ricevere i loro pagamenti dagli assicuratori.

La cyber-assicurazione è degna del clamore?

Mentre ogni azienda ha bisogno di valutare autonomamente i propri livelli di rischio, la risposta breve probabilmente non lo è. Anche se possiamo lasciare questo caso davanti ai tribunali per decidere, dovrebbe dare una pausa alle aziende prima di saltare su un pacchetto di assicurazione cibernetica.

Se Zurich vince, probabilmente sentiremo le increspature in tutto questo spazio mentre molte aziende riesaminano il loro investimento nell'acquisto di assicurazioni cyber a favore di strumenti che potrebbero aiutarli a prevenire la violazione in primo luogo.

Chiaramente ciò che è necessario andare avanti sarà una combinazione dei due approcci, implementando strumenti e pratiche per prevenire le violazioni e trovare minacce all'interno della rete, seguito da misure come l'assicurazione che renderà le conseguenze meno dolorose se un attacco ha successo.

Per ora, le aziende con politiche dovrebbero rivedere i loro termini per ottenere una chiara comprensione di ciò che esattamente hanno protezione contro e capire se la loro copertura è sufficiente per i loro modelli di minaccia. Allo stesso tempo, devono evitare di correre a comprare costose politiche per paura.

TNW Conference 2019 sta arrivando! Dai un'occhiata alla nostra nuova e gloriosa location, alla nostra schiera di relatori e attività e a come partecipare a questa stravaganza tecnologica annuale facendo clic qui.

Pubblicato il 31 marzo 2019 alle 13:30 UTC