Incontra Ron Fisher, il dirigente di SoftBank che ha assegnato a WeWork una valutazione di $ 47 miliardi mesi prima che ritardasse la sua IPO di $ 10 miliardi


Non è chiaro se la scommessa da miliardi di dollari di Ron Fisher pagherà.

Il dirigente di SoftBank fa parte del consiglio di amministrazione maschile di WeWork, avendo guidato i molteplici investimenti del Vision Vision nella startup dal 2017. Come Vice Presidente e Responsabile degli investimenti del Gruppo SoftBank, Fisher, 71 anni, è uno dei dipendenti più senior che sovrintendono al primo SoftBank Vision Fund da $ 100 miliardi e l'investimento WeWork dell'azienda potrebbe benissimo essere la sua eredità.

SoftBank, e Fisher per estensione, è ampiamente accreditato di aver gonfiato eccessivamente la valutazione di WeWork nei round di finanziamento privato della fase successiva. SoftBank è stata coinvolta pubblicamente nella startup di coworking con sede a New York nell'agosto 2017 dopo aver acquistato $ 1,3 miliardi di azioni da un gruppo di investitori esistenti non divulgati. All'epoca, WeWork aveva un valore di $ 16,9 miliardi. Nello stesso mese, SoftBank ha guidato la serie G da $ 1,7 miliardi della startup, che lo ha valutato a $ 21,2 miliardi. Al suo apice, WeWork è stato valutato privatamente a $ 47 miliardi dopo un investimento diretto di $ 5 miliardi da parte di SoftBank.

Leggi di più: La storia della valutazione meteorica di WeWork aumenta e diminuisce

Ora, l'investimento di Fisher sembra al massimo precario. Dopo aver versato miliardi in finanziamenti privati ​​in WeWork, la vivace startup ha deciso di ritardare la sua offerta pubblica inizialmente prevista per la fine di settembre. Una volta valutato a $ 47 miliardi, la startup ora sta prendendo in considerazione l'idea di quotare a una valutazione significativamente scontata di circa $ 10 miliardi.

Essendo uno dei soli sei membri del consiglio di amministrazione, Fisher si trova nella posizione unica di sapere cosa potrebbe succedere dopo per la startup immobiliare assediata. Ma potrebbe essersi sacrificato molto per arrivarci.

Ecco cosa sappiamo di Fisher, il dirigente di SoftBank che ha guidato il controverso investimento del Vision Fund in WeWork.

Ottieni il tuo pacchetto Startup Alley Exhibitor più un soggiorno in hotel bonus – TechCrunch


Sta arrivando al limite per la tua opportunità di mostrare la tua startup nella fase iniziale in Startup Alley a TechCrunch Disrupt SF dal 2 al 4 ottobre. Semplicemente non c'è modo migliore per mettere le tue idee e la tua tecnologia di fronte a influenti agenti di cambiamento che possono aiutarti a spingere la tua attività in avanti e gettare le basi per il successo futuro. Ecco solo quattro dei tanti motivi che dovresti esporre in Startup Alley.

1. Fantastica esposizione ai media

Insieme a oltre 10.000 partecipanti, Disrupt SF avrà più di 400 membri dei media. Stiamo parlando dei grandi cannoni – CNBC, Bloomberg, Forbes, Financial Times – insieme agli scrittori TechCrunch, perlustrando il pavimento alla ricerca di storie su affascinanti fondatori, tendenze tecnologiche emergenti o forse anche un futuro unicorno. Il punteggio della copertura mediatica può fare miracoli per i tuoi profitti – come Luke Heron, CEO di TestCard, ha appreso quando ha esposto in Startup Alley:

Abbiamo ottenuto un fantastico writeup su Engadget, che è stato davvero prezioso. È difficile trovare denaro all'inizio del viaggio di avviamento e un articolo di un'organizzazione credibile può aiutare a spingere le cose nella giusta direzione.

L'anno scorso, TestCard ha chiuso un round di finanziamento da $ 1,7 milioni.

2. Attenzione degli investitori Beaucoup

I giornalisti non sono gli unici influenzatori a esaminare la tecnologia e il talento in mostra in Startup Alley. Gli investitori sono altrettanto desiderosi di trovare prospettive emergenti da aggiungere ai loro portafogli. È il luogo perfetto per iniziare conversazioni e sviluppare relazioni che portano a grandi cambiamenti. E abbiamo una pletora di investitori (sia VC tradizionali che folk aziendali) nella Valle: Sequoia, Verizon Ventures, GV, SoftBank, Naspers, AT&T, Honda Innovations e altro. Ecco cosa ha detto David Hall, co-fondatore di Park & ​​Diamond, sulla sua esperienza:

Esibire in Startup Alley è stato un punto di svolta. La possibilità di avere discussioni e potenzialmente formare relazioni con gli investitori è stata preziosa. Ha completamente cambiato la nostra traiettoria e reso più semplice la raccolta di fondi e il passaggio alla fase successiva.

L'anno scorso, Park & ​​Diamond ha chiuso il suo primo round di finanziamenti, consentendo alla società di trasferirsi a New York e fare le sue prime assunzioni chiave.

3. Wild Card sparato alla competizione Startup Battlefield

Hai perso le applicazioni Startup Battlefield? Tutti gli espositori di Startup Alley hanno la possibilità di vincere uno dei DUE Wild Card iscrizioni al Startup Battlefield competizione di campo. I redattori di TechCrunch selezioneranno due straordinarie startup come team Wild Card che saliranno sul Main Stage per competere testa a testa in Startup Battlefield per $ 100.000 in contanti senza azioni, la Disrupt Cup e ancora più glorioso investitore e attenzione dei media.

4. Soggiorno in hotel gratuito per le aziende di Startup Alley che prenotano ora

Per tutti questi motivi, è difficile superare tutto il valore che otterrai da un pacchetto per espositori di Startup Alley, ma addolciremo persino l'affare e lanceremo un soggiorno gratuito di 3 notti in un hotel di San Francisco se prenoti entro mercoledì 25 settembre. Tutta questa opportunità per $ 1,995 sembra troppo bella per essere vera, ma se agisci ora, questa può diventare la tua realtà.

Ecco qua. Che cosa stai aspettando? Acquista il tuo pacchetto espositore Startup Alley e metti in mostra le tue cose a Disrupt San Francisco 2019.

Come guardare l'evento Mate 30 di Huawei e cosa aspettarsi


Huawei presenterà il Mate 30, il suo ultimo telefono di punta, in occasione di un evento a Monaco di Baviera, in Germania, il 19 settembre. L'evento inizierà alle 14:00 CEST / 8AM ET.

Se vuoi guardarlo, puoi andare sulla pagina YouTube di Huawei qui, o meglio, basta guardare lo streaming qui sotto:

La compagnia dovrebbe annunciare quattro nuovi telefoni, tra cui l'ammiraglia Huawei Mate 30 Pro, il premium Mate 30, il Mate 30 Lite più economico e l'edizione speciale Mate 30 Porche Design.

Credito: @evleaks

Ad eccezione del Lite, ciascuno di questi telefoni dovrebbe eseguire il nuovo chip Kirin 990 di Huawei con funzionalità 5G integrate. Il Lite probabilmente eseguirà il Kirin 810 per aiutare a ridurre i costi. Huawei sta mantenendo il segno su questi display (anche se il Lite ha un ritaglio simile a Samsung), e la società ha nuovamente ridisegnato l'aspetto delle fotocamere posteriori, incluso un modulo fotocamera circolare sul P30 Pro.

A parte i telefoni, si dice che Huawei abbia in programma di annunciare anche un orologio, una TV, un fitness tracker e un tablet durante l'evento.

Ma cosa farà Huawei senza il supporto dell'app Google?

L'evento Mate 30 sarà un test importante per Huawei. È il primo nuovo telefono di punta che ha lanciato da quando il presidente Trump ha inserito nella lista nera la società a maggio, impedendo effettivamente alle società americane di fare affari con essa. Ciò include Google, che, sai, è una parte abbastanza importante di Android.

Per fortuna, Android è open source, quindi Huawei può ancora fornire un telefono funzionante senza ricorrere al proprio HarmonyOS in arrivo. Tuttavia, le app e i servizi di Google Play non sono open source, il che rende molto più complicato per Huawei fornire la stessa esperienza pronta per l'uso praticamente su tutti i telefoni Android al di fuori della Cina (dove si trova il Google Play Store bloccato).

Credito: @evleaks