La Tesla Semi affronta questo classico problema di sicurezza del camion con la tecnologia



Tesla's Semi è un semirimorchio interamente elettrico, che a sua volta è un'impresa importante, ma il suo propulsore non è l'unica innovazione tecnologica che la casa automobilistica sta applicando all'autotrasporto. Un altro elemento chiave della nuova Semi è che eviterà automaticamente uno dei più famigerati e pericolosi potenziali problemi di sicurezza affrontati dalle grandi piattaforme con rimorchi: jackknifing.

Anche il nome è adeguatamente spaventoso – trasmette violenza disordinata. E tu hai sicuramente familiarità con il concetto, anche se non riesci a collegarlo al nome: è quello che succede quando la cabina del camion gira violentemente in un modo, ma il rimorchio del camion ne va un altro, provocando uno squilibrio disastroso e il camion alla fine lanciando una volta il lato e tagliando un percorso devastante attraverso le corsie autostradali.

Il Tesla Semi ha misure di sicurezza attive progettate per impedire che ciò accada. Lo fa sfruttando la sua esclusiva trasmissione elettrica, che include motori indipendenti per ciascuna delle ruote. Il carrello può rilevare la distribuzione del peso su quelle ruote, azionare i motori o frenarli di conseguenza per massimizzare il controllo della trazione e correggere automaticamente cose come il sovrasterzo in risposta ai cambiamenti di peso.

Il risultato è un camion che farà tutto in il suo potere di evitare un incidente di jackknifing, automaticamente, senza richiedere alcun intervento del guidatore. E lo farà indipendentemente da quale rimorchio o carico sia attaccato sul retro. "Il jackknifing è impossibile", ha detto Elon Musk sul palco del Seminario di presentazione di Tesla.

Questa potrebbe essere un'enorme caratteristica in termini di offrire ai conducenti maggiore tranquillità e dare alle compagnie logistiche ulteriore garanzia che il loro investimento e il personale siano protetti.

Tortuga Logic raccoglie $ 2 milioni per creare sistemi di sicurezza a livello di chip



Tortuga Logic ha raccolto $ 2 milioni in finanziamenti da parte di Eclipse Ventures per aiutarli a mantenere la sicurezza del sistema a livello di chip. Con sede a Palo Alto, la società prevede di utilizzare il denaro per costruire prodotti che troveranno "vulnerabilità in agguato" sull'hardware del computer.

I fondatori, Dr. Jason Oberg, Dr. Jonathan Valamehr, Professor Ryan Kastner dell'UC San Diego, e il professor Tim Sherwood della UC Santa Barbara, ha decenni di esperienza nella sicurezza del sistema e ha ricevuto una sovvenzione dalla National Science Foundation per la commercializzazione iniziale.

"C'è un'enorme quantità di società di cybersecurity basate su software nel mondo ma con il avvento di veicoli autonomi, crescente complessità dei dispositivi mobili e problemi di fiducia nella catena di fornitura per le applicazioni militari, c'è un intero gap nel modo in cui l'industria si avvicina alla sicurezza informatica, in particolare l'hardware ", ha detto Oberg.

Pensa al software come sensore di polvere su una fotocamera DSLR di fascia alta. Il sistema può rilevare e gestire i guasti sull'hardware e impedire al software di sfruttare i buchi dell'hardware.

"Le vulnerabilità hardware sono state sfruttate con successo per compromettere completamente un moderno sistema informatico", ha affermato Oberg. "La rettifica di una vulnerabilità di sicurezza che è già stata spedita o peggio, è stata sfruttata, può costare somme esorbitanti di denaro. A differenza del software, l'hardware non può essere riparato e in molti casi richiede una soluzione più costosa come un richiamo. "

Il team ha visto che la sicurezza era un" ripensamento "e rattoppando i buchi più pericolosi sono in grado di migliorare considerevolmente la sicurezza del sistema .

La società produce e vende una "suite di strumenti di progettazione hardware per identificare le vulnerabilità della sicurezza in tutto il design di un semiconduttore" e ha già clienti nel settore aerospaziale e della difesa.

"Quando si parla di società di cibersicurezza, la chiave la differenziazione tra noi e gli altri giocatori è che ci concentriamo sui chip sottostanti anziché concentrarci sul software ", ha affermato Oberg. "Quando si tratta di team interni di grandi aziende che creano i propri team per risolvere questo problema, disponiamo di una tecnologia speciale che ci consente di automatizzare il processo di individuazione delle vulnerabilità della sicurezza, mentre la maggior parte dei team interni non dispone di alcuna automazione."

Facebook lancia l'app Creator per gli influenzatori per costruire comunità video



Facebook vuole trasformare il consumo di video passivi e insensati in "tempo ben speso", e ora sta dando alle star dei social media un potente strumento per incoraggiare le comunità attorno ai loro contenuti. Oggi Facebook lancia Facebook Creator, offrendo influencer Live Creative Kit per aggiungere intros e outros alle trasmissioni, una casella di posta unificata di commenti Facebook e Instagram oltre a chat di Messenger, cross-posting su Twitter e ampie analisi.

Facebook ha promesso l'app Creator a giugno a VidCon e oggi viene lanciata a livello globale su iOS con Android pianificato per i prossimi mesi. In realtà è un rebranding e un aggiornamento dell'app Facebook Mentions del 2014 che era disponibile solo per verificare figure pubbliche e Pages, ma ora è aperta a tutti. Stranamente, appare ancora come "Menzioni" nell'App Store per ora.

Qualsiasi profilo o pagina individuale può scaricare Creator per accedere agli strumenti avanzati di coinvolgimento dei fan. Facebook sta anche lanciando un sito web Facebook for Creators con le migliori pratiche per la crescita di fan, esempi di ciò che altre star stanno facendo e accesso alle risposte alle domande più frequenti.

"È una grande priorità per noi avvicinare le persone ai contenuti più significativi e alle persone che hanno un significato per loro", mi dice il vicepresidente del video di Facebook Fidji Simo. "I creatori sono proprio all'incrocio di tutto ciò che pensiamo sia piuttosto unico su Facebook."

E dopo che l'amministratore delegato Mark Zuckerberg ha dichiarato in merito agli utili di questo mese, il "tempo ben speso" via video è il nuovo obiettivo di Facebook, l'app Creator potrebbe aiutare a rendere il video di Facebook molto meno isolante rispetto alla TV.

All'interno dell'app Creatore di Facebook

"L'idea era lì per dare loro un one-stop-shop per tutte le funzionalità per gestire la loro presenza in movimento", spiega Simo riguardo all'app Creator, che si divide in quattro parti.

Live Creative Kit

Questo pacchetto di strumenti consente agli utenti di aggiungere intros, outros e reazioni emoji personalizzate alle loro trasmissioni in diretta. I creator vanno sul sito di Facebook, caricano un'introduzione come una sigla o benvenuto e un outro come una chiamata per seguirli sui social media. Questi possono quindi essere abilitati nell'app Creator in modo che vengano riprodotti all'inizio e alla fine della trasmissione. Simo nota che "[Creators] stava dicendo che Live è bello perché è crudo e autentico, ma vorrebbe essere in grado di presentare ogni volta di che cosa tratta il loro spettacolo o di quale sia il tema".

I frame grafici consentono ai produttori di aggiungere un bordo grazioso ai propri video per una sensazione più coinvolgente. E le reazioni personalizzate consentono ai creatori di sostituire una delle sei alternative predefinite "haha", "arrabbiato" o "wow" allo standard "Mi piace" con un grafico a loro scelta. Ciò potrebbe collegarsi al tema della loro trasmissione o personalità. Ad esempio, Simo dice che la star del video di buon umore Markian potrebbe aggiungere una reazione particolarmente spensierata al sorriso per intrattenere il suo gruppo di fan club su Facebook, il #SmileSquad.

Queste funzionalità spingono Facebook Live ben oltre le capacità di Periscope di Twitter e potrebbero renderlo più vitale di YouTube Live.

Posta in arrivo unificata

Piuttosto che dover saltare costantemente tra Facebook, Instagram e Messenger, Facebook sta mettendo tutti i commenti e i messaggi di un creatore in una singola casella di posta con Creator. Ciò potrebbe rendere molto più snello il fatto di tenere una conversazione con i fan o rispondere ai commenti invece di essere semplicemente un'emittente a senso unico della vecchia scuola.

Per i creator che cercano di moderare i loro commenti, combinare Instagram e Facebook potrebbe ridurre il tempo necessario per stroncare i troll abusivi. E più la comunità è famelica e pulisce i commenti, i marchi più interessati saranno quelli di pubblicizzare video su Facebook e sponsorizzare le stelle.

Storie e macchina fotografica

Per mantenere l'attenzione sulla realtà aumentata di Facebook e sulle funzionalità di condivisione quotidiana, l'accesso alla condivisione di Facebook Camera e Stories è disponibile da Creator. Facebook consentirà anche alle persone di inviare messaggi incrociati su Instagram e persino su Twitter per ridurre l'attrito di mettere i loro contenuti ovunque. Questa semplicità potrebbe incoraggiare le persone a creare contenuti di qualità superiore e mantenere Facebook nel ciclo di condivisione.

Analytics

I creativi devono sapere cosa sta funzionando in modo che possano farne di più. Piuttosto che sotterrarlo all'interno delle loro pagine Facebook, Facebook sta emergendo all'interno dell'app Creator. I dettagli sulla demografia dei fan potrebbero aiutare gli influencer non solo a capire quali tipi di video dovrebbero pubblicare, ma anche quali brand potrebbero volerli sponsorizzare.

Potresti non essere d'accordo con la definizione di Facebook di "tempo ben speso". Ma anche se si tratta solo di una modesta interazione sociale intorno al video, questo potrebbe essere un netto miglioramento dal vegging sul divano che binge Netflix o che si annida all'infinito nel News Feed.

Cosa manca: monetizzazione

L'app Creator potrebbe attirare i social media lontano dai concorrenti come la loro vecchia home YouTube con la sua app Studio per i creatori, il loro hub di entrate in abbonamento Patreon o Snapchat, che questo mese ha annunciato di essere pronto ad abbracciare gli influencer. Usando le personalità dei singoli creatori per stringere legami più profondi con gli spettatori, Facebook potrebbe accumulare impressioni di annunci video molto redditizie.

Ma una cosa che manca profondamente da Facebook Creator è un nuovo modo per gli influencer di monetizzare. Non ci sono abbonamenti o ribaltamenti e non possono nemmeno inserire interruzioni pubblicitarie di compartecipazione alle entrate nei loro video. L'unica opzione è quella di pubblicare contenuti di marca sponsorizzati e etichettarli con la funzione di codifica della partnership di Facebook. Almeno Simo dice "non è una taglia unica per quanto riguarda la monetizzazione. [Creators] hanno tutti bisogno di molte cose diverse. Siamo aperti ad esplorare molti modelli di business diversi ma su questo fronte nulla da annunciare in questo momento. "

Un'altra cosa che Facebook potrebbe fare meglio qui è un'integrazione con i Gruppi. Sempre più star lanciano gruppi Facebook attorno ai loro contenuti in modo che i fan non solo possano interagire con loro, ma possono interagire tra loro. Facebook dovrebbe facilitare l'avvio, la crescita e l'educazione dei fan club dall'app Creator.

Facebook ha un'enorme opportunità in questo spazio. A differenza di YouTube, dove le persone vanno quando vogliono intrattenersi, le persone visitano costantemente Facebook per vedere i propri amici. Aiutando entrambi questi utenti a scoprire i creator e fornendo la scheda dedicata al video Watch per seguirli, Facebook mette in pericolo i suoi 2 miliardi di utenti di fronte agli influencer, reclutando coloro desiderosi di seguire i loro passi.

E per l'utente, facilitare le connessioni bidirezionali con i creator aiuta Facebook a realizzare la sua missione di rendere il video il punto focale della comunità piuttosto che una via di fuga da esso.

Twitter conferma che sta testando una funzionalità di tweetstorm



Twitter conferma che sta testando una funzione che consente agli utenti di creare più facilmente "tweetstorms" – quelle serie di tweet collegati che sono diventati una soluzione popolare per i limiti del numero di caratteri di Twitter. La funzione, che è stata recentemente individuata in natura, offre una nuova interfaccia per la composizione di tweet, in cui le singole voci di tweetstorm possono essere scritte una per una e poi pubblicate su Twitter in modo sfalsato con la pressione di un pulsante "Tweet tutto".

L'esistenza di una funzionalità di tweetstorm è stata individuata per la prima volta nel codice dell'app di Twitter a settembre, il che era un suggerimento per le cose a venire. Al momento, Twitter non ha voluto commentare i suoi piani per la funzione o dire se avrebbe mai lanciato pubblicamente.

Oggi, il blog Android Police ha segnalato che l'interfaccia tweetstorm stava spuntando per alcuni utenti dell'app Android alfa, ma ha detto che non era sicura dei dettagli relativi ai test.

Vecchio (a sinistra) vs Nuovo (a destra) – Immagine: Android Police

Quando è stato chiesto, Twitter ha dichiarato a TechCrunch che la funzione tweetstorm è stata testata in entrambi i programmi alpha e beta su iOS e Android. La versione condivisa da Android Police è stata testata per settimane, ha detto la società.

Anche se la funzione non è ancora disponibile per tutti o per test pubblici, l'espansione di questi test suggerisce che questo è qualcosa che Twitter vuole portare al pubblico.

Non sarebbe sorprendente. Dopo tutto, il lancio di una funzionalità tweetstorm nativa non sarebbe la prima volta che Twitter ha adottato un comportamento comune visto tra la sua base di utenti e trasformato in un prodotto ufficiale. In passato, Twitter ha creato @reply, l'hashtag e la RT in base a modelli di comportamento degli utenti che sono nati organicamente sulla sua piattaforma, quindi adottati da un numero considerevole di utenti.

Il tweetstorm rientrerebbe facilmente anche in questa categoria.

Anni fa, la funzione era utilizzata da un numero limitato di early adopter, come Marc Andreessen, ad esempio, che voleva scrivere l'equivalente di un post sul blog tramite tweet.

Ma oggi la tweetstorm è diventata solo un altro modo in cui le persone usano Twitter.

Viene anche utilizzato per un numero di cose che vanno oltre i contenuti di tipo blog sparsi su tweet. Ad esempio, le persone ora usano il tweetstorm per raccontare storie personali – anche di suspense o divertenti – collegano fatti che riguardano notizie irrinunciabili, accenni alla politica o ad altre questioni, e altro ancora.

Anche se Twitter ha ampliato il limite del numero di caratteri a 280, ciò non ha eliminato la necessità di tweetstorm. Oltre a supportare più di 280 caratteri collegando i tweet, ogni tweet è isolato e può essere condiviso – ritwittato, risposto a, ecc. – su base individuale.

Per ora, la nuova funzione offre un pulsante "+" più sul lato destro della schermata di composizione di Twitter, in cui sono presenti anche i pulsanti per l'aggiunta di foto, GIF, sondaggi e posizione. Quando viene toccato, il pulsante più consente agli utenti di inserire i tweet separati di tweetstorm sulle proprie linee. Durante il processo di scrittura, puoi tornare indietro e modificare qualsiasi singolo elemento prima che sia pubblicato.

Al termine, l'utente tocca un pulsante "Tweet tutto" per condividere la tweetstorm con la propria rete. Twitter accoda automaticamente i tweet in modo appropriato e li pubblica nell'ordine corretto.

Naturalmente, l'aspetto effettivo della funzione tweetstorm potrebbe cambiare in seguito a questi test beta.

Se il lancio della funzione sarà benvenuto non è noto. Quando Twitter supportava solo 140 caratteri, un pulsante di tweetstorm sarebbe stato utile. Ma con l'espansione a 280, c'è una certa preoccupazione che le persone useranno l'opzione per postare pensieri molto più lunghi su Twitter, ingombrando la linea del tempo con lunghe pontificazioni.

Twitter non ha condiviso una cronologia per il lancio pubblico della funzione tweetstorm, ma quelli che spesso ottengono le nuove funzionalità di Twitter dovrebbero probabilmente tenere gli occhi aperti.

Danny Masterson stupratore accusatore chiama Netflix per continuare a lavorare con lui


            

  
     Danny Masterson "data-mce-source =" Getty Images "/> <span class= Getty
  Immagini

  

  •      Quattro donne hanno accusato l'attore Danny Masterson di avere rapporti sessuali
        assalto, secondo HuffPost.

      
  •   

  •      Masterson attualmente recita al fianco di Ashton Kutcher
        "The Ranch" di Netflix ed entrambi hanno recitato in "That '70s"
        Mostra ".

      
  •   

  •      Nonostante le accuse, Netflix non ha fatto alcuna mossa
        sospenderlo o rimuoverlo dallo spettacolo, come ha fatto
        quando accuse contro le stelle Kevin Spacey e Louis C.K.
        emerso.

      
  •   

  •      Una delle presunte vittime di Masterson sta prendendo Netflix
        compito per il suo continuo lavoro con l'attore.

      

Danny Masterson recita al fianco di Ashton Kutcher su "The" di Netflix
  Ranch "e, secondo
  a HuffPost
quattro donne lo hanno accusato di avere rapporti sessuali
  assalto. Ma Netflix, finora, non ha fatto nessuna mossa da rimuovere
  Masterson dallo spettacolo e giovedì uno dei suoi presunti
  le vittime hanno chiamato il gigante dello streaming per
  continua il suo rapporto di lavoro con l'attore.

  "Le vittime stanno riprendendo il potere che ci è stato rubato, e
  le cose cambieranno. Netflix dovrebbe scriverlo, "
  Chrissie Carnell Bixler, che ha denunciato la violentata Masterson, ha detto
  
  The Daily Beast
.

   Le accuse contro Masterson andarono per la prima volta
  pubblica

   nel marzo di quest'anno, quando reporter
  Tony Ortega ha pubblicato accuse e documenti sul suo blog,
  
  The Underground Bunker
. I documenti nel post hanno mostrato che il
  Il dipartimento di polizia di Los Angeles aveva indagato su Masterson,
  chi è uno scientologist,

   per "almeno tre presunti
  casi di stupro o sodomia di donne che erano anche scientologist e
  chi sostiene di essere stato pressato dalla Chiesa di Scientology a non farlo
  contatta la polizia o pubblica con le sue accuse. "

   La Chiesa di Scientology non ha risposto
  alla richiesta di commenti di Business Insider, ma ha detto a The
  Daily Beast che era "di per sé diffamatorio accusare la Chiesa
  di impegnarsi, incoraggiare o coprire criminali
  comportamento ".

   In una dichiarazione a marzo, il LAPD
  confermato
a The Hollywood Reporter che era
  condurre un'indagine. La polizia di Los Angeles ha detto che tre
  le donne si fecero avanti e dissero che erano sessualmente
  assalito da Masterson nei primi anni 2000, quando era un
  protagonista di "That '70s Show."

   A novembre, il reporter Yashar Ali ha seguito un pezzo
  per HuffPost e
  ha riferito che quattro donne avevano poi accusato Masterson di
  stuprandoli nei primi anni 2000. Ma secondo Ali, il
  L'indagine della polizia di Los Angeles, iniziata nel 2016, si era in fase di stallo.

   La risposta di Netflix al 'ripple di Weinstein
  effetto '

  Dal momento che The New York Times
  ha rotto una storia
portando alla luce decenni di rapporti sessuali
  accuse di cattiva condotta contro il produttore Harvey Weinstein in
  inizio ottobre,
  più storie
su uomini potenti nel film e in televisione
  l'industria e oltre sono circolate. Questi uomini includono
  
  attore Kevin Spacey
che è stato accusato di molestie sessuali
  da oltre una mezza dozzina di uomini, oltre ad altre accuse incluso
  che ha iniziato una relazione sessuale con un ragazzo di 14 anni. Il
  ondate di accuse post-Weinstein includono anche storie
  del comico Louis C.K. masturbarsi
di fronte a più persone
  le donne, che ha confermato erano "vere".

  Masterson, Spacey e Louis C.K. tutto ha funzionato con
  Netflix.

  Quando sono uscite le accuse contro Spacey, Netflix
  produzione sospesa
su "House of Cards" e
  ha annunciato che avrebbe riscritto la stagione finale
  
  senza il suo personaggio,
Frank Underwood. E
  dopo accuse contro Louis C.K. è uscito,
  Netflix ha cancellato il suo secondo speciale stand-up

  supposto per la premiere esclusivamente sul servizio di streaming.

  Ma Netflix non ha fatto nessuna mossa del genere da allora
  le accuse di violenza sessuale contro Masterson hanno
  emerso. Netflix ha riconosciuto le accuse,
  a HuffPost
"Siamo a conoscenza delle accuse e del
  successiva indagine, e risponderà se sviluppi
  si verificano."

  Per Chrissie Carnell Bixler, non è abbastanza.

  Ha detto a The Daily Beast, "Ero malato quando ho letto Netflix's
  dichiarazione su continuare con 'The Ranch' e continuando il loro
  rapporto di lavoro con un uomo che ha violentato violentemente e
  abusato di così tante donne ". Bixler ha anche detto che l'inazione di Netflix
  "sembra una continuazione di come la Chiesa di Scientology ha fatto
  Mi sento quando ho denunciato il mio stupro a loro, così come a Danny
  Masterson mi ha fatto sentire quando lo pregherei per delle scuse, un
  spiegazione, qualsiasi cosa. "

  Nel 2018, altri 20 episodi di "The Ranch" arriveranno su Netflix.

  Netflix ha dichiarato a Business Insider che non ha ulteriori informazioni
  commento in questo momento. I rappresentanti di Masterson no
  risposto a una richiesta di commento.

                                        
        
    
                                                                
     
                            

Pip è una console di giochi retro per i bambini per imparare la codifica



La Raspberry Pi Foundation ha avuto un incredibile successo nel suscitare ogni sorta di creatività tramite i microcomputer a basso costo, che sono arrivati ​​sul mercato nel 2012. La sua elettronica di base è anche indirettamente responsabile delle attività di apprendimento basate sul Regno Unito. startup di codice come Kano e pi-top, che hanno costruito dispositivi e aziende supportate da VC in cima a Pi.

Bene, ecco un'altra startup del Regno Unito che usa l'elettronica Pi come fondamento per un'idea di business edtech. Il loro device-in-the-making Pip, che sta attualmente raccogliendo crowdfund su Kickstarter, è alimentato dal modulo Raspberry Pi Compute all'interno di una console portatile che contiene un touchscreen, oltre a speaker, pulsanti di controllo, porte multiple e anche alcuni colori LED.

L'idea è di coinvolgere i bambini con un dispositivo di giochi retro che funge anche da ambiente di apprendimento del codice tramite una piattaforma basata su browser, chiamata Curiosity. Un secondo aspetto del loro concetto inviterà gli hacker hardware in erba a ottenere il collegamento e la riproduzione tramite un connettore sulla console che può essere utilizzato con un pacchetto di espansione del produttore che contiene un allegato breadboard per armeggiare e apprendere l'elettronica.

Il team dice che la loro piattaforma software supporterà la codifica in JavaScript, Python, Lua, HTML / CSS e PHP. Mentre il dispositivo sarà fornito in bundle con tutorial passo-passo per "mostrare le basi" – dalla codifica di Snake, a far lampeggiare i LED, a, affermano, "programmare i dispositivi intelligenti".

Questa è la grande visione. Per ora Pip rimane un prototipo e la startup britannica di Glasgow deve ancora raggiungere il suo obiettivo di 30.000 sterline su Kickstarter, anche se è già a metà strada dopo alcuni giorni di campagna.

La pre-ordinazione dei prezzi degli early bird per il dispositivo Pip è di £ 150, con l'RRP futuro previsto di £ 200.

È vero che i bambini di oggi sono già piuttosto avidi di scelta quando si tratta di imparare a codificare e / o hardware gli hacker che i genitori possono comprarli. Quindi abbiamo chiesto ai fondatori di Pip che cosa rende diverso il loro approccio?

Descrivevano la "portabilità tascabile" come "USP principale" di Pip – combinata con il suo "touchscreen integrato e programmabilità open-ended, aperta".

"Pip è compatibile con componenti elettronici economici che possono essere acquistati ovunque, così come il fiorente ecosistema Raspberry Pi HAT", hanno affermato i co-fondatori Sukhvir Dhillon e Jason Frame.

"Pip fa uso di linguaggi e strumenti standard. Sì, supporta la programmazione basata su blocchi per i principianti, ma una volta pronti per andare avanti supporteremo un certo numero di lingue popolari … tutte dotate di un enorme numero di risorse disponibili gratuitamente online per l'apprendimento.

"Il nostro ruolo in questo è rimuovere le barriere tra idea e creazione, rendendo questi strumenti immediatamente utilizzabili. Quindi puoi prendere questa conoscenza e abilità per andare avanti oltre la piattaforma Pip . "

Hanno anche notato che Pip è anche "ancora un Pi" – il che significa che gli utenti "possono facilmente scambiare la scheda SD, e Pip può diventare un computer desktop capace (quando connesso a un monitor, mouse e tastiera ), o anche una stazione di emulazione retro-portatile portatile ".

Avere un obiettivo di supportare standard aperti e linguaggi di programmazione standard potrebbe effettivamente rendere un dispositivo con maggiore longevità e utilità rispetto a un gadget di apprendimento del codice che supporta solo la 'programmazione' tramite un sistema di blocchi di codice proprietario e semplificato (per esempio), che un bambino potrebbe presto diventare troppo grande.

Anche se molti imparano a codificare i dispositivi non riescono a fare alcun serio errore nei risultati dell'apprendimento senza il supporto delle istituzioni educative per stabilire l'uso del dispositivo all'interno di un ambiente di apprendimento più strutturato – per contrastare il problema dei singoli bambini che si annoiano e mettono il giocattolo in un cassetto.

I cofondatori di Pip stanno inizialmente prendendo di mira il prodotto dai genitori (e / o dai creatori di "ragazzini") ma affermano che il loro obiettivo a lungo termine è quello di ottenere il prodotto (e la piattaforma software di abbonamento inclusa) in istituti scolastici.

"Il software è stato sviluppato in modo tale che gli studenti possano scrivere il codice e testarlo su qualsiasi attrezzatura della scuola, prima di eseguirlo su Pip stesso – questo significa che le scuole non sono obbligate ad acquistare un Pip per ogni studente ", Hanno notato.

Il team di bootstrap ha sviluppato Pip dalla fine del 2016, sostenendo in parte il supporto da parte di Scottish Enterprise ma senza investitori formali.

In questa fase dicono di aver realizzato cinque prototipi funzionanti del loro modello di pre-produzione v5, tra cui "circuito stampato personalizzato realizzato attorno al modulo Raspberry Pi Compute e periferiche associate, touchscreen ad alta risoluzione, batteria integrata, sei- pezzo cassa in resina con supporto integrato "

Anche se c'è ancora molto da fare per trasformare il prototipo in prodotto di spedizione.

Hanno una cronologia di Kickstarter di agosto-settembre 2018 per la spedizione di Pip ai sostenitori. Ma come sempre con le campagne di crowdfunding si applicano i soliti avvertimenti forti: stai facendo una scommessa su un'idea che potrebbe non giungere mai a buon fine. Molti progetti finanziati dal crowdfund non riescono a consegnare interamente.

L'hardware può anche essere particolarmente complesso. E anche se un dispositivo lo fa, potrebbe richiedere più tempo del previsto e non essere esattamente quello che è stato originariamente addebitato – quindi, se sei felice di prendere un punt, paga anche aspettarsi ritardi e non essere troppo preso dai dettagli specifici.

Individua tutti i problemi del tuo sito e risolvili rapidamente con un abbonamento SiteGuru, ora solo $ 39,99



                            

La creazione di un sito Web mirato ad attirare un vasto pubblico richiede un insieme di abilità ugualmente ampio e vario. Oltre ad avere un occhio forte per le immagini e il know-how tecnico per assemblare un sito di lavoro, c'è la questione dell'ottimizzazione del sito che spesso può far sì che molti nuovi costruttori di pagine si grattano la testa.

Se domande su argomenti come SEO e codice sito confuso ti fanno impallidire gli occhi in una paura a metà comprensibile, servizi come SiteGuru (abbonamenti a vita disponibili ora per soli $ 39,99 da TNW Deals) sono un semplice passo per gestire queste stranezze prima che diventino grandi problemi.

SiteGuru è quel "secondo set di occhi", che analizza il tuo sito per trovare stranezze tecniche, problemi di usabilità e luoghi in cui l'ottimizzazione dei motori di ricerca, tagging appropriato e altre correzioni strutturali possono fare una differenza.

SiteGuru passerà attraverso il codice del tuo sito web, scoprirà come caricare e accelerare le pagine, oltre a segnalare eventuali collegamenti interrotti o luoghi in cui sono necessarie metadati. Esamina anche la qualità del tuo sito per gli utenti mobili, quindi la loro esperienza può essere altrettanto semplice e senza problemi degli utenti desktop.

Ogni settimana, SiteGuru compila un aggiornamento settimanale, avvisandoti dei vantaggi e svantaggi del tuo sito web, offrendo al contempo metodi concreti e attuabili per aiutare il tuo sito a migliorare e prosperare.

Oltre al piano di vita per soli $ 39,99 (un valore di $ 600), puoi anche entrare in SiteGuru con abbonamenti più brevi di 3 anni ($ 29,99) e di 1 anno ($ 19,99).

        
                             Ottieni questo accordo
                    

    

                            

                        

Mentre i veicoli elettrici si muovono verso il mainstream, le utility stanno prendendo nota



In una mossa che mette in luce la crescente importanza delle stazioni di ricarica elettriche per le utenze, il gigante italiano Enel ha acquistato un piccolo produttore in crescita in California di stazioni di ricarica e software di gestione dell'alimentazione.

Attraverso la sua controllata EnerNOC, Enel ha acquisito Electric Motor Werks di San Carlos, in California, per una cifra non rivelata, in una transazione che potrebbe essere un precursore di ciò che avverrà per una nuova generazione di aziende di software di storage e di gestione dell'energia.

"I veicoli elettrici hanno il potenziale per essere una delle tecnologie più dirompenti che la moderna rete elettrica ha affrontato negli ultimi cento anni", ha detto in una nota Francesco Venturini, responsabile della divisione Global e-Solutions di Enel. "La rivoluzione della mobilità elettrica sta portando le utility, gli operatori di rete e i consumatori a ripensare i modelli di business tradizionali, investire in nuove infrastrutture e lanciare nuove soluzioni per fornire flessibilità e resilienza alla rete."

Guidare l'acquisizione è una raffica di notizie negli ultimi mesi, quando le case automobilistiche si sono impegnate a spostare le loro flotte su treni completi o ibridi-elettrici.

In effetti, Volvo e Jaguar Land Rover sono arrivati ​​al punto di dire che le loro intere flotte di veicoli saranno elettriche o ibride-elettriche entro il 2019 e il 2020, rispettivamente.

La strada per il futuro di questo veicolo elettrico è stata lastricata dagli annunci di alcune delle più grandi economie mondiali della loro intenzione di vietare la vendita di auto diesel e benzina. Finora, Francia e Inghilterra stanno guardando al divieto dei motori a combustione entro il 2040, mentre India e Cina, le nazioni più popolose del mondo, stanno pianificando anche un divieto per i veicoli a gas entro i prossimi 20 anni.

Le utility stanno rispondendo alla natura mutevole delle flotte di veicoli e del carburante che le alimenterà. Infatti, solo in quest'anno, le utility in California hanno proposto oltre $ 1 miliardo per reti di ricarica residenziali e commerciali per veicoli elettrici.

Con eMotorWerks, Enel ottiene uno sviluppatore di tecnologie di ricarica, che funge anche da fornitore white-label di tecnologie di ricarica, oltre a una soluzione software per la gestione dell'alimentazione e la distribuzione attraverso una rete.

Attraverso partner come Clipper Creek, AeroVironment e Volta Charging e le proprie vendite di stazioni di ricarica, eMotorWerks ha implementato circa 25.000 sistemi, secondo l'amministratore delegato della società Val Miftakhov.

Ciò che distingue eMotorWerks da altre società di ricarica come EvGo, che è stato acquisito dalla società di private equity Vision Ridge lo scorso anno, è il suo focus sulle stazioni di ricarica residenziali piuttosto che commerciali.

Acquistando eMotorWerks, Enel raccoglie più di una semplice rete di caricatori domestici. Ottiene anche un sistema di gestione dell'alimentazione e bilanciamento del carico. Tramite i caricabatterie installati che eMotorWerks gestisce, ha accesso a circa 10 megawatt di storage ai tempi di picco disponibili per la vendita ai servizi di pubblica utilità di cui hanno bisogno, secondo Miftakhov.

Il software di gestione dell'alimentazione che l'azienda ha sviluppato consente di gestire quando le auto nella sua rete si ricaricano … il che significa che può fungere da bilanciamento del carico per le utility, attingere energia da fonti rinnovabili quando la domanda è inferiore e alimentare nella rete per la gestione del carico durante i picchi della domanda.

"La griglia della California è divisa in zone e ognuna delle zone ha i suoi prezzi", dice Miftakhov. "Organizziamo i nostri gruppi energetici per zone, categorizziamo il carico e usiamo le informazioni per tornare al gestore della rete e informare l'utilità sulla capacità flessibile e possiamo utilizzarla per bilanciare la rete."

I problemi relativi alla gestione e al controllo della potenza saranno fondamentali quando verranno aggiunti più veicoli elettrici alla rete.

"[As] L'adozione di EV cresce, le utility devono aggiungere più infrastrutture per soddisfare le richieste di energia o adottare soluzioni di ricarica intelligente", ha detto Miftakhov. La soluzione "eMotorWerks" riduce al minimo le emissioni di EV e ottimizza a distanza il carico di carica, che può ridurre i picchi di domanda e aumentare la probabilità che gli EV caricino su energia rinnovabile più economica e pulita. "

In effetti, rapporti recenti indicano che i punti di distribuzione locali potrebbero non essere in grado di resistere agli aumenti della domanda di energia senza una sorta di sistema di gestione dell'energia.

Un rapporto di FleetCarma, uno sviluppatore di tecnologie per la gestione della flotta logistica e in rete, ha delineato l'ampiezza del problema. In genere, i veicoli elettrici richiedono la stessa quantità di energia di una piccola casa per fare un viaggio di andata e ritorno di circa 30 miglia. Ciò mette un sacco di stress sui trasformatori, che gestiscono la distribuzione del potere tra i quartieri.

Secondo il rapporto FleetCarma:

Alcuni studi suggeriscono che un più alto tasso di penetrazione dei veicoli elettrici aumenta il fattore di perdita di vita dei trasformatori, anche fino a 10.000 volte. E questo viene fornito con un cartellino del prezzo pesante. Il Distretto Utility del Comune di Sacramento, ad esempio, ha riconosciuto che circa il 17% dei trasformatori della società potrebbe dover essere sostituito a causa di sovraccarichi legati all'EV, con un costo medio stimato di $ 7.400 per trasformatore.

Ci sono alcuni tentativi fatti per aiutare le utility a pianificare in anticipo ed evitare il degrado a lungo termine dell'affidabilità dell'elettricità. La California e il Texas, ad esempio, stanno prendendo in considerazione sistemi di notifica che informano le società elettriche quando un cittadino acquista un'automobile elettrica nella loro area di servizio. Altre giurisdizioni potrebbero seguirne l'esempio.

Mentre l'adozione di veicoli elettrici è la più forte in California, dove una combinazione di sussidi e ampie stazioni di ricarica rendono semplice possedere un veicolo elettrico, le utility nel Midwest e nella costa orientale stanno complottando anche per il futuro del loro veicolo elettrico.

Due anni fa, Kansas City Power & Light ha adottato un programma di ricarica per veicoli elettrici da $ 20 milioni che ha fatto della regione delle utility una mecca del EV. E all'inizio di ottobre, Virginia ha aderito al powertrain EV con i propri piani per emettere una richiesta di proposte per la propria rete di ricarica per veicoli elettrici.

"C'è un piccolo movimento a piedi qui nel bel mezzo del paese di passaggio", Chuck Caisley, KCP e il vice presidente del marketing e degli affari pubblici di L'ha detto a NPR alcuni mesi fa. "Siamo terribilmente entusiasti della prospettiva di questo tipo di trasporto, e quindi volevamo essere catalizzatori di questo."

Come nota il Gadfly di Bloomberg, le utility dovrebbero essere estasiate riguardo alla prospettiva. Se il mondo passa al settore elettrico, ciò significa una crescita del 20% della domanda di energia.

Prendiamo solo veicoli leggeri con una base di ruote corte (non pesanti o autobus), di cui c'erano circa 190 milioni sulla strada nel 2015, secondo i dati del governo. Per ragioni di semplicità, sostituiscili con un veicolo a batteria completamente elettrico che riceve 3,5 miglia per kilowattora, perde il 10 percento della potenza che richiede mentre carica e scarica e percorre 13.000 miglia all'anno

.

Presto! Fondamentalmente hai creato un centro di domanda completamente nuovo per la potenza che rivaleggia con l'intero settore industriale degli Stati Uniti

Enel certamente pensa che le autostrade del futuro saranno attraversate dai veicoli elettrici e che il futuro della compagnia in parte dipende da esso.

"La nostra missione è quella di essere all'avanguardia di questo cambiamento di paradigma, in cui i consumatori possono svolgere un ruolo più attivo nella generazione e nell'uso dell'energia", afferma Venturini. "Questa acquisizione arricchisce la nostra offerta di mobilità elettronica e integra una soluzione di ricarica EV intelligente altamente sofisticata all'interno del nostro portafoglio di servizi di flessibilità della rete, che comprende la più grande rete di risposta alla domanda mondiale, sistemi di gestione dell'energia distribuiti e soluzioni di archiviazione della batteria."

Immagine in vetrina: DaveAlan / E + / Getty Images

Pip è una console di giochi retro per i bambini per imparare la codifica



La Raspberry Pi Foundation ha avuto un incredibile successo nel suscitare ogni sorta di creatività tramite i microcomputer a basso costo, che sono arrivati ​​sul mercato nel 2012. La sua elettronica di base è anche indirettamente responsabile delle attività di apprendimento basate sul Regno Unito. startup di codice come Kano e pi-top, che hanno costruito dispositivi e aziende supportate da VC in cima a Pi.

Bene, ecco un'altra startup del Regno Unito che usa l'elettronica Pi come fondamento per un'idea di business edtech. Il loro device-in-the-making Pip, che sta attualmente raccogliendo crowdfund su Kickstarter, è alimentato dal modulo Raspberry Pi Compute all'interno di una console portatile che contiene un touchscreen, oltre a speaker, pulsanti di controllo, porte multiple e anche alcuni colori LED.

L'idea è di coinvolgere i bambini con un dispositivo di giochi retro che funge anche da ambiente di apprendimento del codice tramite una piattaforma basata su browser, chiamata Curiosity. Un secondo aspetto del loro concetto inviterà gli hacker hardware in erba a ottenere il collegamento e la riproduzione tramite un connettore sulla console che può essere utilizzato con un pacchetto di espansione del produttore che contiene un allegato breadboard per armeggiare e apprendere l'elettronica.

Il team dice che la loro piattaforma software supporterà la codifica in JavaScript, Python, Lua, HTML / CSS e PHP. Mentre il dispositivo sarà fornito in bundle con tutorial passo-passo per "mostrare le basi" – dalla codifica di Snake, al far lampeggiare i LED, a, affermano, "programmare i dispositivi intelligenti".

Questa è la grande visione. Per ora Pip rimane un prototipo e la startup britannica di Glasgow deve ancora raggiungere il suo obiettivo di 30.000 sterline su Kickstarter, anche se è già a metà strada dopo alcuni giorni di campagna.

La pre-ordinazione dei prezzi degli early bird per il dispositivo Pip è di £ 150, con l'RRP futuro previsto di £ 200.

È vero che i bambini di oggi sono già piuttosto avidi di scelta quando si tratta di imparare a codificare e / o hardware gli hacker che i genitori possono comprarli. Quindi abbiamo chiesto ai fondatori di Pip che cosa rende diverso il loro approccio?

Descrivevano la "portabilità tascabile" come "USP principale" di Pip – combinata con il suo "touchscreen integrato e programmabilità open-ended, aperta".

"Pip è compatibile con componenti elettronici economici che possono essere acquistati ovunque, così come il fiorente ecosistema Raspberry Pi HAT", hanno affermato i co-fondatori Sukhvir Dhillon e Jason Frame.

"Pip fa uso di linguaggi e strumenti standard. Sì, supporta la programmazione basata su blocchi per i principianti, ma una volta pronti per andare avanti supporteremo un certo numero di lingue popolari … tutte dotate di un enorme numero di risorse disponibili gratuitamente online per l'apprendimento.

"Il nostro ruolo in questo è rimuovere le barriere tra idea e creazione, rendendo questi strumenti immediatamente utilizzabili. Quindi puoi prendere questa conoscenza e abilità per andare avanti oltre la piattaforma Pip . "

Hanno anche notato che Pip è anche "ancora un Pi" – il che significa che gli utenti "possono facilmente scambiare la scheda SD, e Pip può diventare un computer desktop capace (quando connesso a un monitor, mouse e tastiera ), o anche una stazione di emulazione retro-portatile portatile ".

Avere un obiettivo di supportare standard aperti e linguaggi di programmazione standard potrebbe effettivamente rendere un dispositivo con maggiore longevità e utilità rispetto a un gadget di apprendimento del codice che supporta solo la 'programmazione' tramite un sistema di blocchi di codice proprietario e semplificato (per esempio), che un bambino potrebbe presto diventare troppo grande.

Anche se molti imparano a codificare i dispositivi non riescono a fare alcun serio errore nei risultati dell'apprendimento senza il supporto delle istituzioni educative per stabilire l'uso del dispositivo all'interno di un ambiente di apprendimento più strutturato – per contrastare il problema dei singoli bambini che si annoiano e mettono il giocattolo in un cassetto.

I cofondatori di Pip stanno inizialmente prendendo di mira il prodotto dai genitori (e / o dai creatori di "ragazzini") ma affermano che il loro obiettivo a lungo termine è quello di ottenere il prodotto (e la piattaforma software di abbonamento inclusa) in istituti scolastici.

"Il software è stato sviluppato in modo tale che gli studenti possano scrivere il codice e testarlo su qualsiasi attrezzatura della scuola, prima di eseguirlo su Pip stesso – questo significa che le scuole non sono obbligate ad acquistare un Pip per ogni studente ", Hanno notato.

Il team di bootstrap ha sviluppato Pip dalla fine del 2016, sostenendo in parte il supporto da parte di Scottish Enterprise ma senza investitori formali.

In questa fase dicono di aver realizzato cinque prototipi funzionanti del loro modello di pre-produzione v5, tra cui "circuito stampato personalizzato realizzato attorno al modulo Raspberry Pi Compute e periferiche associate, touchscreen ad alta risoluzione, batteria integrata, sei- pezzo cassa in resina con supporto integrato "

Anche se c'è ancora molto da fare per trasformare il prototipo in prodotto di spedizione.

Hanno una cronologia di Kickstarter di agosto-settembre 2018 per la spedizione di Pip ai sostenitori. Ma come sempre con le campagne di crowdfunding si applicano i soliti avvertimenti forti: stai facendo una scommessa su un'idea che potrebbe non giungere mai a buon fine. Molti progetti finanziati dal crowdfund non riescono a consegnare interamente.

L'hardware può anche essere particolarmente complesso. E anche se un dispositivo lo fa, potrebbe richiedere più tempo del previsto e non essere esattamente quello che è stato originariamente addebitato – quindi, se sei felice di prendere un punt, paga anche aspettarsi ritardi e non essere troppo preso dai dettagli specifici.

Adeptmind aumenta $ 4,5 milioni da Fidelity per portare una ricerca più intelligente ai rivenditori



Se hai mai cercato un prodotto su qualsiasi sito web che non sia Amazon o Google, probabilmente hai avuto un brutto periodo cercando di trovare qualcosa – e poi torna direttamente su Google o Amazon.

Questo è un problema significativo per i rivenditori, che devono assicurarsi che i potenziali clienti che stanno già segnalando un grande interesse all'acquisto di qualcosa saranno effettivamente in grado di trovare quei prodotti e finire per acquistarli. Ecco perché G Wu e Jing ha avviato Adeptmind, uno strumento che offre ai rivenditori un modo per implementare un motore di ricerca più intelligente sui loro siti raccogliendo i dati relativi a tutti i loro prodotti e azzerando ciò che i clienti stanno effettivamente cercando. Per fare ciò, Adeptmind ha dichiarato di aver raccolto $ 4,5 milioni in un round di finanziamenti da Fidelity Canada.

"Un sacco di volte le aziende della PNL avranno dei grafici di conoscenza abbastanza 'completi' in cui si fa l'etichettatura interna, ma la maggior parte dei dati proviene dal catalogo prodotti", ha detto Wu, l'amministratore delegato. "In quanto tale, tutto ciò che non è nel catalogo prodotti non sarà compreso. Non c'è pranzo gratis quando si tratta di apprendimento automatico. Miriamo a eseguire la scansione di un'ampia porzione del Web. Sulla base del web, eseguiamo la scansione mirata in modo tale che qualsiasi informazione pertinente venga ingerita. "

Ecco un esempio che hanno dato: quando cerchi "jeans strappati" su un sito come Diesel, potresti non ottenere i risultati giusti e un sacco di jeans normali perché non riconoscono che il modificatore "strappato" è qualcosa che ha lo scopo di escludere i risultati. Adeptmind naviga su Internet in vari luoghi, come ad esempio nei forum, per determinare quali prodotti diversi potenziali clienti hanno riferimenti incrociati quando sono correlati alla frase "jeans strappati" e poi li usa per restringere l'elenco di prodotti a ciò che i clienti desiderano realmente .

Quelle query, di conseguenza, possono teoricamente diventare complicate come quelle che potresti snocciolare a un servizio come Hound o Siri solo per testare i limiti delle sue capacità. Potresti accedere a una sorta di sito web di una giacca e estendere la ricerca a un sottoinsieme estremamente ristretto di prodotti e dati demografici, e l'intonazione di Adeptmind è che sarà comunque in grado di ottenere i risultati corretti basati su i suoi sforzi per costruire un linguaggio grafico attorno a prodotti più robusti della semplice ricerca per parole chiave.

Quello è il tono per l'azienda quando entrano in un ufficio e cercano di vendere in aziende più grandi, dove devi essere in grado di estrarre un laptop e mostrare che la tecnologia funziona davvero. L'obiettivo, alla fine, sarebbe quello di essere in grado di offrire ai rivenditori il modo di dire semplicemente "dammi un motore di ricerca" e collegarli direttamente ad Adeptmind subito dopo aver iniziato a dare una mano a costruire un grafico linguistico attorno a quei prodotti.

A dire il vero, non è del tutto chiaro che i principali rivenditori finirebbero per acquistarlo, specialmente dopo aver addestrato negativamente i consumatori a fare un salto su Google o Amazon per trovare un prodotto a causa di motori di ricerca janky. È una battaglia in salita, e dal momento che i dati vengono catturati da tutto il web, potrebbero esserci altre società che cercano di costruire un tipo simile di linguaggio grafico attorno a prodotti che potrebbero vendere ai rivenditori. L'obiettivo di Adeptmind, VP del prodotto Yoav Artzi, è quello di convincere i dettaglianti che la natura non supervisionata del prodotto finirà per dare loro i migliori risultati e, inoltre, che saranno i primi a entrare in quei rivenditori.

"Un sacco di volte i servizi di PNL tendono a essere di consulenza in natura", ha detto Artzi. "Costruisci un sistema con persone che trascorrono tre o quattro mesi, e poi devi fare un altro negozio e passare altri tre o quattro mesi. Alla fine, sei limitato dalla crescita lineare. Non devi impegnarti molto se il tuo sistema è in grado di supportarli attraverso l'apprendimento senza supervisione. Ingeriamo il catalogo e otteniamo una precisione molto elevata molto rapidamente. È stato più difficile fare un apprendimento pre-approfondito, quindi stiamo sfruttando il front end dell'apprendimento approfondito e della PNL. "