Come fermare i robocalls e altre chiamate spam sui telefoni Android


A parte quelli che provengono da organizzazioni politiche riconosciute, i robocalls – telefonate non richieste e randomizzate avviate da autodialer controllati dal computer – sono illegali negli Stati Uniti. Eppure molte persone possono ricevere fino a una mezza dozzina di chiamate spam che arrivano sui loro telefoni cellulari ogni giorno.

Secondo una ricerca della società di sicurezza delle comunicazioni First Orion, nel 2017, solo il 3,7% di tutte le chiamate effettuate da cellulare sono state chiamate "spam" automatizzate. Entro il 2018, le chiamate spam rappresentavano il 29,2% di tutte le chiamate. Nel 2019, quasi la metà di tutte le chiamate sul cellulare sono probabilmente truffe, secondo la ditta.

Se queste fastidiose chiamate ti stanno sfoggiando all'ultimo momento, è tempo di reagire e cercare di fermarle, o almeno di ridurre il volume delle chiamate che fanno esplodere il tuo telefono ogni giorno.

Se si utilizza un telefono Android, esistono diversi modi per impedire che le chiamate spam raggiungano il telefono. Ma prima, prenditi un minuto e fai qualcosa che tutti noi dovremmo fare, sia che siate utenti Android, iPhone o di rete fissa classica: iscrivetevi al registro nazionale delle chiamate senza chiamata.

Come aderire al registro nazionale Do Not Call

Il registro Do Not Call della Federal Trade Commission non è un modo sicuro per evitare gli autodialer. Ma è un modo per darti un potenziale ricorso legale contro le società che stanno dietro i robocalls.

Aggiungi te stesso al registro nazionale non chiamare per non ricevere chiamate spam da parte di marketer affidabili.
Dave Johnson / Business Insider

Se ricevi chiamate indesiderate di spam un mese dopo la tua registrazione (o 31 giorni, per essere precisi), puoi presentare un reclamo formale alla FTC e intraprendere un'azione legale contro coloro che avviano le chiamate, se riesci a capire chi sia.

1. Vai su DoNotCall.gov e clicca sul link "Registrati".

2. Inserisci il tuo numero di telefono senza trattini (puoi registrarne tre alla volta, infatti) e il tuo indirizzo email (per conferma).

3. Vai alla tua email e trova il messaggio da Register@donotcall.gov entro 72 ore dalla tua presentazione.

4. Segui i passaggi all'interno dell'e-mail per completare la procedura di registrazione

Partecipare al registro "Non chiamare" ridurrà probabilmente il numero di chiamate spam che ricevi, in quanto qualsiasi azienda rispettosa della legge rispetterà l'elenco e ti lascerà in pace. Ma la maggior parte dei robocalls in questi giorni provengono da gruppi a cui non importa meno delle regole, quindi ci sono più passaggi da prendere.

Blocca i singoli numeri sui telefoni Android

Il blocco di un numero di telefono su Android non interromperà mai più tutti i robocall, ma interromperà le chiamate in arrivo da ogni singolo numero bloccato, quindi vale la pena di attendere qualche secondo dopo l'invio di ogni numero di spam.

1. Tocca il nome / numero del chiamante.

2. Tieni premuto (AKA lunga pressione) il chiamante, quindi premi qualsiasi variazione di "Block / Report Spam" sullo schermo.

Vale la pena prendere il tempo per bloccare le chiamate, ma probabilmente non sarà sufficiente, poiché è probabile che i truffatori invadano il tuo telefono con una sfilza di numeri di telefono diversi.

Aggiorna il piano del tuo telefono per la protezione dallo spam dal tuo operatore

I principali operatori di telefonia mobile offrono una protezione avanzata contro le chiamate spam da noti truffatori, anche se probabilmente dovrai pagarli.

  • Sprint offre Premium Caller ID per $ 2,99 al mese. Il servizio segnala le chiamate sospette non appena arrivano e facilita il blocco, sebbene in realtà non impedisca affatto le chiamate.
  • T-Mobile offre Scam Block, un servizio gratuito che, una volta attivato, blocca le chiamate dai numeri che il corriere ha riconosciuto come una seccatura. Basta comporre # ONB # (# 662 #) da un telefono T-Mobile per accenderlo. (E per disattivarlo, se lo desideri, digita # 632 #)
  • E Verizon offre Call Filter per $ 2,99 ogni mese. Come il servizio di Sprint, questa app identifica le probabili chiamate spam e assegna un misuratore di potenziali frodi, quindi rende facile rifiutare e bloccare il chiamante.

Scarica un'app di blocco robocall

Il modo migliore per bloccare i robocalls su Android è essere proattivi e installare un'app di blocco delle chiamate spam. Tali app in realtà intercettano e rispondono alle chiamate per te, quindi non ti squillano e ti infastidiscono (o ti espongono a una truffa).

Molte di queste app inoltre raccolgono attivamente i dati sugli spammer, bloccandoli in modo permanente una volta identificati, quindi utilizzando un'app di blocco di blocco, stai aiutando te stesso e il resto di noi.

Ecco due app apprezzate che potresti provare:

  • Nomorobo costa solo $ 1,99 al mese per i telefoni cellulari Android e esiste una versione gratuita per i telefoni fissi VoIP.
  • RoboKiller costa $ 2,99 al mese, ed è dotato di una funzionalità davvero deliziosa: distribuisce i propri robot che utilizzano messaggi pre-registrati accuratamente predisposti per mantenere i chiamanti sulla linea il più a lungo possibile, sprecando il loro tempo e impedendo loro di chiamare altri.

Mastercard entra in acque oscure con il suo nuovo ID digitale


A dicembre, Mastercard ha annunciato che stava lavorando allo sviluppo di uno schema internazionale di identità digitale che potesse essere utilizzato come verificatore flessibile per transazioni finanziarie, interazioni governative o servizi online. L'idea di un ID universale sicuro, decentralizzato è diventata una sorta di sacro graal nell'era delle rapide interazioni digitali e della frode sfrenata dell'identità.

L'annuncio iniziale di Mastercard è stato accolto con un certo scetticismo da osservatori attenti alla privacy. Ora, l'azienda sta rilasciando maggiori dettagli in un nuovo report di 24 pagine su come verrà impostata la sua piattaforma e su cosa offrirà lo strumento. Ma ancora non puoi ancora provarlo.

Mastercard prevede una piattaforma in cui i consumatori hanno il controllo delle loro informazioni di identità e viene memorizzata localmente sui loro dispositivi, piuttosto che in un sistema centralizzato che Mastercard avrebbe bisogno di difendere. L'ID verrà creato attraverso una banca o un'altra istituzione partecipante che detiene già informazioni sull'identità dell'individuo. E le persone gestiscono la loro iscrizione e interagiscono con il loro ID universale attraverso l'app mobile sicura di quell'istituzione.

"È un modello incentrato sul consumatore per l'identità digitale che dà ai consumatori il controllo", afferma Ajay Bhalla, presidente di Cyber ​​and Intelligence Solutions presso Mastercard. "Legherà in modo sicuro l'identità di una persona al proprio smartphone o a qualsiasi altro dispositivo e l'idea è che ciò sbloccherà nuove e migliori esperienze per le persone che interagiscono con aziende e fornitori di servizi".

Lily Hay Newman copre la sicurezza delle informazioni, la privacy digitale e l'hacking per WIRED.

Mastercard afferma che il progetto pone una forte enfasi sui diritti alla privacy, sia perché i consumatori si sentano più in controllo sia per ridurre la quantità di dati che condividono (che se ne rendano conto o meno) che contribuisce al furto di identità negli attuali sistemi digitali. Le istituzioni che offrono l'ID e coloro che la utilizzano per verificare le transazioni (come ad esempio le società di autonoleggio o i governi) pagherebbero Mastercard per gestire e supervisionare questa rete di verifica.

Ecco come funziona il sistema: si avvia la creazione di un ID Mastercard presso la propria banca o un'altra istituzione che partecipa al programma e già detiene alcuni dei dati sensibili. Tale organizzazione inizierebbe a combinare i documenti di identificazione in quelli che Mastercard chiama "collage di dati" o "pacchetto di dati". Puoi arricchire questo pacchetto inserendo altri punti di identificazione, e tutto ciò viene trasformato in una sorta di token di verifica digitale, che viene quindi memorizzato sul tuo telefono. In questo modo non stai letteralmente memorizzando i PDF del tuo certificato di nascita e della patente di guida sul tuo dispositivo. E Mastercard non vede o conserva mai una copia di nessuno di questi documenti, né conserva i token di tutti in un repository centrale che potrebbe essere violato.

La piattaforma di identità utilizzerà elementi del concetto crittografico noto come "prova di conoscenza zero", un approccio matematico per dimostrare che un'affermazione è vera senza valutare direttamente le informazioni che lo dimostrano. Ad esempio, l'ID universale potrebbe consentire a qualcuno di dimostrare di essere abbastanza grande da comprare alcolici secondo le leggi di un determinato paese senza dover condividere la propria età specifica. Oppure potrebbero provare di avere un passaporto valido che soddisfa i requisiti stabiliti senza che un hotel debba conoscere e memorizzare il proprio numero di passaporto. Questi tipi di controlli potrebbero ridurre in modo significativo le informazioni personali che gli hacker possono subire violazioni dei dati e persino contribuire a ridurre l'oscuro traffico di dati tra le terze parti aziendali.

È stato sviluppato anche lo schema ID, dice Bhalla, con in mente gli obiettivi umanitari. Il sistema potrebbe potenzialmente portare un'opzione di identificazione a circa 1 miliardo di persone in tutto il mondo (secondo la stima di Mastercard) che non hanno una documentazione adeguata, come i rifugiati e coloro che non hanno il riconoscimento del governo per altri motivi. Non è chiaro, tuttavia, esattamente come il sistema di Mastercard stabilisca informazioni fattuali sulle persone, come la loro età, se non hanno una relazione esistente con una banca o un'altra istituzione.

La piattaforma di Mastercard afferma di incorporare tutti gli elementi che ci si potrebbe aspettare da un'offerta aziendale digitale nel 2019, tra cui l'autenticazione biometrica, la crittografia avanzata dei dati e un libro mastro distribuito (blockchain!) Che mantiene i dati decentralizzati. Ma la società non ha ancora rilasciato una documentazione tecnica dettagliata di ciò che specificamente sarà sotteso al sistema. Quando Mastercard ha annunciato il progetto a dicembre, ha chiamato Microsoft come partner e ha affermato che la piattaforma di identità sarebbe stata "potenziata" dal cloud Azure di Microsoft. Mentre il comunicato stampa di Mastercard Martedì rileva il passaggio della relazione, il rapporto stesso non fa menzione di Microsoft, e Microsoft non ha restituito una richiesta da parte di WIRED per un commento sul suo coinvolgimento.

L'accesso a un'identificazione robusta è in teoria un'idea incontrovertibile, ma è estremamente difficile da fornire nella pratica. E i difensori della privacy hanno avvertito che ci sono molti modi in cui anche i sistemi di identità digitali più ben intenzionati si trasformano in apparati di sorveglianza pericolosi e invasivi. E questi tipi di piattaforme devono essere controllati in modo estensivo e indipendente per garantire la loro sicurezza.

"Uno dei problemi più difficili è la verifica dell'identità", afferma Jim Fenton, un consulente indipendente per la privacy e la sicurezza delle identità, che ha seguito l'annuncio iniziale di Mastercard. "Come si può essere sicuri che un'identità online sia associata a un individuo specifico? Mi piacerebbe sapere come pianificano l'identificazione delle identità di miliardi di persone in modo sicuro."

Inoltre, anche se il sistema di Mastercard è robusto, avrà bisogno del buy-in dalle istituzioni di tutto il mondo per diventare veramente una utile forma di ID. Mastercard dice che è in trattative con banche e altri partner sul progetto, sebbene non stia ancora nominando nessuno di questi gruppi.

Un'identità digitale affidabile e ampiamente utile sarebbe immensamente preziosa per le persone in tutto il mondo, ma in pratica è difficile crearne una. E l'offerta di Mastercard avrà bisogno di ottenere una notevole trazione per finire sul tuo telefono.


Altre grandi storie WIRED

Velocemente al Whitney, e ritorno a San Francisco, Chicago per Andy Warhol Beyond Superstardom



<div _ngcontent-c14 = "" innerhtml = "

Andy Warhol, Superman, 1961 – Press Assets
Caseina e cera pastello su tela, 67 e tempi; 52 in.

Whitney Museum of American Art

"La vita non è una serie di immagini che cambiano mentre si ripetono?"

Le citazioni concise di Andy Warhol, spesso ironiche, apertamente sfrontate o sottovalutate malvagie, sono diventate parte del nostro lessico. Tali adaggi sono onnipresenti come i suoi ritratti e i suoi schemi ripetuti. Ma non minare la proliferazione della sua arte e la sua influenza ineludibile su tanti aspetti della vita di oggi al di là dell'arte stessa.

"Andy Warhol – Da A a B e Back Again" del Whitney Museum of American Art con oltre 350 opere esposte è la più grande retrospettiva della ricca carriera di Warhol in quasi 30 anni. È un tuffo profondo in un artista che è pieno di intrighi e stupore più di trent'anni dopo la sua morte nel 1987.

Dolorosamente timido e privato, nonostante la sua vita molto aperta e sfolgorante tra celebrità e celebrità affermate, Warhol è il foraggiatore per lo studio e l'apprezzamento continuo.

Se pensi di aver visto tutto in "Andy Warhol – Da A a B e Back Again", ripensaci. Pensa a questo: la sua arte e la sua vita sono una serie di immagini ed esperienze che cambiano nel momento in cui si ripetono e cambiando continuamente prospettiva.

"C'è un pugno nel lavoro di Warhol, c'è mistero, e non è facile sapere cosa sta succedendo", ha detto Donna De Salvo, vice direttore di Whitney per le iniziative internazionali e senior curator, che ha organizzato la mostra con Christie Mitchell e Mark Loiacono.

Se non lo sei stato, hai tempo fino al 31 marzo per visualizzare sia opere immediatamente riconoscibili che sono state esposte, o almeno riproposte per tutto, dai pezzi di qualità del museo venduti nel negozio di articoli da regalo alla moda veloce usa e getta che vanta le sue immagini e detti iconici, così come materiale condiviso pubblicamente per la prima volta. Inoltre, il contesto biografico recentemente rivelato consente una migliore comprensione del maestro e del suo vasto corpo di lavoro.

La mostra si sposta al Museo di Arte Moderna di San Francisco (18 maggio-2 settembre) e all'Istituto d'arte di Chicago (20 ottobre – 26 gennaio 2020). Sono disponibili i biglietti per gli ultimi giorni al Whitney in linea.

"Penso che tutti dovrebbero piacere a tutti."

Anche nel 21st secolo, ci sono persone che giudicano in base all'identità di genere, alla sessualità, alla fede e ad altre componenti della nostra identità umana. Pochi artisti hanno abbracciato argomenti più eclettici, dai cittadini più eminenti del mondo a quelli messi da parte da una società insensibile. Il gigante della Pop Art ha vissuto gran parte della sua vita sotto il suo scrutinio, tenendo i dettagli sacri della vita personale.

Andy Warhol, Camouflage Last Supper, 1986. Inchiostro acrilico e serigrafico su tela, 6 piedi 8 pollici e tempi; 25 ft. 5 in. (2,03 & tempi; 7,75 m). Collezione privata. &copia; 2018 La Andy Warhol Foundation per le arti visive, Inc. / Artists Rights Society (ARS), New York

Andy Warhol Foundation per le arti visive, Inc. / Artists Rights Society (ARS), New York

"Se vuoi sapere tutto su Andy Warhol, basta guardare la superficie; dei miei dipinti e film e me, e ci sono. Non c'è niente dietro ".

Forse l'autovalutazione più palesemente inaccurata, il lavoro di Warhol è stratificato di complessità che richiede una certa comprensione del suo stile di vita e del suo patrimonio.

Ho guardato e pianto e sono tornato ancora e ancora alla stupefacente "Camouflage Last Supper" lunga 25 piedi, una delle opere finali e più profonde di Warhol. L'ampia tela domina un muro tentacolare al quinto piano del Whitney. Il murale acrilico e serigrafato di Brobdingnag raffigura potentemente la lotta dell'artista con la religione e il personaggio.

"Camouflage Last Supper" è stato creato con una colossale stampa fotografica dell'iconico murale del XV secolo di Leonardo da Vinci e una fantasia di tessuto mimetico verde e marrone. Il capolavoro carico di emozioni è stato completato nel 1986 quando la crisi dell'Aids ha annientato la comunità gay e il mondo dell'arte di New York. Inoltre, è una profonda rivelazione intima della discordia per tutta la vita dell'artista come uomo gay e cattolico bizantino.

"Per me, la cosa più potente è il lavoro successivo", ha detto De Salvo. "Alcuni sono mistificanti, ma ci fanno ancora domande. Sembra che Warhol sia di nuovo un problema dal vivo ".

Poche persone al di fuori di questa comunità religiosa unita erano consapevoli del fatto che la fede ha svolto un ruolo fondamentale nella sua esistenza quotidiana in quanto sembrava essere in contrasto con le persone di Warhol credono di sapere. I suoi genitori provenivano da un gruppo etnico noto Ruteni, nato in un villaggio ai piedi dei Carpazi, al confine settentrionale dell'Impero austro-ungarico.

Quando non era galavante con supermodelle, rockstar, drag queen e emarginati, poteva essere trovato quasi ogni giorno nella chiesa di St. Vincent Ferrer nell'Upper East Side. Si infilava di spalle la chiesa la domenica per paura di essere individuato, e scivolò fuori prima della Santa Comunione per avvolgere la sua identità. Teneva un santuario del crocifisso accanto al suo letto, portava una croce nascosta e portava un rosario in tasca.

Inoltre, molti fan di Warhol non erano a conoscenza della sua pacifica filantropia, che includeva il finanziamento di una mensa per la zuppa gestita dalla Chiesa (episcopale) del Riposo Celeste nell'Upper East Side di Manhattan. Si offrì volontario alla mensa dei poveri e mandò suo nipote al seminario per diventare sacerdote.

& Nbsp;

">

Andy Warhol, Superman, 1961 – Press Assets
Caseina e cera pastello su tela, 67 × 52 in.

Whitney Museum of American Art

"La vita non è una serie di immagini che cambiano mentre si ripetono?"

Le citazioni concise di Andy Warhol, spesso ironiche, apertamente sfrontate o sottovalutate malvagie, sono diventate parte del nostro lessico. Tali adaggi sono onnipresenti come i suoi ritratti e i suoi schemi ripetuti. Ma non minare la proliferazione della sua arte e la sua influenza ineludibile su tanti aspetti della vita di oggi al di là dell'arte stessa.

"Andy Warhol – Da A a B e Back Again" del Whitney Museum of American Art con oltre 350 opere esposte è la più grande retrospettiva della ricca carriera di Warhol in quasi 30 anni. È un tuffo profondo in un artista che è pieno di intrighi e stupore più di trent'anni dopo la sua morte nel 1987.

Dolorosamente timido e privato, nonostante la sua vita molto aperta e sfolgorante tra celebrità e celebrità affermate, Warhol è il foraggiatore per lo studio e l'apprezzamento continuo.

Se pensi di aver visto tutto in "Andy Warhol – Da A a B e Back Again", ripensaci. Pensa a questo: la sua arte e la sua vita sono una serie di immagini ed esperienze che cambiano nel momento in cui si ripetono e cambiando continuamente prospettiva.

"C'è un pugno nel lavoro di Warhol, c'è mistero, e non è facile sapere cosa sta succedendo", ha detto Donna De Salvo, vice direttore di Whitney per le iniziative internazionali e senior curator, che ha organizzato la mostra con Christie Mitchell e Mark Loiacono.

Se non lo sei stato, hai tempo fino al 31 marzo per visualizzare sia opere immediatamente riconoscibili che sono state esposte, o almeno riproposte per tutto, dai pezzi di qualità del museo venduti nel negozio di articoli da regalo alla moda veloce usa e getta che vanta le sue immagini e detti iconici, così come materiale condiviso pubblicamente per la prima volta. Inoltre, il contesto biografico recentemente rivelato consente una migliore comprensione del maestro e del suo vasto corpo di lavoro.

La mostra si sposta al Museo di Arte Moderna di San Francisco (18 maggio-2 settembre) e all'Istituto d'arte di Chicago (20 ottobre – 26 gennaio 2020). I biglietti per gli ultimi giorni al Whitney sono disponibili online.

"Penso che tutti dovrebbero piacere a tutti."

Anche nel 21st secolo, ci sono persone che giudicano in base all'identità di genere, alla sessualità, alla fede e ad altre componenti della nostra identità umana. Pochi artisti hanno abbracciato argomenti più eclettici, dai cittadini più eminenti del mondo a quelli messi da parte da una società insensibile. Il gigante della Pop Art ha vissuto gran parte della sua vita sotto il suo scrutinio, tenendo i dettagli sacri della vita personale.

Andy Warhol, Camouflage Last Supper, 1986. Inchiostro acrilico e serigrafico su tela, 6 ft. 8 in. × 25 ft. 5 in. (2,03 × 7,75 m). Collezione privata. © 2018 The Andy Warhol Foundation per le arti visive, Inc. / Artists Rights Society (ARS), New York

Andy Warhol Foundation per le arti visive, Inc. / Artists Rights Society (ARS), New York

"Se vuoi sapere tutto su Andy Warhol, basta guardare la superficie; dei miei dipinti e film e me, e ci sono. Non c'è niente dietro ".

Forse l'autovalutazione più palesemente inaccurata, il lavoro di Warhol è stratificato di complessità che richiede una certa comprensione del suo stile di vita e del suo patrimonio.

Ho guardato e pianto e sono tornato ancora e ancora alla stupefacente "Camouflage Last Supper" lunga 25 piedi, una delle opere finali e più profonde di Warhol. L'ampia tela domina un muro tentacolare al quinto piano del Whitney. Il murale acrilico e serigrafato di Brobdingnag raffigura potentemente la lotta dell'artista con la religione e il personaggio.

"Camouflage Last Supper" è stato creato con una colossale stampa fotografica dell'iconico murale del XV secolo di Leonardo da Vinci e una fantasia di tessuto mimetico verde e marrone. Il capolavoro carico di emozioni è stato completato nel 1986 quando la crisi dell'Aids ha annientato la comunità gay e il mondo dell'arte di New York. Inoltre, è una profonda rivelazione intima della discordia per tutta la vita dell'artista come uomo gay e cattolico bizantino.

"Per me, la cosa più potente è il lavoro successivo", ha detto De Salvo. "Alcuni sono mistificanti, ma ci fanno ancora domande. Sembra che Warhol sia di nuovo un problema dal vivo ".

Poche persone al di fuori di questa comunità religiosa unita erano consapevoli del fatto che la fede ha svolto un ruolo fondamentale nella sua esistenza quotidiana in quanto sembrava essere in contrasto con le persone di Warhol credono di sapere. I suoi genitori provenivano da un gruppo etnico noto Ruteni, nato in un villaggio ai piedi dei Carpazi, al confine settentrionale dell'Impero austro-ungarico.

Quando non era galavante con supermodelle, rockstar, drag queen e emarginati, poteva essere trovato quasi ogni giorno nella chiesa di St. Vincent Ferrer nell'Upper East Side. Si infilava di spalle la chiesa la domenica per paura di essere individuato, e scivolò fuori prima della Santa Comunione per avvolgere la sua identità. Teneva un santuario del crocifisso accanto al suo letto, portava una croce nascosta e portava un rosario in tasca.

Inoltre, molti fan di Warhol non erano a conoscenza della sua pacifica filantropia, che includeva il finanziamento di una mensa per la zuppa gestita dalla Chiesa (episcopale) del Riposo Celeste nell'Upper East Side di Manhattan. Si offrì volontario alla mensa dei poveri e mandò suo nipote al seminario per diventare sacerdote.