Una nuova ricerca suggerisce che gli oceani alieni potrebbero contenere molta più vita delle acque della Terra



La Terra è l'unico pianeta nell'universo noto per ospitare la vita, ma una nuova ricerca suggerisce che alcuni mondi distanti potrebbero far vergognare la biodiversità del Marmo Blu.

Non è perché questi, ipoteticamente abitabili esopianeti sono privi di umani (anche se la biodiversità terrestre lo farebbe sicuramente starò meglio senza di noi). Piuttosto, il potenziale di un pianeta per ospitare la vita potrebbe dipendere dal modo in cui i suoi oceani muovono i nutrienti in tutto il mondo, ha detto oggi il 23 agosto il geoscienziato Stephanie Olson dell'Università di Chicago (23 agosto) in una presentazione al Congresso Geochimico di Goldschmidt a Barcellona.

"La ricerca della NASA sulla vita nell'universo si concentra sui cosiddetti Zona abitabile pianeti, che sono mondi che hanno il potenziale per gli oceani di acqua liquida ", Olson detto in una dichiarazione sulla sua ricerca. "Ma non tutti gli oceani sono ugualmente ospitali – e alcuni oceani saranno luoghi migliori in cui vivere rispetto ad altri a causa dei loro schemi di circolazione globale."

Un modello di circolazione in particolare – noto come "upwelling" – può essere la chiave per favorire la vita nei mari, ha detto Olson. L'abitazione si verifica quando il vento si precipita lungo la superficie dell'oceano, creando correnti che spingono l'acqua profonda e ricca di nutrienti verso la cima del mare, dove plancton fotosintetico vivere. Il plancton si nutre di questi nutrienti, permettendo loro di produrre composti organici che alimentano organismi più grandi, che a loro volta diventano pasti per organismi ancora più grandi, e così via lungo la catena alimentare.

Man mano che i membri della catena alimentare muoiono e si decompongono, i loro resti organici affondano sul fondo del mare, dove possono essere catturati in un'altra dimora e alimentare nuovamente la vita di superficie. Grazie a questo efficiente sistema di riciclaggio subacqueo, la biodiversità tende a prosperare nelle aree abitative sulla Terra (principalmente vicino alle coste). Lo stesso vale probabilmente per gli esopianeti abitabili, ha detto Olson, il che significa che i pianeti con condizioni che favoriscono una maggiore crescita degli oceani possono anche favorire una forte biodiversità.

Per scoprire quali condizioni portano a un miglioramento produttivo, Olson e i suoi colleghi hanno usato un simulatore della NASA chiamato Rocke-3D per verificare in che modo i fattori atmosferici e geofisici contribuiscono alle correnti oceaniche.

"Abbiamo scoperto che una maggiore densità atmosferica, tassi di rotazione più lenti e la presenza di continenti producono tutti tassi di upwelling più elevati", ha detto Olson. "Un'ulteriore implicazione è che la Terra potrebbe non essere abitabile in modo ottimale – e la vita altrove potrebbe godere di un pianeta che è ancora più ospitale del nostro."

Mentre questi risultati non hanno alcuna applicazione diretta a Circa 4.000 esopianeti che sono stati scoperti finora, potrebbero informare il modo in cui gli scienziati cercano mondi abitabili in futuro. Idealmente, ha detto Olson, saranno costruite le future generazioni di telescopi che analizzeranno meglio caratteristiche come la densità atmosferica e la velocità di rotazione, che potrebbero offrire una rapida occhiata all'abitabilità di un mondo. Con una tecnologia del genere, dovremmo essere in grado di trovare il pianeta natale spazio-polpo in nessun tempo.

Il nuovo studio di Olson non è ancora apparso in una rivista peer-reviewed.

Originariamente pubblicato il Scienza dal vivo.

L'asteroide che è quasi l'altezza dell'edificio più alto del mondo sta volando presto sulla terra



Un mostro di un asteroide che è quasi all'altezza del Burj Khalifa – l'edificio più alto del mondo, situato ad Abu Dhabi – sta navigando sulla Terra in meno di un mese, secondo la NASA.

L'asteroide 2000 QW7 è incredibilmente ingombrante, misura ovunque tra 290 e 650 metri (951 e 2.132 piedi) di diametro, e solo un po 'più corto del Burj Khalifa (828 m) alto 2.716 piedi.

Questo asteroide è così immenso, è quasi il doppio dell'altezza dell'Empire State Building alto 3850 piedi (381 m). Dovrebbe sfrecciare dal nostro pianeta blu il 14 settembre, secondo il Center for Near Earth Object Studies (CNEOS), una parte del Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, in California.

Relazionato: Giorno del giudizio universale: 9 modi in cui la Terra potrebbe finire

Tuttavia, l'asteroide 2000 QW7 non è esattamente in grado di entrare per il tè. Prima di tutto, andrà incredibilmente veloce – 14.361 mph (23.100 km / h) – mentre ingrandisce la Terra, secondo CNEOS. Secondo, anche se è considerato un oggetto vicino alla Terra, sarà comunque abbastanza lontano. Gli asteroidi e altri materiali spaziali sono considerati oggetti vicini alla Terra se passano entro 1,3 unità astronomiche del nostro pianeta (un'unità astronomica è la distanza dalla Terra al sole o 92,9 milioni di miglia (149,6 milioni di chilometri)).

Come osserva CNEOS, il QW7 del 2000 passerà entro 0,03564 unità astronomiche della Terra, il che equivale a circa 3,3 milioni di miglia (5,3 milioni di km). In altre parole, è 13,87 volte la distanza tra la Terra e la luna.

Proprio come la Terra, l'asteroide 2000 QW7 orbita attorno al sole. Tuttavia, attraversa solo sporadicamente percorsi con la Terra. L'ultima volta che si è avvicinato al nostro pianeta è stato il 1 settembre 2000. Dopo il 14 settembre, la prossima volta che dovrebbe passare è il 19 ottobre 2038, secondo il Jet Propulsion Laboratory.

Originariamente pubblicato il Scienza dal vivo.

Lo svapo potrebbe aver ucciso qualcuno, dicono i funzionari sanitari


Tra mercoledì e venerdì, un residente dell'Illinois è morto per una malattia respiratoria sconosciuta che potrebbe essere stata il risultato dello svapo. La morte è stata uno dei quasi 200 casi di misteriosi problemi respiratori in 22 stati il ​​cui unico collegamento noto è il recente uso di sigarette elettroniche o vapori, secondo i Centers for Disease Control and Prevention.

Il CDC, un'agenzia federale, sta ora lavorando con le agenzie sanitarie statali e la Food and Drug Administration per cercare di trovare la causa, parte di un'indagine avviata a metà agosto dopo che dozzine di persone, principalmente adolescenti e giovani adulti, hanno iniziato a presentarsi negli ospedali che presentano sintomi quali difficoltà respiratoria, affaticamento, perdita di peso e dolore toracico. Quella popolazione è aumentata a 193 casi, tutti svapati nel mese precedente alla loro malattia. Alcuni stavano fumando nicotina, altri THC o cannabinoidi. Le vittime hanno usato prodotti diversi e nessun ingrediente si è distinto come potenziale colpevole.

"Sappiamo che le sigarette elettroniche non emettono un innocuo aerosol", afferma Brian King dell'Ufficio per il fumo e la salute del CDC. Gli scienziati hanno già identificato una varietà di ingredienti nelle sigarette elettroniche come pericolosi, compresi i particolati che contengono piombo, sostanze chimiche che causano il cancro e aromi tossici. Il CDC sta ora lavorando per identificare se uno di questi agenti potenzialmente "problematici" è la causa dell'attuale epidemia.

L'inchiesta è ancora nelle prime fasi. Mitch Zeller, direttore del Centro per i prodotti del tabacco della FDA, afferma che la FDA sta cercando di identificare i composti in ciascun prodotto. "Ciò non determinerà necessariamente la causalità, ma è un pezzo importante del puzzle", afferma.

Quando le sigarette elettroniche sono arrivate sul mercato per la prima volta nel 2007, la FDA non si è mossa per regolarle, anche se il Tobacco Control Act conferisce all'amministrazione l'autorità. Alcuni produttori di sigarette elettroniche hanno pubblicizzato i loro prodotti come a basso rischio o meno dannosi rispetto alle sigarette normali, che sono i tipi di affermazioni che la FDA dovrebbe valutare durante le "revisioni del mercato" prima che qualcosa venga messo in vendita.

Non è successo qui. Oggi, tutti i nuovi prodotti e-cig devono essere approvati prima di essere messi in vendita. Ma per i prodotti già disponibili, la scadenza per la presentazione delle domande per la revisione della FDA è stata rinviata al 2022.

Nel frattempo, lo svapo è diventato un'abitudine molto popolare, in particolare tra gli adolescenti. Tra il 2011 e il 2015, lo svapo tra gli studenti delle scuole medie e superiori è aumentato del 900 percento. La crescita è rallentata, ma continua a crescere. Dal 2017 al 2018, i tassi di svapo delle scuole superiori sono aumentati di oltre il 75%. Secondo gli studi più recenti del CDC, quasi uno su cinque studenti delle scuole superiori svapano. Il chirurgo generale degli Stati Uniti ha definito l'ubiquità dell'adolescenza lo svapo di un'epidemia.

Una delle sfide che devono affrontare i sostenitori dell'antivaping è che la scienza progredisce lentamente e che le sigarette elettroniche possono essere difficili da studiare. La nicotina fa male a te ed è particolarmente dannosa per i giovani il cui corpo e cervello sono ancora in via di sviluppo. Ma meno chiaro è come questi nuovi meccanismi di vaporizzazione – che usano tutti dosi diverse di nicotina, diversi solventi, diversi meccanismi di riscaldamento e talvolta diversi ingredienti aromatizzanti – influenzano l'uomo. Districare gli effetti di ciascun componente richiede tempo, proprio come quando gli scienziati hanno studiato per la prima volta gli effetti delle sigarette normali.

Public Health England, un'agenzia governativa britannica, ha affermato che le sigarette elettroniche sono più sicure del 95% rispetto alle sigarette normali e combustibili e uno studio ha dimostrato che le sigarette elettroniche sono più efficaci dei cerotti sostitutivi della nicotina o delle gengive nel far smettere le persone. Ma un numero crescente di prove scientifiche dipinge un'immagine più scura.

Uno studio ha scoperto che il fumo di sigaretta elettronica, anche senza nicotina, ha avuto un impatto negativo acuto e significativo sui vasi sanguigni. Altre ricerche hanno associato il fumo di sigarette elettroniche a respiro sibilante, enfisema e aumento del rischio di ictus. Anche i prodotti chimici nelle cartucce sono instabili. Un aroma che conferisce all'aerosol un sapore burroso reagisce con altri ingredienti, creando tossine mentre le cartucce si trovano sugli scaffali.

Tuttavia, gli scienziati hanno molte domande in sospeso. Poiché i prodotti sono relativamente nuovi, gli effetti a lungo termine dello svapo prolungato rimangono sconosciuti, così come i dettagli su come potrebbero influenzare la crescita dei corpi adolescenti.

Lo svapo potrebbe aver causato malattie respiratorie per anni, ma l'indagine del CDC è il primo tentativo di raccogliere, aggregare e analizzare i dati nazionali. La FDA incoraggia chiunque abbia avuto un problema di salute legato alle sigarette elettroniche a presentare un rapporto dettagliato su www.safetyreporting.hhs.gov.


Altre fantastiche storie CABLATE

RBG ha appena terminato tre settimane di trattamento per il cancro e va bene



Il giudice della Corte suprema Ruth Bader Ginsburg ha appena completato tre settimane radioterapia al Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York dopo che i medici le hanno trovato un tumore canceroso pancreas, la Corte suprema degli Stati Uniti rivelato in una dichiarazione rilasciato venerdì (23 agosto). Il suo trattamento è andato bene e i medici non hanno trovato prove di malattie in altre parti del corpo.

Ginsburg iniziò il suo trattamento all'inizio di agosto, meno di un anno dopo aver subito un intervento chirurgico per rimuovere un lobo del suo polmone che aveva lesioni cancerose. I medici hanno scoperto le lesioni durante il trattamento di Ginsburg dopo di lei cadde e si spezzò tre costole. La giustizia si è ripresa dalle costole rotte e dall'intervento chirurgico ai polmoni e continua a mantenere un programma intenso anche dopo l'ultimo problema di salute, ha riferito NPR.

localizzato cancro del pancreas, o il cancro che cresce solo nel pancreas, ha un tasso di sopravvivenza a 5 anni del 34%, secondo la American Cancer Society. Una volta che il tumore si diffonde in altre aree del corpo, il tasso di sopravvivenza a 5 anni scende fino al 3%. Dopo che il tumore è stato eliminato, c'è ancora una possibilità che il tumore ritorni o si sviluppi un nuovo tumore. Alcune ricerche suggeriscono che i sopravvissuti al cancro del pancreas possono avere maggiori probabilità di ammalarsi di cancro alla tiroide o intestino tenue.

"Il giudice Ginsburg continuerà a sottoporsi a periodici esami del sangue e scansioni", secondo la dichiarazione della Corte suprema.

Come parte del trattamento di Ginsburg, i medici hanno anche inserito uno stent, o un piccolo tubo cavo, in lei Dotto biliare, che potrebbe spalancare il condotto per evitare che venga bloccato da escrescenze cancerose. Il dotto biliare porta la bile al fegato per aiutare con la digestione e se questa pipa si blocca può causare un accumulo di bile, che porta all'ittero.

La giustizia 86enne, soprannominata "Notorious RBG", ha combattuto e sconfitto il cancro e altri problemi di salute nel corso degli anni. Appena due settimane prima del suo ultimo ciclo di trattamento, si è seduta per un'intervista con la Morning Edition di NPR.

"C'era un senatore, penso che sia stato dopo il mio tumore al pancreas, che ha annunciato con grande gioia che sarei morto entro sei mesi" Ginsburg ha detto a NPR. "Quel senatore, di cui ho dimenticato il nome, ora è morto e sono molto vivo."

Originariamente pubblicato il Scienza dal vivo.

Ming-Na Wen si unisce a 'Star Wars: The Mandalorian'



Ming-Na Wen farà parte di "Star Wars: The Mandalorian" di Disney +. L'amministratore delegato della Disney Bob Iger ha annunciato il casting nella sua introduzione per assegnarle il premio Disney Legends al D23 Expo.

"Non c'è niente di meglio che avere una spada laser in mano", ha detto Wen nel 2013 ad Access Hollywood. "Non mi interessa, potrei fare una passeggiata, proprio come passare Han Solo. Non mi interessa. È nella mia lista dei desideri, in qualche modo entrare in uno di quei film. Non sarebbe fantastico?"

"The Mandalorian" debutterà il 12 novembre su Disney +.

Originariamente pubblicato il Newsarama.

Le tempeste di ammoniaca su Giove stanno rovinando le sue fasce nuvolose perfette


Le nuvole di Giove sono un bel fastidio, bloccando una visione più profonda da parte degli scienziati nel gigante gassoso – una visione necessaria se vogliono capire come funziona il pianeta.

Ma gli astronomi si sono fatti strada su questo problema usando il Matrice Atacama Millimetrica / submillimetrica (ALMA) telescopio per studiare l'atmosfera di Giove con onde radio. Ancora più intrigante, lo fecero pochi giorni dopo che un astronomo dilettante individuò quella che sembrava essere un'eruzione di ammoniaca che sgorgava da più in profondità nel pianeta e vomitava in quella che gli scienziati chiamano la Cintura equatoriale meridionale.

"Se questi pennacchi sono vigorosi e continuano ad avere eventi convettivi, possono disturbare una di queste intere bande nel tempo, anche se potrebbero volerci alcuni mesi", l'autore principale Imke de Pater, astronomo dell'Università della California, Berkeley, detto in una dichiarazione. "Con queste osservazioni, vediamo un pennacchio in corso e gli effetti collaterali degli altri."

Relazionato: Le vedute di Hubble su Giove potrebbero demistificare il restringimento della grande macchia rossa

Un'immagine costruita su dati ALMA che mostra la distribuzione di ammoniaca su Giove.

(Credito immagine: ALMA (ESO / NAOJ / NRAO), I. de Pater et al .; NRAO / AUI NSF, S. Dagnello)

Gli scienziati hanno già visto cambiare la cintura equatoriale meridionale. La regione delle nuvole subisce ciò che gli astronomi hanno soprannominato "cicli di dissolvenza e rinascita", mentre la cintura si dissolve dal marrone al bianco, quindi si oscura di nuovo con scoppi di tempesta. Questa volta, scrivono de Pater e i suoi colleghi, non c'è stata nessuna dissolvenza, ma credono ancora che le loro osservazioni segnino un'altra puntata in questo ciclo.

Un'altra regione di Giove, la fascia nord temperata, vede anche scoppi di tempesta ogni cinque anni circa. Quattro enormi pennacchi bianchi nelle vicinanze avevano tinto di arancione la cintura pochi mesi prima che de Pater e i suoi colleghi si mettessero al lavoro raccogliendo osservazioni sul gigante a strisce.

"Le nostre osservazioni ALMA sono le prime a dimostrare che elevate concentrazioni di ammoniaca gassosa vengono sollevate durante un'eruzione energetica", ha detto de Pater. "La combinazione di osservazioni simultaneamente a diverse lunghezze d'onda ci ha permesso di esaminare l'eruzione in dettaglio".

L'atmosfera di Giove vista nelle onde radio di ALMA e nella luce visibile dal telescopio spaziale Hubble.

(Credito immagine: ALMA (ESO / NAOJ / NRAO), I. de Pater et al .; NRAO / AUI NSF, S. Dagnello; NASA / Hubble)

Tutto sommato, il team ha rintracciato i dati provenienti da sei diversi telescopi terrestri, oltre a quelli della NASA Telescopio spaziale Hubble. Ma sono stati i dati ALMA, raccolti nei primi giorni di gennaio 2017, a essere particolarmente speciali.

L'array del telescopio cattura le onde radio, una forma di luce particolarmente lunga, che consente allo strumento di scrutare sotto le cime delle nuvole che sono visibili attraverso un tipico telescopio. Quelle nuvole più alte sono piene di ammoniaca, ma ALMA è stata in grado di mappare l'abbondanza di quel composto a circa 25 o 30 miglia (40 o 50 chilometri) in Atmosfera di Giove.

La mappa risultante traccia l'eruzione nella cintura equatoriale meridionale verso il basso sotto le cime delle nuvole visibili. Gli astronomi ritengono che l'eruzione sia radicata un po 'più in basso nell'atmosfera, a circa 50 miglia (80 km) sotto la superficie. Questo è lo stesso livello in cui gli scienziati ritengono che uno strato di acqua supporti un fulmine simile alla Terra, il che ha suggerito al team che i pennacchi di ammoniaca sono creati dall'aria umida che circola sul fondo delle nuvole d'acqua.

La ricerca è descritta in un documento accettato dall'Astronomical Journal pubblicato sul server di prestampa arXiv.org il 22 agosto.

Manda un'email a Meghan Bartels a mbartels@space.com o seguila @meghanbartels. Seguici su Twitter @Spacedotcom e via Facebook.

"Mission Mangal" racconta la vera storia delle donne dietro la prima missione indiana su Marte


"Mission Mangal", un nuovo film in lingua hindi indiana, racconta la drammatica storia vera delle donne dietro la prima missione dell'India su Marte.

Lanciata nel 2013, la Mars Orbiter Mission (MOM), chiamata anche Mangalyaan, è stata la prima missione interplanetaria dell'India e la prima volta che un paese ha raggiunto con successo l'orbita marziana al primo tentativo. L'India ha fatto di nuovo storia la scorsa settimana quando, il 21 agosto 2019, l'astronave Chandrayaan-2 dell'ISRO ha scattato la sua prima foto della luna.

"Mission Mangal" è stato rilasciato in India il 15 agosto, per celebrare il 50 ° anniversario dell'Indian Space Research Organization.

La pellicola, paragonato da alcuni al film statunitense "Hidden Figures" del 2017, mette in mostra la squadra dietro la storica missione che includeva un certo numero di donne. Nel film, i personaggi che compongono il team MOM sono stati cambiati rispetto alle donne originali che hanno lavorato alla missione. Tuttavia, i personaggi immaginari che rappresentano le donne che hanno inviato il primo satellite indiano sulla luna hanno fatto un lavoro fantastico che rappresenta la dedizione, la lotta e i risultati scientifici delle donne nella squadra.

Relazionato: Prima missione Mars in immagini dell'India (Galleria)

Tara Shinde (interpretata da Vidya Balan) sviluppa un approccio unico per raggiungere Marte in "Mission Mangal".

(Credito immagine: Silverscreen Media)

Avvertenza: spoiler avanti

Il team di MOM celebra il loro duro lavoro e il successo nel raggiungere Marte in "Mission Mangal".

(Credito immagine: Silverscreen Media)

Ok, parleremo dei dettagli del film qui sotto. Quindi, se vuoi entrare in "Mission Mangal" fresco, smetti di leggere ora. Sei stato avvisato.

Il film si apre con l'attrice protagonista Vidya Balan, che interpreta il personaggio immaginario Tara Shinde, direttore del progetto della Mars Orbiter Mission. Vortica per la casa, si affretta a fare colazione per la sua famiglia mentre si prepara a partire per lavoro. Con adolescenti lunatici e un marito scontroso, salta i suoi problemi a casa per arrivare al controllo della missione all'ISRO.

È il giorno del lancio e Shinde, sperando che un segnale di avvertimento che rileva sia dovuto al caldo, dia il via al lancio. Sfortunatamente, il razzo esplode prima che lasci mai l'atmosfera terrestre. Shinde ammette piangendo il suo errore al suo capo, Rakesh Dhawan (interpretato da Akshay Kumar), un momento che non accadrebbe quasi mai nella vita reale nel controllo della missione tra funzionari di un'agenzia spaziale. Ma, mentre questo momento di lacrime è un po 'degno di nota, è ovvio che il personaggio di Shinde significa affari.

Rakesh Dhawan (interpretato da Akshay Kumar) aiuta a guidare una squadra composta principalmente da donne che cercano di mettere in orbita un satellite attorno a Marte in "Mission Mangal".

(Credito immagine: Silverscreen Media)

Dopo il fallimento del lancio, Dhawan è incaricato della missione ISRO su Marte, un passo in avanti per lui perché al momento raggiungere Marte era un obiettivo quasi impossibile, lontano. Dhawan suggerisce persino che ISRO vuole che si dimetta tranquillamente. Ma, mentre Dhawan ripensa alla sua carriera e alla sua vita in generale dopo questa transizione, Shinde fa una svolta mentre frigge il puri (pane fritto).

Shinde, insegnando a sua figlia come friggere il puri dopo che il gas è stato spento perché l'olio è ancora caldo, prepara un'idea. Scatta verso ISRO, lancia l'idea a Dhawan e insieme raccontano all'agenzia una stanza di piani più alti su come, sparando a intermittenza i motori di un velivolo in più orbite attorno alla Terra, potrebbero arrivare su Marte con un razzo più piccolo e un minore quantità di carburante.

Rupert Desai, un funzionario dell'ISRO che è venuto in agenzia dalla NASA, respinge l'idea come ridicola, ma Shinde e Dhawan sono persistenti e convincono i funzionari dell'agenzia a lasciarli provare. Questa lotta tra il precedente che la NASA ha posto come leader nel volo spaziale e la speranza dell'ISRO come agenzia "emergente" è palpabile in tutto il film. Nella vita reale, MOM è stato un trionfo per l'agenzia che ha consolidato il suo status di attore principale nel settore dei voli spaziali. Il film trasmette le idee sbagliate e gli stereotipi che sono stati collocati sull'agenzia indiana che ha contribuito a spingerli a raggiungere questo status.

Varsha Pillai (interpretata da Nithya Menen) ha lavorato nel team MOM diventando mamma in "Mission Mangal".

(Credito immagine: Silverscreen Media)

Durante tutto il film, Desai continua a dubitare del progetto, inviando quello che considerava un gruppo meno qualificato di scienziati a lavorare sulla missione. Ma, in quello che è prevedibilmente un finale commovente, Desai mangia le sue parole mentre la mamma diventa un successo storico.

"Mission Mangal" non è un film terribilmente serio. Non fa eco ad altre vere storie di voli spaziali che si presentano quasi come documentari. Ci sono alcune rotture di Bollywood in cui i personaggi si scrollano di dosso il dolore e lo stress della missione di ballare. ("Dil Mein Mars Hai", l '"inno" del film è ancora bloccato nella mia testa.)

Ci sono certamente momenti di sfacciataggine nel film. In una scena, Shinde e suo marito vanno a prendere la figlia in una discoteca a tarda notte e finiscono per bere e ballare con lei. Ma mentre la scena sorprendente e spensierata potrebbe sembrare un po 'sciocca, come altri momenti del film, fa eco a verità più serie. Questa scena in particolare riflette una madre che mostra a suo marito come fidarsi e amare la loro figlia e permetterle di essere se stessa mentre cresceva adulta.

Ekta Gandhi (interpretato da Sonakshi Sinha) lavora nel team MOM in "Mission Mangal".

(Credito immagine: Silverscreen Media)

Il film è un film spaziale unico per una moltitudine di ragioni. Nonostante i momenti sciocchi nel film, è impossibile non essere coinvolti emotivamente nella missione della squadra. Mentre i personaggi lavorano per arrivare su Marte con un budget minuscolo che viene ulteriormente ridotto, diventa sempre più sorprendente che sia basato su una storia vera.

"Mission Mangal" mostra anche com'è la vita per gli scienziati della MOM a casa, che, sebbene non rifletta accuratamente la squadra della vita reale della missione, aggiunge profondità ai personaggi e mostra come la vita di una donna indiana potrebbe essere in conflitto con la vita come scienziato.

Shinde è alle prese con problemi a casa e ha il peso di prendersi cura della sua famiglia mentre lavora più di 10 ore al giorno all'ISRO. Fatta sentire in colpa dal marito per la mancanza di tempo con la famiglia, Shinde ha quasi lasciato definitivamente la carriera a un certo punto. Sonashi Sinha, che interpreta la scienziata orfana ribelle Ekta Gandhi, ha a che fare con le aspettative che la donna indiana si veste di vestire e recitare in un certo modo, e le sue altissime aspettative su se stessa. Gandhi quasi lascia il team MOM per cercare di perseguire una carriera alla NASA, sicura di non poter mai raggiungere il suo pieno potenziale in India.

Kritika Aggarwal (Taapsee Pannu) viene mostrato per la prima volta lottando per imparare a guidare come un atto di autodifesa, che allude alla disuguaglianza e al rischio di assalto nel paese. Più tardi, lascia quasi anche la squadra per prendersi cura del suo fidanzato ferito in battaglia. Nel frattempo, Varsha Pillai (Nithya Menon) è alle prese con problemi di fertilità, sebbene rimanga incinta più avanti nel film. Inoltre, Neha Siddiqui (Kirti Kulhari) ha problemi di vita dopo il divorzio e ha trovato alloggio in India come donna musulmana.

Mentre un successo generale, il film ha colpito alcune note aspre. A un certo punto, Dhawan, il capo maschio di Pillai, la spinge a non prendere un congedo di maternità e invece a sollevare il suo neonato in ufficio (un dettaglio che viene celebrato nel film ma dipinge un quadro negativo di disuguaglianza nella squadra). Le chiede se vuole essere "solo una mamma", diminuendo l'importanza della maternità e il suo diritto di scegliere il proprio percorso come madre e scienziata. Inoltre, nel corso del film, i leader maschili dell'ISRO non solo parlano di Shinde e delle donne della squadra, rimandando sempre a Dhawan, ma confrontano costantemente la "scienza domestica" con la scienza missilistica. Questi riferimenti si associano ai personaggi femminili del film, riferendosi al loro intelletto come se fosse semplicemente un effetto collaterale miracoloso della loro esperienza di madri.

Inoltre, mentre il ruolo di Gandhi come giovane donna indiana nella scena degli appuntamenti ha colpito un accordo potente, è stato in seguito banalizzato quando è stata essenzialmente "accoppiata" con il suo collega maschio diabolico Parmeshwar Naidu (interpretato da Sharman Joshi), che ha parlato apertamente della sua verginità e disperazione per l'attenzione femminile.

Tuttavia, mentre alcuni momenti del film avrebbero potuto essere un po 'più ponderati e il lancio del CGI è relativamente semplice, "Mission Mangal" rimane una storia stimolante di difficoltà e gloria.

Le vere donne della mamma

Mentre le donne di "Mission Mangal" potrebbero essere state di fantasia, rappresentavano le vere donne dietro la prima missione dell'India su Marte. La missione che, in soli 18 mesi e con un budget di soli $ 74 milioni (inferiore al budget del film "The Martian"), mise in orbita un satellite attorno a Marte. Il team ha lavorato dalle 10 alle 14 ore al giorno per completare la missione apparentemente impossibile.

Ritu Karidhal, ingegnere aerospaziale e scienziato senior dell'ISRO, che è stato vicedirettore delle operazioni per la MOM, ha lavorato presso l'agenzia spaziale per oltre 20 anni. Karidhal divenne il direttore della missione della missione Chandrayaan-2 dell'ISRO.

Nandini Harinath, uno scienziato missilistico dell'ISRO, ha lavorato in 14 missioni nell'arco di 20 anni in agenzia. Harinath si interessò presto alla scienza dopo essere stato esposto a "Star Trek" da bambino.

Anuradha T.K., la donna più anziana in posizione di ufficiale presso l'ISRO, è una scienziata specializzata nell'invio di satelliti per comunicazioni nello spazio. Ha lavorato presso l'agenzia per quasi 40 anni ed è considerata da molti all'ISRO un modello da donna di successo nella scienza, secondo la BBC.

Minal Rohit, ingegnere di sistemi presso ISRO, era un altro scienziato strumentale nella MOM di ISRO. Moumita Dutta, un altro membro critico del team MOM, è un fisico che lavora presso lo Space Applications Center (SAC) dell'ISRO. Dutta ha lavorato come project manager per il sensore di metano per Marte (MSM) e ha sviluppato, ottimizzato e calibrato un sistema ottico per il satellite.

Segui Chelsea Gohd su Twitter @chelsea_gohd. Seguici su Twitter @Spacedotcom e via Facebook.

Sistema respiratorio: fatti, funzione e malattie


Il sistema respiratorio umano è una serie di organi responsabili dell'assunzione di ossigeno e dell'espulsione di anidride carbonica. Gli organi primari del sistema respiratorio sono i polmoni, che effettuano questo scambio di gas mentre respiriamo.

I polmoni lavorano con il sistema circolatorio per pompare sangue ricco di ossigeno in tutte le cellule del corpo. Il sangue quindi raccoglie l'anidride carbonica e altri prodotti di scarto e li trasporta nei polmoni, dove vengono espulsi dal corpo quando espiriamo, secondo il American Lung Association.

Il corpo umano ha bisogno di ossigeno per sostenersi. Dopo solo circa cinque minuti senza ossigeno, le cellule cerebrali iniziano a morire, secondo la Istituto Nazionale di Disturbi Neurologici e Ictus, che può portare a danni al cervello e alla fine alla morte.[[Gasp! 11 Fatti sorprendenti sul sistema respiratorio]

Nell'uomo, la respirazione media o la frequenza respiratoria dipendono principalmente dall'età. La frequenza respiratoria normale di un neonato è di circa 40-60 volte al minuto e può rallentare da 30 a 40 volte al minuto quando il bambino dorme, secondo Stanford Children's Health. La frequenza respiratoria a riposo media per gli adulti è compresa tra 12 e 16 respiri al minuto e fino a 40-60 respiri al minuto durante l'esercizio, secondo Società europea delle vie respiratorie.

Parti del sistema respiratorio

Mentre respiriamo, ossigeno entra nel naso o bocca e passa i seni, che sono spazi vuoti nel cranio che aiutano a regolare la temperatura e l'umidità dell'aria che respiriamo.

Dal seno, l'aria passa attraverso la trachea, chiamata anche trachea, e nei tubi bronchiali, che sono i due tubi che trasportano aria in ciascun polmone (ognuno è chiamato bronco). I tubi bronchiali sono rivestiti da piccoli peli chiamati ciglia che si muovono avanti e indietro, portando il muco su e fuori. Il muco è un fluido appiccicoso che raccoglie polvere, germi e altra materia che ha invaso i polmoni ed è ciò che espelliamo quando starnutiamo e tossiamo.

I tubi bronchiali si divisero di nuovo per trasportare aria nei lobi di ciascun polmone. Il polmone destro ha tre lobi mentre il polmone sinistro ne ha solo due, per accogliere spazio per il cuore, secondo la American Lung Association. I lobi sono riempiti con piccole sacche spugnose chiamate alveoli, dove avviene lo scambio di ossigeno e anidride carbonica.

Dalla trachea, l'aria entra nei tubi bronchiali che si dividono e raggiungono i tre lobi del polmone destro e i due lobi del polmone sinistro.

(Credito immagine: Shutterstock)

Le pareti alveolari sono estremamente sottili (circa 0,2 micrometri) e sono composte da un singolo strato di tessuti chiamati cellule epiteliali e piccoli vasi sanguigni chiamati capillari polmonari. Il sangue nei capillari raccoglie ossigeno e rilascia anidride carbonica. Il sangue ossigenato si dirige quindi verso la vena polmonare. Questa vena trasporta sangue ricco di ossigeno nella parte sinistra del cuore, dove viene pompato in tutte le parti del corpo. L'anidride carbonica lasciata dal sangue si sposta negli alveoli e viene espulsa nel nostro respiro espirato.

Il diaframma, un muscolo a forma di cupola nella parte inferiore dei polmoni, controlla la respirazione e separa la cavità toracica dalla cavità addominale. Quando l'aria viene assorbita, il diaframma si stringe e si sposta verso il basso, facendo più spazio affinché i polmoni si riempiano di aria e si espandano. Durante l'espirazione, il diaframma si espande e comprime i polmoni, espellendo l'aria.

Infografica sul sistema respiratorio. Clicca sull'immagine per ingrandirla.

(Credito immagine: Ross Toro, collaboratore di Livescience)

Malattie dell'apparato respiratorio

Le malattie e le condizioni dell'apparato respiratorio rientrano in due categorie: Infezioni, come influenza, polmonite batterica e virus respiratorio dell'enterovirus e malattie croniche, come l'asma e la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). Secondo il dottor Neal Chaisson, che pratica la medicina polmonare presso la Cleveland Clinic, non c'è molto che si possa fare per le infezioni virali, ma per lasciarle seguire il loro corso. "Gli antibiotici non sono efficaci nel trattamento dei virus e la cosa migliore da fare è semplicemente riposare ", ha detto.

Per le persone più sane, il disturbo respiratorio più comune che possono affrontare è un'infezione, secondo il Dr. Matthew Exline, un pneumologo ed esperto di terapia intensiva presso l'Ohio State University Wexner Medical Center. La tosse è il primo sintomo, probabilmente accompagnato da febbre.[[La scienza grossolana di una tosse e uno starnuto]

"Tuttavia, la tosse può essere un segno di condizioni respiratorie croniche come l'asma, la bronchite cronica o l'enfisema", ha detto. "Nelle malattie polmonari croniche, la maggior parte delle malattie respiratorie si manifesta con mancanza di respiro, inizialmente con sforzo, come camminare per una distanza significativa o salire diverse rampe di scale."

L'asma è un'infiammazione cronica delle vie respiratorie polmonari che provoca tosse, respiro sibilante, senso di oppressione al petto o mancanza di respiro, secondo Tonya Winders, presidente dell'Allergy & Asthma Network. Questi segni e sintomi possono peggiorare quando una persona è esposta ai suoi fattori scatenanti, che possono includere inquinamento dell'aria, fumo di tabacco, fumi di fabbrica, solventi per la pulizia, infezioni, pollini, alimenti, aria fredda, esercizio fisico, sostanze chimiche e farmaci. Secondo il CDC, oltre 25 milioni di persone (o 1 su 13 adulti e 1 su 12 bambini) negli Stati Uniti hanno l'asma.

La tosse è di solito il primo segno di un'infezione respiratoria.

(Credito immagine: Shutterstock)

BPCO, a volte chiamato bronchite cronica o enfisema, è una malattia cronica e progressiva in cui diminuisce il flusso d'aria all'interno e all'esterno dei polmoni, rendendo più difficile la respirazione. Nel corso del tempo, le vie aeree nei polmoni si infiammano e si addensano, rendendo più difficile eliminare i rifiuti di anidride carbonica, secondo la American Lung Association. Man mano che la malattia progredisce, i pazienti avvertono mancanza di respiro e possono limitare l'attività. Oltre 15 milioni di americani sono colpiti dalla BPCO, secondo il CDC.

Cancro ai polmoni è spesso associato al fumo, ma la malattia può colpire anche i non fumatori. È il secondo tumore più comune per uomini e donne, superato da tumori alla prostata e al seno, rispettivamente. L'American Cancer Society stime che nel 2019 ci saranno circa 228.150 nuovi casi di cancro ai polmoni (116.440 negli uomini e 111.710 nelle donne) e circa 142.670 decessi per cancro ai polmoni (76.650 negli uomini e 66.020 nelle donne) negli Stati Uniti.

Risorse addizionali:

Questo articolo è stato aggiornato il 23 agosto 2019 dal collaboratore di Live Science Sarah Derouin.

I Guardiani della Galassia stanno ottenendo una compagnia "Super" a Disneyland



Disney "Guardians of the Galaxy – Mission: Breakout!" il giro sta per avere qualche compagnia super.

La corsa, che si svolge nel Disney California Adventure Park a Disneyland in California, farà presto parte di un'area a tema di supereroi che verrà aggiunta sia a questo parco che a Disneyland Paris. La nuova "terra" si chiamerà "Avengers Campus", Bob Chapek, presidente di Parchi, esperienze e prodotti Disney, annunciato ieri (22 agosto) al D23 Expo, secondo ComicBook.

"Avengers Campus" aprirà la prossima estate nel 2020.

Relazionato: Gli alieni più strani nell'universo Marvel

"Guardians of the Galaxy – Mission: Breakout!" ha debuttato in California nel 2017, sostituendo l'iconica cavalcata "Torre del terrore". Il giro buio della torre di caduta utilizza la stessa infrastruttura di base e il sistema di guida del giro originale, ma invece di portare gli ospiti in un viaggio spettrale e infestato in ascensore, porta i visitatori in un'avventura cosmica nell'universo cinematografico Marvel (MCU).

La nuova terra includerà questo giro e anche la nuova sede della Worldwide Engineering Brigade (WEB), un'attrazione di Spider-Man. "Avengers Campus" sarà costruito nella vecchia terra di "A Bug's Life" accanto sia alla cavalcata "Guardiani della Galassia" sia alla terra "Automobili" esistente.

Puoi saperne di più su "Avengers Campus" Qui. Ulteriori informazioni su "Avengers Campus" saranno svelate questo fine settimana alla fiera D23, una convention annuale del fan club Disney.

Segui Chelsea Gohd su Twitter @chelsea_gohd. Seguici su Twitter @Spacedotcom e via Facebook.

Un supercomputer galattico ha ridotto la massa delle particelle più deboli nell'universo conosciuto



Siamo sempre pieni di neutrini. Sono ovunque, quasi impercettibili, svolazzando attraverso la materia normale. Ne sappiamo a malapena qualcosa, nemmeno quanto siano pesanti. Ma sappiamo che i neutrini hanno il potenziale per alterare la forma dell'intero universo. E poiché hanno quel potere, possiamo usare la forma dell'universo per valutarli, come ha fatto un team di fisici.

A causa della fisica, i comportamenti delle particelle più piccole alterano i comportamenti di intere galassie e altre gigantesche strutture celesti. E se vuoi descrivere il comportamento dell'universo, devi prendere in considerazione le proprietà dei suoi componenti più piccoli. In un nuovo articolo, che sarà pubblicato in un prossimo numero della rivista Physical Review Letters, i ricercatori hanno usato questo fatto per calcolare indietro la massa del neutrino più leggero (ci sono tre masse di neutrino) da misurazioni precise della struttura su larga scala dell'universo.

Hanno preso i dati sui movimenti di circa 1,1 milioni di galassie dal Baryon Oscillation Spectroscopic Survey, li hanno mescolati con altre informazioni cosmologiche e risultati da esperimenti di neutrini su scala molto più piccola sulla Terra e hanno fornito tutte queste informazioni in un supercomputer.

"Abbiamo utilizzato più di mezzo milione di ore di elaborazione per elaborare i dati", ha dichiarato in una nota il coautore dello studio Andrei Cuceu, uno studente di dottorato in astrofisica presso l'University College di Londra. "Ciò equivale a quasi 60 anni su un singolo processore. Questo progetto ha spinto i limiti per l'analisi dei big data in cosmologia."

Il risultato non offrì un numero fisso per la massa del tipo di neutrino più leggero, ma lo restrinse: quella specie di neutrino ha una massa non superiore a 0,086 elettronvolt (eV), o circa sei milioni di volte inferiore a la massa di un singolo elettrone.

Relazionato: 9 idee sui buchi neri che ti lasceranno a bocca aperta

Quel numero imposta un limite superiore, ma non un limite inferiore, per la massa delle specie più leggere di neutrino. È possibile che non abbia alcuna massa, gli autori hanno scritto nel documento.

Quello che i fisici sanno è che almeno due delle tre specie di neutrino devono avere una certa massa e che esiste una relazione tra le loro masse. (Questo documento stabilisce anche un limite superiore per la massa combinata di tutti e tre i gusti: 0,26 eV.)

Confusamente, le tre specie di massa di neutrino non si allineano con i tre sapori di neutrino: elettrone, muone e tau. Secondo Fermilab, ogni aroma di neutrino è costituito da una miscela quantistica delle tre specie di massa. Quindi un certo neutrino tau contiene un po 'di specie di massa 1, un po' di specie 2 e un po 'di specie 3. Queste diverse specie di massa consentono ai neutrini di saltare avanti e indietro tra i sapori, come una scoperta del 1998 (che ha vinto il Premio Nobel per la fisica).

I fisici non possono mai individuare perfettamente le masse delle tre specie di neutrini, ma possono continuare ad avvicinarsi. La massa continuerà a restringersi man mano che gli esperimenti sulla Terra e le misurazioni nello spazio migliorano, hanno scritto gli autori. E i fisici migliori possono misurare queste minuscole e onnipresenti componenti del nostro universo, la fisica migliore sarà in grado di spiegare come tutto si combina.

Originariamente pubblicato il Scienza dal vivo.