Abbiamo interpretato le famose prime parole sulla luna di Neil Armstrong?


Il 20 luglio 1969, circa 650 milioni di persone guardavano con sospetto mentre Neil Armstrong scendeva una scala verso la superficie della Luna.

Mentre muoveva i suoi primi passi, pronunciò parole che sarebbero state scritte nei libri di storia per le generazioni a venire: "Questo è un piccolo passo per l'uomo: un salto da gigante per l'umanità".

O almeno è così che i media hanno riferito le sue parole.

Ma Armstrong ha insistito sul fatto che in realtà ha detto: "Questo è un piccolo passo per un uomo. "Infatti, nella trascrizione ufficiale della missione di sbarco sulla Luna, la NASA trascrive la citazione come" questo è un piccolo passo per (a) uomo ".

Come linguista, sono affascinato dagli errori tra ciò che la gente dice e ciò che la gente sente.

In effetti, di recente ho condotto uno studio sul discorso ambiguo, usando la famosa citazione di Armstrong per cercare di capire perché e in che modo riuscissimo a capire il parlato per la maggior parte del tempo, ma anche a fare l'errore occasionale.

Nonostante la confusione sulle parole di Armstrong, i relatori e gli ascoltatori hanno una notevole capacità di concordare su ciò che viene detto e ciò che viene ascoltato.

Quando parliamo, formuliamo un pensiero, recuperiamo le parole dalla memoria e muoviamo le nostre bocche per produrre suoni. Lo facciamo rapidamente, producendo, in inglese, circa cinque sillabe al secondo.

Il processo per gli ascoltatori è altrettanto complesso e veloce. Ascoltiamo suoni, che separiamo in informazioni vocali e non vocali, combiniamo i suoni del discorso in parole e determiniamo il significato di queste parole. Di nuovo, questo accade quasi istantaneamente e raramente si verificano errori.

Questi processi sono ancora più straordinari quando si pensa più da vicino alle proprietà del discorso. A differenza della scrittura, il parlato non ha spazi tra le parole. Quando le persone parlano, in genere ci sono pochissime pause all'interno di una frase.

Tuttavia, gli ascoltatori hanno pochi problemi a determinare i confini delle parole in tempo reale. Questo perché ci sono piccoli spunti – come il tono e il ritmo – che indicano quando una parola si ferma e inizia il prossimo.

Ma i problemi nella percezione della parola possono sorgere quando mancano quei tipi di segnali, specialmente quando l'intonazione e il ritmo sono usati per scopi non linguistici, come nella musica. Questo è uno dei motivi per cui i testi delle canzoni di Misheard – chiamati "mondegreens" – sono comuni. Quando si canta o si picchiano, molti degli indizi vocali che usiamo di solito vengono spostati per adattarsi al ritmo della canzone, che può finire per interferire con il nostro processo di percezione predefinito.

Ma non sono solo i testi che sono malvagi. Questo può accadere nel discorso di tutti i giorni, e alcuni si sono chiesti se questo è quello che è successo nel caso di Neil Armstrong.

Nel corso degli anni, i ricercatori hanno cercato di pettinare i file audio delle famose parole di Armstrong, con risultati misti. Alcuni hanno suggerito che Armstrong ha sicuramente prodotto l'infame "a", mentre altri sostengono che è improbabile o troppo difficile da dire. Ma il file audio originale è stato registrato 50 anni fa e la qualità è piuttosto scarsa.

Quindi potremo mai sapere veramente se Neil Armstrong ha pronunciato quella piccola "a"?

Forse no. Ma in uno studio recente, i miei colleghi e io abbiamo cercato di andare fino in fondo.

In primo luogo, abbiamo analizzato quanto simili siano i segnali vocali quando un oratore intende dire "per" o "per a". Cioè, una produzione di "for" potrebbe essere coerente con le onde sonore, o l'acustica, di "per a" e viceversa?

Quindi abbiamo esaminato quasi 200 produzioni di "per" e 200 produzioni di "per a". Abbiamo scoperto che l'acustica delle produzioni di ciascuno di questi token era quasi identica. In altre parole, le onde sonore prodotte da "L'ha comprata per una scuola" e "Ne ha comprata una per scuola" sono sorprendentemente simili.

Ma questo non ci dice cosa ha effettivamente detto Armstrong quel giorno di luglio del 1969. Quindi volevamo vedere se a volte gli ascoltatori perdevano piccole parole come "un" in contesti come la frase di Armstrong.

Ci chiedevamo se "a" fosse sempre percepito dagli ascoltatori, anche quando era chiaramente prodotto. E abbiamo scoperto che, in diversi studi, gli ascoltatori spesso non capivano parole brevi, come "a". Questo è particolarmente vero quando il ritmo di parlare è lento come quello di Armstrong.

Inoltre, siamo stati in grado di manipolare se le persone sentissero o meno queste brevi parole semplicemente alterando il ritmo della parola. Quindi forse questa era una tempesta perfetta di condizioni per gli ascoltatori di percepire erroneamente il significato previsto di questa famosa citazione.

Il caso della "a" mancante è un esempio delle sfide nella produzione e comprensione del linguaggio. Nondimeno, generalmente percepiamo e produciamo parole in modo rapido, semplice e senza sforzo cosciente.

Una migliore comprensione di questo processo può essere particolarmente utile quando si cerca di aiutare le persone con problemi di linguaggio o udito. E permette ai ricercatori di capire meglio come queste abilità vengono apprese dagli adulti che cercano di acquisire una nuova lingua, che può, a sua volta, aiutare gli studenti di lingue a sviluppare strategie più efficienti.

Cinquant'anni fa, l'umanità fu cambiata quando Neil Armstrong fece quei primi passi sulla Luna. Ma probabilmente non si è reso conto che le sue famose prime parole potrebbero anche aiutarci a capire meglio come gli esseri umani comunicano.

[[Iscriviti alla newsletter di The Conversation per ottenere informazioni dettagliate ogni giorno]

Melissa Michaud Baese-Berk, professore associato di linguistica, Università dell'Oregon

Questo articolo è ripubblicato da The Conversation sotto una licenza Creative Commons. Leggi l'articolo originale.

Per tutta l'umanità: la National Space Society e ISDRC 2019


Il National Space Society (NSS) ha recentemente celebrato il 50 ° anniversario del primo sbarco di esseri umani sulla Luna con la sua 38esima International Space Development Conference (ISDC) ad Arlington, in Virginia, appena oltre il Potomac da Washington, DC L'ISDC promuove la visione dell'NSS, per consentire l'espansione dell'umanità nel sistema solare e promuovere l'utilizzo delle vaste risorse nello spazio per migliorare notevolmente la vita sulla Terra.

L'ISDC attira persone da tutto il mondo con oltre 1.000 partecipanti quest'anno, tra cui oltre 400 studenti internazionali. I punti salienti del programma di quest'anno erano le presentazioni dell'amministratore della NASA Jim Bridenstine, del segretario esecutivo del Consiglio nazionale dello spazio Scott Pace e di Thomas Zurbuchen, amministratore associato della NASA per la direzione della missione scientifica.

Una giornata pre-conferenza ha visto un forum politico sull'insediamento spaziale che ha esplorato le questioni legali, normative ed economiche relative allo sviluppo di insediamenti spaziali fiorenti che potrebbero alla fine consentire a milioni di persone di vivere e lavorare nello spazio. Questo è stato seguito da un simposio che ha esaminato le questioni economiche e normative relative alla creazione e al funzionamento di "fattorie" di energia solare in orbita terrestre per inviare gigawatt di energia sicura e pulita praticamente ovunque sulla Terra. Questa vasta risorsa energetica non solo soddisferà la crescente fame di energia elettrica da parte dell'umanità, specialmente nelle regioni sottosviluppate, ma in larga misura eliminerà la generazione di gas serra nel processo.

Bruce Pittman, Senior Operating Office della National Space Society.

(Credito immagine: National Space Society)

L'ISDC è una conferenza multitraccia che offre cinque o più eventi simultanei, offrendo qualcosa per coinvolgere la maggior parte delle aree di interesse. La conferenza di quest'anno ha incluso sessioni sull'insediamento e l'utilizzo della luna e di Marte, aggiornamenti sui nuovi sistemi di lancio, discussioni sulla progettazione e lo sviluppo dell'infrastruttura spaziale, la creazione di sistemi solari spaziali, l'espansione del business spaziale, la bio- sostenibilità e ascensori spaziali. Una sessione speciale ha evidenziato il programma NIAC (Innovative Advanced Concepts) della NASA e i numerosi e affascinanti progetti che sostiene.

I premi NSS per i premi hanno riconosciuto membri di spicco della comunità spaziale, con il prestigioso premio Wernher Von Braun consegnato a Tory Bruno, presidente e CEO di United Launch Alliance (ULA). Gli Space Pioneer Awards sono stati assegnati a Eileen Collins, il primo pilota e comandante della navetta femminile; Il pilota del modulo di comando Apollo 15 Al Worden; ex direttore di volo Apollo e direttore del Johnson Space Center della NASA Gerry Griffin; la giornalista aerospaziale Miles O'Brien; Jeff Manber, CEO di Nanoracks; e Martine Rothblatt, CEO di United Therapeutics e fondatore di Sirius Satellite Radio.

Uno degli obiettivi primari dell'NSS è quello di incoraggiare l'educazione e lo sviluppo della prossima generazione di scienziati, ingegneri e imprenditori, e molte delle centinaia di studenti presenti hanno partecipato allo Space Settlement Contest della società. Questa competizione annuale offre agli studenti di tutto il mondo l'opportunità di acquisire esperienza nella progettazione, sviluppo, costruzione e gestione di comunità sicure progettate ergonomicamente nello spazio.

Sono state ricevute quasi 2.700 voci che hanno coinvolto 12.899 studenti. La squadra vincitrice di 11 membri è stata accolta dalla Makua Lani Christian Academy di Kailua-Kona, Hawaii, e ha ricevuto la borsa di studio commemorativa Herman Rubin da $ 5.000. Questa borsa di studio è presentata in memoria del dott. Herman Rubin, professore di statistica e matematica alla Purdue University e uno dei più grandi collaboratori della sua epoca. Il Dott. Rubin era un forte sostenitore sia dell'abbandono spaziale che dell'educazione STEM e l'NSS è orgogliosa di assegnare questa borsa di studio nel suo nome.

La National Space Society è stata fondata nel 1987 dalla fusione del National Space Institute, fondato dal Dr. Wernher Von Braun, sviluppatore del booster Apollo Saturn V e dalla L5 Society, ispirato al lavoro del professor Princeton Dr. Gerard O ' Neill e il suo pathfinding book The High Frontier.

L'ISDC del prossimo anno si terrà nei pressi di Dallas, in Texas, dal 28 al 31 maggio. Maggiori informazioni sulle presenze e le competizioni studentesche sono disponibili su isdc2020.nss.org.

Bruce Pittman è il Senior Operating Office del National Space Society e fa parte del Consiglio di amministrazione dell'NSS.

Bruce Pittman ha contribuito con questo articolo a Space.com Voci esperte: Op-Ed & Insights.

A WIRED Booklover's Guide to the Moon


Questa storia fa parte di una serie che commemora il 50 ° anniversario della missione Apollo 11.


L'umanità doveva ancora mettere piede sulla luna nel 1968, ma Stanley Kubrick e Arthur C. Clarke stavano già immaginando navi spaziali commerciali e una base di ricerca lunare sul grande schermo. Come molti film di fantascienza, 2001: Odissea nello spazio in basso la cronologia un po '. Sono passati quasi 48 anni da quando gli esseri umani hanno lasciato l'orbita bassa della Terra per visitare la superficie della luna, ma se hai percepito una rinascita nella speranza di spazio, non sei un pazzo. Nel corso della riunione annuale del Consiglio nazionale dello spazio a marzo, il vicepresidente Mike Pence ha diretto la NASA per tornare sulla Luna entro i prossimi cinque anni, e l'industria spaziale privata ha accumulato oltre 20 miliardi di dollari di investimenti dal 2009.

SERIE CABLATA

Apollo 11, la luna e il futuro dell'esplorazione spaziale

Che tu sia grande abbastanza da ricordare di aver visto Neil Armstrong fare la prima impronta nella terra lunare o di averne imparato a lezione in storia, ci sono quasi certamente un numero di storie che non hai sentito. Essendo questo il 50 ° anniversario della missione Apollo 11, decine di nuovi titoli sull'argomento hanno colpito gli scaffali quest'anno, e abbiamo esaminato gli stack per portarvi gli esempi più stellari. Questi libri risalgono a quel giorno di luglio del 1969, sì, ma molti esplorano anche l'inizio dei viaggi spaziali nella nostra immaginazione collettiva e speculano su dove diavolo ci stiamo dirigendo. Molti si immergono nella vita di personaggi poco noti che hanno svolto ruoli chiave nella corsa allo spazio e offrono tutti un nuovo livello di conoscenza del significato e delle implicazioni di quei primi passi.


Quando acquisti qualcosa usando i link di vendita al dettaglio nelle nostre storie, potremmo guadagnare una piccola commissione di affiliazione. Leggi di più su come funziona.


Moonbound, di Jonathan Fetter-Vorm

Neil Armstrong e Buzz Aldrin possono essere al centro dell'attenzione in questo bellissimo romanzo grafico, ma Fetter-Vorm adotta un approccio espansivo alla narrazione. Lo scrittore e illustratore, il cui libro precedente Trinità ha raccontato la creazione e il collaudo della prima bomba atomica, si allontana regolarmente dalla narrativa principale per esplorare le storie complesse e diverse delle persone che hanno reso possibile l'atterraggio della luna. Dedica capitoli a personaggi meno conosciuti come la squadra quasi-femminile della NASA di "computer", un termine che storicamente non si riferisce a una macchina ma a un tipo di lavoro, come descritto nel film Figure nascoste– e si tuffa in argomenti tangenziali come la geologia, la propulsione a razzo e il rispetto mitologico dell'umanità per la luna. Mentre molti libri sul programma Apollo sembrano scomodi richiamare le realtà eticamente discutibili della razza spaziale, Fetter-Vorm si sofferma pensieroso su queste ambiguità, toccando le critiche del programma, comprese le proteste contro la povertà condotte da Ralph Abernathy a Cape Canaveral. In un bagliore in avanti, l'astronauta Apollo 11 e il fan dei fumetti auto-professi Michael Collins afferma Moonbound è il libro più divertente che abbia mai letto sulla missione storica.

Meglio per: Fan di fumetti distanziati

Inseguendo la luna, di Robert Stone e Alan Andres

Un libro di accompagnamento al recentemente rilasciato Esperienza americana documentario su PBS con lo stesso nome, questo sguardo storico al programma Apollo inizia e finisce con Arthur C. Clarke. Uno dei più famosi scrittori di fantascienza del 20 ° secolo, Clarke incappò in una copia di La conquista dello spazio, il primo libro di saggistica sulla possibilità di volo spaziale. Decenni dopo ha detto Clarke Conquista cambiò la sua vita, mettendo la sua immaginazione in fiamme con nozioni di viaggio spaziale e una versione completamente diversa dell'umanità. Stone e Andres illustrano come i valori anomali da Clarke a personaggi sconosciuti come il matematico Poppy Northcutt, la prima donna a lavorare nel controllo della missione, abbiano ispirato e reso possibile il primo sbarco sulla Luna. Il libro espande la serie di documentari con nuove informazioni archivistiche e racconti di prima mano, comprese interviste con Bill Anders, l'astronauta dell'Apollo 8 che ha girato l'iconica foto di "Earthrise". Il risultato di un "incidente fortunato" che ha prodotto la prima foto a colori della Terra che galleggiava precariamente nello spazio, l'immagine di Anders è accreditata con il concetto di "astronave Terra" ed è stampata in un inserto fotografico di otto pagine.

Meglio per: Appassionati di storia

Apollo 11 della NASA: Manuale per l'officina dei proprietari, di Christopher Riley e Philip Dolling

Da Haynes, uno dei principali editori di manuali di riparazione auto, arriva una nuova guida di 212 pagine sull'hardware della missione Apollo 11. Questa edizione speciale va ben oltre lo scopo della capsula Apollo con schemi completi del razzo Saturn V, un piano di controllo della missione a Houston, e diagrammi di tute spaziali degli anni '60 – che avevano una comoda tasca per gli occhiali da sole degli astronauti. Interviste e citazioni dagli archivi rivelano come è stato per i membri dell'equipaggio di Apollo mangiare, dormire e fare la cacca a stretto contatto con i loro colleghi. L'astronauta Wally Schirra, il comandante di Apollo 7, dopo aver svuotato la valvola del water, ha definito con gioia i cristalli di ghiaccio che si sono sprigionati nell'oscurità dello spazio "Constellation Urion". Descrizioni altamente tecniche danno un gioco per gioco di quello che serve per sbarcano un modulo lunare e dettagli su come i nascenti programmatori di computer hanno sviluppato il software di bordo, che occupa solo 36 kilobyte di memoria, approssimativamente equivalente al primo Super Mario Bros. gioco.

Meglio per: Aspiranti ingegneri aerospaziali

moonshotdi Richard Wiseman

Se sei pronto ad accendere un fuoco alimentato da razzi sotto il tuo culo, il cocktail spensierato di Wiseman di storia astronautica e psicologia pop potrebbe essere il propellente che stai cercando. Piuttosto che studiare spesso gli astronauti glorificati, ha intervistato i membri sopravvissuti della squadra di controllo della missione. La NASA ha selezionato ingegneri giovani e sconsiderati appena usciti dal college per la missione lunare perché "non sapevano che non si poteva fare", dice l'ex controllore Jerry Bostick. Wiseman identifica otto principi che dice controllori impiegati per realizzare l'apparentemente impossibile. Non c'è nulla di rivoluzionario qui: trova la tua passione, sviluppa obiettivi intelligenti, impara dai fallimenti, ma abbinato a puzzle e questionari a tema spaziale, Wiseman spinge i lettori ad agire per raggiungere i propri obiettivi.

Meglio per: Auto-aiutanti con gli occhi stellati

La lunadi Oliver Morton

Ciascuno dei migliaia di minuscoli satelliti che abbracciavano la Terra sono stati resi possibili dal nostro satellite lunare naturale. Gli ingegneri radiofonici del New Jersey usarono la superficie lunare come un trampolino riflettente per la prima volta nel 1946, facendo colare con successo un segnale radar dalla superficie e provando che tali segnali potevano viaggiare oltre la ionosfera terrestre. Con il successivo avvento dei viaggi spaziali, è diventato possibile creare una rete mondiale di satelliti artificiali, un flusso quasi costante di Terra che si riflette su se stesso. Il riflesso lirico di Morton sulla luna e il suo significato per la Terra e per l'umanità sono intrisi di questi piccoli dettagli, facilmente trascurabili. Un capitolo del programma Apollo analizza in modo critico il clima geopolitico del giorno, evidenziando la demografia omogenea del programma spaziale e facendo luce sulla disparità di trattamento delle donne e delle minoranze che hanno partecipato allo sforzo. L'esplorazione di Morton del futuro del viaggio sulla luna, tuttavia, è dove lui brilla davvero. L'umanità nello spazio, dice, sarà solo un riflesso dell'umanità sulla Terra, e "un mondo antagonistico creerà una Luna da abbinare". Il ritorno sulla luna sembra quasi inevitabile con miliardi di dollari di investimenti dietro, ma Morton vede ancora valore nel chiedere: dovremmo?

Meglio per: Scettici di ritorno lunare

Moon Rush, di Leonard David

Immagina il Mare della Tranquillità, dove Neil Armstrong è arrivato per primo in piccolo sulla superficie lunare, come destinazione turistica, "una mecca per i visitatori che guardano con la telecamera." Nello sguardo speculativo di David sul futuro del più vecchio compagno della Terra, lì sono molti tali esperimenti mentali. Che dire delle luci della città che brillano dalla luce cenere del lato oscuro della luna, un villaggio lunare completo di case già progettate da architetti basati sulla Terra? C'è un sacco di brusio su tali possibilità, ma David è il primo a offrire una visione coesa di ciò che gli scienziati, l'industria e i governi spaziali del mondo hanno in mente. Tra gli ultimi progetti: il progetto Gateway proposto dalla NASA, una stazione permanente che avrebbe orbitato attorno alla luna, con un costo stimato di almeno $ 10 miliardi; robot semi-autonomi che strisciano la superficie; e avamposti minerari incaricati di estrarre preziosi minerali di terre rare. David è fiducioso sul ruolo della diplomazia in un futuro di luna prossimo al futuro, suggerendo che mentre le potenze mondiali procedono, "colgono l'opportunità di accertare obiettivi comuni" per la scienza, la tecnologia e l'umanità.

Meglio per: Viaggiatori fuori dal mondo


Altre storie su Apollo 11 e la Luna

Le migliori offerte di kit scientifici


Se hai un bambino che ama scavare bug, costruire robot rotabili, o è solo curioso di sapere come funzionano le cose, uno di questi kit scientifici potrebbe essere adatto a te. Ecco uno sguardo a ciò che Amazon ha in vendita oggi (16 luglio) come Prime Day per i suoi membri Prime.

Live Science continuerà ad aggiornare questa pagina per tutto il giorno con nuove offerte e aggiornamenti alle attuali offerte di kit scientifici.

Spy Science Kit

Abbraccia il tuo 007 interiore e impara a conoscere la scienza, con questo kit che offre due misteri entusiasmanti da risolvere utilizzando otto attività scientifiche. Scopri come funzionano i laboratori del crimine quando abbini le impronte digitali, analizzi il DNA e collaudi liquidi e polveri. Consigliato per età 8 e fino.

Prezzo Prime Day: $ 12,70, un risparmio del 42% per i membri Prime

Microbi Magici DoughLab

Non saremmo in grado di fare il pane senza microbi! Questo kit insegnerà ai giovani panettieri curiosi le interazioni di diversi microrganismi nella cottura e come influenzano la consistenza e il gusto del delizioso pane. Il kit comprende: farina ad alta percentuale di proteine, lievito secco, teglie da forno, contenitori per la miscelazione, guanti gonfiabili, bastoncini di legno, misurino, zucchero e sale.

Prezzo Prime Day: $ 19,99, un risparmio del 25% per i membri Prime

Clickety Flix Retroscope

Fai un passo indietro nei primi tempi del cinema, con il kit Smartivity Clickety Flix Retroscope. Crea "filmati" da fermi immagine costruendo un dispositivo a manovella per ruotare le immagini come un flipbook, creando uno spettacolo animato da foto o disegni in sequenza.

Prezzo Prime Day: $ 26,45, un risparmio del 24% per i membri Prime

Kit di esperimenti scientifici sulla batteria di frutta

Sapevi che puoi generare elettricità con frutta o verdura? Questo kit fornisce tutto ciò di cui hai bisogno (eccetto i prodotti) per trasformare una banana, un pomodoro, un limone o una patata in una batteria funzionante in grado di alimentare le luci a LED o un orologio elettronico.

Prezzo Prime Day: $ 7,19, un risparmio del 20% per i membri Prime

Kit di illusioni ottiche

Non crederai ai tuoi occhi quando scruterai le illusioni ottiche di questo kit. Oltre una dozzina di esperimenti coinvolgeranno e delizieranno i bambini di età compresa tra gli 8 ei 12 anni, insegnando loro cosa rende un'illusione ottica e come il nostro cervello "ingannare" i nostri occhi trasformando ciò che vediamo.

Prezzo Prime Day: $ 17,59, un risparmio del 20% per i membri Prime

Weird Slime Goo Lab

Immergiti fino ai gomiti nella melma grossolana della melma. Questo kit contiene tutto il necessario per preparare una manciata di melma, compresi gli ingredienti della melma; occhiali protettivi, maschera e guanti; e contenitori richiudibili. Le "ricette" per tipi speciali di melma ti aiuteranno a creare "coaguli di sangue", "zuppa di sanguisuga" e "pasta di budella di topi".

Prezzo Prime Day: $ 25,20, i membri Prime risparmiano un ulteriore 20% alla cassa

Razzo spaziale esplosivo

Raggiungi le stelle con un kit per costruire un razzo di legno e una rampa di lancio, assemblati con elastici. La regolazione delle bande elastiche controlla la velocità del razzo. I modelli finiti possono essere personalizzati con vernice (non inclusa).

Prezzo Prime Day: $ 19,74, un risparmio del 21% per i membri Prime

Light-Up Terrarium

All'interno di questo contenitore c'è un piccolo mondo: un giardino in miniatura che può essere illuminato di notte da una luce a LED integrata. Il kit include sabbia colorata, rocce e terra; semi di frumento e chia; miniature stravaganti di un fungo e un coniglio; e strumenti per piantare e annaffiare i semi.

Prezzo Prime Day: $ 19,99, un risparmio del 20% per i membri Prime

Jumbo Gem Dig Kit

Qualunque geologo ti dirà che questo kit fa davvero scalpore. Afferra uno scalpello e un martello e inizia a sbattere contro il "mattone scavato" per scavare 15 gemme vere e meravigliose, tra cui lapislazzuli, diaspro rosso, occhio di drago, ossidiana fiocco di neve, serpentina e fluorite arcobaleno. Una guida gemma illustrata fornisce utili suggerimenti per scavare e fatti sulle gemme.

Prezzo Prime Day: $ 14,74, un risparmio del 41% per i membri Prime

Laboratorio di fisica

I volti dei bambini si illumineranno quando vedranno questo kit per esperimenti di elettricità e magnetismo. Consigliato per i gradi da 7 a 12, il kit comprende 56 articoli per la costruzione di progetti elettrici e 21 articoli per la creazione di progetti magnetici. Il kit richiede 3 batterie AA (non incluse).

Prezzo Prime Day: $ 39,99, un risparmio del 50% per i membri Prime

Back to the Roots Water Garden Betta Fish Aquaponic Ecosystem Scienza Kit per bambini

Alza un pesce betta colorato (Betta splendens) e coltivare piante idroponiche allo stesso tempo usando questo kit educativo. I bambini impareranno come funziona un ecosistema: i rifiuti del pesce nutrono le piante, che a loro volta forniscono ossigeno per l'acqua. Questo kit contiene semi di ravanello e wheatgrass e un terreno in crescita; condizionatore d'acqua e declorinatore; Strisce PH per testare l'acqua; e cibo per pesci (pesce non incluso).

Prezzo Prime Day: $ 76,30, un risparmio del 43% per i membri Prime

Magneti! Kit Super Science per bambini

Se il tuo bambino è attratto dai magneti, questo kit potrebbe essere adatto a te. Con 20 strumenti di laboratorio e 9 esperimenti, i bambini dagli 8 anni in su impareranno come funzionano le forze magnetiche e come modellano le tecnologie che vengono utilizzate ogni giorno.

Prezzo Prime Day: $ 29,95, risparmia un ulteriore 20% alla cassa

Kit di scienza robotica Giggleway per motori elettrici

I bambini di 8 anni impareranno a conoscere la robotica, i circuiti e l'ingegneria mentre assemblano questi accattivanti robot dagli occhi sporgenti. Il kit include parti per tre amici robot: un "robot rettile", un robot per auto e un robot scarabocchiare.

Prezzo Prime Day: $ 18,00, un risparmio del 17% per i membri Prime

Kit per microscopio principiante Amscope

Questo microscopio composto di metallo resistente è perfetto per i principianti. Include una luce incorporata per l'illuminazione diretta e uno specchio per l'illuminazione naturale e fornisce sei livelli di ingrandimento: 120X, 240X, 300X, 480X, 600X e 1200X. Il kit è fornito in una robusta valigetta da trasporto e contiene anche diapositive campione, copri-slip, pinzette, un bisturi, fiale per campioni e lenti regolabili: tutto ciò di cui uno scienziato in erba ha bisogno per iniziare!

Prezzo Prime Day: $ 36,79, un risparmio del 20% per i membri Prime

Kit STEM del veicolo per l'arrampicata

Questo veicolo fai-da-te non ha bisogno di strade. In questo kit, i bambini troveranno parti, strumenti e istruzioni per la costruzione di un veicolo a 4 ruote motrici che naviga su superfici irregolari. Consigliato a partire dai 7 anni in su, il kit per il veicolo da scalata comprende ingranaggi e un motore alimentato da un pannello solare o una batteria AA (non inclusa).

Prezzo Prime Day: $ 18,59, un risparmio del 38% per i membri Prime

Ossatura! Kit di scienze animali per bambini

Consigliato a partire da 8 anni, questo kit introduce i bambini all'eccitazione (e grossolanità) dell'uso di strumenti da laboratorio per fare a pezzi i pallini di gufo – palle rigurgitate di ossa non digerite – per identificare gli animali che i gufi hanno mangiato. Il kit include una guida di laboratorio di 20 pagine e 10 attività di apprendimento sull'utilizzo del pellet di gufo per raccogliere indizi su gufi, le loro prede e i loro habitat.

Prezzo Prime Day: $ 29,92, risparmia un ulteriore 20% alla cassa

Microscopio per bambini Elecfly

Adatto per bambini dai 5 anni in su, questo microscopio colorato e facile da usare consentirà ai bambini di osservare insetti, piante e persino creature troppo piccole per essere visibili ad occhio nudo. Ci sono tre obiettivi fissi in una testa girevole, fornendo 6 livelli di ingrandimento: 40x, 64x, 100x, 160x, 400x e 640x. Il kit comprende 25 vetrini, una capsula di Petri, una pinza, un contagocce, una provetta, un vetrino coprioggetto e un manuale di istruzioni.

Prezzo Prime Day: $ 31,99, un risparmio del 20% per i membri Prime

Fizz! Kit di laboratorio di chimica

Pop! Fizz! I bambini di 8 anni (con supervisione di un adulto) e fino a loro avranno un blasto apprendimento dei principi di base della chimica e dei materiali di prova che scintillano, schiumano e scattano. Il kit include tutto il necessario per godersi ore di apprendimento e divertimento della chimica, inclusi occhiali protettivi, colorante alimentare, bicarbonato di sodio, misurini, spatole, pennelli, una pipetta e una carriera di 36 pagine e guida di laboratorio.

Prezzo Prime Day: $ 29,95, risparmia un ulteriore 20% alla cassa

Kit per auto telecomando solare e wireless per giocattoli Pica Toys

Scatena l'immaginazione di tuo figlio con un kit che li introduce ai fondamenti di elettricità e circuiti, mentre costruiscono un'auto telecomandata senza fili che funziona a energia solare. Adatto per bambini dai 6 anni in su.

Prezzo Prime Day: $ 27,99, un risparmio del 20% per i membri Prime

Mega Fossil Dig Kit

I giovani paleontologi scaveranno davvero questo kit di fossili, che viene fornito con 15 fossili da scavare. Il kit include uno scalpello, un pennello e una mazza per scavare un blocco che contiene denti di squalo fossilizzati, ossa di dinosauro, ammoniti (animali marini estinti) e altro ancora.

Prezzo Prime Day: $ 19,74, un risparmio del 21% per i membri Prime

Originariamente pubblicato su Scienza dal vivo.

'Moonshot': questo libro splendidamente illustrato ispira Apollo 11 Wonder


Cinquanta anni fa, il Missione Apollo 11 alla luna realizzò un'importante prodezza tecnica, anch'essa piena di meraviglia e ispirazione. E il nuovo libro illustrato di Brian Floca, "Moonshot: The Flight of Apollo 11" (Atheneum / Richard Jackson Books, 2019), cattura entrambi gli aspetti attraverso bellissime illustrazioni. Queste immagini guideranno i giovani lettori attraverso tutto ciò che hanno bisogno di sapere sull'atterraggio della luna, mentre li accompagneranno in un viaggio magico verso la luna e ritorno.

La prima edizione del libro è stata rilasciata nel 2009, per il 40 ° anniversario di Apollo 11. Con l'avvicinarsi del 50 ° anniversario dello sbarco sulla Luna, Floca ha approfondito i dettagli della missione stessa e ha incluso alcuni dei membri del team più diversi che lavorano sul terra per garantire il successo della missione.

Il libro trasporta senza interruzione i lettori tra i due mondi, mentre il team di scienziati e il pubblico anticipano con impazienza i primi passi sulla luna degli astronauti.

Relazionato: Lo storico Apollo 11 Moon Landing in immagini della NASA

Il libro illustra la missione Apollo 11 dal decollo all'atterraggio.

(Credito immagine: Simon & Schuster)

Floca ha parlato a Space.com illustrando l'atterraggio lunare e ciò che voleva includere nella seconda edizione. Di seguito sono riportati gli estratti dell'intervista.

Space.com: che cosa ti ha ispirato per iniziare a lavorare sul libro?

Brian Floca: È difficile attribuire una sola cosa. C'è l'abilità e la fermezza degli astronauti, l'ingegnosità delle persone che hanno pianificato le missioni, l'incredibile macchinario, e forse più di tutto c'è quella visione che Apollo ci ha offerto di noi stessi – quella bella e tonificante immagine della Terrada solo, nel vuoto dello spazio.

Space.com: Perché hai pensato che quella storia valesse la pena di essere raccontata in un libro per bambini?

Floca: Il libro illustrato è un modo incredibilmente gratificante per raccontare una storia, specialmente se ti piace scrivere e disegnare. Sono tentato di dire che farne uno è come fare un piccolo film, un film che puoi tenere tra le mani – e ci sono alcune somiglianze. Ma alla fine, è davvero la sua stessa cosa, il suo spazio per la narrazione, in cui cerchi di ottenere parole e immagini e pagine che girano tutte insieme per raccontare una storia in un modo che non si può dire altrove. È un modo particolarmente eccitante di lavorare quando la trama è visiva come la storia di Apollo 11 – i razzi, il decollo, l'atterraggio, il splashdown! E poi c'è così tanto in questa storia per affascinare i giovani lettori. Penso che l'argomento, il pubblico e il formato siano molto vicini tra loro.

Space.com: come è stato il processo?

Floca: Ho iniziato con la sensazione che volevo che il libro avesse un'immediatezza, una qualità esperienziale che speravo avrebbe fatto sentire ai lettori che erano pronti per il viaggio. Ho anche iniziato [off] sapendo che avevo molto da imparare sulla missione per poterla ritrarre con precisione, e così mentre stavo scrivendo e disegnando, stavo leggendo costantemente, guardando documentari e visitando musei. Ho passato gran parte del processo andando avanti e indietro tra la scrittura, il disegno e la ricerca, cercando di trovare il giusto equilibrio tra cosa mettere e cosa lasciare fuori, come integrare le informazioni senza impantanarci e come essere preciso su tutto. Sentivo, e sento ancora, come un privilegio di trascorrere del tempo e lavorare con questo materiale, e volevo fare ciò che è giusto e giusto da queste persone i cui sforzi e risultati ammiro.

Space.com: cosa ti interessava includere nella seconda edizione?

Floca: Nell'edizione originale, il tempo degli astronauti sulla superficie della luna e il loro ritorno dalla luna erano entrambi gestiti in modo molto abbreviato. E sono stato contento di avere spazio nella nuova edizione per un trattamento più completo. Quindi, nell'edizione espansa, ci sono alcuni nuovi piccoli momenti, come ad esempio [Neil] Armstrong e [Buzz] Aldrin torna nell'aquila dopo la loro passeggiata sulla luna, cercando di dormire un po ' (piuttosto senza successo). E [there are] alcuni nuovi grandi momenti, come il decollo lunare di Eagle e il fuoco ardente della Columbia nell'atmosfera della Terra.

C'era anche spazio per riconoscere alcuni dei 400.000 americani che hanno contribuito a far accadere l'Apollo 11. Ne ero felice, anche perché ho un senso migliore di quello che ho fatto 10 anni fa di quanto fossero diversi gli americani che lavoravano su Apollo, dai matematici di cui molti di noi hanno letto e visto in "Figure nascoste"ai progettisti di software, alle tute spaziali e così via. Durante il volo, [Apollo 11 command module pilot] Michael Collins osservò: "Questa operazione è simile al periscopio di un sottomarino: tutto ciò che vedete sono noi tre, ma sotto la superficie ce ne sono migliaia e migliaia".

Space.com: come speri che ispiri i giovani lettori?

Floca: Spero che "Moonshot" sia un libro che farà desiderare ai lettori di saperne di più il programma Apollo, invitali a leggere il prossimo libro, a parlarne con altre persone, a visitare il museo più vicino dove possono vedere qualcosa di Apollo in prima persona. Spero che i lettori trovino nel libro un senso di meraviglia, un po 'di quello che provo quando guardo la luna e penso al fatto che le persone l'abbiano raggiunto, che la gente ci sia stata. Se i lettori se ne vanno con un po 'di questo, sarò felice!

Seguici su Twitter @Spacedotcom e via Facebook.

Non tutti su 23andMe riceveranno gli ultimi aggiornamenti di Gene Chip


Se tu fossi All'inizio della festa dello spiedo 23eMe, probabilmente hai notato che non hai ricevuto nuovi rapporti sui tuoi geni dalla compagnia da un po 'di tempo. Non come i clienti più recenti, le cui caselle di posta ricevono i risultati di tali analisi su uno regolare, con stime di genealogia più specifiche, che è uscito l'anno scorso, o questo, per il rischio di diabete di tipo 2, che è arrivato a marzo.

Non li hai ottenuti perché 23andMe, come la maggior parte delle altre aziende di DNA dirette al consumatore, districa i tuoi segreti genetici usando una tecnologia relativamente economica chiamata genotipizzazione. Invece di sequenziare tutti i 6,4 miliardi di coppie di basi di DNA, ci vogliono istantanee strategiche in poche centinaia di migliaia di posizioni attraverso il genoma, guardando le diverse parti, importanti e mutevoli. Ma dal momento che gli scienziati scoprono nuovi legami tra il DNA e la malattia, i geni e le geografie e le coppie di basi e i comportamenti in ogni momento, 23andMe continua a cambiare i chip di wafer di silicio che utilizza per intrappolare tutti quei frammenti di DNA. Più recentemente hai sputato nel tubo e hai comprato il tuo test 23andMe – era un bestseller su Prime Day – più il test è aggiornato. Il che significa, come molti utenti di 23andMe stanno scoprendo, essere precoci non sempre ripaga.

23andMe non produce questi chip, noti anche come array: li acquista da una società di hardware genetica chiamata Illumina. Ogni punto su un chip Illumina registra una particolare variante, un luogo in cui il DNA di una persona è diverso da quello di qualcun altro. Più varianti vuoi misurare, più il chip è complesso e quindi costoso. Pensa a come aggiornare il tuo laptop; probabilmente costa di più, ma probabilmente è più veloce e fa anche cose più interessanti. "Una ragione per cui c'è stata questa evoluzione negli array di genotipizzazione è un modo per essere più efficienti in termini di quante varianti stai misurando", afferma Sarah Nelson, biostatista dell'Università di Washington che studia le tecnologie genetiche.

Questi aumenti di efficienza e complessità sono ottimi per la scienza, ma non sempre per le aziende genetiche che affrontano i consumatori. Le persone ereditano il loro genoma in blocchi, non gene-per-gene, così i progettisti di chip sono stati in grado di trovare relazioni prevedibili tra varianti che sono tutte vicine l'una all'altra su un dato cromosoma. Crea un chip che raccolga informazioni su varianti specifiche cosparse su diversi cromosomi e ottieni anche informazioni sulle varianti adiacenti senza costi aggiuntivi. Questo è chiamato imputazione. "Va bene per scopi di ricerca", afferma Nelson, "ma non si può davvero usare l'imputazione per le varianti nei rapporti sulla salute. Se stai dando informazioni a un individuo su una variante rara che aumenta il rischio di malattia, vorresti che fosse misurato direttamente. "

Questa è anche la posizione del governo federale. Alla fine del 2013, la Food and Drug Administration ha dichiarato a 23eMe che non poteva più offrire informazioni sulla salute, almeno fino a quando la società non ha apportato alcune modifiche, inclusa la garanzia che eventuali segnalazioni sulla suscettibilità alla malattia dei clienti si basassero su varianti clinicamente validate. Queste sono piccole differenze genetiche con una buona prova di come influenzano la salute delle persone. Per ottenere più di quelle varianti su un chip, 23andMe ha dovuto eseguire l'aggiornamento.

A partire da aprile 2017, la società ha iniziato a vendere nuovi clienti i rapporti sulla salute approvati dalla FDA per cose come l'Alzheimer, il Parkinson e il cancro al seno. Ma le nuove regole e il nuovo chip significavano che i clienti che avevano provato le versioni precedenti non erano fortunati. La vecchia tecnologia non era abbastanza acuta per leggere quelle sezioni del loro genoma, e la politica non dava alla società abbastanza spazio per farlo comunque.

Centinaia di clienti 23andMe testati su quei chip precedenti hanno chiesto all'azienda di accedere in qualche modo alle sue ultime funzionalità, come i rapporti sulla salute e le stime di ascendenza migliorate. Molti si sono preoccupati se i loro vecchi dati fossero accurati. E una richiesta di registrazione pubblica da parte di WIRED ha rivelato che alcuni clienti hanno presentato denunce relative a pubblicità ingannevole con la Federal Trade Commission. Per quasi un anno, la società ha consigliato a tutti questi clienti di aspettare. Un'imminente politica di aggiornamento dei chip, promessa da 23andMe, consentirà loro l'accesso alla sua suite completa di servizi. Il vecchio sputo dei vecchi clienti veniva eseguito sui nuovi chip.

Ma tutte quelle persone entusiaste dell'idea di nuove intuizioni genetiche sono state deluse. In un'e-mail del mese scorso, 23andMe ha annunciato che gli utenti sulle versioni di chip uno, due o tre, avrebbero dovuto prelevare più denaro. L'accesso agli ultimi rapporti sulla discendenza della compagnia avrà un costo di $ 69; l'esperienza di ascendenza-plus-salute avrà $ 125. Questo è, naturalmente, in aggiunta a quello che la gente ha pagato per la prima volta, che andava da $ 1.000 nel 2007 a $ 99 entro il 2013. Dovranno inviare più sputi, e aspettare da sei a otto settimane per essere ritestati sull'ultimo chip . Ma a differenza dell'acquisto di un kit nuovo di zecca (che richiederebbe la creazione di un nuovo profilo), il processo di aggiornamento consente ai clienti di unire i dati dei chip più vecchi con quelli nuovi.

Megan Molteni copre le tecnologie del DNA, la medicina e la privacy genetica per WIRED.

"I clienti che sono nella versione del chip V3 e precedenti non hanno ricevuto i report 23andMe per qualche tempo. Questi clienti ci hanno chiesto un percorso per aggiornare i loro report 23andMe ad un costo scontato, e questa politica di aggiornamento è in risposta a ciò ", un portavoce 23eMe inviato via email in risposta alle domande di WIRED sulla politica di aggiornamento. Ha osservato che l'aggiornamento non dovrebbe influire sull'accuratezza o validità dei report generati su versioni di chip precedenti. "In rari casi", ha scritto, "i risultati potrebbero cambiare: risponderemo a tutte le domande che i clienti hanno in questi casi in caso di insorgenza".

Gli upgrade dei chip hanno anche implicazioni ben oltre i clienti a spendere più denaro. Ogni volta che un'azienda come 23andMe cambia array, ha anche un impatto sui database genealogici genetici, e sempre più le forze dell'ordine li utilizzano per catturare i criminali. Siti web come GEDmatch si affidano alla possibilità di confrontare gli stessi pezzi di DNA tra persone che caricano i loro risultati da diverse società di test genetici per generare corrispondenze tra parenti. Il nuovo chip utilizzato da 23andMe (e recentemente adottato da FamilyTreeDNa e MyHeritage) ha sovrapposizioni molto ridotte con le versioni precedenti dei chip, solo circa 160.000 su 630.000 varianti, rendendo questo paragone più complicato e più soggetto a errori.
Il software di importazione può aiutare con la retrocompatibilità, afferma Debbie Kennett, una genealogista genetica con sede nel Regno Unito. Tuttavia, quegli algoritmi sono qualcosa di una scatola nera. "È difficile valutare l'entità dell'impatto", afferma. Gli strumenti di terze parti e le persone che li utilizzano devono essere consapevoli che i dati economici e abbondanti prodotti da aziende di test come 23andMe possono cambiare in qualsiasi momento.

Aggiornare la politica o meno, ritestare non è sempre possibile: le persone muoiono, di solito senza lasciare una saliva sul ghiaccio per i loro parenti curiosi di genealogia. Il che significa che anche se 23andMe dice che non ha una cronologia per ulteriori aggiornamenti dei chip, le nuove scoperte continueranno a rendere obsoleti gli array esistenti. E con le aziende che iniziano a offrire sequenziamento dell'intero genoma per meno di $ 1.000, il valore a lungo termine della genotipizzazione potrebbe rivelarsi non molto dopo tutto. 23eMe ha rifiutato di dire quanti dei suoi oltre 10 milioni di clienti sono idonei a comprare nel programma di aggiornamento del chip, o quanti ne hanno già. Ma poiché il test del DNA diventa più popolare e conveniente, l'episodio è un utile promemoria del fatto che tali test sono prodotti di consumo e, come telefoni e laptop, sono in costante evoluzione. Il tuo codice genetico potrebbe non cambiare, ma ciò che sai sempre lo farà.


Altre grandi storie WIRED

Juno trova misteriose e inaspettate correnti che scoppiettano attraverso la magnetosfera di Giove


Juno trova misteriose e inaspettate correnti che scoppiettano attraverso la magnetosfera di Giove

Questa immagine illustra i campi magnetici di Giove in un singolo momento nel tempo.

Credito: NASA / JPL-Caltech / Harvard / Moore et al.

Ci sono correnti turbolente e inaspettate che scoppiettano nell'atmosfera di Giove, producendo aurore brillanti.

Juno, la sonda della NASA che ha orbitato il gigante gassoso dal 2016, passa sopra le regioni polari di Giove per 53,5 giorni, raccogliendo dati sulle forze magnetiche che producono aurore ultraluminose sopra l'enorme pianeta. In un nuovo documento, pubblicato l'8 luglio sulla rivista Nature Astronomy, i ricercatori che hanno lavorato con i dati di Juno hanno scoperto che le correnti elettriche che attraversano la magnetosfera di Giove – la regione della sua atmosfera più ricca di linee di campo magnetico – non agiscono come previsto. La sonda ha trovato meno corrente diretta – corrente che scorre costantemente in una direzione – rispetto ai fisici previsti. Erano solo circa 50 milioni di ampere, una corrente incredibilmente potente, ma non all'altezza dei modelli teorici della magnetosfera di Giove suggeriti.

Questa scoperta suggerisce che "la corrente alternata" – corrente che guizza avanti e indietro – gioca un ruolo molto più importante nella produzione di aurore di Giove di quanto chiunque abbia realizzato, hanno scritto i ricercatori. Su Giove, come sulla Terra, le aurore sono un prodotto di correnti vorticose in campi magnetici che interagiscono con particelle ad alta energia provenienti dal sole. [10 Places in the Solar System We’d Most Like to Visit]

"Queste osservazioni, combinate con altre misurazioni di veicoli spaziali Juno, mostrano che le correnti alternate svolgono un ruolo molto più importante nel generare l'aurora di Giove rispetto al sistema corrente diretto", ha detto in un comunicato Joachim Saur, un autore del giornale.

Sulla Terra, generalmente pensiamo alle correnti alternate e dirette (CA e CC) in termini di elettronica. Notoriamente, alla fine del XIX secolo, gli inventori Thomas Edison e Nikola Tesla dissentivano in modo netto sul metodo da utilizzare per fornire energia ai dispositivi elettrici. La corrente continua non si converte facilmente tra tensioni diverse, secondo il dipartimento di energia degli Stati Uniti (DOE), quindi Tesla voleva trasformare l'AC più facilmente convertibile nello standard. Edison, proteggendo i suoi brevetti DC-dipendenti, ha resistito al cambiamento e diffuso la disinformazione che l'AC era più pericolosa, secondo il DOE.

Alla fine Tesla vinse e AC divenne lo standard per le centrali elettriche degli Stati Uniti. Tuttavia, secondo il DOE, la corrente continua ha riacquistato il favore con l'ingresso sul mercato di più dispositivi alimentati a batteria. Le tue luci probabilmente funzionano con l'alimentazione CA, ma c'è una buona probabilità che il dispositivo su cui stai leggendo si basi su DC. (Ecco perché il tuo laptop richiede un adattatore CA.)

Nello spazio attorno a Giove, la proporzione di AC a DC non è determinata dal contendere gli inventori pre-moderni, ma dal comportamento degli ioni nell'atmosfera del pianeta. Giove ha potenti correnti rispetto alla Terra per diversi motivi, tra cui le sue enormi dimensioni, la sua velocità di rotazione e l'eccesso di particelle cariche (ioni) pompate dai vulcani sulla luna Io.

Che una proporzione così grande di quelle correnti siano AC sembra essere il risultato di turbolenze nei campi magnetici del pianeta, hanno scritto i ricercatori. La turbolenza in questo senso si riferisce al modo disordinato in cui la forma e la direzionalità dei campi magnetici fluttua. E quella turbolenza sta producendo effetti diversi su ciascuno dei due poli di Giove.

Nel tempo in cui Giuno ha orbitato attorno a Giove, il polo nord del pianeta ha sperimentato circa la metà della corrente del polo sud, hanno scritto i ricercatori. Ciò sembra essere il risultato della disposizione molto più complessa delle linee di campo magnetico nel nord, che interrompe il flusso di correnti. Nel sud, hanno scritto, le linee del campo magnetico sono "più lisce".

Gli effetti di quelle differenze sono visibili nelle aurore dei due poli, hanno notato. Nel nord, le aurore tendono ad essere più ampiamente disperse, con una struttura di "filamenti e razzi". Nel sud, le aurore tendono ad essere più strutturate, con un "arco luminoso" che si estende dall'ovale principale dove avvengono le aurore.

Questa ricerca sui potenti campi magnetici di Giove, hanno scritto i ricercatori, potrebbe informare la loro comprensione del campo magnetico più debole della Terra, la principale protezione dell'umanità dalle aspre particelle solari. Alcuni ricercatori hanno già sospettato che la turbolenza producesse una percentuale significativa di correnti attorno al nostro pianeta. Questo lavoro sembra dare credito a questa idea.

Originariamente pubblicato su Scienza dal vivo.

Marte Landing sarà il prossimo gigante salto, dice il capo della NASA



L'umanità dovrà andare molto lontano per segnare un altro traguardo nello spazio aereo con il peso culturale di Apollo 11.

L'epico primo sbarco sulla luna, avvenuto il 20 luglio 1969, ha ispirato una generazione, stimolando i bambini di tutto il mondo a preoccuparsi della scienza e dell'esplorazione spaziale. In effetti, molti di noi prenderanno del tempo questa settimana per celebrare il 50 ° anniversario della missione Apollo 11 e fare il punto della sua eredità.

Una fanfara simile probabilmente presenzierà al semicentenario del primo sbarco con equipaggio su Marte, che la NASA intende portare a termine negli anni '30, ha detto il capo dell'agenzia Jim Bridenstine.

"Il presidente ha detto che dobbiamo andare su Marte", ha detto Bridenstine riferendosi al presidente Donald Trump, durante una teleconferenza con i giornalisti oggi (15 luglio).

"Abbiamo bisogno di inviare umani su Marte. Dobbiamo metti una bandiera americana su Marte Questo è l'obiettivo ", ha aggiunto." Penso che quando si verificherà questo straordinario risultato, ispirerà una nuova generazione, proprio come Apollo ha ispirato la nostra generazione ".

I piani marziani della NASA includono un ritorno alla luna nell'ambito di un ambizioso programma di esplorazione noto come Artemis. L'agenzia prevede di utilizzare la luna come trampolino di lancio, in cui la NASA può apprendere e testare le competenze richieste per il lungo viaggio verso il Pianeta Rosso.

Una delle più importanti pietre miliari di Artemis è prevista per il 2024, quando la NASA intende mettere due astronauti vicino al polo sud della luna. Uno di quegli esploratori sarà una donna, hanno detto i funzionari dell'agenzia: il primo a mettere piede sulla luna. (Tutti i 12 moonwalker di Apollo erano uomini.)

Questo ritorno lunare con equipaggio era inizialmente previsto per il 2028, ma il vicepresidente Mike Pence ha ufficialmente accelerato il calendario durante un discorso lo scorso marzo. La crescente urgenza ha recentemente spronato Bridenstine a scuotere la squadra di esplorazione umana della NASA, riassegnando il leader di lunga data Bill Gerstenmaier e un alto vice.

Non è chiaro quanto costerà rimettere gli stivali sulla luna, ma oggi Bridestine ha detto che l'agenzia potrebbe essere in grado di farlo per "significativamente meno" di $ 20 miliardi. Ha anche sottolineato che una missione marziana con equipaggio dai primi fino a metà degli anni '30 è ancora fattibile, nonostante un recente relazione indipendente che suggerisce il contrario.

"Non sono disposto a escludere del tutto il 2033", ha detto Bridenstine.

Il libro di Mike Wall sulla ricerca della vita aliena "Là fuori"(Grand Central Publishing, 2018, illustrato da Karl Tate), è ora disponibile. Seguilo su Twitter @michaeldwall. Seguici su Twitter @Spacedotcom o Facebook.

L'ex astronauta della NASA Mike Massimino's Guide to Eating in Space


Un viaggio a la Stazione Spaziale Internazionale è come un campeggio molto costoso e altamente tecnologico. Quando sei a più di 200 miglia sopra la superficie terrestre, devi fare a meno di molti dei lussi di casa, come cuscini e spazio personale. Ma per altri aspetti, la vita quotidiana di un astronauta è fin troppo familiare: colpiscono la palestra, scrivono email, guardano la TV e persino fanno il tempo per una cena "di famiglia". Astronauti: sono come noi!

Per Mike Massimino, un ex astronauta della NASA, uno degli aggiustamenti più grandi alla vita nello spazio è stato il cibo. "La tragedia del volo spaziale è che non si può ottenere la pizza nello spazio", afferma Massimino. "C'era qualche pizza volata di recente, ma non so come fosse. Sono molto scettico. "

NASA

Anche se la ISS potrebbe non guadagnare una stella Michelin in qualunque momento presto, la tariffa non è cattiva, tutto considerato. C'è un intero laboratorio presso il Johnson Space Center dedicato alle arti culinarie, dove chef della NASA-ahem, tecnologi alimentari– Trascorri le loro giornate disegnando i pasti che raggiungono il giusto equilibrio tra gusto e nutrizione. Prima che un astronauta venga lanciato nello spazio, visitano il laboratorio alimentare per fare un test di assaggio, che aiuta i menu di progettazione NASA per la loro missione.

Il risultato finale è una suite di alimenti appositamente studiata per le sfide uniche dell'ambiente spaziale. Tutti i pasti sono preconfezionati, per ridurre al minimo il tempo di preparazione e la possibilità di fuoriuscita. Ciò significa niente pane, che produce molte briciole in fuga, ma gli astronauti hanno una vasta gamma di cibo tra cui scegliere. C'è caffè, brownies, pasta e uova strapazzate, così come snack preferiti da casa come M & Ms e Goldfish.

NASA

Massimino dice che gli sono piaciuti particolarmente i maccheroni e il formaggio della NASA, così tanto che è uno dei pochi astronauti ad aver guadagnato peso nello spazio. Basta non farlo iniziare sul cosiddetto "gelato da astronauta" famoso nei negozi di souvenir di tutto il mondo, che secondo lui è "più strettamente correlato a un materiale da costruzione che a un cibo".

Per saperne di più sul perché la salsa piccante è la migliore amica di un astronauta e come raidare il frigo del comandante della missione senza essere scoperti, dai un'occhiata al nostro nuovo video sul cibo nello spazio.

Tiny Fighting Worms crea uno dei suoni più forti nell'oceano


Tiny Fighting Worms crea uno dei suoni più forti nell'oceano

Questi worm creano un forte "pop" quando si impegnano in quello che viene chiamato "mouth fighting".

Credito: Università di Kyoto / Ryutaro Goto

I vermi minuscoli e grintosi che vivono al largo delle coste del Giappone combattono l'una con l'altra, e non ne sono silenziosi. Durante queste faide, i vermi emettono uno dei suoni più forti nell'oceano, secondo un nuovo studio.

La fonte del sottomarino hullabaloo è un verme segmentato quasi trasparente chiamato Leocratidi kimuraorum, che vive all'interno di spugne da 279 a 554 piedi (da 85 a 169 metri) al largo della costa del Giappone. [The 12 Weirdest Animal Discoveries]

Questi wigglie sono solo un po 'più lunghi di un pollice (29 millimetri) e hanno tentacoli lunghi e una bocca grande (letteralmente). Queste creature apparentemente tranquille hanno rivelato la loro vera natura sotto i riflettori in laboratorio. Un gruppo di ricercatori ha utilizzato uno strumento chiamato un idrofono per registrare 15 pop che sono stati emessi da tre kimuraorums mentre stavano combattendo.

In un caso di ricerca sulla febbre marina, i "vermi" si avvicinarono a testa in giù con le bocche aperte. Durante questi incontri, i muscoli della faringe dei vermi si espandono rapidamente, creando una bolla di cavitazione che collassa e produce un forte "pop" mentre i vermi si lanciano l'uno nell'altro.

I ricercatori hanno scoperto che questi pop possono raggiungere 157 decibel nell'acqua (che è una misura diversa rispetto ai decibel nell'aria). Da destra vicino al serbatoio dell'acqua, i pop sembravano gli umani schioccare le dita, ha detto l'autore Goto Ryutaro, un professore universitario all'Università di Kyoto, ha detto Live Science. "Anche se probabilmente suonano più forti se li senti nell'acqua."

I vermi sono fragorosi come i gamberetti che si spezzano, che sono uno dei più grandi rumori dell'oceano, hanno scritto gli autori. Inoltre, hanno scoperto che questi vermi non producevano alcun rumore quando erano semplicemente disturbati, lo facevano solo quando stavano combattendo.

"Potrebbero usare la lotta contro la bocca per difendere il territorio o le camere viventi da altri vermi", gli autori hanno scritto l'8 luglio sulla rivista Current Biology. "Un pop forte può essere un sottoprodotto del rapido attacco della bocca, ma può anche aiutare la comunicazione intraspecifica." Un forte rumore poteva in qualche modo determinare il vincitore della lotta o persino rivelare la sorte dei vermi vicini, scrivevano.

Originariamente pubblicato su Scienza dal vivo.