Casi di morbillo negli Stati Uniti nel 2019 Raggiungi l'839: CDC


13 maggio 2019 – Il numero di casi di morbillo segnalati negli Stati Uniti è salito a 839 a partire dalla scorsa settimana, il più alto totale annuo in 25 anni, secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Questo è il massimo dal 1994, quando 963 casi sono stati segnalati durante l'intero anno, secondo il Associated Press.

Il morbillo è stato segnalato in 23 stati finora quest'anno. Molti dei casi sono stati tra i non vaccinati nelle comunità ebraiche ortodosse di New York, ha detto il CDC.

La scorsa settimana, la maggior parte dei 75 nuovi casi erano a New York, il AP segnalati.

Notizie WebMD da HealthDay


Copyright © 2013-2018 HealthDay. Tutti i diritti riservati.

Trattamento prescrittivo efficace contro Coumadina per le malattie cardiache: differenze ed effetti collaterali


Sono effimeri e ricadono nello stesso modo?

Effient (prasugrel) e Coumadin (warfarin) sono usati per prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Effient è usato per prevenire i coaguli di sangue nelle persone con sindrome coronarica acuta sottoposti a una procedura dopo un recente infarto o ictus, e in persone con determinati disturbi del cuore o dei vasi sanguigni.

Coumadin è usato per ridurre o prevenire la possibilità di sviluppare attacchi cardiaci (infarti del miocardio), ictus e altri coaguli di sangue venoso e altri (trombosi venosa profonda, emboli polmonari e trombi prodotti con fibrillazione atriale). Coumadin è anche usato per trattare queste condizioni se si sviluppano.

Effient e Coumadin appartengono a diverse classi di farmaci. Effient è un farmaco antipiastrinico e Coumadin è un anticoagulante.

Gli effetti collaterali di Effient e Coumadin che sono simili includono una maggiore tendenza al sanguinamento e alla nausea.

Gli effetti collaterali di Effient che sono diversi da Coumadin comprendono mal di testa, vertigini, dolore alla schiena, dolore toracico minore, sensazione di stanchezza, affaticamento, tosse, pressione alta o bassa (ipertensione o ipotensione), mancanza di respiro, rallentamento della frequenza cardiaca, eruzione cutanea, febbre , gonfiore o dolore alle estremità e diarrea.

Gli effetti collaterali di Coumadin che sono diversi da Effient comprendono lividi, vomito, dolori addominali, gonfiore, gas o alterazioni del gusto.

Sia Effient che Coumadin possono interagire con altri farmaci per prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Effient può anche interagire con farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS).

Coumadin può anche interagire con alcol, succo di pompelmo o pompelmo, antibiotici, antimicotici, sulfamidici, medicinali per il trattamento della tubercolosi, antidepressivi, prodotti a base di erbe (botanici) (inclusi coenzima Q10, mirtillo, echinacea, aglio, ginkgo biloba, ginseng, goldenseal o Erba di San Giovanni), secobarbital, barbiturici o farmaci per il sequestro.

Marijuana medica può aiutare i bambini con autismo?


News Picture: Marijuana medica può aiutare i bambini con autismo?Di Dennis Thompson
HealthDay Reporter

VENERDI, 10 maggio 2019 (HealthDay News) – Gli estratti di marijuana medica sembrano aiutare i bambini con autismo, riducendo il loro comportamento distruttivo e migliorando la loro reattività sociale, un nuovo report clinico israeliano.

I bambini trattati con un estratto di cannabis di pianta intera o una combinazione pura di cannabidiolo (CBD) e THC hanno avuto un miglioramento significativo dei loro sintomi, rispetto a un gruppo di controllo con un placebo, hanno detto i ricercatori.

Ma i genitori di bambini con autismo dovrebbero ancora aspettare altri dati prima di tentare di trattarli con marijuana medica, ha avvertito il ricercatore capo Adi Aran, direttore dell'unità di neurologia pediatrica presso lo Shaare Zedek Medical Center di Gerusalemme.

"Migliaia di genitori stanno già trattando i loro bambini con la cannabis sulla base delle voci di questo studio", ha detto Aran. "Non voglio che sia ancora di più."

Per lo studio, 150 bambini con autismo sono stati inseriti in uno dei tre gruppi. Un gruppo ha ricevuto un placebo, un altro è stato trattato con un estratto intero di marijuana e il terzo ha ricevuto una miscela pura di CBD e THC con un rapporto di 20 a 1.

Il THC (tetraidrocannabinolo) è il composto che produce intossicazione quando si usa la marijuana.

Il CBD è un composto di marijuana che non produce intossicazione, ma sembra interagire con i recettori dei cannabinoidi nel cervello. Un prodotto basato su CBD, Epidiolex, è stato approvato dalla Food and Drug Administration statunitense per il trattamento dell'epilessia.

Il CBD ha dimostrato di aiutare l'ansia in diversi studi, quindi i ricercatori hanno pensato che potrebbe essere di aiuto nel trattamento dei problemi comportamentali nei bambini con autismo, ha detto Aran. Questi includono acting out e violenza verso gli altri.

Il THC è stato incluso nella miscela pura perché "riteniamo che il THC potrebbe essere importante anche per migliorare i deficit sociali", ha detto Aran. "È noto che il THC influisce sull'area sociale".

L'estratto di pianta intera comprendeva non solo CBD e THC, ma molti altri composti si trovavano anche nella cannabis, ha detto Aran.

I bambini sono stati trattati per due periodi di quattro settimane, con una pausa di quattro settimane nel mezzo.

I bambini che assumono un estratto di cannabis migliorano del 49% e del 53% su due scale in cui medici e genitori misurano i sintomi dell'autismo e il comportamento distruttivo. Che rispetto al miglioramento del 21% e del 44%, rispettivamente, nei bambini sul placebo.

I bambini trattati con marijuana hanno anche mostrato un miglioramento del 50% su una scala che tiene traccia dei sintomi di autismo di base, rispetto al 22% per i bambini che assumono il placebo.

Tuttavia, i bambini trattati con marijuana hanno maggiori probabilità di soffrire di diminuzione dell'appetito, sonnolenza e sonno disturbato.

Simon Baron-Cohen è presidente della International Society for Autism Research e ha esaminato lo studio. "Dalle brevi informazioni, dobbiamo consigliare a coloro che considerano questo come una forma di trattamento per usare cautela, dato il rapporto di tassi significativi di effetti collaterali indesiderati", ha detto.

"Gli autori devono essere elogiati per aver raccolto queste prove e per avere rapporti trasparenti sui risultati, poiché ciò consente ai genitori e alle persone autistiche di fare scelte informate, comprendere i rischi e gestire le aspettative", ha aggiunto Baron-Cohen.

I ricercatori hanno in programma uno studio clinico di follow-up che includerà più bambini di diversi paesi, ha detto Aran.

Ha ammonito di essere troppo eccitato per questa potenziale terapia.

"Non è un trattamento miracoloso", ha detto Aran. "Potrebbe essere un altro strumento nella nostra cassetta degli attrezzi."

Questi risultati sono stati presentati la scorsa settimana all'incontro annuale della International Society for Autism Research, a Montreal. La ricerca presentata alle riunioni è generalmente considerata preliminare fino a quando non viene pubblicata in una rivista peer-reviewed.

MedicalNews
Copyright © 2019 HealthDay. Tutti i diritti riservati.

FONTI: Adi Aran, M.D., direttore, unità di neurologia pediatrica, Shaare Zedek Medical Center, Jerusalem; Simon Baron-Cohen, Ph.D., direttore, Centro di ricerca sull'autismo, Università di Cambridge, Cambridge, Inghilterra, e presidente, Società internazionale per la ricerca sull'autismo; Incontro annuale, International Society for Autism Research, 1-4 maggio 2019, Montreal, Canada

Chi è ad alto rischio per l'infezione del dispositivo? Il punteggio di rischio PADIT può essere d'aiuto


SAN FRANCISCO – Un sistema di punteggio per la previsione del rischio di infezione in pazienti presi in considerazione per procedure di pacemaker o defibrillatore potrebbe aiutare, caso per caso, il processo decisionale clinico, come la scelta della profilassi antibiotica o se è persino saggio procedere la prova di PADIT.

Il "punteggio di rischio clinico e paziente" si basa su ponderazioni assegnate a cinque caratteristiche di una procedura proposta, ad esempio se si tratta di un defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD) rispetto a un pacemaker e se si tratta del primo dispositivo del paziente o solo l'ultimo, ha spiegato David H. Birnie, MD, Ottawa Heart Institute, Ontario, Canada, per theheart.org | Cardiologia Medscape.

"Penso che sarà importante per selezionare i pazienti in cui si potrebbe desiderare di fare ulteriori misure anti-infettive in anticipo", ha detto.

"L'abbiamo già istituito nei nostri ospedali", ha aggiunto. Ad esempio, "chiunque abbia un punteggio di rischio di infezione pari a 5 o più ottiene ulteriori antibiotici".

Alcuni centri che sono benestanti in termini di risorse, ha detto Birnie, potrebbero decidere che i pazienti con punteggi che indicano un rischio elevato dovrebbero avere il loro nuovo dispositivo impiantato all'interno di una busta assorbibile o una busta riassorbita con antibiotici come il TyRx (Medtronic).

Inoltre, il sistema di valutazione del rischio di infezione PADIT dovrebbe essere utile per prendere decisioni condivise, ha detto, ad esempio quando si valutano i pro ei contro della sostituzione del dispositivo in alcuni pazienti.

"Se sei un paziente di 85 anni con un po 'di disfunzione renale e hai un ICD di prevenzione primaria, non si è mai spento, e stai aspettando la terza sostituzione della batteria, il rischio di infezione è 4% e il tuo potenziale beneficio dal defibrillatore è praticamente pari a zero. "

Il punteggio di rischio PADIT di tale paziente sarebbe di almeno 7, e potrebbe suggerire che la probabilità di danno da un nuovo dispositivo sarebbe maggiore del beneficio, ha affermato. "Sarà molto traducibile con la pratica clinica per questi tipi di decisioni".

Birnie ha svelato il sistema di punteggio del rischio di infezione, sviluppato e validato sulla base dei quasi 20.000 pazienti che hanno partecipato allo studio PADIT confrontando le strategie antibiotiche con le procedure del pacemaker o del defibrillatore, qui alle Sessioni Scientifiche di Heart Rhythm Society (HRS) 2019.

Lo studio randomizzato PADIT, presentato un anno fa in queste sessioni, ha confrontato un approccio antibiotico convenzionale a singolo farmaco con una strategia di dosaggio "incrementale" che coinvolge diversi antibiotici con differenti emivite farmacologiche in 19.559 pazienti sottoposti a procedure del dispositivo, principalmente sostituzioni di generatore di impulsi ma anche portare o tascare revisioni e aggiornamenti a ICD o pacemaker biventricolari.

Il trial non ha mostrato una differenza significativa negli eventi di infezione tra i gruppi – probabilmente, hanno detto gli osservatori, perché il tasso di infezione complessivo della popolazione ha raschiato il fondo a meno dell'1% in un anno, molto al di sotto del previsto.

Gli investigatori di PADIT hanno successivamente sviluppato e convalidato il loro sistema di punteggio del rischio di infezione proposto basato su tutti i pazienti dello studio.

"Penso che cambierà la pratica", ha detto Fred M. Kusumoto, MD, non un investigatore del PADIT, che ha concordato sul fatto che i diversi centri sono suscettibili di interpretare e applicare il sistema di punteggio in base alle proprie pratiche e mezzi.

"Quando sei povero di risorse, ad esempio, per qualcuno con un punteggio PADIT pari a 1, c'è davvero un motivo per mettere uno di questi sacchetti antibatterici, anche alla luce di WRAP-IT?" Kusumoto, della Mayo Clinic, Jacksonville, in Florida, ha detto theheart.org | Cardiologia Medscape. Tali sacchetti, ha detto, "aumentano il costo delle procedure del dispositivo".

Il processo WRAP-IT, presentato alla Sessione Scientifica di marzo dell'American College of Cardiology 2019 e apparentemente nelle menti di molti qui alla riunione HRS, ha visto un significativo calo del 61% del tasso di infezione in quelli dei suoi quasi 7000 pazienti randomizzati a ricevere il Busta TYRX con sostituzione del dispositivo o aggiornamento o passaggio a un ICD con stimolazione biventricolare.

Forse il punteggio di rischio PADIT sarà utile in pazienti come quelli trattati in WRAP-IT, ha concordato Ulrika Birgersdotter-Green, MD, Università della California, San Diego, come discente invitato dopo la presentazione di Birnie dei dati del punteggio di rischio PADIT.

Ciò è dovuto soprattutto al fatto che WRAP-IT ha suggerito che 200 pazienti avrebbero dovuto essere trattati con TYRX per prevenire una infezione, ha detto, che è "abbastanza alta" dato il costo aggiunto del dispositivo.

Birgersdotter-Green ha detto che non è ottimista riguardo ai punteggi di rischio in generale "perché a volte penso che tolgono il pensiero indipendente, a volte affermiamo l'ovvio in numeri che potrebbero non essere necessari, ma non è male averlo a portata di mano quando hai discussioni sui pazienti. "

Il punteggio di rischio "Penso che sarà importante per il processo decisionale condiviso" se rischierà in modo affidabile di stratificare i pazienti in base al loro rischio previsto di infezione da procedure del dispositivo, Richard I. Fogel, MD, Vincent Medical Group, Indianapolis, ha detto theheart.org | Cardiologia Medscape.

Potrebbe guidare i medici a intensificare le misure anti-infezione quando si procede con una procedura programmata del dispositivo, "anche se non ci sono dati per sostenerlo", ha detto Fogel. È sembrato più impressionato dalla prospettiva di utilizzare il punteggio PADIT per annullare una procedura dispositivo proposta in pazienti con un rischio di infezione previsto che travolge qualsiasi probabile beneficio dal dispositivo.

Considerando che l'acronimo PADIT è il nome del Prevention of Aritmia Device Infection Trial, PADIT come un punteggio di rischio combina le iniziali dei predittori di rischio individuali sottostanti.

Il primo è "procedure precedenti", cioè se il paziente ha già ricevuto almeno due impianti di ICD o pacemaker. La seconda "età" indica se il paziente ha meno di 60 anni, da 60 a 69 anni o almeno 70 anni.

L'età si riferisce al rischio di infezione in un modo opposto a quello che la maggior parte potrebbe aspettarsi, in quanto i pazienti più giovani hanno avuto più infezioni in PADIT, ha detto Birnie.

La "riduzione della funzionalità renale" come fattore di contribuzione è stata definita come una velocità di filtrazione glomerulare stimata (eGFR) <30 ml / min.

"Immunocompromised" si riferisce a essere immunosoppressi a causa di malattia o terapia farmacologica.

L'ultimo è "tipo di procedura" o se la procedura del dispositivo è per un pacemaker primo o sostitutivo, che comportano il minor rischio di infezione; un ICD primo o generatore-modifica; un primo pacemaker biventricolare con cambio generatore o generatore per terapia di risincronizzazione cardiaca (CRT); o un aggiornamento di tasca e / o sistema con l'aggiunta di nuovi lead, che rappresentavano il rischio più elevato.

Odds Ratio (OR) per ricovero in ospedale a causa di infezione del dispositivo da fattori di rischio e ponderazioni assegnate che contribuiscono al punteggio PADIT complessivo
Fattore di rischio OR (95% CI) P Valore Punti PADIT
Procedure precedenti, ≥2 contro nessuna 3.37 (2.11-5.39) <.001 4
Procedure precedenti, 1 contro nessuna 1.51 (0.98-2.31) .059 1
Età <60 vs ≥70 anni 1.63 (1.10-2.41) .015 2
Età 60-69 vs ≥70 anni 1,43 (0,92-2,05) .54 1
eGFR <30 ml / min 1,48 (1,02-2,13) ​​.037 1
Stato immunocompromesso 2,24 (1,03-4,86) .042 3
Revisione o aggiornamento del dispositivo 4,16 (2,74-6,32) <.001 5
CRT vs pacemaker 2,87 (1,83-4,51) <.001 4
ICD vs pacemaker 1.83 (1.14-2.93) .013 2

In base alla coorte PADIT, un punteggio PADIT totale pari o superiore a 7 corrisponde a un alto rischio di infezione, pari al 3,5%. Circa il 7,3% della popolazione studiata aveva un punteggio totale di almeno 7, ha detto Birnie.

All'altra estremità, circa il 27% aveva un punteggio PADIT pari a 0, che corrispondeva a un rischio di infezione dello 0,51%.

Infatti, i punteggi che andavano fino a 4 sono stati classificati come a basso rischio. Un punteggio totale di 5 o 6, con un rischio di infezione dell'1,42%, è stato considerato intermedio.

Il sistema di punteggio basato su predittori facilmente disponibili è aperto a ulteriori convalide e persino a modifiche, ha affermato Birnie. Uno dei suoi grandi limiti è che potrebbero esserci altri predittori di rischio potenzialmente utili da raccogliere da altri dataset. In particolare, il sistema PADIT attualmente non tiene conto di alcuna terapia antipiastrinica o anticoagulazione orale perioperatoria.

"Entrambi hanno dimostrato di aumentare il rischio di ematoma della tasca, che a sua volta ha dimostrato di aumentare il rischio di successiva infezione del dispositivo", ha avvertito Birnie durante la sua presentazione.

Birnie, Kusumoto e Fogel riferiscono di non avere informazioni rilevanti. Birgersdotter-Green rivela di aver ricevuto onorari o pareri di consulenza o consulenza da Abbott Laboratories, Biotronik e Medtronic.

Heart Rhythm Society (HRS) 2019 Sessioni scientifiche: Abstract S-LBCT02. Presentato il 10 maggio 2019.

Segui Steve Stiles su Twitter: @ SteveStiles2. Per maggiori informazioni su theheart.org | Cardiologia Medscape, seguici su cinguettio e Facebook.

Il corpo può recuperare da scoppi di eccesso di cibo


L'eccesso di cibo a breve termine ha aumentato leggermente il grasso viscerale – è il grasso che circonda gli organi del corpo ed è considerato non più sano. Ma non c'è stato un aumento significativo del peso complessivo e della massa grassa, hanno detto i ricercatori.

I livelli di digiuno della glicemia e la produzione di insulina non sono cambiati in risposta alla sovralimentazione a breve termine, lo studio ha rilevato.

"Il corpo affronta brevi periodi di eccesso di cibo con carboidrati aggiuntivi e apporta modifiche spostando il metabolismo verso l'utilizzo di questi carboidrati in eccesso", ha spiegato Wadley.

L'eccesso di cibo cronico, tuttavia, ha fatto aumentare il grasso corporeo totale e il grasso corporeo viscerale. Ha anche prodotto livelli più elevati di zucchero nel sangue e risposta all'insulina dopo aver mangiato. Tuttavia, non ha alterato i livelli di glucosio a digiuno.

I risultati dello studio si applicano alle persone che erano più anziane o forse meno in forma per iniziare?

Wadley non era sicuro perché lo studio riguardava solo i giovani.

"I nostri partecipanti erano giovani e in una gamma di peso salutare, ed è possibile che i loro corpi siano maggiormente in grado di far fronte all'eccesso di cibo", ha affermato. Wadley ha aggiunto che vorrebbe seguire un gruppo più vecchio o sovrappeso per vedere se sono più suscettibili agli effetti della sovralimentazione.

La dietista registrata Samantha Heller, della NYU Langone Health di New York City, ha detto di non essere sorpresa di vedere che i più giovani con un peso salutare hanno rimbalzato rapidamente. Ha detto che le persone di 40 e più anni potrebbero scoprire di avere più problemi dopo le vacanze.

Ma, ha notato, anche questi giovani uomini hanno aggiunto del grasso viscerale malsano da pasti ipercalorici a breve termine e di grandi dimensioni.

"Il grasso viscerale causa più problemi e da questo studio non sappiamo per quanto tempo questi aumenti sono durati una volta tornati a mangiare normalmente", ha detto Heller, che non ha svolto alcun ruolo nello studio.

Eppure, se stai esagerando una o due volte l'anno, disse Heller, probabilmente starai bene. "Ma se si tratta di un paio di volte a settimana, questo è un problema, e ad un certo punto, ti raggiungerà. I nostri corpi non sono progettati per grandi quantità di cibi costantemente malsani", ha detto.

Lo studio è stato recentemente pubblicato online nel American Journal of Physiology – Endocrinologia e Metabolismo.

Quasi la metà della popolazione statunitense prende farmaci da prescrizione


Megan Brooks
8 maggio 2019

Durante il 2015-2016, circa il 46% della popolazione statunitense ha utilizzato uno o più farmaci con obbligo di prescrizione medica negli ultimi 30 giorni, in leggero calo rispetto al 48% di un decennio fa, secondo i nuovi dati del National Center for Health Statistics (NCHS), parte di i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Per il periodo 2015-2016, l'uso di droghe con prescrizione è aumentato con l'età, dal 18% tra i bambini di età inferiore ai 12 anni all'85% tra gli adulti di 60 anni e oltre, Cynthia L. Ogden, PhD e colleghi riportano in un riassunto di dati pubblicato online l'8 maggio .

L'uso di droghe su prescrizione era più basso tra i maschi (42%) rispetto alle femmine (50%), sebbene il modello differisse per età. Tra i bambini fino all'età di 11 anni, il consumo di droghe era maggiore tra i ragazzi (22%) rispetto alle ragazze (14%), mentre tra gli adulti tra i 20 ei 59 anni, l'uso di droghe era inferiore negli uomini (38%) rispetto alle donne (56%) . Non ci sono state differenze significative per genere tra gli adolescenti di età compresa tra 12 e 19 anni o gli adulti di età pari o superiore a 60 anni.

Il consumo di farmaci da prescrizione è stato più alto tra i bianchi non ispanici (50%), seguito dai neri non ispanici (45%) e più basso tra gli individui non ispanici asiatici (33%) e ispanici (37%).

I farmaci da prescrizione più comunemente utilizzati erano broncodilatatori per bambini di età compresa tra 0 e 11 anni (4%), stimolanti del sistema nervoso centrale per adolescenti di età compresa tra 12 e 19 anni (6%), antidepressivi per adulti di età compresa tra 20 e 59 anni (11%) e lipidi- ridurre i farmaci per gli adulti di età pari o superiore a 60 anni (46%).

Considerando le tendenze nell'uso dei farmaci da prescrizione nell'ultimo decennio, i ricercatori hanno osservato una tendenza lineare decrescente complessiva dal 2007-2008 al 2015-2016, dal 48% al 46% della popolazione degli Stati Uniti, con la tendenza statisticamente più significativa tra i bambini di età 0 a 11, dal 22% al 18%. Gli autori osservano, tuttavia, che il declino osservato nel consumo di droga tra le altre fasce di età non era statisticamente significativo.

"Monitorare l'uso di farmaci soggetti a prescrizione medica può descrivere aspetti della salute della popolazione statunitense", scrivono Ogden e colleghi nella loro memoria.

"Le differenze nei tipi più comuni di farmaci prescritti per età mostrano le differenze nella prevalenza delle condizioni di salute in varie fasi della vita.I cambiamenti nel consumo di farmaci prescritti nel tempo possono essere influenzati dal cambiamento della prevalenza e diagnosi della malattia, raccomandazioni di trattamento ampliate e declino nell'uso di terapie inappropriate o inefficaci ", sottolineano.

I dati per il rapporto provengono dalla National Health and Nutrition Examination Survey, un'indagine trasversale condotta da NCHS per monitorare lo stato di salute e nutrizionale della popolazione statunitense.

Trump unisce la lotta contro le fatture mediche a sorpresa


I legislatori statunitensi che tentano di combattere le spese mediche a sorpresa potrebbero ricevere aiuto dal presidente Donald Trump quando delinea le misure che può sostenere nella legislazione per limitare tali fatture.

Le spese mediche a sorpresa, che possono ammontare a decine di migliaia di dollari, sono accuse inaspettate con cui i pazienti assicurati vengono colpiti quando un membro del loro team di assistenza sanitaria non si trova nella rete del loro assicuratore, Associated Press segnalati.

Per mesi, i legislatori repubblicani e democratici hanno cercato di affrontare la questione, e il sostegno della Casa Bianca migliora le possibilità di fare progressi.

Funzionari della Casa Bianca hanno detto che Trump affronterà la questione in un discorso di giovedì, il AP segnalati.

Prima del discorso, i leader di un comitato della Camera hanno dichiarato di essere pronti a traslocare la legislazione.

"Nessuna famiglia dovrebbe essere lasciata in rovina finanziaria senza colpa sua, ed è per questo che abbiamo lavorato insieme su una soluzione bipartisan per proteggere i pazienti che speriamo di annunciare presto", Presidente Frank Energia, Commercio e Commercio, DN.J. e classifica il repubblicano Greg Walden, R-Ore., ha dichiarato in una dichiarazione congiunta, il AP segnalati.

Le fatture a sorpresa possono essere un problema per i pazienti trattati per emergenze mediche, e Trump si aspetta che questi pazienti non debbano pagare di più dell'importo pagato ai fornitori in rete.

La nuova legislazione dovrebbe inoltre proteggere i pazienti che richiedono cure elettive, assicurando che siano pienamente informati in anticipo su quali fornitori sono considerati fuori rete e sui costi aggiuntivi che dovranno sostenere, AP segnalati.

MedicalNews
Copyright © 2019 HealthDay. Tutti i diritti riservati.

L'agente sperimentale offre la prima speranza per il disturbo genetico raro


FILADELFIA – Un agente sperimentale offre il primo barlume di speranza per migliorare la vita dei pazienti affetti dalla sindrome di Angelman (AS), una rara malattia genetica per la quale non esistono terapie approvate e che comporta un'elevata necessità medica insoddisfatta.

Nel primo studio antidroga sponsorizzato dall'industria, lo studio randomizzato, controllato con placebo ha dimostrato che OV101 (Gaboxadol, Ovid Therapeutics) è stato sicuro e ha contribuito ad alleviare molti sintomi comuni della malattia negli adolescenti e negli adulti.



Dr Alexander Kolevzon

"Abbiamo scoperto che si trattava di un farmaco sicuro e ben tollerato senza differenze [study] gruppi in termini di tollerabilità della medicina ", ha dichiarato ai giornalisti che partecipano a una conferenza stampa qui all'American Academy, l'investigatore dello studio Alexander Kolevzon, MD, Centro per l'autismo e la ricerca di Seaver, Dipartimento di Psichiatria, Icahn School of Medicine, New York City. of Neurology (AAN) 2019 Annual Meeting.

Ha aggiunto che oltre la sicurezza e la tollerabilità, gli investigatori hanno anche esaminato una serie di "risultati esplorativi". Hanno scoperto che il farmaco è efficace nel migliorare diversi domini chiave che caratterizzano la malattia, compresi problemi comportamentali ed emotivi, alterazioni della funzione motoria, sonno disregolato e "anche forse comportamenti comunicativi", come misurato dal Clinical Global Impressions-Improvement (CGI- I) scala.

"Sindrome di Puppet felice"

La prevalenza stimata di AS è 1 su ogni 12.000 a 20.000 nati vivi. È una condizione neurologica complessa caratterizzata da convulsioni, grave compromissione intellettuale e compromissione motoria e dell'andatura. Nonostante queste sfide, molti pazienti con AS hanno una durata di vita tipica.

Il disturbo è causato dalla ridotta espressione del gene E3A della proteina ubiquitina ligasi (UBE3A) nel cervello, che causa aumenti aberranti nell'assorbimento di acido γ-amniobutric (GABA), con conseguente riduzione del GABA extrasinaptico.

La ridotta neurotrasmissione GABAergica extrasinaptica risulta in una ridotta inibizione tonica. Sulla base di dati provenienti da studi sugli animali di AS, si presume che questa sia la neuropatologia di base.

Oltre alla disabilità intellettiva e alla disabilità motoria e dell'andatura, i pazienti AS, ha detto Kolevzon, soffrono di ipereccitabilità, che viene spesso descritta come "sindrome fantoccio felice".

AS è stato riconosciuto per quasi 50 anni, ha detto Kolevzon, eppure non ci sono trattamenti che modificano la malattia per questi pazienti. Ad oggi, la gestione è stata finalizzata al controllo dei sintomi con farmaci antiepilettici per convulsioni, benzodiazepine per curare il sonno disordinato e farmaci per il disturbo dell'umore per gestire il comportamento.

Per lo studio, i ricercatori hanno preso ciò che Kolevzon ha descritto come un approccio "genetica prima".

"Avendo identificato il gene, c'è una certa comprensione di quale sia la biologia di base, e sembra correlare ai deficit dell'inibizione tonica – quindi è uno stato di malattia guidato da GABAergic. GABA è il neurotrasmettitore inibitorio primario del cervello e si trova in equilibrio con il neurotrasmettitore del nervo eccitatorio primario, che è glutammato – quindi ciò che pensiamo che questo composto stia facendo è in realtà invertire i deficit dell'inibizione tonica e ripristinare quello stato di questi bambini ", ha detto.

Dose: Less Is More

OV101 è un agonista del recettore GABAA α-selettivo extrasinaptico. Studi su animali suggeriscono che il farmaco ha il potenziale per normalizzare l'inibizione tonica che è diminuita in AS.

Per testare la sicurezza e la tollerabilità dell'agente, i ricercatori hanno condotto uno studio multicentrico, di 12 settimane, di fase 2, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, noto come studio STARS. I pazienti adulti e adolescenti AS di età compresa tra 13 e 49 anni sono stati assegnati in modo casuale a ricevere OV101 una volta al giorno (n = 29), due volte al giorno (n = 29) o placebo (n = 29).

I pazienti nel gruppo placebo hanno ricevuto placebo mattina e sera. Quelli del gruppo una volta al giorno hanno ricevuto una pillola placebo al mattino e una dose da 15 mg del farmaco attivo durante la notte. I partecipanti al gruppo due volte al giorno hanno ricevuto 10 mg di farmaco attivo al mattino e 15 mg di notte.

L'endpoint primario dello studio era la sicurezza e la tollerabilità, valutati sulla base della frequenza e della gravità degli eventi avversi (eventi avversi avversi) e degli eventi avversi gravi (SAE).

I risultati hanno mostrato che gli effetti collaterali non differiscono tra i gruppi di studio e sono stati per la maggior parte eventi avversi "fastidiosi" che non erano gravi, ha detto Kolevzon. C'erano due SAE correlati al sequestro: uno nel gruppo di farmaci giornalieri una volta considerato estraneo al farmaco in studio e uno nel gruppo due volte al giorno che era ritenuto possibilmente correlato a OV101.

Gli endpoint esplorativi includevano l'efficacia, misurata dai cambiamenti nel sonno, i risultati motori, comportamentali e di qualità della vita, e i punteggi clinici complessivi sulla scala CGI-I.

I risultati hanno mostrato che alla settimana 12, c'era un miglioramento globale, misurato dal CGI-I. Il miglioramento è stato associato alla somministrazione una volta al giorno di OV101 rispetto al placebo (P = .0006).

Kolevzon ha osservato che la dose giornaliera di OV101 sembra essere significativamente più efficace della dose due volte al giorno rispetto al placebo. Ha detto che la ragione di questo non è chiara, ma ha ipotizzato che una certa tolleranza possa svilupparsi con la dose due volte al giorno.

Test dell'intervento precedente

Kolevzon ha affrontato le preoccupazioni sull'uso del CGI-I come endpoint clinico a causa della sua natura soggettiva. Questi risultati dello studio di fase 2, ha detto, aiuteranno gli investigatori ad affinare il CGI-I in specifici domini AS mentre progettano uno studio di fase 3.

A questo punto, ha aggiunto, non esiste una misura di risultato specifica per AS, "quindi stiamo ancorando il nostro [CGI-I] in specifici domini che abbiamo visto migliorare, nel contesto di una sperimentazione di fase 3. "



Dr Cesar Ochoa-Lubinoff

Studio coinvestigatore Cesar Ochoa-Lubinoff, MD, MPH, pediatria comportamentale dello sviluppo, Rush University Medical Center, Chicago, Illinois, ha detto Medscape Medical News che uno studio in aperto di 40 pazienti dello studio STARS di fase 2 è attualmente in corso.

Ha anche detto che lo studio di fase 3 includerà pazienti più giovani, che consentiranno loro di esaminare se un precedente intervento con OV101 ha un impatto maggiore.

"Lo studio di fase 3 includerà i bambini dai 4 ai 12 anni, e ci aspettiamo che vedremo una dimensione dell'effetto ancora più grande in questi pazienti più giovani.Questa è una condizione a lungo termine, e queste sono persone molto svantaggiate che richiedono un sacco di Questo farmaco potrebbe essere in grado di alleviare molte delle loro sfide e forse alleggerire un po 'di questo onere ", ha detto Ochoa-Lubinoff.

Prima speranza

Commentando i risultati per Medscape Medical News, Natalia Rost, MD, MPH, presidente scientifico del comitato del programma scientifico AAN, ha detto che i risultati offrono la prima speranza per una popolazione di pazienti che fino ad oggi non ha avuto alcuna prospettiva di un trattamento che modifica la malattia.



Dr Natalia Rost

I medici, ha detto, sono stati in gran parte impotenti ad aiutare questi pazienti, e sebbene OV101 non sia curativo, è una malattia che modifica. Comprendendo la genetica dell'AS, gli investigatori "sembrano essere stati in grado di influenzare la biologia del percorso della malattia".

Rost, che è direttore dell'Acute Stroke Service presso il Massachusetts General Hospital e professore di neurologia presso la Harvard Medical School di Boston, ha aggiunto che non vede l'ora di vedere i risultati dello studio di fase 3 e sta seguendo i risultati a lungo termine.

"Ho speranza", ha detto.

Lo studio è stato supportato da Ovid Therapeutics. Le relazioni finanziarie rilevanti dei ricercatori dello studio sono elencate nell'abstract dello studio.

Riunione annuale dell'American Academy of Neurology (AAN) 2019: Abstract P6-074. Presentato il 7 maggio 2019.

Per ulteriori notizie su Medscape Neurology, unisciti a noi Facebook e cinguettio

Elavil vs Prozac Prescrizione di trattamento per la depressione e disturbi di panico: differenze ed effetti collaterali


Elavil e Prozac sono la stessa cosa?

Elavil (amitriptilina) e Prozac (fluoxetina) sono antidepressivi usati per il trattamento di disturbi depressivi e di panico.

Elavil può anche essere usato per trattare altre condizioni tra cui disturbi dell'umore, dolore nervoso, disturbi alimentari e ansia.

Il Prozac è anche usato per trattare il bulimia, il disturbo ossessivo-compulsivo (OCD) e il disordine disforico premestruale (PMDD).

Il marchio Elavil non è più disponibile negli Stati Uniti. È disponibile come generico.

Elavil e Prozac sono diversi tipi di antidepressivi. Elavil è un antidepressivo triciclico e Prozac è un antidepressivo selettivo inibitore del reuptake della serotonina (SSRI).

Gli effetti collaterali di Elavil e Prozac che sono simili includono sonnolenza, secchezza delle fauci, vertigini, stitichezza, cambiamenti di peso e mal di testa.

Gli effetti collaterali di Elavil che sono diversi da Prozac comprendono visione offuscata, problemi di urina, fame aumentata e cambiamenti nel gusto.

Gli effetti collaterali del Prozac che sono diversi da Elavil comprendono nausea, disturbi allo stomaco, ansia, disturbi del sonno (insonnia), nervosismo, palpitazioni cardiache, alterazioni dell'appetito, sintomi del raffreddore (naso chiuso, starnuti, mal di gola), diminuzione del desiderio sessuale, impotenza, o difficoltà ad avere un orgasmo.

Sia Elavil che Prozac possono interagire con l'alcol, altri prodotti che causano sonnolenza (antistaminici, sonniferi, farmaci per l'ansia, rilassanti muscolari e narcotici), inibitori MAO, altri antidepressivi, aspirina o altri farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS), o fluidificanti del sangue.

Elavil può anche interagire con arbutammina, disulfiram, integratori tiroidei, altri farmaci che possono causare emorragie / lividi, anticolinergici, farmaci per la pressione alta, cimetidina, terbinafina, farmaci per il trattamento della frequenza cardiaca irregolare, amiodarone, cisapride, dofetilide, pimozide, procainamide, chinidina , sotalolo, antibiotici macrolidi, isoniazide, fenotiazine o teofillina.

Il Prozac può anche interagire con Erba di San Giovanni, L-triptofano, medicinali per trattare disturbi dell'umore o malattie mentali, medicinali per curare l'ADHD o la narcolessia o farmaci per l'emicrania.

Non smettere di usare Prozac all'improvviso, o potresti avere sintomi di astinenza spiacevoli.

Quali sono i possibili effetti collaterali di Elavil?

Gli effetti collaterali comuni di Elavil includono:

  • sonnolenza,
  • bocca asciutta,
  • vertigini,
  • visione offuscata,
  • stipsi,
  • aumento di peso,
  • problemi a urinare,
  • mal di testa,
  • aumento della fame, e
  • cambiamenti nel gusto.

Quali sono i possibili effetti collaterali di Prozac?

Gli effetti indesiderati comuni di Prozac includono:

  • nausea,
  • mal di stomaco,
  • stipsi,
  • mal di testa,
  • ansia,
  • problemi di sonno (insonnia),
  • sonnolenza,
  • vertigini,
  • nervosismo,
  • palpitazioni,
  • perdita di appetito o aumento dell'appetito,
  • cambiamenti di peso,
  • sintomi del raffreddore (naso chiuso, starnuti, mal di gola),
  • bocca asciutta,
  • diminuzione del desiderio sessuale,
  • impotenza, o
  • difficoltà ad avere un orgasmo.

Cos'è Elavil?

Elavil (amitryptiline) è un antidepressivo triciclico usato per il trattamento della depressione e dei disturbi dell'umore. Elavil può anche essere usato per trattare altre condizioni tra cui dolore nervoso, disturbi alimentari, ansia e disturbo di panico. Il marchio Elavil non è più disponibile negli Stati Uniti.

Cos'è il Prozac?

Prozac è un farmaco di prescrizione usato per il trattamento della depressione. È importante parlare con il tuo medico sui rischi del trattamento della depressione e anche sui rischi di non trattarlo. Dovresti discutere tutte le scelte di trattamento con il tuo medico.

Prozac è usato per trattare:

  • Major Depressive Disorder (MDD)
  • Disturbo ossessivo-compulsivo (OCD)
  • Bulimia nervosa*
  • Malattia da panico*
  • Episodi depressivi associati al disturbo bipolare di I, assunto con olanzapina (Zyprexa)
  • Depressione resistente al trattamento (depressione che non è migliorata con almeno altri 2 trattamenti), assunto con olanzapina (Zyprexa) *

* Non approvato per l'uso nei bambini

Parlate con il vostro medico se non pensate che le vostre condizioni migliorino con il trattamento con Prozac.

Prendere misure per prevenire un ictus


Foto di notizie: prendere misure per evitare un ictus

GIOVEDI, 9 maggio 2019 (HealthDay News) – Gli ictus sono comuni ma non inevitabili. Ci sono modi in cui puoi ridurre il rischio, a cominciare dalla pressione del sangue.

L'ictus è la quinta causa di morte negli Stati Uniti e la principale causa di invalidità permanente, ha detto il dott. Gary Bernardini, presidente di neurologia al New York-Presbyterian Hospital Queens.

La maggior parte degli ictus si verifica quando il flusso di sangue al cervello viene interrotto. Qui, Bernardini offre alcuni suggerimenti per la prevenzione dell'ictus:

L'ipertensione arteriosa è il più grande fattore di rischio di ictus. Monitora sempre la pressione del sangue e, se è elevata, parla con il tuo medico della creazione di un piano per abbassarlo.

È anche intelligente per mantenere un peso sano e una dieta sana. Ciò significa ridurre l'assunzione di sale, evitare cibi ricchi di colesterolo, mangiare più porzioni di frutta e verdura ogni giorno e mangiare cereali integrali.

Insieme al controllo del peso e alla pressione sanguigna più bassa, l'esercizio fisico è un riduttore indipendente del rischio di ictus. Cerca di fare esercizio a intensità moderata almeno cinque giorni a settimana, ha detto Bernardini.

Limitare o evitare il consumo di alcol. Più di uno o due bicchieri al giorno possono aumentare significativamente il rischio di ictus.

Se fumi, prova a smettere. Le persone che fumano hanno un rischio di ictus quasi quattro volte maggiore, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Ottieni un fisico regolare. Conoscere la pressione sanguigna, il colesterolo e i livelli di zucchero nel sangue ti darà un'idea della tua salute e di ciò che devi fare per ridurre il rischio di ictus.

Scopri la storia familiare di ictus. Questo può aiutare te e il tuo medico a pianificare le necessarie precauzioni.

Dovresti anche conoscere i segni dell'ictus e cercare un trattamento immediato se si verificano, ha sottolineato Bernardini.

"Gli ictus sono una grave emergenza medica, e il tempo è essenziale per un trattamento di successo", ha detto in un comunicato stampa dell'ospedale. "Riconoscendo e rispondendo rapidamente ai segni dell'ictus, puoi potenzialmente salvare la tua vita o la vita di un familiare o di un amico."

Per identificare e rispondere a un ictus, ricordare l'acronimo FAST: abbassamento del viso, debolezza del braccio, difficoltà di linguaggio, tempo per chiamare i servizi di emergenza.

– Robert Preidt

MedicalNews
Copyright © 2019 HealthDay. Tutti i diritti riservati.

FONTE: New York-Presbyterian Hospital Queens, comunicato stampa, 1 maggio 2019