PMI, ecco cosa devi includere nel tuo piano Brexit



<div _ngcontent-c17 = "" innerhtml = "

Il partito laburista vuole sistemare la Brexit, i liberaldemocratici vogliono fermare la Brexit e i conservatori affermano di volere un accordo di libero scambio firmato entro la fine del 2020. Inoltre, il Cancelliere dello Scacchiere Sajid Javid ha rivelato che i commercianti del Regno Unito saranno interessato dalle modifiche apportate alle procedure doganali dopo le elezioni generali.

Considerando l'incertezza sulla Brexit, Grant Thornton ha intervistato 300 aziende del Regno Unito di medio mercato che attualmente operano a livello internazionale e il 91% ha rivelato che farebbero le cose diversamente se potessero ricominciare. Mentre il senno di poi è una buona cosa, quattro su 10 concordano sul fatto che la cosa migliore che cambieranno è sviluppare piani che andranno oltre nel futuro.

Ho parlato con Simon Littlewood, Partner, Growth Services di Grant Thornton su come le PMI britanniche farebbero trading in modo diverso a livello internazionale se ne avessero la possibilità, quanto sia difficile per le aziende farlo bene la prima volta e consigli per la preparazione.

Imprevisto per l'imprevisto

Oltre a pianificare per il futuro, le PMI britanniche desiderano aver sviluppato strategie che prevedano adeguate contingenze e assicurato che le strategie nazionali dispongano di risorse adeguate. Littlewood sottolinea che la preparazione per l'imprevisto è "intrinsecamente legata alla necessità di strategie di uscita".

Oltre il 75 percento degli intervistati ha dichiarato di avere in atto un piano di uscita quando entrano in nuovi mercati e l'80 percento ha rivelato che stanno sviluppando contingenze.

Littlewood spiega esempi di dove dovrebbe essere fatto un piano di uscita potrebbero essere “accordi per distribuzioni locali, produzione o anche per supporto alle vendite e al marketing. Stabilire qualsiasi contratto o accordo in un nuovo mercato con una chiara visione di come potrebbe finire è essenziale. "

Continua: “I commercianti esperti sanno anche che le forti operazioni interne costituiscono una piattaforma vitale per la crescita internazionale. A volte vediamo le aziende che guardano a nuovi territori come la soluzione o come una distrazione dai problemi a lungo termine o endemici nel core business. "

Inoltre, le operazioni domestiche stabili e con risorse adeguate forniranno una crescita di successo in nuovi mercati. Anche se questo potrebbe non avere lo stesso rendimento del commercio internazionale, assicurerà che "se le cose non vanno abbastanza secondo i piani in nuovi territori, o sono necessari ulteriori investimenti in termini di tempo o finanziamenti, che hai un posto dove girare".

La tua lista di controllo Brexit

Littlewood afferma che il 73 percento dei partecipanti ha affermato che il Regno Unito è più preoccupato per la Brexit rispetto al resto del mondo, il che non sorprende. “L'incertezza delle turbolenze politiche di questo tipo ovviamente rende la pianificazione imprevedibile. Molto spesso, le aziende che godono di una forte crescita hanno commerciato a livello internazionale per molti anni e stanno capitalizzando su questo ”.

Come dettagliato in Grant Thornton "Come coprire gli elementi essenziali essenziali della pianificazione della Brexit", Ci sono tre considerazioni essenziali che devono essere incluse in un piano Brexit.

1. & nbsp; & nbsp; & nbsp; & nbsp; & nbsp; & nbsp; Compliance: La tua organizzazione, i prodotti e i servizi devono rispettare nuove regole e processi che potrebbero seguire una Brexit senza accordi, come dettagliato dal governo del Regno Unito e dalla Commissione europea, assicurandoti di essere consapevole delle loro implicazioni per la tua attività.

2. & nbsp; & nbsp; & nbsp; & nbsp; & nbsp; & nbsp; Continuità: Le interruzioni devono essere ridotte al minimo durante la Brexit, comprendendo che i cittadini SEE che vivono e lavorano nel Regno Unito avranno ora il diritto di rimanere e lavorare nel Regno Unito dopo la Brexit. Sebbene debbano richiedere lo "status consolidato" per garantire il loro diritto legale a rimanere, i datori di lavoro dovrebbero aspettarsi un divario di competenze in crescita e un mercato del lavoro più stretto in uno scenario senza accordi. Anche la circolazione di persone con incarichi tra Regno Unito e UE richiederà nuovi processi.

3. & nbsp; & nbsp; & nbsp; & nbsp; & nbsp; & nbsp; Costo: È necessario agire per mitigare i costi e proteggere il contante in uno scenario senza accordi poiché le importazioni dall'UE incorreranno in tariffe e nuove procedure doganali; tutte le importazioni saranno ora ammissibili per l'IVA differita.

Localizzazione

Littlewood conclude ribadendo l'importanza di comprendere il valore del tuo prodotto o servizio per i clienti locali quando costruiscono la presenza in un nuovo mercato.

"L'allineamento è importante anche in termini di cultura locale. Ad esempio, un'azienda che cerca di vendere servizi in Texas, negli Stati Uniti, avrà più successo se i venditori sono locali texani che se il team di vendita viene portato dal Regno Unito, o addirittura da una diversa area degli Stati. & nbsp; Allo stesso modo, in Cina ci sono sfumature culturali su come vengono fatti gli affari, il che significa che le persone con conoscenza e contatti locali hanno un grande vantaggio.

“Anche la sartoria per i clienti locali è vitale poiché le abitudini di acquisto differiscono da un mercato all'altro. Ad esempio, in India le persone preferiscono acquistare articoli da toeletta di dimensioni campione dato il potere d'acquisto inferiore nel paese, che richiede cambiamenti fondamentali negli imballaggi per i produttori occidentali ”, conclude Littlewood. & Nbsp;

">

Il partito laburista vuole sistemare la Brexit, i liberaldemocratici vogliono fermare la Brexit e i conservatori affermano di volere un accordo di libero scambio firmato entro la fine del 2020. Inoltre, il Cancelliere dello Scacchiere Sajid Javid ha rivelato che i commercianti del Regno Unito saranno interessato dalle modifiche apportate alle procedure doganali dopo le elezioni generali.

Considerando l'incertezza sulla Brexit, Grant Thornton ha intervistato 300 aziende del Regno Unito di medio mercato che attualmente operano a livello internazionale e il 91% ha rivelato che farebbero le cose diversamente se potessero ricominciare. Mentre il senno di poi è una buona cosa, quattro su 10 concordano sul fatto che la cosa migliore che cambieranno è sviluppare piani che andranno oltre nel futuro.

Ho parlato con Simon Littlewood, Partner, Growth Services di Grant Thornton su come le PMI britanniche farebbero trading in modo diverso a livello internazionale se ne avessero la possibilità, quanto sia difficile per le aziende farlo bene la prima volta e consigli per la preparazione.

Imprevisto per l'imprevisto

Oltre a pianificare per il futuro, le PMI britanniche desiderano aver sviluppato strategie che prevedano adeguate contingenze e assicurato che le strategie nazionali dispongano di risorse adeguate. Littlewood sottolinea che la preparazione per l'imprevisto è "intrinsecamente legata alla necessità di strategie di uscita".

Oltre il 75 percento degli intervistati ha dichiarato di avere in atto un piano di uscita quando entrano in nuovi mercati e l'80 percento ha rivelato che stanno sviluppando contingenze.

Littlewood spiega esempi di dove dovrebbe essere fatto un piano di uscita potrebbero essere “accordi per distribuzioni locali, produzione o anche per supporto alle vendite e al marketing. Stabilire qualsiasi contratto o accordo in un nuovo mercato con una chiara visione di come potrebbe finire è essenziale. "

Continua: “I commercianti esperti sanno anche che le forti operazioni interne costituiscono una piattaforma vitale per la crescita internazionale. A volte vediamo le aziende che guardano a nuovi territori come la soluzione o come una distrazione dai problemi a lungo termine o endemici nel core business. "

Inoltre, le operazioni domestiche stabili e con risorse adeguate forniranno una crescita di successo in nuovi mercati. Anche se questo potrebbe non avere lo stesso rendimento del commercio internazionale, assicurerà che "se le cose non vanno abbastanza secondo i piani in nuovi territori, o sono necessari ulteriori investimenti in termini di tempo o finanziamenti, che hai un posto dove girare".

La tua lista di controllo Brexit

Littlewood afferma che il 73 percento dei partecipanti ha affermato che il Regno Unito è più preoccupato per la Brexit rispetto al resto del mondo, il che non sorprende. “L'incertezza delle turbolenze politiche di questo tipo ovviamente rende la pianificazione imprevedibile. Molto spesso, le aziende che godono di una forte crescita hanno commerciato a livello internazionale per molti anni e stanno capitalizzando su questo ”.

Come spiegato dettagliatamente in "Come coprire gli elementi essenziali essenziali della pianificazione della Brexit" di Grant Thornton, ci sono tre considerazioni essenziali che devono essere incluse in un piano Brexit.

1. Rispetto: La tua organizzazione, i prodotti e i servizi devono rispettare nuove regole e processi che potrebbero seguire una Brexit senza accordi, come dettagliato dal governo del Regno Unito e dalla Commissione europea, assicurandoti di essere consapevole delle loro implicazioni per la tua attività.

2. Continuità: Le interruzioni devono essere ridotte al minimo durante la Brexit, comprendendo che i cittadini SEE che vivono e lavorano nel Regno Unito avranno ora il diritto di rimanere e lavorare nel Regno Unito dopo la Brexit. Sebbene debbano richiedere lo "status consolidato" per garantire il loro diritto legale a rimanere, i datori di lavoro dovrebbero aspettarsi un divario di competenze in crescita e un mercato del lavoro più stretto in uno scenario senza accordi. Anche la circolazione di persone con incarichi tra Regno Unito e UE richiederà nuovi processi.

3. Costo: È necessario agire per mitigare i costi e proteggere il contante in uno scenario senza accordi poiché le importazioni dall'UE incorreranno in tariffe e nuove procedure doganali; tutte le importazioni saranno ora ammissibili per l'IVA differita.

Localizzazione

Littlewood conclude ribadendo l'importanza di comprendere il valore del tuo prodotto o servizio per i clienti locali quando costruiscono la presenza in un nuovo mercato.

“L'allineamento è importante anche in termini di cultura locale. Ad esempio, una società che cerca di vendere servizi in Texas, negli Stati Uniti, avrà più successo quando i venditori sono locali texani che se il team di vendita viene portato dal Regno Unito, o anche da una diversa area degli Stati Uniti. Allo stesso modo, in Cina ci sono sfumature culturali su come vengono fatti gli affari, il che significa che le persone con conoscenza e contatti locali hanno un grande vantaggio.

“Anche la sartoria per i clienti locali è vitale poiché le abitudini di acquisto differiscono da un mercato all'altro. Ad esempio, in India le persone preferiscono acquistare articoli da toeletta di dimensioni campione dato il potere d'acquisto inferiore nel paese, che richiede cambiamenti fondamentali negli imballaggi per i produttori occidentali ”, conclude Littlewood.