Beto O'Rourke suona su grandi aziende tecnologiche come Facebook, Twitter e Google, dice che il governo ha bisogno di trattarle 'un po' più come un'utilità '


Beto O'Rourke, il candidato presidenziale del 2020 e ex membro del Congresso del Texas, ha risposto a una domanda sulla rottura delle grandi aziende tecnologiche.

O'Rourke, che è ufficialmente entrato in gara il 14 marzo, è emerso come leader della raccolta fondi, guadagnando $ 6,1 milioni in 24 ore. Ha conquistato il potere di una stella democratica durante la fallita campagna del Senato del 2018 contro il senatore repubblicano Ted Cruz, dove ha fruttato ben $ 80 milioni mentre evitava i soldi del PAC.

Tuttavia, i critici sottolineano la sua posizione apparentemente nebulosa su questioni chiave, rispetto ad alcuni dei suoi colleghi concorrenti del 2020, che hanno pubblicato piani politici completi. (La senatrice Elizabeth Warren, ad esempio, ha pubblicato piani per alloggi a prezzi accessibili, assistenza universale per l'infanzia e regolamentazione della grande tecnologia).

Leggi di più: Beto O'Rourke ha appena approvato un'idea sanitaria denominata "Medicare for America" ​​che differisce in molti modi dal piano di Medicare for All di Bernie Sanders

Ma gli elettori stanno iniziando a ottenere risposte. Ha preso alcune domande specifiche dai media mercoledì nel New Hampshire, durante un tour attraverso tutte le 10 contee dello stato, che detiene il primo primato ed è secondo solo al caucus dello Iowa.

A O'Rourke è stato chiesto quali fossero le richieste di Warren di sciogliere le grandi aziende tecnologiche – Google, Facebook, Amazon, ecc. – di Il giornalista nazionale della CNN Eric Bradner.

Ha risposto dicendo che mentre non è sicuro di rompere le grandi aziende tecnologiche, preferisce regolarle.

Per O'Rourke il "modo migliore per avvicinarsi al fatto che le persone sono diventate i prodotti su queste piattaforme" è "forse per trattarli un po 'più come un'utilità".

Nella sua risposta ha anche toccato il fatto che "possono essere usati con saggezza o meno per indebolire la nostra democrazia e influenzare i risultati delle nostre elezioni".

Warren, di recente come il suo municipio della CNN il lunedì, ha proposto diversi specifici cambiamenti di politica per rivolgersi alle grandi società tecnologiche, che sono cresciute negli ultimi decenni e stanno lottando con problemi come la privacy degli utenti, usi nefasti di piattaforme e l'ascesa di notizie false.

Il suo piano prevedeva la nomina di regolatori per annullare fusioni di grandi aziende tecnologiche, ad esempio "allontanare Facebook da Instagram e WhatsApp, Amazon lontano da Whole Foods, Google lontano da Nest e altro", ha spiegato in una campagna email.

Inoltre, vieta la vendita di dati dell'utente a terzi e includerà ciò che definisce "neutralità della piattaforma".

Durante il suo municipio del lunedì, ha spiegato che ciò significherebbe che le aziende non potevano possedere sia la piattaforma del mercato (ad esempio Amazon) e vendere i propri prodotti su quel mercato (il marchio di batterie di Amazon per esempio).

Altri candidati come Sens. Bernie Sanders e Amy Klobuchar hanno anche detto che vorrebbero regolamentazioni più severe per la grande tecnologia, ha osservato Eliza Relman di INSIDER. O'Rourke ora si unisce a quella folla.