Il nuovo strumento di Facebook risponde alla domanda "Perché vedo questo post?" – TechCrunch


Facebook ha annunciato oggi che sta aggiungendo a News Feed una funzionalità chiamata "Perché vedo questo post?" Simile a "Perché vedo questo annuncio?", che è apparso accanto agli annunci pubblicitari dal 2014, il nuovo strumento ha un menu a discesa menu che fornisce agli utenti informazioni sul motivo per cui quel post è apparso nel loro News Feed, insieme ai link ai controlli di personalizzazione.

Pensato per offrire agli utenti maggiore trasparenza su come funziona l'algoritmo del feed di notizie di Facebook, l'aggiornamento arriva mentre l'azienda affronta diversi eventi importanti che hanno evidenziato le carenze della piattaforma, incluse quelle potenzialmente dannose. Questi includono il suo ruolo nel consentire la diffusione di un video scattato durante gli attacchi alle moschee neozelandesi due settimane fa, che sono stati inizialmente trasmessi utilizzando Facebook Live; una causa intentata dal Dipartimento per gli Alloggi e lo Sviluppo Urbano degli Stati Uniti che accusa lo strumento di targeting pubblicitario di Facebook di violare la Fair Housing Act e il suo ruolo nel diffondere disinformazione e propaganda (dopo anni di denunce e critiche, Facebook ha recentemente annunciato piani per ridurre l'anti-vaccinazione pubblica e bandisce il contenuto nazionalista bianco.

L'annuncio di Facebook dice che è la prima volta che "ha costruito informazioni su come funziona il ranking direttamente nell'app." Gli utenti potranno accedere a "Perché vedo questo post?" Come menu a discesa nell'angolo a destra di post di amici, pagine e gruppi nel loro feed di notizie, che mostra informazioni su come il suo algoritmo ha deciso di classificare il post, tra cui:

  • Perché stai visualizzando un determinato post nel tuo feed di notizie, ad esempio se il post proviene da un amico che hai creato, un gruppo a cui ti sei iscritto o una pagina che hai seguito.
  • Quali informazioni generalmente hanno la più grande influenza sull'ordine dei post, tra cui: (a) la frequenza con cui interagisci con i post di persone, pagine o gruppi; (b) quanto spesso interagisci con un tipo specifico di post, ad esempio video, foto o link; e (c) la popolarità dei post condivisi dalle persone, dalle Pagine e dai Gruppi che segui.

Lo stesso menu includerà anche i collegamenti alle opzioni di personalizzazione, tra cui Visualizza prima, Unfollow, Preferenze del feed di notizie e Scorciatoie sulla privacy. Il post del blog della società ha affermato che "durante le nostre ricerche su" Perché vedo questo post? ", La gente ci ha detto che la trasparenza negli algoritmi dei feed di notizie non era sufficiente senza i controlli corrispondenti."

"Perché vedo questo annuncio", una funzionalità simile lanciata nel 2014, verrà aggiornata con ulteriori informazioni. Ad esempio, comunicherà agli utenti se un annuncio è stato pubblicato nel loro feed di notizie perché una società ha caricato i propri elenchi di contatti, come e-mail o numeri di telefono, o se ha collaborato con un partner di marketing per posizionare l'annuncio.

Giovani imprenditori Digitalizzazione delle PMI in tutta la regione



<div _ngcontent-c14 = "" innerhtml = "

Kenny Wang, cofondatore di Igloohome. Foto di & nbsp; Jing Wei per FORBES

I giovani imprenditori fanno quest'anno Forbes 30 Under 30 Asia list, si stanno concentrando sulle grandi e medie imprese (PMI) della regione, ma in gran parte non sfruttate, molte delle quali hanno bisogno di digitalizzare le proprie attività per aumentare l'efficienza.

L'International Finance Corporation stima che ci siano 30 milioni di PMI nei paesi in via di sviluppo in tutta l'Asia. Queste società impiegano il 62% della forza lavoro della regione e contribuiscono in media al 42% del PIL di ogni paese asiatico, secondo la Banca asiatica di sviluppo. Nonostante i loro significativi contributi alle economie della regione, l'inadeguato sostegno della politica governativa alle PMI, in particolare nei settori dei finanziamenti e dei servizi alle imprese, l'ADB ha affermato in un recente rapporto. Alcuni dei membri onorati di quest'anno stanno almeno fornendo servizi che le PMI possono utilizzare per espandere e automatizzare le loro attività.

A Singapore, Kenny Wang sta affrontando questa lacuna affrontando le preoccupazioni di sicurezza delle PMI. Igloohome, che Wang è entrata a far parte nel 2015 come responsabile delle operazioni, rende le serrature intelligenti che possono essere bloccate o sbloccate in remoto tramite un'app. L'azienda ha inoltre sviluppato un software online in grado di gestire in remoto e in sicurezza le strutture e concedere diritti di accesso, rendendo potenzialmente più semplice la gestione di tali strutture per i proprietari di piccole imprese. Ora, sta lavorando con oltre 60 venditori a livello globale per distribuire e installare i lucchetti intelligenti. Igloohome ha attratto più di $ 10 milioni in finanziamenti da investitori, inclusi gli investitori con sede a Singapore Insignia Ventures Partners e Wavaseker Partners supportati da Temasek Holdings.

Aiutare le PMI è anche al centro di diverse start-up in Cina, dove gli imprenditori si occupano di varie esigenze per servizi online migliori e più efficienti. Ad esempio, Tungee, una startup con sede a Guangzhou cofounded nel 2016 da Chen Kairan e Li Zhan, utilizza tecnologie di intelligenza artificiale e analisi dei dati per analizzare i risultati delle vendite e le preferenze dei clienti. Ora supportato dal colosso cinese di e-commerce Alibaba, la startup ha sviluppato un motore di ricerca B2B, che afferma di poter consentire ai venditori di trovare più rapidamente i dati dei clienti specifici.

Il peer locale di Tungee Zaihui ha sviluppato una tecnologia simile per analizzare le preferenze dei clienti. Ma la startup con sede a Shanghai si concentra sul mercato del take-away online: aiuta i proprietari dei ristoranti a gestire gli ordini di consegna degli alimenti, a sviluppare programmi di fidelizzazione e a realizzare campagne di marketing più personalizzate. La necessità di tali servizi è particolarmente pronunciata nel paese, dove ben 9 milioni di ristoranti sono in competizione per attirare l'attenzione dei clienti attraverso piattaforme di ordinazione di pasti come Meituan e Alibaba's Ele.me. "La tendenza di Internet mobile ha radicalmente ridisegnato il comportamento e le preferenze dei consumatori,"& nbsp; cofondatore di Zaihui Zhao Yang dice nel nostro sondaggio. "La maggior parte dei proprietari di ristoranti è semplicemente specializzata nel cucinare cibi gustosi, ma non nell'interazione con il cliente online, nel marketing e nei contenuti."

La mobilità è un'altra area che ha visto i giovani imprenditori sviluppare servizi su misura. In Pakistan, Roshni Rides si sta occupando della necessità di un trasporto più sicuro e affidabile, fornendo corse di risciò a dipendenti di sesso femminile. L'idea è uno spin-off del progetto originale dei cofondatori-Hanaa Lakhani, Hasan Usmani, Gia Farooqi e Moneeb Mian ha vinto nel 2017 il Premio Hult da $ 1 milione per la sua idea di organizzare viaggi in risciò convenienti lungo rotte designate tra un campo profughi e destinazioni comuni come mercati e ospedali. I quattro americani pakistani da allora sono tornati a Karachi, dove stanno ulteriormente sviluppando la loro attività di condivisione del viaggio.

La squadra di Roshni Rides riceve il premio Hult dall'ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton nel 2017.

Nel frattempo in Giappone, Retsu KitagawaSmartDrive fornisce un servizio di gestione della flotta automatizzato ai proprietari di aziende. Fondata nel 2013, l'avvio& nbsp; ha già attratto $ 30 milioni in finanziamenti totali. esso& nbsp; installa un piccolo dispositivo telematico & nbsp; nei veicoli dei propri clienti che è & nbsp; connesso & nbsp; alla piattaforma di gestione della flotta basata su cloud di SmartDrive chiamata DriveOps. Il sistema & nbsp; consente alle aziende di monitorare le rotte di guida e valutare se i conducenti guidano in modo spericolato, riducendo potenzialmente gli incidenti e & nbsp; risparmiando alle aziende di dover pagare tasse di assicurazione più alte.

Altrettanto importante per il successo delle PMI è la ricerca del talento. In Vietnam, Kevin Tung NguyenJobHop sta utilizzando l'analisi dei dati per fornire servizi su misura. Il suo algoritmo classifica i profili dei candidati attraverso i siti di reclutamento vietnamiti per raccomandare i migliori candidati ai potenziali datori di lavoro, e la startup afferma di aver aiutato più di 500.000 persone in cerca di lavoro & nbsp; trovare lavoro e 2.000 imprese assumono personale. "Le web boards esistenti sono piene di spam e CV di bassa qualità, mentre i cacciatori di teste sono troppo costosi", dice Nguyen nel nostro sondaggio. L'anno scorso, JobHop ha attratto $ 710.000 in un round di finanziamento delle sementi co-guidato da KK Fund con sede a Singapore e Mynavi Corporation, società giapponese di servizi per le risorse umane.

">

Kenny Wang, cofondatore di Igloohome. Foto di Jing Wei per FORBES

I giovani imprenditori che compongono l'elenco di Forbes 30 Under 30 Asia di quest'anno, si concentrano sulle grandi, ma largamente non sfruttate piccole e medie imprese (PMI) della regione, molte delle quali hanno bisogno di digitalizzare le loro attività per aumentare l'efficienza.

L'International Finance Corporation stima che ci siano 30 milioni di PMI nei paesi in via di sviluppo in tutta l'Asia. Queste società impiegano il 62% della forza lavoro della regione e contribuiscono in media al 42% del PIL di ciascun paese asiatico, secondo la Banca asiatica di sviluppo. Nonostante i loro significativi contributi alle economie della regione, il sostegno alla politica governativa è inadeguato per le PMI, in particolare nei settori dei finanziamenti e dei servizi alle imprese, ha affermato l'ADB in una recente relazione. Alcuni dei membri onorati di quest'anno stanno almeno fornendo servizi che le PMI possono utilizzare per espandere e automatizzare le loro attività.

A Singapore, Kenny Wang sta affrontando questa lacuna affrontando le preoccupazioni di sicurezza delle PMI. Igloohome, che Wang è entrata a far parte nel 2015 come responsabile delle operazioni, rende le serrature intelligenti che possono essere bloccate o sbloccate in remoto tramite un'app. L'azienda ha inoltre sviluppato un software online in grado di proteggere da remoto le strutture e concedere diritti di accesso, rendendo potenzialmente più semplice la gestione di tali strutture per i proprietari di piccole imprese. Ora, sta lavorando con oltre 60 venditori a livello globale per distribuire e installare i lucchetti intelligenti. Igloohome ha attratto più di $ 10 milioni in finanziamenti da investitori, inclusi gli investitori con sede a Singapore Insignia Ventures Partners e Wavaseker Partners supportati da Temasek Holdings.

Aiutare le PMI è anche al centro di diverse start-up in Cina, dove gli imprenditori si occupano di varie esigenze per servizi online migliori e più efficienti. Ad esempio, Tungee, una startup con sede a Guangzhou cofounded nel 2016 da Chen Kairan e Li Zhan, utilizza tecnologie di intelligenza artificiale e analisi dei dati per analizzare i risultati delle vendite e le preferenze dei clienti. Ora supportato dal colosso cinese di e-commerce Alibaba, la startup ha sviluppato un motore di ricerca B2B, che afferma può consentire ai venditori di trovare più rapidamente i dati specifici dei clienti.

Il peer locale di Tungee Zaihui ha sviluppato una tecnologia simile per analizzare le preferenze dei clienti. Ma la startup con sede a Shanghai si concentra sul mercato del take-away online: aiuta i proprietari dei ristoranti a gestire gli ordini di consegna degli alimenti, a sviluppare programmi di fidelizzazione e a realizzare campagne di marketing più personalizzate. La necessità di tali servizi è particolarmente pronunciata nel paese, dove ben 9 milioni di ristoranti sono in competizione per attirare l'attenzione dei clienti attraverso piattaforme di ordinazione di pasti come Meituan e Alibaba's Ele.me. "La tendenza di Internet mobile ha radicalmente ridisegnato il comportamento e le preferenze dei consumatori", cofondatore di Zaihui Zhao Yang dice nel nostro sondaggio. "La maggior parte dei proprietari di ristoranti è semplicemente specializzata nel cucinare cibi gustosi, ma non nell'interazione con il cliente online, nel marketing e nei contenuti."

La mobilità è un'altra area che ha visto i giovani imprenditori sviluppare servizi su misura. In Pakistan, Roshni Rides si sta occupando della necessità di un trasporto più sicuro e affidabile, fornendo corse di risciò a dipendenti di sesso femminile. L'idea è uno spin-off del progetto originale dei cofondatori-Hanaa Lakhani, Hasan Usmani, Gia Farooqi e Moneeb Mian ha vinto nel 2017 il Premio Hult da $ 1 milione per la sua idea di organizzare viaggi in risciò convenienti lungo rotte designate tra un campo profughi e destinazioni comuni come mercati e ospedali. I quattro americani pakistani da allora sono tornati a Karachi, dove stanno ulteriormente sviluppando la loro attività di condivisione del giro.

La squadra di Roshni Rides riceve il premio Hult dall'ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton nel 2017.

Nel frattempo in Giappone, Retsu KitagawaSmartDrive fornisce un servizio di gestione della flotta automatizzato ai proprietari di aziende. Fondata nel 2013, l'avvio ha già attratto $ 30 milioni in finanziamenti totali. esso installa un piccolo dispositivo telematico nei veicoli dei propri clienti collegato alla piattaforma di gestione della flotta basata su cloud di SmartDrive chiamata DriveOps. Il sistema consente alle aziende di monitorare le rotte di guida e valutare se i conducenti stiano guidando in modo spericolato, riducendo potenzialmente gli incidenti e risparmiando alle aziende di dover pagare tasse di assicurazione più elevate.

Altrettanto importante per il successo delle PMI è la ricerca del talento. In Vietnam, Kevin Tung NguyenJobHop sta utilizzando l'analisi dei dati per fornire servizi su misura. Il suo algoritmo classifica i profili dei candidati attraverso i siti di reclutamento vietnamiti per raccomandare i migliori candidati ai potenziali datori di lavoro, e la startup afferma di aver aiutato più di 500.000 persone in cerca di lavoro a trovare lavoro e 2.000 imprese assumere personale. "Le web boards esistenti sono piene di spam e CV di bassa qualità, mentre i cacciatori di teste sono troppo costosi", dice Nguyen nel nostro sondaggio. L'anno scorso, JobHop ha attratto $ 710.000 in un round di finanziamento delle sementi co-guidato da KK Fund con sede a Singapore e Mynavi Corporation, società giapponese di servizi per le risorse umane.