La NASA vuole idee per le navi da carico private per fornire un gateway lunare



La NASA è alla ricerca di idee da parte di società private per fornire forniture al suo avamposto Gateway proposto intorno alla luna, la stazione di punta del programma Artemis dell'agenzia per tornare sulla superficie lunare,

Nell'ambito del programma Artemis, la NASA mira a far sbarcare la prima donna e il prossimo uomo sulla luna entro il 2024. L'iniziativa prevede una serie di sforzi individuali, tra cui la creazione del Lunar Orbital Platform-Gateway o Gateway lunare. Questa stazione orbiterà attorno alla luna a 250.000 miglia (402.000 km) dalla Terra e consentirà che le forniture siano più prontamente disponibili per gli astronauti che potrebbero trovarsi sulla superficie lunare.

La NASA è ora in cerca di proposte da società americane per creare veicoli spaziali in grado di trasportare e consegnare merci pressurizzate e non pressurizzate al Gateway lunare. L'imbarcazione dovrà lanciarsi su un razzo commerciale e sarà in grado di eseguire sei mesi di operazioni di attracco al Gateway, a cui seguirà uno smaltimento autonomo.

Relazionato: 50 anni dopo Apollo, la NASA può tornare sulla luna entro il 2024?

"Lavorare con l'industria per fornire le forniture necessarie per supportare le nostre missioni lunari è un passo fondamentale per accelerare il nostro ritorno sulla Luna nell'ambito del programma Artemis, compreso il raggiungimento di quell'audace obiettivo di far sbarcare i prossimi astronauti americani sulla Luna entro il 2024", l'amministratore della NASA Jim Bridenstine detto in una dichiarazione.

“Questa sollecitazione si basa sulle capacità che la NASA è stata pioniera nell'orbita terrestre bassa con rifornimento di merci commerciali alla Stazione Spaziale Internazionale ed è il passo successivo nella commercializzazione dello spazio profondo. Attendiamo con impazienza la risposta del settore alla nostra ultima sollecitazione ", ha affermato.

Questa richiesta di proposte è un altro passo avanti per le partnership commerciali della NASA. In precedenza, l'agenzia aveva lanciato una richiesta per le aziende di elaborare idee payload di atterraggio sulla superficie lunare e sviluppare nuove tecnologie per future missioni lunari con equipaggio.

Una proposta vincente vincerebbe un contratto di 15 anni con consegna a tempo indeterminato / quantità indefinita con un valore massimo di $ 7 miliardi. Il contratto garantirebbe un minimo di due missioni e potrebbe essere seguito da future opportunità contrattuali.

La NASA è alla ricerca di aziende che inviano proposte per creare veicoli spaziali che prendano in considerazione la progettazione logistica dei veicoli spaziali, la capacità di massa del carico, il volume pressurizzato, l'energia per i carichi utili e il tempo di transito verso il Gateway.

"Abbiamo scelto di ridurre al minimo i requisiti dei veicoli spaziali nell'industria per consentire l'innovazione commerciale, ma stiamo chiedendo all'industria di proporre le loro migliori soluzioni per la consegna di merci e l'abilitazione della nostra catena di approvvigionamento nello spazio profondo", Mark Wiese, responsabile degli elementi logistici Gateway della NASA presso il Kennedy Space Center, detto nella stessa dichiarazione.

Segui Chelsea Gohd su Twitter @chelsea_gohd. Seguici su Twitter @Spacedotcom e via Facebook.

Un dipendente Walmart invia una petizione per protestare contro le vendite di armi al CEO Doug McMillon


Un dipendente aziendale Walmart martedì ha consegnato una petizione con oltre 128.000 firme al CEO dell'azienda, Doug McMillon, che chiede a Walmart di smettere di vendere pistole e munizioni nei suoi negozi, ha imparato Business Insider.

Il dipendente, Thomas Marshall, ha detto a Business Insider martedì di aver inviato per e-mail a McMillon una copia della petizione che includeva tutte le firme. Ha condiviso la petizione di 5.818 pagine e un messaggio di posta elettronica di accompagnamento indirizzato a McMillon con Business Insider.

"L'ultima cosa che vorremmo fare è politicizzare il dolore; ti preghiamo di sapere, nel consegnare questa petizione, vogliamo prevenire ulteriori dolori inutili", ha scritto Marshall nell'e-mail a McMillon. "I clienti non si sentono più sicuri come una volta nei nostri negozi. Dobbiamo fare di più. Abbiamo il potere di fare di più."

Alla domanda sull'e-mail di Marshall, un portavoce di Walmart ha dichiarato: "Con oltre 1 milione di soci e milioni di clienti in più, stiamo ascoltando una vasta gamma di prospettive e opinioni".

Leggi di più: Walmart: "È tempo" per il Congresso di discutere un divieto di armi d'assalto

Walmart ha affermato di non avere intenzione di smettere di vendere pistole o munizioni a seguito di due recenti sparatorie nei negozi Walmart, che hanno ucciso 22 persone a El Paso, in Texas, e due impiegati Walmart a Southaven, nel Mississippi.

Marshall è un dipendente di e-commerce Walmart con sede a San Bruno, in California, che ha contribuito a organizzare un recente sciopero per protestare contro le vendite di armi della società. Ha chiesto di agire contro le vendite di armi di Walmart in un'e-mail di massa immediatamente dopo le sparatorie.

La petizione che ha consegnato a McMillon martedì chiede a Walmart di smettere di vendere pistole e munizioni nei suoi negozi, vietare alle persone di trasportare pistole sulle proprietà dell'azienda e cessare le donazioni ai politici che accettano denaro dalla National Rifle Association.

McMillon ha dichiarato la scorsa settimana che la società "sta riflettendo sulle questioni più ampie legate alla violenza armata e alle cose che dovremmo fare per aiutare a creare comunità più sicure".

Leggi di più: Il CEO di Walmart promette una risposta "ponderata e deliberata" a 2 sparatorie mortali nei suoi negozi

Walmart sta anche cercando di "identificare ulteriori azioni che possiamo intraprendere per rafforzare i nostri processi, migliorare la nostra tecnologia e creare un ambiente ancora più sicuro nei nostri negozi", ha affermato.

"Siamo un'organizzazione di apprendimento e lavoreremo per comprendere le molte importanti questioni derivanti da El Paso e Southaven, nonché quelle sollevate nella più ampia discussione nazionale sulla violenza armata", ha detto McMillon in una nota indirizzata ai dipendenti Walmart che è stato pubblicato sui social media. "Saremo premurosi e deliberati nelle nostre risposte e agiremo in un modo che rifletta i nostri migliori valori e ideali, focalizzati sulle esigenze dei nostri clienti, collaboratori e comunità".

Leggi il messaggio che Marshall ha inviato a McMillon:

Caro signor McMillon, ho avuto il piacere di lavorare a Walmart da più di un anno. Apprezzo l'etica di Walmart di ascoltare e valorizzare la voce di ogni associato e di mettere il cliente al primo posto, sempre. Grazie per guidare con gentilezza e integrità, i tuoi sforzi insieme a quelli dei leader di El Paso e Southhaven non sono passati inosservati. L'ultima cosa che vorremmo fare è politicizzare il dolore; ti preghiamo di sapere che, nel presentare questa petizione, vogliamo prevenire ulteriori dolori inutili.

Di seguito una petizione, firmata da 128.151 persone, che chiede a Walmart di interrompere la vendita di tutte le armi da fuoco e munizioni, vietare il trasporto pubblico di armi da fuoco sulle proprietà dell'azienda e nei negozi e cessare le donazioni WALPAC all'NRA supportate (valutazione A / A + NRA ) politici.

La nostra azienda ha già compiuto enormi passi avanti verso questi obiettivi, vietando le armi da assalto nel 2015 e aumentando l'età minima per acquistare armi da fuoco e munizioni dai 18 ai 21 nel 2018. Tuttavia, nonostante queste misure, il 12 giugno 2016, un 29- un uomo di anni ha ucciso 49 persone e 53 feriti in una discoteca gay a Orlando, in Florida, con proiettili acquistati in un Walmart. Nonostante ciò, il 30 luglio 2019, un ex associato ha assassinato altri due soci a Walmart # 0848 a Southaven, Mississippi. Nonostante ciò, il 3 agosto 2019, un uomo di 21 anni ha ucciso 22 persone prevalentemente ispaniche e ferito 27 all'interno di Walmart # 2201 a El Paso, in Texas.

Nonostante ciò, i clienti non si sentono più sicuri come una volta nei nostri negozi. Dobbiamo fare di più. Abbiamo il potere di fare di più. In allegato è il nome di ognuno dei 128.151 firmatari e la petizione firmata. Questo elenco di firmatari continua a crescere di minuto in minuto su Change.org. Spero che tu prenda a cuore il nostro onesto motivo e prenda la decisione giusta per conto dei tuoi collaboratori e dei tuoi clienti. Siamo qui per aiutarti e supportarti in questa decisione.

I cybershoes ti consentono di camminare, correre e saltare fisicamente in VR senza abbandonare il tuo posto



Se me lo chiedi, la realtà virtuale è la cosa migliore che è accaduta ai giochi dall'invenzione del joystick grazie alla capacità della piattaforma di collocare gli utenti all'interno di una realtà alternativa completa. Sfortunatamente, l'incantesimo si è interrotto all'istante nel momento in cui sei costretto a fare un solo passo. I cybershoes, un gadget che assomiglia a parti uguali di tacchi e sandali, mira a risolvere questo problema.

Commercializzata come "soluzione di fascia alta per la locomozione VR", i Cybershoes sono un dispositivo accessorio per sistemi VR compatibili con Steam VR. Ciò significa che possono essere utilizzati con Oculus, HTC, Pimax e altre cuffie.

Vengono spediti con un tappeto "speciale" e richiedono l'uso di una sedia o uno sgabello rotante: non puoi alzarti e camminarci intorno. Un rullo incorporato nella parte inferiore delle scarpe traduce i tuoi movimenti di camminata e corsa in movimento nel gioco.

Secondo la società dietro Cybershoes (anche chiamato Cybershoes) sono supportati da alcuni dei giochi VR più popolari tra cui Arizona Sunshine, Fallout VR, e Skyrim VR tra molti altri.

Stare seduti su una sedia e trascinare gambe e piedi sul pavimento non è esattamente la stessa cosa di correre attraverso le distese innevate di Skyrim per inseguire maghi codardi (ti vedo, mago del fuoco a cui piace far esplodere le persone e poi schivare mentre Provo a navigare su e giù per le colline rocciose con un controller Vive a effetto comico). Ma probabilmente batte in piedi sul posto e viene sgranato da cattivi mentre non riesce a trovare un posto valido per teletrasportarsi.

I cybershoes partono da $ 400: dovrai fornire la tua sedia. L'azienda vende anche una versione con una sedia, una versione arcade e una versione business.

Per ulteriori notizie e recensioni su attrezzatura, gadget e hardware, segui Plugged on
cinguettio e
            Flipboard.

Pubblicato 20 agosto 2019 – 23:14 UTC

Lo scopo della società? La tavola rotonda di affari fa avanzare la conversazione, ora tutti dobbiamo contribuire



<div _ngcontent-c15 = "" innerhtml = "

Ieri, la Business Roundtable, un'associazione di amministratori delegati delle maggiori aziende americane, ha sorpreso il mondo degli affari con una dichiarazione che ridefinisce lo scopo delle imprese e delle società come valore per gli azionisti, non solo per gli azionisti.

Questa affermazione contesta la dottrina Friedman spesso citata, secondo la quale l'UNICA responsabilità di una società è nei confronti dei suoi azionisti.

Al contrario, i principali dirigenti di Business Roundtable ora affermano che il valore del cliente, l'investimento in dipendenti, relazioni etiche ed etiche con i fornitori e la cura della comunità e dell'ambiente sono anche lo scopo e la responsabilità di un'azienda, oltre a lungo termine valore per gli azionisti. (Leggi la dichiarazione completa qui.)

Creazione di valore a lungo termine

Il modificatore lungo termine è importante: spostando l'orizzonte temporale, Business Roundtable può spostare i valori che informano il processo decisionale esecutivo. Forse un prezzo astronomicamente elevato sull'insulina per i diabetici produrrà una quantità significativa di valore a breve termine, ad esempio, ma garantirà il valore a lungo termine dell'azienda a beneficio dell'azionista in corso?

La dichiarazione di Business Roundtable è un passo importante in ciò che deve essere una conversazione in corso. Migliaia di aziende di successo, orientate ai valori, adottano già questo approccio al business da parte degli stakeholder: vedi ad esempio il Forbes Small Giant elenco, Capitalismo consapevolee i dirigenti associati al nostro Centro per la leadership basata sui valori all'università benedettina. Questi leader aziendali hanno successo nel lungo periodo proprio perché generano guadagni trimestrali e rendimenti degli azionisti investendo in ciò che crea valore: clienti, dipendenti, fornitori e comunità che supportano il loro commercio.

Vere soluzioni pratiche

Questi leader mostrano che il cambiamento necessario per passare da una ristretta mentalità trimestrale agli utili a una mentalità degli stakeholder è realizzabile e il suo impatto profondo. Qui ci sono alcuni punti da cui iniziare: salari vivibili per i dipendenti, ragionevoli rapporti di compensazione dal livello esecutivo a quello di entrata e cura del ciclo di vita completo dei prodotti.

Inoltre, la dichiarazione di Business Roundtable crea un'apertura per un'organizzazione che può stabilire gli standard di ciò che è coinvolto nel rispetto di questa affermazione. Ethisphere, BSR, il UN Global Compact, Capitalismo consapevolee il nostro centro sono solo alcune delle organizzazioni che possono contribuire.

Infine, i consumatori, i clienti e i dipendenti di queste e altre società devono continuare a sostenere la prospettiva delle parti interessate. Dobbiamo sostenere una maggiore trasparenza dei prezzi e della catena di approvvigionamento, ridurre le emissioni di anidride carbonica organizzativa, un maggiore coinvolgimento strategico della comunità e una maggiore attenzione alla vera inclusione di persone tradizionalmente sottorappresentate a livello esecutivo delle organizzazioni.

Realizzare il sogno americano

In definitiva, questo può spostare i valori che guidano il processo decisionale dell'organizzazione, dal pensiero a breve a quello a lungo termine, da un focus esclusivamente su profitto e potere a un focus su persone e impatto. Ciò offre alle imprese americane l'opportunità di essere all'altezza dei migliori ideali del sogno americano: la possibilità di successo per tutti nel contesto di comunità solidali e di una nazione fiorente. Ti invitiamo a unirti a noi e alla tavola rotonda aziendale in questa eccitante e nobile opportunità.

">

Ieri, la Business Roundtable, un'associazione di amministratori delegati delle maggiori aziende americane, ha sorpreso il mondo degli affari con una dichiarazione che ridefinisce lo scopo delle imprese e delle società come valore per gli azionisti, non solo per gli azionisti.

Questa affermazione contesta la dottrina Friedman spesso citata, secondo la quale l'UNICA responsabilità di una società è nei confronti dei suoi azionisti.

Al contrario, i principali dirigenti di Business Roundtable ora affermano che il valore del cliente, l'investimento in dipendenti, relazioni etiche ed etiche con i fornitori e la cura della comunità e dell'ambiente sono anche lo scopo e la responsabilità di un'azienda, oltre a lungo termine valore per gli azionisti. (Leggi la dichiarazione completa qui.)

Creazione di valore a lungo termine

Il modificatore lungo termine è importante: spostando l'orizzonte temporale, Business Roundtable può spostare i valori che informano il processo decisionale esecutivo. Forse un prezzo astronomicamente elevato sull'insulina per i diabetici produrrà una quantità significativa di valore a breve termine, ad esempio, ma garantirà il valore a lungo termine dell'azienda a beneficio dell'azionista in corso?

La dichiarazione di Business Roundtable è un passo importante in ciò che deve essere una conversazione in corso. Migliaia di aziende di successo, orientate ai valori, adottano già questo approccio al business da parte degli stakeholder: vedi ad esempio l'elenco dei piccoli giganti di Forbes, il capitalismo consapevole e i dirigenti associati al nostro Center for Values-Driven Leadership presso Benedictine University. Questi leader aziendali hanno successo nel lungo periodo proprio perché generano guadagni trimestrali e rendimenti degli azionisti investendo in ciò che crea valore: clienti, dipendenti, fornitori e comunità che supportano il loro commercio.

Vere soluzioni pratiche

Questi leader mostrano che il cambiamento necessario per passare da una ristretta mentalità trimestrale agli utili a una mentalità degli stakeholder è realizzabile e il suo impatto profondo. Qui ci sono alcuni punti da cui iniziare: salari vivibili per i dipendenti, ragionevoli rapporti di compensazione dal livello esecutivo a quello di entrata e cura del ciclo di vita completo dei prodotti.

Inoltre, la dichiarazione di Business Roundtable crea un'apertura per un'organizzazione che può stabilire gli standard di ciò che è coinvolto nel rispetto di questa affermazione. Ethisphere, BSR, il Global Compact delle Nazioni Unite, il capitalismo consapevole e il nostro centro sono solo alcune delle organizzazioni che possono contribuire.

Infine, i consumatori, i clienti e i dipendenti di queste e altre società devono continuare a sostenere la prospettiva delle parti interessate. Dobbiamo sostenere una maggiore trasparenza dei prezzi e della catena di approvvigionamento, ridurre le emissioni di anidride carbonica organizzativa, un maggiore coinvolgimento strategico della comunità e una maggiore attenzione alla vera inclusione di persone tradizionalmente sottorappresentate a livello esecutivo delle organizzazioni.

Realizzare il sogno americano

In definitiva, questo può spostare i valori che guidano il processo decisionale dell'organizzazione, dal pensiero a breve a quello a lungo termine, da un focus esclusivamente su profitto e potere a un focus su persone e impatto. Ciò offre alle imprese americane l'opportunità di essere all'altezza dei migliori ideali del sogno americano: la possibilità di successo per tutti nel contesto di comunità solidali e di una nazione fiorente. Ti invitiamo a unirti a noi e alla tavola rotonda aziendale in questa eccitante e nobile opportunità.