Abbiamo parlato con la drag queen che ha affrontato l'ex Rep. Aaron Schock



Per quasi un anno, rapporti, pettegolezzi e video hanno turbinato la vita dell'ex rappresentante repubblicana Aaron Schock nel dopoguerra a West Hollywood, in California.

Schock, la cui storia di legislatore repubblicano è ricca di supporto anti-LGBT per cose come Don't Ask Don't Tell e un emendamento costituzionale che vieta il matrimonio gay, è recentemente apparsa in spazi e situazioni LGBT. Un video apparentemente che mostra a Schock che bacia un uomo a Coachella è diventato virale ad aprile, e a giugno un video che mostra a Schock la mancia di un ballerino go-go maschile ha fatto il giro.

Il materiale fece arrabbiare molti che pensavano che Schock non avesse affrontato a sufficienza la sua storia pubblica anti-LGBT in un modo che potesse consentirgli di accedere al mondo LGBT sempre più aperto e sicuro. Josh Seefried, noto attivista e veterano LGBT ha scritto su Twitter al momento, "Una persona che ha lavorato contro la nostra comunità non può e non deve essere accettata fino al riconoscimento [sic] di quel fatto sbagliato si è verificato. "

Ora, una drag queen dice che ha tentato di tenere Schock come conto quando ha visitato il bar gay dove stava lavorando la scorsa settimana.

In un video pubblicato su Facebook, Jonnie Reinhart, che ospita regolarmente una serata di karaoke al bar gay Revolver di Los Angeles, ha detto che un'amica, Ira Madison III secondo cinguettio, ha sottolineato la presenza di Schock martedì scorso.

"Ho sentito immediatamente che era mia responsabilità dire o fare qualcosa", ha detto Reinhart, che ha affermato che come drag queen sentiva l'obbligo speciale di affrontare Schock. "Il mio compito è letteralmente far sentire le persone a proprio agio e arriva questa situazione, dove chiaramente altre persone erano consapevoli che lui era lì. C'era un elefante generale nella stanza", ha detto a Insider al telefono.

Invece di recitare in Schock, Reinhart afferma di aver eseguito "F — You" di Lilly Allen con una dedica speciale.

"Questa canzone esce per qualcuno tra il pubblico. E per tutti quelli che votano contro i diritti degli omosessuali."

Reinhart afferma di aver scelto una canzone perché "non voleva rendere la notte tutta su di lui".

"Ho pensato con l'idea di firmare la canzone che la gente avrebbe saputo che sarebbe stata una cosa di solidarietà, in un modo che non lo chiamava completamente".

Reinhart afferma che non è stato immediatamente chiaro come Schock abbia reagito alla performance, ma che dopo che un amico di Schock è venuto a iniziare una conversazione al riguardo. Reinhart dice che ha rapidamente portato la conversazione a Schock stesso.

"Ci sono entrato con la mentalità del dibattito, sono salito, gli ho stretto la mano e mi sono presentato, e ho spiegato i miei sentimenti di essere lì", ha detto. Come molti altri critici di Schock, Reinhart ritiene di dover presentare delle scuse pubbliche per il suo record di voto anti-LGBT.

All'inizio, Schock ha appena ascoltato.

Quindi, dice che le ha raccontato la sua storia.

Reinhart dice che la conversazione ha umanizzato Schock, ma lei dice che vuole ancora vedere il cambiamento

Aaron Schock in conversazione con Jonnie Reinhart.
Twitter / Jonnie Reinhart

Dall'ultimo mandato di Schock al Congresso, la sua storia è stata in gran parte raccontata da altre persone.

Voci gay circolavano mentre era in ufficio, che ha spazzato via. Snickers lo seguì dopo essersi dimesso per uno scandalo derivante da una riprogettazione dell'ufficio ispirata a "Downtown Abbey". La rivelazione in parte ha portato a un'indagine etica e alle spese di spesa federali che sono state ufficialmente respinte la scorsa settimana dopo che Schock ha accettato di pagare $ 40.000 in tasse arretrate e di rimborsare i suoi comitati elettorali $ 68.000.

Alla fine del 2018, è stato lanciato un costante drumbeat di titoli, ognuno dei quali offre nuovi scorci a quella che molti hanno visto come una vita stereotipicamente gay. Il primo sguardo è arrivato quando è stato raffigurato con il promotore del partito gay Eliad Cohen. La foto è passata in gran parte inosservata fino a quando non sono emerse foto e video di quello che sembrava essere Schock che baciava un altro uomo a Coachella, che è diventato un titolo nazionale.

Reinhart dice che Schock le ha detto che la reazione della sua famiglia è stata "molto brutta". I DM non verificati che sono stati rilasciati ad agosto sembrano confermare questa storia, con Schock che afferma che stava ancora uscendo da chi gli stava vicino quando il video di Coachella divenne virale.

"Non esattamente come vuoi che tua mamma lo scopra," affermò Schock nei messaggi.

Tradizionalmente, l'escursione è stata percepita come in gran parte non etica. Nel caso di Schock, Internet LGBT ha in gran parte sottoscritto l'assegno.

In The Daily Beast, Michelangelo Signorile ha scritto, "quando è rilevante per una storia più ampia – e votare l'anti-gay lo è sicuramente – i media hanno la responsabilità di riferire sull'orientamento sessuale (o sulla loro speculazione) di personaggi pubblici".

La pubblicazione LGBT Queerty ha scritto:

Mentre è la posizione di Queerty per non far emergere personaggi pubblici, facciamo una grave eccezione quando qualcuno ha attivamente danneggiato persone o cause LGBTQ e poi si è rifiutato di accettarlo.

Se le foto sono accurate, Schock è fuori a godersi le libertà conquistate attraverso il sudore e il sangue di una comunità che ha direttamente danneggiato in ogni fase della sua carriera politica.

Reinhart accettò, dicendo: "Quando hai votato contro i diritti dei gay, perdi il privilegio della discrezione".

"Quello a cui continuavo a tornare, era che ero al bar per lo più pieno di persone gay", ha spiegato spiegando la sua decisione di parlare. "Nessuno diceva niente, era molto profondo per me. Non possiamo tacere. Il silenzio non eguaglia i progressi."

Reinhart afferma che Schock ha spiegato il suo record come, in parte, derivante dal fatto che ancora si identificava e credeva di essere etero quando era in carica. "Ha detto che non si identificava come gay in quel momento, e non è stato fino a anni dopo che ha iniziato a esplorare e comprendere la sua sessualità". Schock apparentemente ha fatto eco al sentimento nei DM trapelati.

Schock non ha ancora affrontato nessuna delle controversie dell'ultimo anno e non ha risposto alle ripetute richieste dal commento di Insider, ma Reinhart afferma che nel suo scambio con Schock, ha rivelato che stava "lavorando alla pubblicazione di una dichiarazione".

Per Reinhart, ciò che Schock fa dopo è cruciale.

"Sì, mi sono immedesimato in lui, capisco le cose che ha fatto, ma ciò non le rende giuste, mi ha offerto una prospettiva di da dove viene, da persona gay a persona gay", ha spiegato. "Non scusa il suo silenzio sulla questione in questione."

"Nel mio mondo ideale potremmo aprire le braccia e avere gentilezza per lui, ma solo se si alza e si dimostra un alleato."

Hai un consiglio? Email Ben Goggin a bgoggin@businessinsider.com